9 giugno 2010

Chiocciole di amaranto con zucchine

Mi ha forse fatto decidere il parallelo con le proverbiali creaturine che timide e discrete solcano il mondo, trascinandosi con lentezza e lasciando al loro passaggio scie argentee e fini intarsi sulle foglie verdi?

Chiocciole di amaranto con zucchine

Qualche mese fa lei mi regalò un sacchetto di farina di amaranto e da allora ho cominciato ad accantonare ricette su ricette che potessero valorizzare quell’ingrediente, ma con poca convinzione, al momento di provarle accadeva sempre qualcosa che mi induceva a desistere, finché giorni fa la necessità di una partenza improvvisa, mi ha indotta a cercare un’idea che potesse andar bene come snack da viaggio.
Con la lentezza che mi contraddistingue, alla fine ci sono arrivata: queste chiocciole mi sono sembrate perfette allo scopo!
Ho sostituito la farina di farro della ricetta originale con la farina di amaranto, ho scelto come farcia una dadolata di zucchine e le ho ricoperte di semi capricciosi!
Mai sosta fu così piacevole!

Chiocciole di (farina di) amaranto con zucchine

Ingredienti per ca. 20 chiocciole

Impasto
350 g farina manitoba + 150 g farina amaranto Mulino Tibiona (ric. or. 500 g di farina di farro integrale macinata finemente + 3 cucchiai di farina di soia)
2 cucchiaini scarsi di sale
1 cucchiaio di miele d’acacia
3 cucchiai di olio evo (ric. or. olio di semi di girasole)
25 g lievito birra (ric. or. 40 g di lievito)
200 ml di panna + 200 ml acqua circa

Ripieno
350 g di zucchine
cipolla
1 cucchiaio di olio evo
1 manciata parmigiano
pepe nero
passata di pomodoro
sesamo, pinoli e semi di papavero

Preparazione. Miscelare le farine, formare una fontana, aggiungere l’olio, il lievito, la panna con il miele disciolto, l’acqua (poco alla volta a seconda di quanto ne assorbe l’impasto), il sale da mantenere ai bordi (perché potrebbe rallentare la lievitazione) e lavorarli fino a ottenere un composto morbido ed elastico.
Coprire e lasciare riposare.
Ripieno: lavare le zucchine, tagliarle a dadini e farle appassire in una pentola con un filo d’olio, il sale e un po’ di cipolla.
Spianare l’impasto con il matterello, dare un’unica piegatura a tre, stenderlo in un rettangolo, su un foglio di carta forno, sagomato a rettangolo di circa 40 x 50 cm e distribuirvi sopra le zucchine insaporite con il pepe e il parmigiano, dopodiché formare un rotolo non troppo stretto e ricavarne delle fette spesse 1 cm.
Disporre le chiocciole a una certa distanza l’una dall’altra su una teglia ricoperta di carta da forno e spennellarle con la passata di pomodoro (la ric. orig. suggerisce di miscelarla all’olio d’oliva, ma io per distrazione l'ho diluita con un po' d'acqua). Per finire cospargere con un il sesamo, i pinoli e i semi di papavero e cuocere nel forno preriscaldato a 180 gradi per 10-15’ circa. [Tratte da Le allergie in cucina]

.....................

Ricette correlate
Chiocciola di spinaci al sesamo
Gnocchi di amaranto alla salvia
Insalata di amaranto, cipolla, cetriolo e ciliegie
Sformato di amaranto ai porri
Fondi di carciofo con insalata di amaranto e carote

.....................


22 commenti:

  1. Vezzosissime queste girelle con tutti questi semini e poi la farina di amaranto per me è proprio sconosciuta e adesso ti sfido io a trovarla qui da me...mai vista!

    RispondiElimina
  2. spero che ti abbiano allietato il viaggio!

    RispondiElimina
  3. @Barbara: in mananza puoi utilizzare la farina di farro e attenerti alla ricetta originale ....

    @Genny: grazie ancora!
    E' stato un viaggio piacevole :))

    RispondiElimina
  4. uhhhh io ho l'amaranto, ma non la farina...magari provo a macinarlo e fare queste delizie!!!Ti son venute uno splendore!!!

    RispondiElimina
  5. le chiocciole saranno anche lente..ma sicuramente sei stata veloce tu a mangiarle!!!
    come mi ispiranoooo!!!
    gnam

    RispondiElimina
  6. Pure io voooglio la farina di amarantooooooooo!!!!!!Fortunata che sei!
    Bellissime queste girelle
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. la tua lentezza ha portato alla ideazione di queste vezziossissime chiocciole
    sei veramente brava a pensare a degli snack per il viaggio invece di fermarti e comprare roba di plastica in giro...

    RispondiElimina
  8. Questa è istigazione a cucinare!!!
    Mi piacciono troppo. Anche in qusto caso spero di farti sapere a breve ;)
    Una domanda:
    "400 ml di panna e acqua circa"...quindi alla fine quasi 800ml di liquidi su 500gr.di farina, corretto o 400 ml di panna ed acqua quanto basta?
    Sorry se sono così pedante...

    RispondiElimina
  9. E adesso noi questa farina dove la troviamo? Sarà stato anche un lento pellegrinare verso la scelta più giusta per la ricetta ma alla fine il risultato e davvero stupefacente.
    Vorresti soddisfare la mia voglia e la mia curiosità per quanto riguarda il gusto di questa pasta fatta di farina di amaranto?

    RispondiElimina
  10. Ciao Milena, non l'avevo mai provata la farina di amaranto, dev'essere buona però! Una cosa è certa: queste chicciole ti sono venute da dio!!!
    Bacioni :-)

    RispondiElimina
  11. ma che mraviglia!!!!! sono bellissime e la farina di amaranto la posso fare frullando l'amaranto? questa mattina è la 5 ricetta che trovo con amaranto e quinoia ma come sono contenta!!!! devono essere gustosissime!!!

    RispondiElimina
  12. Come siamo in sintonia io e te tesoro! :))

    RispondiElimina
  13. amo fare le chioccioline con la pasta da pane, soprattutto adesso che ci sono le mie amate solanacee! la farina di amaranto manca, ma dato che sono in fase di limitazione del glutine potrei effettivamente provare!

    RispondiElimina
  14. mi piacciono! sia la forma che il contenuto! davvero sfiziose.

    RispondiElimina
  15. @tutti: sono perfette per una merenda o un picnic e si possono declinare a piacimento con qualsiasi verdura

    @UnaZebrApois e @Ely: penso proprio di sì: se provate mi fate sapere? Ho terminato la farina di amaranto, ma ho ancora dell’amaranto …..

    @Gambetto: ti ringrazio come sempre per la precisazione: ho scritto il post prima di partire, in tutta fretta ….
    Rettifico subito: "400 ml di panna e acqua circa" è da intendere come 400 ml di liquidi su 500 gr. di farina (200 ml di panna + 200 ml acqua).
    Con il lm verranno una meraviglia ….

    @ilcucchiaiodoro: l’impasto con la farina di amaranto conferisce alle chiocciole un retrogusto amarognolo molto gradevole, mentre la consistenza è soffice e elastica, grazie al latte e all’olio ....

    RispondiElimina
  16. Uh che delizia, sfiziosissime!

    RispondiElimina
  17. Davvero gustose queste chioccioline!!!Adesso mi è venuta la curiosità di assaggiare quest'amaranto....di che saprà? adesso mi è entrato in testa...e chi me lo toglie più?!!!!

    RispondiElimina
  18. Che interessanti, l'amaranto l'ho visto solo in cereale... ora scopro la farina.... anzi...l'altro giorno ne ho scoperto un'ulteriore forma.... che spero di postar presto!
    cmq queste tue chiocciole son stupende e stuzzicanti!!!!

    RispondiElimina
  19. @tutti: queste chioccioline sono deliziose: l’amaranto dà loro un gusto particolare e inaspettato, la farcia verdurosa è può essere declinata a piacimento, mentre la pennellatura con il pomodoro e di semini sparsi le rendono molto stuzzicanti

    @Ambra: dicono che l'amaranto abbia un vago sentore di nocciola, ma è senz’altro da provare e poi fa tanto bene

    @terry: un'ulteriore forma? Sono curiosa …

    RispondiElimina
  20. SwagBucks is a very popular get-paid-to site.

    RispondiElimina
  21. The top facts about Clixsense's GPT Click Program:
    1. Upto $0.02 per click.
    2. 5 secs starting timer.
    3. Repeat every 24 hours.

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO