10 gennaio 2010

Crema al rosmarino con kiwi e olio extravergine d’oliva

È quasi una professione di fede per me, l’uso dell’olio di oliva e.v. in cucina, protagonista assoluto di ogni pietanza e molto spesso re incontrastato di cene improvvisate e non solo, ad insaporire e dorare calde e croccanti bruschette: onnipresente nella nostra cultura, nei nostri paesaggi con ulivi secolari dai tronchi nodosi e contorti e sulle nostre tavole, secondo una”pratica” tramandata da generazioni ed in questi ultimi anni certificata come “sana abitudine alimentare” dalla medicina.
Un credo che mi ha spinta di recente a testarne l’applicazione in ambiti un po’ inconsueti: l’anno scorso, per la necessità di seguire un regime alimentare controllato, ho provato una frolla salata con l’olio evo, in un crescendo che mi ha portata ad esplorare un territorio, fino ad allora “off limits” (per me), quello dei dolci.
Sorpresa dei risultati, eccomi oggi ad annotare una nuova conquista: l’olio evo in un dolce al cucchiaio, seguendo una ricetta che attendeva da un anno.

Crema al rosmarino con kiwi e olio extravergine d’oliva

Un olio delicato e gentile, (di un produttore locale) di cui sono entrata in possesso e l’esigenza quanto mai sentita in questo periodo dell’anno. di un dessert poco calorico, hanno decretato il momento di passare all’assaggio e la prova è stata superata a pieni voti.
L’aroma leggermente pungente del rosmarino e l’olio dai piacevoli sentori fruttati caratterizzano questa crema pasticcera, dorata e vellutata, esaltata dai verdi frutti aciduli.


Crema al rosmarino con kiwi e olio extravergine d’oliva

Ingredienti x 8 (porzioni abbondanti)
8 tuorli codice 0
1 l di latte fresco
200 g di zucchero
120 g di farina
2 rametti di rosmarino
2 kiwi (ric. orig. fragole)
olio extravergine d’oliva (COD: 06322-2, gli chef consigliano)

Preparazione. Portare a bollore il latte con il rosmarino, allontanare dal calore e lasciate in infusione per 6/8 minuti. Preparare la crema sbattendo in una ciotola i tuorli con lo zucchero. Aggiungere gradualmente la farina (anche un po’ di meno delle dosi previste: ho ottenuto un risultato alquanto sodo che ho diluito con altro latte) e il latte a filo, precedentemente filtrato. Porre la casseruola sul fuoco a fiamma moderata e, sempre mescolando, addensare la crema. Allontanare dal calore ed aggiungere 3 cucchiai scarsi di olio evo.
Travasare in una ciotola fredda, per evitare che continui a cuocere, inspessendosi oltremodo, spolverizzare la superficie con un velo di zucchero semolato (o coprire a contatto diretto con la pellicola) e lasciare raffreddare.
Quando la crema sarà fredda, dividerla nei bicchieri, completare con cubetti di kiwi e rametti di rosmarino brinati (spennellati con un goccio di albume e spolverizzati con lo zucchero semolato).
Per finire, la ric. orig. prevede della meringa sbriciolata, un filo d’olio extravergine d’oliva irrrorato al momento e decori in caramello. [Ricetta di Lorenzo e Stefano Gulla]

....................

Questo dessert partecipa alla raccolta L'oro nel piatto organizzata da Mariluna-Via delle rose e Dada-Un déjuners de soleil

37 commenti:

  1. che bonta'!!!e che bellissima presentazione ;)

    RispondiElimina
  2. Lenny carissima, io sono una fan sfegatata dell'olio extra vergine dei dolci, quindi con questa ricetta sfondi una porta aperta con me.
    In bocca al lupo per il contest

    RispondiElimina
  3. Mi hai incuriosito...quant'è il filo d'olio da aggiungere alla crema? Circa un cucchiaino a porzione?

    RispondiElimina
  4. Io invece timorosa come te all'inizio...

    RispondiElimina
  5. per ora nei dolci l'ho usato solo per la frolla, però confesso conservo la ricetta di una mousse all'olio evo ritagliata da un giornale francese e ogni tanto la fisso tentando di decidermi...questa tua ricette così delicata mi dà un pò di fiducia per provarci pure io!

    RispondiElimina
  6. l'olio evo è il Re indiscusso, ma ancora non l'ho mai messo nei dolci :|
    il suo impiego in un dessert e la tua deliziosa cremina li proverò al più presto!

    un bacio lenny
    *

    RispondiElimina
  7. @Mirtilla: esprime un mix di aromi che intrigano

    @Lydia: per me è una conquista recente, una sorta di nuovo percorso

    @Virò: grazie per avermelo fatto notare: ho trascritto il “filo d'olio” presente nella ricetta originale, dove si consigliava di farlo per ogni singolo bicchiere, in modo che il filo d’oro fosse ben percepibile alla vista e all’olfatto, mentre io l’ho aggiunto nella crema e poi ho ben mescolato, prima di servire.
    Ho usato 3 cucchiai scarsi di olio, ma ho provveduto ad integrare il testo

    @fantasie: la curiosità vincerà il timore, però devi essere accorta nel tipo d’olio che sceglierai e nel dosaggio: in passato ho gustato dolci con l’olio che mi hanno turbato per il sapore troppo marcato …

    @Giò: sono certa che proverai molto presto: con il cioccolato sposa benissimo

    @tartina: un pregiudizio da sconfiggere!

    RispondiElimina
  8. Che idea!!!Uso quasi esclusivamente olio evo ma utilizzarlo per un dolce al cucchiaio!!!!Devo proprio provare
    UN ABBRACCIO

    RispondiElimina
  9. Grazie lenny con questi bicchierini stai proprio a conquistarmi ed i sapot=ri poi che ci infili sono incredibilmente accattivanti...voglia di provare al più presto...devo pure giudicare no? ;)

    Grazie :)

    RispondiElimina
  10. Lenny, bellissim questo dolce al cucchiaio, io l'olio evo per i dolci non l'ho mai utilizzato ma ci provo ! grazie cara

    RispondiElimina
  11. Buon Anno lenny!

    Bellisima presentazione! Si da noi l'olio evo è un prezioso dono da sfoggiare sul pane crudo o su delle bruschette, oppure sui primi piatti o secondi...insomma lo mettiamo ovunque ma quello di inserirlo nel dolce era una sorpresa e scoperta anche per me che però si è rilevata fenomenale! quindi non posso dirti che questo dolce mi conquista!

    Carissimi baci e saluti!

    Carla

    RispondiElimina
  12. Che combinazione di sapori interessante! Non riesco ad immaginare il rosmarino in ambiente dolce: devo proprio provare.

    RispondiElimina
  13. @marifra79: poi fammi sapere …

    @Mariluna: sarà difficile giudicare: avete ricevuto ricette splendide

    @Ale: prova, ma fa attenzione all’olio che sceglierai …….

    @Carla: vedo che sono in buona compagnia ….

    @Simona: il rosmarino nei dolci, ha vinto la ritrosia di mia madre che è alquanto tradizionalista: provalo

    RispondiElimina
  14. Sono un'amante dell'olio extra-vergine d'oliva e mi piace mangiarlo anche a crudo sul pane...nei dolci mi intimorisce un po', però questa crema dev'essere fantastica!

    RispondiElimina
  15. Vi segnalo Olio Capitale a Trieste a Marzo pv
    Da non perdere!

    RispondiElimina
  16. lenny, hai una curiosità nel campo del cibo veramente unica, nulla ti ferma e tutto ti interessa. Ricerchi, prepari, osi, accostamenti insoliti ma che sorprendono sempre. è sempre un piacere farti visita e rimanere sempre per questo... a bocca aperta!

    RispondiElimina
  17. Lenny questa crema delicata e profumata merita proprio di essere sperimentata! Manca solo lo zucchero, ma stamattina esco e lo riprendo... chissà se riesco a preparare la merenda alle birbe? Ti faccio sapere!!!

    RispondiElimina
  18. Ciao tesora ben ritrovata,un augurio immmenso per un anno pieno di novità fantastiche ;-))

    RispondiElimina
  19. Come sempre mi hai stupita, hai realizzato un dessert molto originale e raffinato! Mi sa che devo andare a spulciarmi le altre tue ricette dolci con l'olio di oliva, sono in cerca soprattutto di una pasta frolla un po' più leggera di quella classica al burro :)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  20. Anche io uso praticamente solo olio extravergine nei dolci, ma in quelli al cucchiaio finora mi ero limitata ad aggiungerlo nelle mousse al cioccolato... la tua è un'idea che copierò senz'altro non appena potrò!

    RispondiElimina
  21. Molto particolare sai???? anche io come te.. uso molto spesso l'olio d'oliva in cucina.. lo amo! baci e buon lunedì!!!! :-)

    RispondiElimina
  22. Che ricettina particolare, mi piacerebbe provarla... ma ho un problema col kiwi, credo uan specie di allergia, ogni volta che lo mangio, anche poco, anche in centrifuga, mi irrita la lingua! mah! peccato perchè di gusto mi piaceva tanto!

    ciao

    Terry

    RispondiElimina
  23. Mi hai conquistata per originalità, profumi, la splendida descrizione... Un invito carezzevole!
    Grazie per la partecipazion e per avermi fatto scoprire un nuovo modo di gustare la crema :-)
    Baci

    RispondiElimina
  24. Eppure prima o poi dovrò anch'io sdoganare l'uso dell'olio nei dolci, anche perché, in fatto di azzardi il tuo blog è una tentazione continua!!!

    RispondiElimina
  25. Lennyyyy, ma che cosa curiosa la crema all'olio...
    le sperimentazioni mi intrigano sempre molto... anzi sarà meglio che comincio a farne una cartella a parte...a cominciare dalle tue ricette, bacio!

    RispondiElimina
  26. Cara lenny, mi fai sempre riflettere con quello che proponi: grazie :)
    Interessanti le tue osservazioni sull'olio, più tardi approfondirò con i link che hai riportato. Altrettanto notevole è il codice dell'olio: e chi lo sapeva???
    Buona giornata,

    wenny

    RispondiElimina
  27. Ciao!anche noi utilizziamop moltissimo l'olio...extravergine però! poi per natale ce ne sono arrivati diversi litri di quello novello...è fantastico! molto originale questa crema dolce...ma dopotutto...spesso è molto meglio che utilizzare il burro o derivati no?!
    bacioni

    RispondiElimina
  28. E' un dessert molto molto interessante e così, seguendo il nostro personale gusto, troviamo che il kiwi leghi molto armoniosamente con l'aroma del rosmarino, molto più delle fragole, previste in origine. Ma è solo il nostro gusto. A differenza dei tanti non ci siamo ancora mai cimentati con l'uso dell'olio extravergine d'oliva nella preparazione dei dolci, per quanto anche per noi tale olio la fa da padrone sulla nostra tavola. In giro per la rete lo stiamo vedendo prendere sempre più piede in tutte le preparazioni, dolci compresi, non ci resta che provare anche noi!
    Un abbraccio da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  29. io amo l'olio evo nei dolci, e amo il rosmarino! ricetta splendida, e poi mi piace l'assonanza di colori fra il kiwi e il rosmarino :)

    RispondiElimina
  30. Non posso che rimanere a bocca aperta col desiderio di assaggiare cotanta bontà!STrepitosa.:Dbacione

    RispondiElimina
  31. Che bella idea, come al solito mi lasci a bocca aperta e asciutta :-(!!
    Buona serata!!

    RispondiElimina
  32. delizia!!
    adoro l'olio e.v. nei dolci e questo deve essere strepitoso. Dovrò sostituire i kiwi e le fragole, sob!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  33. Ciao, ho da poco indetto il mio I° Contest 2010 a premi su dEleciouSly, riservato ai blog di qualità come il tuo. :) Se ti andasse di partecipare puoi leggere qui come fare. Grazie.

    Ele :)

    RispondiElimina
  34. Come puoi immaginare, il rosmarino nei dolci mi interessa molto. Che bel colore ha preso la tua crema pasticcera.
    Approvo in pieno l'accostamento con olio evo (l'unico e il solo per me in cucina - tranne che per i dolci, in cui, se c'è, deve essere lui il protagonista!) e con i kiwi - non ci avrei mai pensato, complimenti. Il tuo atteggiamento da "esperta del salato" applicato ai dolci mi piace molto, porta a dei risultati e a delle folgorazioni a cui una """""pasticcera""""", rinchiusa - sebbene si sforzi di non esserlo - negli schemi degli abbinamenti classici, non riesce ad arrivare!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  35. @Aiuolik: a costo di ripetermi, anch’io la pensavo così e ti posso dire che tutto dipende dal tipo di olio che utilizzi …….

    @Stefano Buso: grazie per la segnalazione!

    @natalia: ti ringrazio, ma sai che la cosa è reciproca ……..

    @Barbara: un’ottima merenda!

    @Lory: è un piacere rileggerti!!!!

    @Camomilla: voglio provare anch’io la frolla (dolce) con l’olio. Dovrei avere una ricetta di S. De Riso: se ti interessa te la mando …..

    @Gloria: ti conquisterà …….

    @Claudia: una scelta sana!

    @crumpetsandco: puoi sostituirlo con altra frutta: anche ananas o arance per es.

    @dada: grazie a te per la bella iniziativa

    @Onde99: provaci ……………

    @astrofiammante: ero attratta e incuriosita anch’io prima di provarla …..

    @Wennycara: il codice dell'olio è una novità anche per me: è il consiglio degli chef!

    @manuela e silvia: attenzione: non tutti i tipi di olio, vanno bene per questa ricetta ………

    @Luca and Sabrina: vi invito a provare, ma vi raccomando di scegliere l’olio “giusto”

    @salsadisapa: grazie cara

    @Saretta: sai che l’ho gustata a cuor leggero?

    @Mimmi: se c’è una cosa che mi turba è il burro nella crema pasticcera …..

    @Sandra: potresti usare gli agrumi ………

    @dEleciouSly: grazie per l’invito, sono intimorita, ma mi piacerebbe provarci ………

    @Rosmarina: conoscendoti, non ti definirei affatto “una """""pasticcera""""", rinchiusa - sebbene si sforzi di non esserlo - negli schemi degli abbinamenti classici” ……….

    RispondiElimina
  36. questa l'avevo persa!
    mi intriga tantissimo una crema dolce al rosmarino.
    proverà con maizena o farina di riso a posto di farina normale. mi sembra che la farina rende più "pesante" le creme. più compatte.
    la maizena la uso anche per la besciamella..viene leggera leggera
    baciusss

    RispondiElimina
  37. @bri: anch'io per le creme, sostituisco la farina con l'amido di mais o la fecola di patate, ma in questo caso ho cercato di non apportare troppe modifiche personali ....
    Mi piace l'idea della farina di riso .......

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO