25 febbraio 2011

Panna cotta allo zenzero

Consumiamo i giorni velocemente, con estrema voracità ed è sempre più difficile ritagliarsi un po’ di tempo per sé, per recuperare la giusta dimensione, ma a volte basta poco per fermarsi e poi ricominciare ….

Panna cotta allo zenzero

La panna cotta è perfetta per un piacevole intermezzo, uno dei dessert preferiti da me e dai miei familiari, un jolly al quale ricorro anche per necessità, per es. questa volta è nata dall’esigenza di utilizzare al più presto della panna che avevo in frigo e dal desiderio di gustare in un dessert lo zenzero candito, preparato per una tarte con ganache al cioccolato bianco (che non è riuscita a farsi fotografare!).
Inoltre da tempo desideravo provare la sua panna cotta, addensata con gli albumi che per l’occasione ho aromatizzato con lo zenzero e cotto a bagnomaria in pentola (come avevo già sperimentato per questi flan), anziché nel forno: scioglievolissima e vellutata al punto giusto, l’ho gustata con un cucchiaio di confettura di frutti di bosco e piccoli cubetti di zenzero candito che ne esaltano l’aroma di base.


Panna cotta allo zenzero

Ingredienti x 6

500 ml panna fresca (o 250 ml latte + 250 ml panna)
4 albumi codice 0
70 g zucchero a velo
3-4 cm zenzero fresco

zenzero candito
confettura di frutti di bosco

Preparazione.
Zenzero candito. Pelare lo zenzero (nelle quantità realative all'utilizzo che se ne deve fare), ridurlo a cubetti, collocarlo in una pentola con dell’acqua (circa metà del peso dello zenzero) e far cuocere per 30/45’ circa. Quindi scolare lo zenzero, aggiungere lo zucchero (pari peso dello zenzero) e farlo andare finché non diventa traslucido. Fare attenzione perché sulla fine, si corre il rischio di caramellarlo (in questo caso si “pietrifica” e potrebbe risultare inutilizzabile). Lasciar freddare e, se piace, rotolare nello zucchero semolato. (Ricetta di Sandra)

Panna cotta. Grattugiare lo zenzero (senza temere di eccedere, in quanto una parte dovrà contrastare la presenza un po' invadente dell'uovo) nella panna e scaldare quest'ultima fino ad ebollizione. Lasciare riposare per due o tre ore circa.
Filtrare la panna, versarla sugli albumi mescolati e non montati con lo zucchero e trasferire nei ramequins.
Cottura passiva: collocare i ramequins in una pentola a fondo termico, riempirli con il composto e successivamente versare l’acqua tiepida nella pentola per ¾ dell’altezza degli stampi, coprendo con carta d’allumino.
Cuocere per 1 ora e 40' : attendere che l’acqua giunga a bollore e senza scoperchiare (lo si può udire o verificare vedendo fuoriuscire una piccola voluta di fumo) spegnere il fuoco e ogni 30’ accendere nuovamente il fuoco e spegnere quando riprenderà l’ebollizione (o infornare a bagnomaria per 1 ora e 40’ a 140° C).
Far rassodare in frigo e servire, accompagnando con cubetti di zenzero candito e confettura di frutti di bosco.

Ricette correlate


----------

Caris ci ha informato della potenziale chiusura della Fondazione Santa Lucia di Roma, specializzata nella rieducazione che aiuta ogni giorno e da anni migliaia di bambini.


Per manifestare la nostra solidarietà e con l’intento che tale struttura continui ad operare, ha organizzato una "raccolta di ricette per bambini, ricette allegre e colorate, che mettano di buon umore chi ha tutto il diritto di essere triste!" alla quale partecipo con i porcospini di cioccolato.

Porcospini di cioccolato

Tutte le informazioni sono QUI.


35 commenti:

  1. Anch'io ho partecipato con tre ricette, sono felice abbia aderito anche tu alla raccolta...

    Ero in dolce attesa dopo aver visto la foto su Flickr... siamo in vena di cose semplici ma buone (io con una semplice Bisciola), per dire... io la panna cotta la adoro, penso sia uno di quei dolci a cui non saprei dire no.E lo zenzero mi piace moltissimo. La panna cotta è semplice di per sé, ma qui acquista sicuramente molto più valore. Bella ricetta Milena..
    :*

    RispondiElimina
  2. Che delizia questa pannacotta Milena, anche io ho peraltro in mente di provare a farla con gli albumi perche' secondo me diventa ancora piu' delicata... bellini anche i tuoi porcospini :) io non credo di aver ricette simili per la raccolta di Caris ma ci faccio un pensierino.
    Bacione e buon w.e.

    RispondiElimina
  3. che delizia...con lo zenzero poi...la devo provare. mi fa una gola...
    un bacio, buon fine settimana.

    RispondiElimina
  4. Una meraviglia questa panna cotta...da copiare...buon w.e.

    RispondiElimina
  5. Çok güzel görünüyor. Ellerinize sağlık.

    RispondiElimina
  6. Una verA prelibatezza questa panna cotta!!!

    RispondiElimina
  7. Milena, non ti sto dietro...ma questa ricetta sale al volo in cima alla lista delle tue che voglio provare!

    RispondiElimina
  8. Zì zì zenzeriamo :D! Perfetto questo sistemino degli albumi per me che non amo la gelatina.
    Ho fatto anch'io lo zenzero candito con quella ricetta...è un attentato ^_____^
    Bacioni, buon we

    RispondiElimina
  9. Anche per me è uno dei dolcetti preferiti, mi hai ricordato che è ora di farla, magari mi ispiro alla tua, complimenti!!

    RispondiElimina
  10. Splendido questo dolcetto Milena! Hai fatto la panna cotta proprio come la volevo provare io, senza gelatina...anche lo zenzero è nella lista di cose da fare :-D penso che tutto questo insieme, debba essere buonissimo!!! :-***

    RispondiElimina
  11. Ciao, buonisimo questo dessert leggero e profumato. Una semplice panna cotta, aromatizzata da una spezia così ricercata e servita con una confettura molto ricca.
    Eh si, a volte una pausa ci vuole proprio.
    baci baci

    RispondiElimina
  12. Anche una semplice panna cotta, da te non è MAI una semplice panna cotta... sono sicura che riusciresti far diventare "appetitoso" pure un chiodo ;-)

    Buon week end

    RispondiElimina
  13. Ci credi che non abbiamo mai assaggiato lo zenzero candito (ma quali temerari della papilla gustativa...?!) questa ricettina ci stuzzica molto... e come sempre fotografie a regola d'arte!

    RispondiElimina
  14. Questa panna, dopo quasi due ore nel forno dimmi tu se non è cotta ;-)?! Milena che dire, scopro solo ora che la panna cotta si può cuocere in forno e che per farla addensare al posto della gelatina si possono utilizzare le uova!Queste si che sono novità per me! Non si finisce mai d'imparare. E quanto è buono lo zenzero?!Mi immagino il profumo di questo dessert sprigionato durante la cottura. E con una porzioncina così la pausa diventa ancor più gradita...Un bacione

    RispondiElimina
  15. Data l'ora tarda sono stanchissima ma questa non me la potevo perdere. Una panna cotta che sembra molto molto interessante. Ora non ce la faccio, ma torno a legere bene il procedimento.....
    Come sempre il risultato è delizioso!
    Un bacione e buon w.e

    RispondiElimina
  16. Anche per me la pannacotta è il dolce "passepartout": offre infinite varianti, è un dessert elegante che può essere servito in ogni occasione ed è anche semplice.
    Ovviamente, è delizioso.
    Buono il tocco dello zenzero.
    Buon we! :)

    RispondiElimina
  17. Hai ragione, una piccola coccola serve sempre, ed anche per me è davvero giunto il momento di prendermi qualche minuto per me...
    Una panna cotta perfetta e poi presentata alla grande (come sempre!)
    Buon sabato

    RispondiElimina
  18. deve essere una gran bontà, a questo proprio non saprei rinunciare!!!

    RispondiElimina
  19. particolarissima l'aggiunta dello zenzero :)

    RispondiElimina
  20. Non sono una grande amante della panna cotta, la trovo un po' pesante ma adesso mi sa che mi riconverto !! E poi lo zenzero deve dare un gusto speciale...!

    RispondiElimina
  21. adoro la panna cotta, devo provarla anche con lo zenzero! bravissima cara, una prelibatezza!!

    RispondiElimina
  22. Una panna cotta molto originale! Ottimo il tocco di zenzero!

    RispondiElimina
  23. In casa prediligono più dolci dove possono attivare la masticazione... mentre io che ho un debole per tutti i tipi di dolce amo molto anche quelli al cucchiaio,la panna cotta la trovo perfetta anche per uno spuntino goloso ma sano... Curiosa la ricetta di questa panna... Da provare!
    Buona domenica

    RispondiElimina
  24. Adoro la panna cotta e questa è davvero una preparazione deliziosissima!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  25. decisamente un dolce semplice ma molto gustoso.a me piace molto la panna cotta e devo dire che il tuo abbinamento mi stuzzica molto.particolare la ricetta da fare.avevi letto la mia risposta sui bastoncini da finger?

    RispondiElimina
  26. insomma, in poche parole hai realizzato una panna cotta squisita! Da provare assolutamente questa versione con lo zenzero...mi intriga e non poco!

    RispondiElimina
  27. mai fatta... e con una voglia di provare.... ho anche lo zenzero fresco? cosa vuoi di più dalla vita? una vigna :-)))) baciiii

    RispondiElimina
  28. Milena,io sono una grande appassionata di panna cotta, ma ammetto di non aver fatto la famoza ricetta con gli albumi. Eppure sono sempre piena dialbumi da consumare nel congelatore.
    Giuro che i prossimi finiranno in una panna cotta.

    P.S.
    Speriamo che si concluda qualcosa di buono per il Santa Lucia

    RispondiElimina
  29. @tutti: nell'insieme è un dessert inebriante, dove l'aroma dello zenzero della panna cotta è esaltato da quello candito e la confettura aggiunge dolcezza alla "neutralità" della panna cotta ....
    Ovviamente la confettura si può sostituire con uan composta fatta al momento di frutti di bosco ...

    @saretta m.: no, non sprigiona profumi in cottura, in quanto cuoce coperta con un foglio di alluminio ed il coperchio della pentola, quindi non trapela nulla!

    @lucy: grazie per le info: ti ho ringraziata anche da te ...

    RispondiElimina
  30. @Lydia: sono fiduciosa per la sorte del S. Lucia ....

    RispondiElimina
  31. Adoro la panna cotta... se poi mi ci metti anche lo zenzero :-P

    E.

    RispondiElimina
  32. Me encanta la panacotta ,se ve deliciosa y prefecta,un postre a mi medida.lindo blog,buenas recetas ,me quedo para seguir compartiendo, abrazos.

    RispondiElimina
  33. Come ho detto 1000 volte ad Alex (e chissà magari anche a te) non mi piace lo zenzero...eppure una mia amica mi ha regalato dello zenzero candito che io ho lasciato lì nella bustina...sino a oggi (giuro! Proprio oggi!) e l'ho voluto assaggiare. Ho scoperto che, no, in effetti non mi piace, però non so scatena in me anche qualcos'altro che un po' me lo rende piacevole...Siamo sicuri che non sia una droga? Detto questo, non creo di avere il coraggio di preparare questa panna cotta, però, come già ti dissi, la tua panna cotta (ricetta base) è diventata anche la mia panna cotta :-)

    RispondiElimina
  34. gustoso...sai che non saprei che vino abbinarci?

    RispondiElimina
  35. @Emanuele Secco: come si fa a non amarla!!!

    @Rosita Vargas: grazie e benvenuta

    @Aiuolik: anch'io la prima volta che l'ho assaggiato non capivo perché tutti impazzivano per lo zenzero, ma al secondo assaggio mi sono ricreduta ed ho capito che quando l'ho "conosciuto" era un po' troppo secco .....

    @marco: neanch'io ...........

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO