25 aprile 2009

Cestini ovali di patate ai piselli novelli

Ai tempi in cui il pallottoliere era compagno di studi e di giochi, la necessità degli adulti di sgranare i piselli, diveniva per noi bambini, un calcolato spazio ludico.
A fianco della mamma si ripeteva l’aritmetica (applicata) e l’oscuro meccanismo delle sottrazioni, con qualche misteriosa scomparsa, seguita dalle ammonizioni della mamma sulle conseguenti ritorsioni del pancino.
Attualmente l’esercizio di sgranare i piselli è una sana attività scacciapensieri, finalizzata al recupero di sapori (e ricordi) veri e autentici: dolcezza e tenerezza in quei verdi chicchi rotolanti.
Un bel regalo!

Cestini ovali di patate e piselli

Cestini ovali di patate ai piselli novelli

Ingredienti X 6 [stampo 8 ovali Silikomart]

g 400 patate silane
g 100 piselli novelli
2 tuorli codice "o"
burro
pangrattato
noce moscata
germogli di cipolla
olio evo
sale

Preparazione. Lessare le patate, pelarle, impastarle con i tuorli e insaporirle con un pizzico di sale e una grattatina di noce moscata. Suddividere l'impasto in palline, grosse quanto un uovo, passarle nel pangrattato e disporle nello stampo [in mancanza, al centro di ogni pallina creare con il dito un piccolo incavo per il ripieno e premere uno stampino per tartellette sulle palline di patate in attesa, finendo così da modellare i cestini].
Cuocere i piselli in un tegame con un filo d’olio evo e i germogli di cipolla tagliati finemente [ric. orig. unendo 50 g di speck], salarli, coprirli e cuocerli per circa 10'.
Passare i cestini nel forno a 200° per circa 10'. Sfornare, attendere che si freddino, sformarli e riempire i cestini con i piselli. Scaldare prima di servire. [Tratto da La Cucina Italiana]

Cestini ovali di patate e piselli novelli

15 commenti:

  1. Ciao Cara! Passavo da queste parti e sono stata colpita dai colori di questo piatto... Fa proprio primavera e direi che questi sfizi sembrano proprio appetitosi!
    Buona serata
    Elisa

    RispondiElimina
  2. Sei un'inesauribile fonte di informazioni...con il tuo link mi sono fatta una cultura sui codici delle uova: giuro che farò attenzione a non comprare più codici uno e due...

    ...e poi mi hai fatto venir voglia di sbucciare piselli: saranno millenni che uso quelli surgelati!

    Un'ultima curiosità: ma quanti stampi diversi hai?!...

    RispondiElimina
  3. @kitty's kitchen: questi cestini conservano una texture morbida, qausi da budino ed inoltre possono essere farciti con qualsiasi tipo di verdure, anche ridotte a crema

    @marsettina: è una ricetta fedelmente eseguita

    @virò: cucinare significa scegliere di usare ingredienti di ottima qualità, freschi, genuini e di verificarne "l'identità", per tutelare la propria salute e per gustare sapori veraci.
    Gli stampi di silicone facilitano la vita in cucina ed in più consentono presentazioni sempre originali dei piatti.

    RispondiElimina
  4. lenny,nei miei vecchi stampi al silicone della silkomat (hanno circa 3/4 anni) in cottura viene trasferito un sapore strano,al cibo contenuto. anche dopo 2 o tre utilizzi, se apro il forno dopo circa 10 minuti di cottura avverto lo stesso odore. è capitato anche a te? la ricetta è semplice ma fatta da ingredienti di prima qualità (patate silane, ottime, piselli freschi, dolcissimi, uova di categoria 0..) le mie bambine ti ringraziano!

    RispondiElimina
  5. Carinissima l'idea: un ottimo finger food da rinfresco :-D

    RispondiElimina
  6. Belle le ricette, belle le foto bellissima la tua prosa..
    Compliments

    RispondiElimina
  7. Ma che bella ricetta! e chissà che buoni! ciao

    RispondiElimina
  8. Simpatici questi cestini...ottimi finger-food!!!!

    RispondiElimina
  9. Che belli che sono, Lenny!
    Ce li ho anch'io quegli stampini e non li ho ancora mai usati...
    L'effetto è davvero simpatico.

    RispondiElimina
  10. Da anni ormai le mie uova sono di codice o,bella ricetta, un modo elegante per presentare un piatto semplice. Da quando frequento i vostri blog sono diventata anch'io più chic!!!!!Solema

    RispondiElimina
  11. Deliziosamente invitanti, grazie!

    RispondiElimina
  12. Ma che belli! davvero simpaticissimi ed originali!! tutti da provare!!
    bacioni

    RispondiElimina
  13. da tempo ormai compro solo uova bio, la qualità degli ingredienti è fondamentale! una presentazione originale!

    RispondiElimina
  14. @natalia: non so che dire, a me non ho capitato …
    Mi fa piacere che anche i bimbi possano gradire una simile pietanza

    @jajo: i piselli possono essere sostituiti da una crema (di piselli) o altra verdura

    @mammazan: grazie di cuore

    @federica: è delizioso il contrasto tra il cremoso e delicato sapore delle patate e quello dolce e rotondo dei piselli

    @alex: sono anche veloci da realizzare

    @virginia: adoro questi stampini e li uso spesso in privato, mentre per le pubblicazioni cerco di variare le forme, per non essere ripetitiva.
    Sono curiosa di vedere i tuoi utilizzi

    @solema: quella delle uova, è una scelta importante da fare al momento degli acquisti, un gesto semplice che richiede un minimo di accortezza

    @barbara: grazie a te

    @manu e silvia: se li provate, ne sarete conquistati

    @giò: non tutti sono così accorti sulla scelta degli ingredienti!

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO