9 marzo 2009

Panna cotta allo zafferano su note agrumate e pistacchi

Mimosa al cucchiaio
In un’intervita, Loretta Fanella ha dichiarato che nelle sue dolci creazioni non manca mai una parte morbida, una parte liquida e una parte croccante. Seguendo queste linee guida, ho ideato una gialla mimosa per festeggiare l’8 marzo, giorno istituzionalmente dedicato alle donne, un mondo con un passato di vessazioni e un presente calpestato ....
Lo propongo nonostante l’evidente anacronismo, con la valenza di promemoria per il prossimo anno o di mimosa al cucchiaio da servire come dolce primaverile o, dandogli altre forme, da gustare come dessert scevro di ogni metafora.
Panna cotta allo zafferano su note agrumate e pistacchi

Panna cotta allo zafferano su note agrumate e pistacchiIngredienti x 3
200 ml panna
40 g zucchero a velo
1,5 fogli di gelatina (3 g)
1 pizzico zafferano in polvere

Salsa al bergamino
6 cucchiai bergamino
½ cucchiaino amido

pistacchi

Preparazione. Mettere la gelatina in una ciotola, coprirla di acqua fredda e lasciarla ammorbidire per una decina di minuti. Scaldare la panna con lo zucchero a velo su fuoco bassissimo in modo che non raggiunga mai il punto di ebollizione, quindi toglierla dal fuoco; a parte, scaldare circa 10 ml di latte (o quanto basta per sciogliervi la gelatina), sciogliervi lo zafferano, unire la gelatina ben strizzata e mescolare su fiamma bassissima fino a quando si sarà completamente sciolta. Filtrare il latte attraverso un colino a maglie fitte per eliminare eventuali filamenti di gelatina e incorporarlo alla panna. Lasciare raffreddare il composto mescolando di tanto in tanto. Foderare con pellicola alimentare uno stampo a forma di fiore (o altro stampo), versarvi la panna cotta e riporre in frigo per qualche ora a rassodare.
Salsa al bergamino. Far addensare sul fuoco il bergamino con l’amido, finché non vela il cucchiaio.
Sformare la panna cotta, completare con la salsa e guarnire con i pistacchi tritati.
Panna cotta allo zafferano su note al bergamino e pistacchi
-----
Questo Fior di mimosa partecipa alla raccolta Le ricette della festa della Donna di Giallo zafferano

34 commenti:

  1. dev'essere buonissima, complimenti anche per la forma

    RispondiElimina
  2. Bellissima questa variante della panna cotta.

    Buon pomeriggio

    RispondiElimina
  3. Le tue creazioni sono sempre superlative!

    RispondiElimina
  4. è bellissima e solare!! un'idea fantastica!!!

    ma lo zafferano si sente? un bacione!!!

    RispondiElimina
  5. Ma che bello questo dolce!colorato e davvero particolare!
    bravissima!
    baci baci

    RispondiElimina
  6. bellissima questa panna cotta a fiorellino!!brava

    RispondiElimina
  7. Ci affonderei un cucchiaione...

    RispondiElimina
  8. Ottima di sicuro oltre che bellissima da vedere e molto "femminile"

    RispondiElimina
  9. Dolce perfetto per il palato di una donn, mi piace molto per i suoi colori! Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. lenny, mi sa che ho perso il commento che hai lasciato da me, comunque questa panna cotta così solare è bellissima :-)

    RispondiElimina
  11. Io lo assaggerei volentieri anche adesso, da proporre magari anche per pasqua! Complimenti

    RispondiElimina
  12. Mangio spesso la panna cotta, perché è fra i pochi dolci che riesco a mangiare fuori casa (non contenendo glutine), ma così non l'ho mai assaggiata. Sarà ottima. Sicuramente da rifare!

    RispondiElimina
  13. Moooolto interessante lo zafferano! Davvero una bella idea!
    P.s.: Come mai questo amore per bergamotto & derivati che ricorre spesso nelle tue ricette?

    RispondiElimina
  14. Bello il colore di questo dolce, e il bergamino come accompagnamento arricchisce e profuma questa golosità. complimenti

    RispondiElimina
  15. bellissima,da un dolce semplice,la panna cotta,hai ottenuto una bellissima preparazione!!!
    hai stravolto tutto con risultato encomiabile ;)

    RispondiElimina
  16. Ciao lenny!Davvero delicatissima, come il fiorellino!
    Bacioni

    RispondiElimina
  17. loretta fanella è una grande... bella ricetta lenny, amo lo zafferano nei dolci! (ma quello in pistilli ;-D)

    RispondiElimina
  18. tesoro,gia il titolo parla da solo poi la foto da l'idea della meraviglia di questo dolce!!!buonissimo!!baci imma

    RispondiElimina
  19. Mi piacciono sempre molto i tuoi accostamenti di sapore e colore...questa mimosa ha un aspetto incantevole
    Un bacio
    fra

    RispondiElimina
  20. slurp: roba da leccarsi le orecchie!!
    Complimenti Lenny.

    RispondiElimina
  21. @lise charmel: ho scelto la forma a fiore come omaggio al mondo femminile

    @francesca: è un dolce semplice e veloce da realizzare che si presta ad assumere mille sembianze e sapori

    @onde99: in cucina mi piace lasciarmi guidare dalla fantasia

    @sara: lo zafferano conferisce alla panna cotta, una personalità originale e amabile che ti consiglio di provare. Hai mai assaggiato lo yogurt allo zafferano? Sul mio ultimo pdf, Dolci golosi, trovi la ricetta

    @manu e silvia: ciò che rende unico questo dessert è l’insieme di aromi che lo caratterizza: lo speziato dello zafferano, l’agrumato del bergamino e l’amabile fresco dei pistacchi

    @pamy: grazie

    @dolci e non solo: perché no?

    @cocò: è nato come dessert per celebrare le donne, ma si presta ad altre interpretazioni

    @elga: non mi piace classificare il gusto per sessi

    @stella di sale: ho provveduto a riscriverlo

    RispondiElimina
  22. @twostella: in quanto simbolo primaverile è ideale anche come dessert per Pasqua

    @fantasie: se la provi, potrebbe diventare il tuo cavallo di battaglia

    @virò: ho avuto modo di gustare molti dolci delle pasticcerie di Reggio Calabria che declinano sapientemente l’aroma del bergamotto e ne sono stata affascinata irrimediabilmente

    @natalia: ciò che attrae a primo acchito sono i colori, ma i sapori che esprime sono davvero interessanti

    @mirtilla: inizialmente ho pensato che si trattasse di un’eresia,in quanto della mimosa classica non ha nulla, ma poi l’assaggio ha fugato ogni dubbio

    @saretta: grazie

    @salsa di sapa: per essere sincera anche io preferisco i pistilli, in quanto so che molto spesso quello in polvere può non essere zafferano, ma purtroppo ho difficoltà a reperire i preziosi pistilli

    @dolci a … gogò!!! È un dessert irresistibile

    @fra: è una mimosa no conventional

    @anonimo: la panna cotta in genere riscuote un buon gradimento

    RispondiElimina
  23. una vita fa ho imposto al marito di non regalarmi mai mimose per l'8 marzo e tanto meno di farmi gli auguri, ma per una mimosa così sarei disposta a ritrattare!!!!

    RispondiElimina
  24. Un regalo superbo per tutte le donne questa panna cotta e un dolce perfetto da condividere con le amiche ;)

    RispondiElimina
  25. clicco su Lenny e scorro il cursore in silezio.
    Le tue preparazioni meritano una piccola sospensione dalla quotidianità. C'e qualcosa di spirituale in quello che fai (mandala?). Io avverto questo. Così tante volte avrei voluto lasciare un commento (Come Dio comanda non è l'Ammaniti migliore, anzi) ma poi mi sono mancate le parole.Tu sei nel piatto che proponi, concentri tutta te stessa in quello che fai e ti liberi. Non è così?
    E ci delizi!

    RispondiElimina
  26. Proprio bella la tua mimosa !! Baci Lisa

    RispondiElimina
  27. non avevo mai pensato allo zafferano nella panna cotta..certo però che senza il bergamino....

    RispondiElimina
  28. Complimenti!
    solo un chiarimento...negli ingredienti non indichi la quantità di latte da utilizzare..grazie!

    RispondiElimina
  29. Una delizia meravigliosamente presentata!
    complimenti

    RispondiElimina
  30. Molto particolare .-)))) bacioni

    RispondiElimina
  31. bella elaborazione gustativa e visiva complimenti ciao

    RispondiElimina
  32. @ciboulette: è una mimosa che può anche essere preparata e/o gustata come semplice panna cotta

    @camomilla: da gustare sole o in compagnia

    @mannu: sono senza parole per quello che hai scritto e profondamente emozionata: GRAZIE. Commenta quando vuoi!

    @fairySkull: grazie cara

    @giò: potresti usare il limoncello in sostituzione del bergamino, meno aromatico, ma pur sempre un liquore agrumato

    @brabra: scusa per la svista ch evado subito a rettificare. Uso circa 10 ml di latte o quanto basta a sciogliervi la gelatina

    @anice stellato: grazie

    @claudia: da provare

    @marcella candido cianchetti: la fantasia a servizio della golosità

    RispondiElimina
  33. un'idea delicata e decisamente non inflazionata. Ma il bergamino?

    RispondiElimina
  34. @alessia: il bergamino è un liquore ottenuto dalla macerazione nell'alcol delle scorze di bergamotto (qualche post anteriore a questo, ne descrive la ricetta, ma è anche facilmente reperibile in commercio).
    In mancanza può essere sostituito dal limoncello

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO