23 novembre 2009

Gnocchi di zucca con crema di castagne e polpettine di funghi

L’autunno e le domeniche all’insegna di lunghe passeggiate nel bosco odoroso ed umido, al frusciare delle foglie secche e dai ruggini cangianti che, trasportate dal vento, scivolano su un tappeto sonoro, è ciò che racconta questo piatto.
E’ il piatto del ritorno al calore domestico, al gusto familiare di ritrovarsi insieme e godersi un relax festoso e fumante: castagne e funghi in un abbraccio forte ed indissolubile, come comprimari che contendono la scena alla zucca.
Gnocchi di zucca con crema di castagne e polpettine di funghi

Desideravo provare da un po’gli gnocchi di zucca e mi è sembrato interessante l’abbinamento con le castagne, seguendo la falsariga di questa crema, ma aromatizzandola con il rosmarino e stemperandone la dolcezza con la forza dei funghi (!) e infine, per assecondare il leit motiv "boscoso", perché non aggiungere delle polpettine di funghi, retaggio dei piatti di famiglia (non era domenica, se a casa mia non si preparavano primi con le polpettine di carne!!!!)?
A voler rendere il tutto più “robusto”, aggiungere pancetta croccante e …. il pranzo è servito.


Gnocchi di zucca con crema di castagne e polpettine di funghi

Ingredienti x 6

Gnocchi
600 g zucca
400 g patate
300 g semola grano duro circa
1 uovo codice 0
sale

Crema
110 g castagne lesse
½ cucchiaino funghi secchi (ho usato questi in mancanza di funghi di bosco freschi)
Olio evo
Rosmarino

Polpettine (è forse preferibile cuocerle in forno o farne a meno e sostituirle con fettine di funghi freschi, rosolati con aglio e rosmarino)
1 patata
1 cucchiaio funghi secchi
1 manciata di pangrattato
½ uovo codice 0

Preparazione.
Gnocchi. Cuocere a vapore la zucca (sarebbe preferibile cuocerla in forno, per asciugarne l’acquosità) e le patate per circa 20’. Schiacciare il tutto ancora caldo con lo schiacciapatate, facendo cadere la risultante su un colino (per separare l’acqua dalla polpa della zucca), far riposare fino al raffreddamanto e, riversando il tutto sulla spianatoia, impastare con l’uovo e la farina, quest’ultima in quantità variabile, a seconda di quanto ne assorbe l’impasto che dovrà risultare morbido: quindi infarinare il palmo della mano sinistra, modellare gli gnocchi ed adagiarli su un foglio di carta forno (dal quale si potranno far scivolare direttamente in pentola, senza nuovamente maneggiarli).
Crema. Lessare le castagne per circa 20’, prelevare la polpa e scaldarla in padella con il rosmarino, regolando di sale. Dopo aver ammollato i funghi, scolarli (pare sia preferibile prelevarli con le mani, perché durante l’ammollo la terra si deposita del fondo della ciotola, essendo pensante, mentre se i funghi si scolano, la terra si riversa nuovamente sugli stessi) e farli andare in una pentola con circa 150 ml d’acqua. Frullare le castagne con i funghi, l’acqua di cottura degli stessi (fino al raggiungimento della cremosità desiderata) e finire con un giro d’olio evo (se è ancora densa, aggiungere dell'acqua di cottura della pasta).
Polpettine di funghi. Pelare la patata e lessarla insieme ai funghi precedentemente ammollati. A cottura ultimata, tritare finemente a coltello i funghi e schiacciare la patata. Unire l’uovo ed il pangrattato ed amalgamare bene. Modellare delle piccole sfere, rotolarle nella farina e friggere per immersione in olio caldo.
Cuocere gli gnocchi in acqua salata, scolare quando salgono a galla, condire con la crema, sormontare con le polpettine (o semplicemente dei funghi) e servire.


Ricette correlate
Cofanetti (gnocchi di patate) nocciolati, al radicchio e ricotta
Crema di castagne, con praline di porri e olio all’alloro
…………..

Questi gnocchi partecipano al contest 3 su 5 di CorradoT

…………...

Gustosa Custoza: Viaggiando tra lago e laguna
Dopo il bosco, un appuntamento enogastronomico che coniuga mare e laguna.
Dal 18 novembre all'11 dicembre nell’ambito di un’originale manifestazione gastronomica, sei prestigiosi ristoranti veneziani, interpreteranno l’incontro tra la cucina di mare (quella di Venezia, di fama internazionale) e la cucina di lago (quella, altrettanto rinomata, del lago di Garda), grazie alla maestria di grandi chef.
A unire le due cucine, saranno i vini di Custoza.


La serata di apertura del 18 novembre, nelle eleganti sale dell' Hotel Monaco & Grand Canal, i prossimi appuntamenti saranno: Ristorante Do Forni (24 novembre), Ristorante Riviera (27 novembre), Vecio Fritolin (1 dicembre), Casinò di Venezia “Ca’ Vendramini Calergi” - Ristorante Wagner (4 dicembre), Molino Stucky Hilton Venice - Aromi Restaurant (11 dicembre).

Le serate sono aperte al pubblico (i posti sono limitati); per prenotazioni rivolgersi direttamente ai ristoranti.

A disposizione per ulteriori informazioni,
Maria Chiara Zanatta
Ufficio Stampa Bacco Arianna
0422/307153 – fax 0422/303080

eventi@papagenonline.it

http://www.papagenonline.it/

..........

39 commenti:

  1. Deliziosi questi gnocchi,con queste particolari polpettine di fungli diventa un pitto prelibatissimo :P

    RispondiElimina
  2. Deliziosi e particolari questi gnocchi, complimenti.Di recente un'amica Blogger Argentina mi ha confidato che nel suo paese c'è l'usanza ( antica tradizione tramandata dai suoi avi di origine italiana )di mangiare gnocchi il 29 di ogni mese, si dice che porti fortuna, ecco l'occasione per provare i tuoi favolosi gnocchi.
    Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  3. Lenny, questi gnocchi con questa crema e le favolose polpettine sono veramente da urlo!

    RispondiElimina
  4. Lenny, questo piatto è davvero invitante per me!
    Mi piace questo abbinamento. Gli gnocchi di zucca poi... non li ho ancora provati. Devono essere deliziosi!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  5. sono basita e incuriosita e ingolosita.... che volere di più!
    mitica lenny!
    ciao :-)

    RispondiElimina
  6. belli ma anche buoni... mi intriga tantissimo l'idea delle polpettine di funghi!!!!Ciao Vale

    RispondiElimina
  7. Che piatto Lenny, elaborato e delicato. Ed è molto carina l'idea delle polpette vegetariane boscose. Tutto di gran gusto!

    RispondiElimina
  8. la consacrazione dell'autunno cara Lenny, la più golosa che mi sia capitato di vedere!!

    RispondiElimina
  9. Mamma mia...bello e buono...davvero un piatto molto particolare!Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Lenny ti sono venuti una meraviglia!!
    Mi piace molto il sugo di accompagnamento che hai fatto...io di solito li condisco con olio e parmigiano...non resisto, me li devo mangiare subito!! Ahahahah
    Castagna

    RispondiElimina
  11. Carinissimo piatto, cara Lenny. Mi hai fatto venire voglia di provare a fare gli gnocchi di zucca.

    RispondiElimina
  12. Mi piace come trovi sempre il giusto equilibrio tra i diversi gusti e consistenze.
    Da apprezzare molto anche le alternative che suggerisci di volta in volta...
    Con stile e raffinatezza. Complimenti :)
    Una buonissima giornata

    RispondiElimina
  13. il piatto è perfetto, ma lo sono ancora di più i tuoi post!

    RispondiElimina
  14. Grazie della partecipazione!!!!
    Oggi pubblico una prima lista di pertecipanti :-)

    RispondiElimina
  15. Lenny, in questo periodo stai superando te stessa

    RispondiElimina
  16. La crema di funghi e castagne è davvero interessante... Mi piace l'utilizzo per gli gnocchi ma mi ispira molto anche in in una lasagna "boscaiola"...

    Sei sempre una fonte di stimoli ed idee!

    RispondiElimina
  17. ciao lenny questa ricetta è sicuramente da provare :D me la segno
    ciao ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  18. gli gnocchi di zucca mi sono sempre piaciuti tantissimo se poi abbinati come i tuoi sai che delizia!!bacioni imma

    RispondiElimina
  19. Sono deliziata: hai riunito in un unico piatto tre ingredienti adorabili, i primi a cui penso quando penso all'autunno e al mio amato mese di ottobre... e li hai riuniti in una ricetta così buona che quasi quasi modifico totalmente il mio piano di smaltimento della mia zucca da 4 KG, in favore di questi...

    RispondiElimina
  20. mmmmmm che gustosi così... :-))) poi quelle polpettine... bacioni

    RispondiElimina
  21. Ma che bel "profiteroles" salato, é un caldo abbraccio autunnale!!

    RispondiElimina
  22. Ultimamente, come la stagione impone, sto leggendo tantissime ricette con castagne. Dovrò decidermi a provarne qualcuna prima che le castagne spariscano definitivamente. Il fatto è che io di solito le mangio arrosto o, al più, bollite!

    RispondiElimina
  23. I sapori dell'autunno ed il profumo dei boschi, davvero evocativo questo piatto.

    RispondiElimina
  24. Una ricetta favolosa davvero! Che mix di sapori e che profumi...mi dispiace solo non avere gli ingredienti per provarla :-(
    Splendida idea! :-D

    RispondiElimina
  25. Ma lo sai, Lenny, che volevo preparare anch'io gli gnocchi di zucca, ma mia mancavca la zucca e ho rimandato la preparazione?..:-)) A questo punto me ne approfitterò della tua ricetta!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  26. p.s. lenny siccome sono un po in crisi con il mio forno e con il pan di spagna ho visto che hai fatto il tiramisu al limone e per il pan di spagna hai usato solo amido come ti sei trovata??e per quella dose che stampo hai utilizzato???nn capisco se sia il forno oppure lo stampo a cerniera....mah...grazie

    RispondiElimina
  27. Ciao Lenny, come sempre da grande applauso .. le polpettine di funghi poi mi hanno conquistato subito !!! Perle di genialità da te .... come sempre ... Bacioni Manu

    RispondiElimina
  28. Bellissima preparazione e bellissimo blog !

    RispondiElimina
  29. uno spettacolo per le papille a mio avviso :) che protagonisti hai scelto... un triangolo amoroso molto interessante!

    RispondiElimina
  30. Ciao! ah..ma questi gnocchi devono essere proprio gustosi! con questa crema tutta autunnale..sono proprio invitanti! ci incuriosisce i lsuo sapore...e magari la proveremo pure!!
    un bacione

    RispondiElimina
  31. lenny posso dire? sono impressionata

    RispondiElimina
  32. Gli gnocchi di zucca sono un tormentone per me, è da tantissimo che mi piacerebbe provarli, ma non mi decido mai. Mi piace moltissimo anche il loro accompagnamento, decisamente dal gusto autunnale e davvero invitante :)

    RispondiElimina
  33. Che parole avvolgenti...
    che piattino deliziosissimo.
    Adoro gli gnocchi :-)

    RispondiElimina
  34. un magnifico piatto,gnocchi cosi averne

    RispondiElimina
  35. grazie a @tutti: le polpettine possono anche essere servite da sole come aperitivo, ma in questo caso si dovrebbero rotolare nell’uovo e poi nel pangrattato, per creare una croccante crosticina esterna.
    Per gli gnocchi è consigliabile cuocere le polpettine al forno: ho provato a cuocerle nel brodo di funghi, ma si disfacevano e poi per la fretta sono passata all’opzione frittura …….

    @Virò: la crema di castagne è molto dolce ed ho corretto questa tendenza con l’accenno aromatico dei funghi

    @Ale: grazie e benvenuta

    RispondiElimina
  36. ma dove cavolo ero?...é un piatto fantastico, con tutti ingredienti di mia gradimento, ma che dico, di più, vanno bene anche freddi sempre che ce ne siano rimasti;)

    RispondiElimina
  37. @Mariluna: sono deliziosi ed è interessante il ruolo delle polpettine che smorza la delicatezza degli gnocchi e la dolcezza della crema di castagne

    RispondiElimina
  38. Bellissima, questa mi piace davvero tanto Milena, amo gli gnocchi e l'abbinamento con le castagne m'incuriosisce molto!!

    RispondiElimina
  39. .. se li provi, fammi sapere :D

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO