12 febbraio 2010

Mousse bianca all’arancia e cardamomo

Certo che dovendo porre attenzione alle famigerate calorie, l’argomento “dessert” si fa alquanto spinoso e, cercando con ostinazione un’alternativa ad una triste realtà di rinuncia, il rischio di andare incontro a clamorosi insuccessi – e parlo per esperienza personale – è terribilmente alto.
A volte, però ciò che sembra impossibile, lascia aperta una qualche possibilità: un esempio è questa candida mousse che mostrandosi orgogliosamente versatile e light, sceglie la frutta come compagna di viaggio.

Mousse bianca all’arancia e cardamomo

Versatile perché si può aromatizzare a piacimento e declinare volta per volta con ogni tipo di frutta e light, in quanto pur essendo strutturata nella versione originale con formaggio cremoso e albumi che la rendono compatta e aerea al tempo stesso, ben si presta a "cambi d'abito" in favore della golosità della panna* o della leggerezza della ricotta (dolcificata con il miele) o ancora della naturalezza dello yogurt, risultando così gradevole anche ai bimbi e offuscando per una volta il presenzialismo dell’amato cioccolato.
Quando vitamine e leggerezza vanno a braccetto con la golosità ……….

* Sull’ultimo numero di La Cucina del Corriere della Sera, ve ne è una versione simile che prevede la crema in luogo della mousse!!!!

Mousse bianca all’arancia e cardamomo

Ingredienti x 4 (ma si può procedere con successo anche ad occhio!)
Mousse
100 ml panna fresca (ric. orig. 500 gr formaggio cremoso)
2 albumi codice 0, ma si possono anche omettere (ric. orig. 4 albumi)
50 g zucchero a velo circa o miele q. b. (ric. orig. 150 g zucchero a velo)
1 manciata uvetta
1 cucchiaio sciroppo di arancia

3 arance
Cardamomo
Mandorle a scaglie

Preparazione. Pelare a vivo le arance e lasciarle macerare con due cucchiai di zucchero e i semi di cardamomo pestati (o con il rum, secondo la ricetta originale).
Far rinvenire l’uvetta nello sciroppo di arancia (o nel rum). Montare la panna con metà dello zucchero, lavorare a neve fermissima gli albumi con il restante zucchero (a bagnomaria per i primi 5’ e successivamente, dopo averli allontanati dai fornelli, continuare a montarli) e incorporare i due composti. Quindi mescolando dal basso verso l’alto, unire l’uvetta e lo sciroppo di arancia.
Foderare i bicchieri con le fette di arancia, colmare con la mousse e decorare con le scaglie di mandorle. [Tratto da L'Enciclopedia della cucina italiana - La biblioteca di Repubblica: Coppe di crema bianca alla frutta]

……………..

Una ricetta semplice, veloce da realizzare e adattabile a gusti ed esigenze diverse che inoltre non richiede cottura: perfetta per aderire alla giornata del risparmio energetico M’illumino di meno, indetta da Caterpillar



e alla raccolta In cucina a luci basse indetta da InFusione



Ricette correlate
M’illumino di meno 2008: Fantasie di cioccolato
M’illumino di meno 2009: Crostatine fredde di ricotta con cavolfiori e mandorle

........................

43 commenti:

  1. Ciao Lenny. A volte gola e bilancia non vanno in disaccordo e queste tue coppette lo dimostrano. Poi, oltre ad essere buone, mi sembrano anche velocissime da preparare ... semplicemente perfette !!!! Dovrei smetterla di usare sempre cioccolato nei miei dolci .... Baci Manu

    RispondiElimina
  2. ma siete tutte a dieta! e fate queste cose...nn vale!

    RispondiElimina
  3. le tue ricette lenny sono adatte sempre a tutto questa per esempio cosi è perfetta ma volendo è intercambiabile con altra frutta e formaggio creando un dessert sempre diverso....baci imma

    RispondiElimina
  4. sembra divina, poi il profumo del cardamomo dev essere ottimo!!! Brava

    RispondiElimina
  5. bella davvero, e poi profumatissima e leggera..che chiedere di più??

    RispondiElimina
  6. Lasciamo stare...ho gettato nella spazzatura diversi esperimenti. Mai più mi son detta. Togli di qui togli di là e viene una schifezza! Se proprio mi vien voglia di dolce rinuncio alla pasta o al pane.


    PS Lenny hai iniziato la dieta??? :) noooo

    RispondiElimina
  7. Ottima... e poi col CARDAMOMO & co., come ti poteva venire??? Semplicemente deliziosa!
    P.s. C'è proprio un contest a tal riguardo, perché NON PARTECIPI? Qui il link: http://in-fu-sio-ne.blogspot.com/2010/01/un-progetto-nuovo-per-iniziare-il-nuovo.html
    Baci
    Stefania

    RispondiElimina
  8. beh, la dieta dovrei farla, ma aspetto la quaresima ;-)
    però la tua ricetta mi piace lo stesso, frutta con accompagnamento cremoso è perfetto! Ciao!

    RispondiElimina
  9. Segnata, se uso il maltitolo posso mangiarla anch'io!!!

    RispondiElimina
  10. E si, alla dieta! Con questo dolcetto non lo so se riuscirò a continuarla e non interromperla! Complimenti per la bellissima foto!

    RispondiElimina
  11. Veramente un dessert, oltre che light, anche elegante, ennesimo tuo successo cara Lenny!

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Che bellezza di dessert, fresco e leggero, in fondo solo un peccatuccio piccino picciò!

    RispondiElimina
  14. Mamma mia che buoniiiii!!!!! E la mia dieta va a quel paese!!!

    RispondiElimina
  15. @tutti: è un dessert velocissimo da preparare che permette di chiudere in bellezza un pasto o di godersi un piacevole intermezzo.
    Inoltre ha poche calorie perché la mousse è comprimaria della frutta (qualunque versione di mousse si scelga: formaggio cremoso, panna, ricotta, yogurt)

    @Forchettina Irriverente: come si fa a rinunciare al cioccolato Manu? Fa bene anche all’umore …………

    @Genny G.: non posso obbligare anche i miei a stare a dieta e così cerco qualche soluzione compromissoria: il mio bicchiere era con la ricotta ….

    @dolci a ...gogo!!! infatti ………

    @colombina: avevo sperimentato l’abbinamento cardamomo-arancia per un altro dolce light non riuscito, ma il binomio di sapori era eccezionale

    @Fiordilatte: è da una settimana che sperimento, senza successo, ma è anche vero che la mia non è una dieta ferrea ……….

    @fantasie: grazie per le info

    @Lydia: mi fa piacere

    RispondiElimina
  16. Lenny, i dolci al cucchiaio sono proprio il tuo forte! Complimenti!

    RispondiElimina
  17. Buona, bella...e tu sei proprio brava!!!

    RispondiElimina
  18. Con te cè sempre una possibilità di golosità. Molto delicata come sempre :-)
    Senza parlare della torta di rose più sotto, già solo il nome è evocativo.
    Mi dai voglia di coccole.
    E non ci crederai ma l'altro giorno ho gustato di nuovo il cardomomo pensando a te :-)
    Baci e buon fine settimana

    RispondiElimina
  19. Arancia e cardamomo...immagino il rpofumo che può emanare questa spelndida mousse!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  20. Stupenda questa mousse... meraviglioso il tocco del cardamomo che adoro!
    brava!

    RispondiElimina
  21. Mi sembra che te la sei cavata alla grande nella ricerca di un dessert "con poche calorie"e senza nulla togliere al sapore, coccolosità e dolcezza del dolce!!

    RispondiElimina
  22. grazie sono sempre alla ricerca di ricette light, anche io sono a dieta anche se dal mio blog non sembra ... io cucino e gli altri mangiano, ma si puole???
    baci e buon week end!!

    RispondiElimina
  23. Bella questa ricetta. Pensa che io amo i grassi in cucina se si parla di salato, mentre per i dolci chissà perché preferisco quelli come il tuo... Lo proverò di sicuro! Grazie per averlo postato!

    RispondiElimina
  24. Volendola preparare con la ricotta, come mi regolo con le dosi? I 500 gr della ricetta originale mi paiono eccessivi...

    RispondiElimina
  25. Ciao! Splendida e semplicissima questa ricetta!
    Una crema morbida aromatizzata all'arancia, da gustare da soli o in compagnia...
    baci baci

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  27. @tutti: il binomio arancia-cardamomo è fantastico e si può adottare come linea-guida anche per altri dolci

    @Virò: anche a me 500 gr della ricetta originale sembrano eccessivi, sebbene molto dipenda dalla grandezza dei bicchieri.
    Come dicevo, rispetto alla regola generale ("se la cucina è un’arte, la pasticceria è una scienza" nel senso che il rispetto delle dosi è fondamentale per la buona riuscita di un dolce), con questa ricetta si può andare ad occhio (o a sentimento), senza compromettere la resa finale del dessert.
    Tuttavia credo che 100 g (o 150 g, fino ad un massimo di 200 g) di ricotta possono andar bene per 4 bicchieri e qui le possibilità sono due:
    a) per una versione light, dopo aver lavorato la ricotta (1. setacciata ed otterrai un risultato cremoso o 2. montata con le fruste ed otterrai un risultato più compatto, come ho fatto io, non per i bicchieri che vedi nella foto, destinati ai mie familiari, ma per il bicchiere di mio uso e consumo), puoi dolcificarla con il miele e tralasciare l’albume (il mio bicchiere era così composto, ma non chiedermi dosi, perché non ho pesato nulla!!!!),
    b) per una versione golosa puoi preparare la mousse miscelando panna e ricotta (scegliendo di incorporare l’albume o no).
    È una ricetta che consente una grande libertà di espressione, sia per le dosi che per gli ingredienti da utilizzare: in estate l’ho sperimentata con le albicocche e il formaggio cremoso (senza che riuscisse ad approdare al set fotografico!) ed anche in quel caso non mi sono attenuta rigidamente alle dosi ……..

    RispondiElimina
  28. Perfetto: tutto chiarissimo!

    Grazie, come sempre, per la gentilezza e la disponibilità...

    RispondiElimina
  29. Grazie a te, per esserci sempre con garbo e acume :))

    RispondiElimina
  30. Ha un aspetto magnifico e la tentazione è tanta, ma sì, tanto mica sono a dieta :-)

    RispondiElimina
  31. Arrivo per ultimo ma ne sono anche contento...ti ho evitato infatti tante domande inutili :P
    Tutto segnato...e ti preannuncio che prediligo la versione con la miscela di panna&ricotta.
    Anche da queste parti siamo alla ricerca di compromessi salutari sul fronte dolce e fino a Marzo invece tocca solo studiarli per altrettanti buoni motivi...insomma da come stanno messe le cose tra una 15ina di giorni per sopperire subito alla 'mancanza' di dolci mi sa che preparo uno...forse due...di questi bicchierini e 'me li sparo subito'!! eheheeh
    Grazie come sempre anche per tutte le disgressioni a margine che consentono di condividere una ricetta in tutte le sue più ampie declinazioni ;)
    Buon inizio settimana :))

    RispondiElimina
  32. E' molto invitante, tempo fa anch'io avevo provato qualcosa di simile, ma la prossima volta seguirò il tuo consiglio di montare gli albumi a bagnomaria per il tempo indicato ;)
    Buon lunedì carissima :*

    RispondiElimina
  33. Ciao!
    Partecipa anche tu al contest del mese de LA CUCINA ITALIANA: IL BRASATO.

    Per maggiori info:

    http://www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=862&ID=337208&csuserid=2112&ar=

    Scade il 10-03-10

    Buon lavoro!

    RispondiElimina
  34. Oltre che di tante altre cose, sei la regina degli agrumi lenny cara!Complimenti, bacione

    RispondiElimina
  35. Anche io recentemente ho fatto una mousse bianca. Ho usato il cioccolato bianco, un mix di spezie e la salsa all'arancia ma al tocco di classe delle mandorle a lamelle non avevo pensato!

    RispondiElimina
  36. Ma quando mi inviti a pranzo? Che goduria anche questo dessert

    RispondiElimina
  37. Ottima ricetta direi!! mi piacciono i dessert semplici, con tanta frutta fresca! e con il valore aggiunto di una preparazione veloce, senza cottura e "sostenibile"!
    Grazie per aver partecipato! Aspetto la mail per inserirti!

    RispondiElimina
  38. deliziosa... a guardarla sembra poi di una tenerezza tale che dispiace quasi mangiarla (ma la si mangia, la si mangia.. :). Il cardamomo lo adoro, ma ormai mi sento ripetitiva a dirlo. Con l'arancia non l'ho mai assaggiato ma posso immaginare si sposi proprio bene.

    RispondiElimina
  39. Che bellissima questa mousse, adoro il profumo e il sapore dei due ingredienti principali... dev'essere spettacolare.. bacetto ne assaggerei un cucchiaino, me lo passi?

    RispondiElimina
  40. @tutti: provatela, ma soprattutto ricordate che si può preparare con in ogni stagione e con ogni tipo di frutta

    @Camomilla: non riesco proprio ad usare uova a crudo nei dolci: è più forte di me!!!

    @CucinaItaliana: grazie per l’invito

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO