17 dicembre 2009

Praline di cioccolato con mandorle e anice stellato

Costantemente sul filo di lana e refrattaria alle programmazioni con largo anticipo, nonostante gli sforzi: eccomi!
Solo in questi ultimi giorni ho dato il via ai primi preparativi natalizi: così con l’albero ancora da completare (sono l’unica: ne sono certa!), ho cominciato con i primi pacchetti.

Praline di cioccolato con mandorle e anice stellato


Il Natale è una festa d’atmosfera, di famiglia e di emozioni, dai colori classici e simbolici (bianco, rosso, oro e verde) e tutto questo può esprimere un pacchetto rosso, al profumo di stelle e con nastro d’oro che legherò con un rametto del mio pungitopo.


Praline di cioccolato con mandorle e anice stellato

Ingredienti x 25/30 praline

100 g cioccolato fondente al 70 %
100 g cioccolato al latte*
100 g mandorle a scaglie
1 cucchiaio e ½  olio evo (io olio evo Benza)
50 ml panna fresca
2 anici stellati
* (volendo eliminare la percentuale di cioccolato al latte, sarebbe preferibile usare cioccolato fondente di copertura e procedere con il temperaggio, per scongiurare l'antiastetico effetto opaco)


Preparazione. Portare ad ebollizione la panna e versarla sul cioccolato tagliato al coltello, fare riposare il composto per qualche minuto, poi fare sciogliere completamente il cioccolato con l’olio evo (conferisce al cioccolato una’accettabile lucentezza, senza necessariamente doverlo temperare, ma deve essere un buon olio che non sovrasti il cioccolato) e unire i semi di anice stellato pestati. Rimestare energicamente, quindi incorporare le mandorle: il composto deve essere fluido, ma al tempo stesso le mandorle devono ben “sostenerlo” (se così non dovesse essere, aggiungere ancora panna o mandorle).
Dopo aver fatto riposare ancora, finché il composto non comincia ad assumere una certa consistenza, prelevare piccoli quantitativi con due cucchiaini, disporli a mucchietti su un foglio di carta forno ed attendere che solidifichino.
Nota: Per esaltarne l’aroma, chiudere in una scatola con un anice stellato o spolverizzarli con cacao misto a qualche seme pestato di anice stellato. [Liberamente ispirato a Praline al cioccolato e mandorle de La Grande Enciclopedia della Cucina Curcio]

Altri regali golosi
Per gli impenitenti Tartufi di cioccolato
Per gli amanti della caffeina Tartufi di cioccolato al caffè
Per i più difficili Torrone di cioccolato
Per gli esterofili Praline alla spagnola (Turron)
Per chi ama gli agrumi Quadrifogli di cioccolato bianco al bergamotto
Per bambini Ciocco-biscotti (Cioccolato fantasia)
Per salutisti Miele alla liquirizia
Per romantici Sciroppo di zenzero
Per veri gourmet Cipolle caramellate

Per sgranocchiatori irriducibili
Crostatine croccanti
Croccante alle nocciole
Ciambelline al vino
Biscotti speziati
Dolcini al cocco e bergamotto
Fior di riso e Cuor di mandorle

…………..

Con queste Praline-regalo all’anice stellato, partecipo al contest Un Soave Natale di Val-Nella botte piccola ...



35 commenti:

  1. Secondo me, Babbo Natale ti perdona per non aver fatto ancora l'albero... basta fargli trovare una scatola di questi docletti, e vedrai quanti regali!!!
    bravissima, come sempre
    ale

    RispondiElimina
  2. che spettacolo questo pacchettino!
    non mi parlare di ritardo, io ormai avrei bisogno di giornate da 100 ore...l'albero è l'unica cosa che ho fatto :)
    baci
    fra

    RispondiElimina
  3. Guarda, Lenny, anche noi l'albero non l'abbimo fatto, soltanto il presepe è stato preparato stamattina da mia madre ma di altri preparativi ce ne sono ben pochi in questo momento.
    In teoria avrei avuto intenzione anche io di fare piccoli pacchetti di cose golose per parenti & amici, poi la mancanza di tempo ed il fatto di non aver trovato alcune cose che mi servivano per i suddetti pacchetti mi hanno scoraggiata. Ma non è escluso che non mi dia a queste meraviglios praline!

    RispondiElimina
  4. Cara lenny, anch'io sono sul filo di lana, il lavoro assorbmolto tempo, prima di prenderci unpo' di vacanze e riesco appena a fare qualche post...poco tempo da dedicare alle mie amiche preferite...ma eccomi e grazie di questi dolcetti scaldacuore!!!
    Baci affettuosi

    RispondiElimina
  5. ma che bel pensiero....pensa a chi riceve quella scatola profumata e golosa! brava!

    belle anche le altre idee per dei ragali homemade!

    Ciao Terry

    RispondiElimina
  6. Lenny, ci rincuoriamo allora, anche noi siamo indietro con tutto, il tempo corre e noi dietro a lui! Le tue praline sono molto raffinate, ma questa è una caratteristica che ti contraddistingue! Abbiamo letto che stemperi il cioccolato nell'olio d'oliva, cosa per noi nuova. Ovviamente dici di usare un olio che non copra il sapore del cioccolato, quindi se tu dovessi darci un consiglio, per che tipo di olio opteresti? In casa abbiamo tanto tanto olio extravergine, ma tutto piuttosto robusto o deciso.
    Un abbraccio da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  7. Beh qui l'albero è pronto da domenica e qualche regalo è stato comprato, ma devo dire che per il resto sono molto molto indietro. Per cui, tranquilla, ti faccio compagnia io :-)

    RispondiElimina
  8. @alessandra (raravis): e dopo l’albero da completare, tocca al presepe ….. ma non dispero, ce la posso fare ….

    @Fra: il mio problema è anche la lentezza nel fare le cose …

    @Elisa: puoi provare tranquillamente queste praline: si realizzano rapidamente e riscuotono un grande successo

    @Mariluna: grazie a te per essere passata nonostante il pochissimo tempo a disposizione

    @crumpetsandco: i regali gastronomici home made sono quelli più graditi

    @Luca and Sabrina: l’olio evo è oggetto di culto nella mia cucina (l’ho usato per dei frollini salati e un cake dolce), ma anche e soprattutto in quella della mia famiglia da generazioni e l’olio evo che più utilizziamo è quello che acquistiamo da alcuni produttori locali, nostri amici.
    Per questi cioccolatini ho usato un olio evo toscano Benza Buon Olio, estratto a freddo da olive taggiasche appunto, molto delicato che ho trovato particolarmente adatto a questa ricetta

    @Aiuolik: sono in buona compagnia!

    RispondiElimina
  9. Mamma mia quanti "dolci" regali!
    Scolta...ma se vengo li ad aiutarti ad addobbare l'albero un regalino me lo doni?! ;-)
    baci

    RispondiElimina
  10. Se trovo uno stampo per fare i personaggi del presepe in cioccolato, parola che te lo mando!!
    Così, continuando quello che ti diceva Alessandra, altro che persono di Babbo Natale ehehehe
    Belli i cioccolattini...
    PS
    Ho promesso di dedicarmi quanto prima ad una delle tue ricette che da troppo stazionano ingiustamente davanti a me. Poi ti faccio sapere gli esiti :)

    RispondiElimina
  11. Lenny, posti sempre dei dolcetti accattivanti! Belli, nella loro scatola rossa fanno un vero figurone!
    Castagna

    RispondiElimina
  12. Milena se ti consola io ho iniziato ieri ad acquistare i primi regali di Natale! Non so come mai, ma quest'anno sono più in ritardo del solito, le giornate mi scappano via tra le mani alla velocità della luce. Queste praline confezionate in maniera così raffinata, sono altamente seducenti per me, potrei farne indigestione :)
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  13. Con una scatola di questi dolcini favolosi ti si perdona anche l'albero a metà!Fortunato chi li riceverà!
    bacione cara

    RispondiElimina
  14. Lenny sono deliziose... :-) bacioni

    RispondiElimina
  15. Ciao! ma quante belle idee! poi questi cioccolatini alle mandorle sono una delizia!!
    un bacione

    RispondiElimina
  16. Caspita, sto leggendo ovunque ricette golosissime e il tempo per realizzarle tutte è talmente poco... La mia wish list si allunga, ma almeno dei tartufini vorrei proprio farli...

    RispondiElimina
  17. che bel regalo, sia per la presentazione davvero lussuosa che per il contenuto.
    consolati, io l'albero non lo faccio, ne ho uno minuscolo già addobbato, da mettere dove la gatta ancora non arriva. ci credi che non l'ho nemmeno ancora tirato fuori? sono un disastro...

    RispondiElimina
  18. Lenny è un bellissimo regalo, croccante con la sorpresa profumata che fa' evadere un po'. E che lista che ci proponi fa' girare la testa :-)
    Buona giornata cara

    RispondiElimina
  19. Giusto stamattina ho scoperto che é usanza addobbare gli alberi di Natale in Ungheria con le praline.
    Puoi fare per una volta l'ungherese ed unire l'utile al dilettevole ;-)
    Sai che bel Natale profumato?
    Buona giornata, Mik

    RispondiElimina
  20. sarebbe meraviglioso ricevere questa scatola di praline....mamma mia ma quanto sono golose per nn parlare della lisa sotto....adesso vado a sbirciare sapendo consapevolmente di farmi del male:-)bacioni imma

    RispondiElimina
  21. Buon pomeriggio!
    Carissima, forse è presto ma non vorrei dimenticare qualcuno...perciò ti auguro ti trascorere le imminenti festività nella gioia e serenità....grazie per la compagnia che ci hai offerto durante l'anno...un abbraccio Luisa...

    RispondiElimina
  22. che chiccheria!!
    :-PP
    bravissima
    bacioni

    RispondiElimina
  23. l'albero non l'avrai ancora terminato, ma il tuo pacchetto è delizioso... ;)
    (n.d. tartina: contenuto compreso, sia chiaro!)

    baci lenny!
    *

    RispondiElimina
  24. Che bella scatolina,come invidio quella persona che lo riceverà,anche io ho preparato dei cioccolatini ma devo ammetterlo sono stata egoista mentre tu hai pensato ai regali io ho pensato solo alla mia voglia di cioccolato!!!

    RispondiElimina
  25. Mi piace sempre l'accostamento del cioccolato con le spezie...mi chiedevo il perchè della presenza di cioccolato al latte in questa ricetta: non è meglio utilizzare solo fondente?

    RispondiElimina
  26. farò razzia delle tue ricette per fare dei regali bellissimi!!
    Un bacio Lenny!

    RispondiElimina
  27. @pagnottella: ti aspetto

    @Gambetto: il cioccolato è irresistibile

    @Castagna e Albicocca: il rosso è d’obbligo ….

    @Camomilla: il tempo non basta mai: ci prefiggiamo troppe cose da fare

    @Saretta: perdonata?

    @Claudia: grazie

    @manuela e silvia: è una piacevole peculiarità di queste praline, l’effetto croccante delle mandorle

    @Onde99: sono certa che in questo we ci riuscirai

    @lise.charmel: devo rettificare: non sono l’unica ….

    @dada: lo sai adoro l’anice stellato e trovo che inserirlo nella scatola dia un tocco in più al regalo

    @Mimmi: e quanto durerebbe un albero così addobbato? Rischierebbe di rimanere nudo in un men che non si dica ….

    @dolci a ...gogo!!! tu sei una maestra di dolcezze

    @soleluna: ricambio con affetto

    @Sandra: grazie cara

    @tartina: chiarissimo, grazie

    @ilcucchiaiodoro: sei ancora in tempo per prepararne altri da regalare

    @Virò: semplice: i destinatari amano il cioccolato al latte!

    @elisa: poi fammi sapere

    RispondiElimina
  28. Eccomo eccomi ...nonostante i preparativi ancora da iniziare, la lista da fare (lo so, lo so sono in un ritardo pauroso!!!)non potevo non passare per un saluto veloce veloce...e ammazza che bontà trovo!!!Te ne rubo uno!!!UN ABBRACCIO

    RispondiElimina
  29. Cara Lenny, anche per me il Natale è tradizione, calore, famiglia. La tradizione dell'albero, i canti di Natale e dolci doni mi scaldano il cuore. Le persone che che ti sono vicine e riceveranno i tuoi pacchetti sono persone fortunate. Queste praline trasmettono la magia del Natale !!! Manu

    RispondiElimina
  30. devono essere supoersonici!!! mmmm mi sa che li farò !!! Ciao e buon week-end! Vale

    RispondiElimina
  31. Baccalà su purea di mele affumicate, erbe aromatiche e mosto d’uva cotto


    Ingredienti per 4 persone
    g 500 di filetto di baccalà dissalato
    5 mele golden
    g 25 di burro
    g 15 di zucchero
    Legnetti di melo
    Olio extravergine di oliva
    Sale Maldon
    Sale
    Per la guarnizione
    g 50 di misticanza aromatica (fiori eduli, germogli di spinaci, cerfoglio, basilico rosso, menta, crescione)
    4 cucchiai di mosto d’uva cotto
    Erba cipollina
    Olio extravergine di oliva
    Sale

    Lavare e tagliare le mele in quattro spicchi, togliere il torsolo. Cuocerle in una padella con dell’acqua, il burro, un pizzico di sale e lo zucchero per una decina di minuti; la mela deve rimanere al dente. In una vecchia pentola o nell’affumicatore mettere i legnetti di melo e su una griglia appoggiare gli spicchi di mela, coprire con il coperchio l’affumicatore ed accendere il fuoco. Quando si comincia a percepire l’odore del fumo spengere e lasciar freddare le mele; quindi frullarle e conservare il purè in frigorifero.
    Tagliare il baccalà a fette sottilissime e disporle su un piatto. Condire con olio extravergine di oliva e qualche cristallo di sale Maldon.
    Lavare e sgocciolare accuratamente la misticanza, condirla con l’olio, il sale e qualche goccia di mosto d’uva cotto.
    Distribuire in ogni piatto alcune cucchiaiate di purè di mele e sopra adagiarvi il carpaccio di baccalà. Posizionare sopra e tutto intorno la misticanza aromatica, qualche filo di erba cipollina e rifinire con il mosto cotto rimasto.

    Buon Natale

    RispondiElimina
  32. Me li ero persi!! :(
    scusa, una cosa.. nella ricetta dici 2 anici stellati, poi però dici 'semi di anice'... qual è che intendi?
    Perché se pesto i semini ok, ma pestare l'anice stellato rimane cmq troppo spesso e duro secondo me .. no?

    Te l'ho augurato su fb e te lo auguro anche qua :) buon a nno Lenny !

    RispondiElimina
  33. @marifra79: grazie per essere passata ….

    @Forchettina Irriverente: sono profumatissime e fortemente evocative

    @VALENTINA "cuoca" PER PASSIONE: richiedono poco tempo per la preparazione

    @marco: grazie, mi piacerebbe provarla, anch ese dovrò fare a meno dell'affumicatura ....

    @fiOrdivanilla: ho pestato i semini di anice stellato …..
    Buon anno carissima!!!!!

    RispondiElimina
  34. buon anno in tutta dolcezza (a te, amante del fare i dolci, non potrei augurare di meglio:) .. :)

    RispondiElimina
  35. @fiOrdivanilla: buon anno e grazie: sì, non riuscirei a pensare ad un mondo gastronomico e non, senza dolcezze!

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO