21 novembre 2009

Crumble di annona e noci brasiliane

Soggetti alle leggi del Tempo, ci barcameniamo tra i tanti impegni che appesantiscono le nostre giornate e come abili manager di noi stessi, improntiamo il quotidiano ai principi di una gestione ottimale, anche se molto spesso i margini di “libera operatività” sono così ridotti da costringerci a rinunciare a idee e progetti, come la preparazione di un dolce che richiede tempistiche inconciliabili con le nostre.
Per fortuna ogni regola contempla un’eccezione e così nella vasta tipologia dei dolci, il crumbe, ne rappresenta un esempio: i tempi di preparazioni sono alquanto brevi, gli ingredienti facilmente reperibili in casa e infine la degustazione è immediata (si serve preferibilmente tiepido)!

Crumble di annona e noci brasiliane

Delizioso jolly dal temperamento sempre diverso a seconda degli ingredienti utilizzati: in questo caso noci brasiliane (acquistate di recente in una fiera enogastronomica), eccellente burro di panne riposate e annona cherimola (o cherimoya), un frutto che di recente ha trovato il suo habitat naturale in Calabria e a me pervenuto dopo una serie di vicende al limite del rocambolesco.
Un frutto da gustare nature con il cucchiaino (anche se più sodo del cachi), dolcissimo e goloso (Mari ne paragona il gusto alla crema pasticcera ed io concordo con lei), a patto che si consumi quando è maturo* e al quale le noci fanno da contrappunto, ma che avrebbe ben sposato anche le mandorle.


Crumble di annona e noci brasiliane

Ingredienti x 6
80 g farina 00
70 g burro Fattorie Fiandino
70 g zucchero
40 g noci brasiliane non tostate (20 g farina + 20 g tritati al coltello)
1 pizzico sale
500 g annona (= 400 g polpa)
10 g zucchero

Preparazione. Mescolare con le punte delle dita, una parte delle noci polverizzate nel mixer ed una parte grossolanamente tritate al coltello, la farina, lo zucchero ed il burro, fino a ottenere un insieme di briciole (si può anche preparare in anticipo e riporre in frigo fino al momento dell’utilizzo).
Tagliare in due le annona, eliminare con la punta di un coltello i tanti semi e ricavarne la polpa. Ricoprire il tutto con lo zucchero e trasferire negli stampini, riempiendoli per tre quarti di frutta. Infine completare con le briciole.
Infornare a 180° per una ventina di minuti o finché le briciole non siano dorate. Servire tierpidi. [Liberamente ispirato a questo]


Annona cherimola o Cherimoya

*Il grado di maturazione dell'annona cherimola si può stabilire, osservando la scorza che dal verde brillante se acerbo, va via via chiazzandosi di macchie brune.

Annona cherimola
- foto di repertorio -

Scheda tecnica - Annona cherimola

L'Annona cherimola è una pianta originaria degli altipiani andini, mentre In Italia, è coltivato nella zona di Reggio Calabria e della Sicilia orientale e si può trovare da ottobre a dicembre.
È un frutto della grandezza di una mela, dalle sembianze simili ad una pigna o una grossa fragola con la buccia verde vellutata. All'interno la polpa è biancastra, cerulea, cremosa, fondente con semi molto duri di colore nero, simili a quelli dell'anguria (non commestibili, anzi pare che contengano sostanze tossiche).
Il frutto è dolce con un sapore che si può associare ad un misto di banana, con un sottile accenno all’ananas: quando maturo e morbido la buccia può essere macchiata e scura.
Per consumarlo, va tagliato a metà e mangiato con cucchiaino [Tratto da wikipedia].

-----------


Ricette correlate

-----------

47 commenti:

  1. Non avevo mai visto questo frutto! Sembra veramente goloso, soprattutto nel crumble!
    ma dove si trova?

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo assolutamente questo frutto e ti confesso che quando ho letto il titolo credevo che annona fosse l'ispiratrice della ricetta!! Ma non mi convinceva per il fatto della lettera minuscola iniziale e tu non sei tipo da fare simili errori! Ebbene adesso dovrò trovare questi frutti(darò il tormento alla mia fruttivendola) perchè un frutto che somiglia alla crema pasticcera per il suo sapore non posso permettermi di non assaggiarlo, ho già l'acquolina!!

    RispondiElimina
  3. non conosco questo frutto ma sono molto curiosa !!! proverò se lo trovo!! un bacio e buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  4. @alem: Io li ho ricevuti in regalo da mia sorella che abita a Reggio Calabria, dove è coltivato con successo e si può reperire presso i migliori fruttivendoli.
    Se clicchi su “annona” si apre il link di wikipedia, dove potrai leggere tutte le informazioni relative:
    “Pianta originaria degli altipiani andini di Perù, Ecuador, Colombia e Bolivia, oggi diffusa anche in Cile, California, Florida, Africa del sud e in vari paesi del Mediterraneo: in Italia, invece, la disponibilità a prezzi contenuti di questo frutto (coltivato nella zona di Reggio Calabria e in tutta la zona costiera che va da Bagnara a Gioiosa Ionica, nonché nella Sicilia orientale, nella zona di Roccalumera) è sporadica e solo nelle grandi città è presente a prezzi notevoli come curiosità esotica, di norma proveniente dalla Spagna.”

    @milla: non a tutti piace, ma io lo trovo delizioso

    RispondiElimina
  5. Anch'io non conoscevo questo frutto, e anch'io credevo che Annona fosse l'ispiratrice della ricetta; mi mettero alla ricerca di questi frutti, devo assolutamente provare il loro sapore e la tua ricetta ;vedo dalla foto che il tuo crumble è davvero invitante.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  6. non conosco questo frutto, però è interessante non si finisce mai d'imparare! complimenti per le bellissime ricette che pubblichi! ciao!

    RispondiElimina
  7. Annona??? mai sentito.. è uno strano frutto.. non immagino il sapore... Sarà ottimo cmq il tuo crumble.. io non credo a Roma di riuscire mai a trovarne.. baci baci

    RispondiElimina
  8. sei sempre unica lenny e come le altre nemmeno io conoscevo questo frutto che trovo molto bello e coregrafico poi se è anche buono meglio!!bacioni imma

    RispondiElimina
  9. Lenny ma come devo fare io adesso per provare questo fantastico dolcetto? Di questo frutto non ho mai neanche sentito parlare però la polpa sembra dolce e mi invoglia.... E adesso dimmi tu dove lo trovo???

    RispondiElimina
  10. @tutti: se gustato nature è così delizioso da sembrare esso stesso un dessert. È un frutto che ho conosciuto l’anno scorso, quando in un periodo molto delicato della mia vita mi è stato regalato in un grande gesto d’affetto (proprio quelli della composizione a tre) e quest’anno l’ho desiderato tanto ………

    @ilcucchiaiodoro: da qualche anno questo frutto è coltivato in Calabria e in Sicilia e quindi potresti riuscire a reperirlo: se però i costi sono alquanto elevati, potrebbe essere d’importazione

    RispondiElimina
  11. Io li conosco benissimo,ottimo l'utilizzo nella tua ricetta:P

    RispondiElimina
  12. Questo frutto mi incuriosisce molto, purtroppo non l'ho mai visto a Roma, peccato! Se poi mi dici che ha un sapore di crema pasticcea...
    Non ho provato mai neanche il crumble (incredibile), mi toccherà rimediare prima o poi!

    RispondiElimina
  13. Ehehehe mi viene da sorridere, mentre tu stavi guardando il mio video io ero qui ad ammirare questi splendidi frutti. Credo di non averli mai visti qui da noi (e infatti leggo che sono rari da trovare). Peccato, sarebbe stato bello verificare in prima persona se davvero sanno di crema pasticcera!

    Ps sono ancora malaticcia :( sta maledettissima tosse!

    RispondiElimina
  14. E' la prima volta che sento parlare dell'annona...non lo conosco ma ha tutta l'aria di essere molto interessante!!!UN ABBRACCIO

    RispondiElimina
  15. Ma pensa, ero stracuriosa di cos'era questa "annona", invece scopro che è cerimoia, per lo meno io la conosco sotto questo nome. Concordo, è il frutto dal gusto fantastico, delicato e profumato, mi sembra una fragola e ananas insieme.
    Ottimo il crumble!
    M'hai fatto venire voglia di cerimoia...
    Un bacione!

    RispondiElimina
  16. Anch'io faccio parte del gruppo che non ne aveva mai sentito nominare, e qui al nord anche dai fruttivendoli più riforniti non l'ho mai visto.
    Mi hanno incuriosito molto le foto del frutto tagliato ed effettivamente vedi che ha una polpa particolare, e poi quel gusto di crema pasticcera di cui parli, hmmm che goduria. Chissà quante calorie ha...
    Ma senti, secondo te tutti quei semini non potrebbero essere usati in qualche modo, magari tostati e ridotti in polvere. Emanano qualche odore particolare?

    RispondiElimina
  17. Pensa che non mi e' mai venuta voglia di assaggiare questo frutto, ma ho cambiato idea, grazie al tuo post.

    RispondiElimina
  18. carissima mi hai dato una bella dritta, questo frutto curioso lo vedo spesso qui, curiosa, l'ho visionato piu volte senza avere un'idea di come si mangia e di che sapore ha...non 'lho mai acquistato perché mi pareva un frutto troppo lontano da noi...invece leggo che viene coltivato a Reggio calabria ed é una sorpresa piacevolissima: oggi lo compro.

    ps: ha un nome diverso qui...ora non ricordo ti diro':))
    Serena domenica

    RispondiElimina
  19. che particolarissima preparazione ;)

    RispondiElimina
  20. Buonissimo il crumble ma la mia curiosità è puntata su questo frutto che ho scoperto di recente anche in un altro blog... Chissà se riesco a trovarlo da qualche parte a Milano!

    RispondiElimina
  21. Che buono questo crumble, non conoscevo il frutto!
    Buonissima domenica!

    RispondiElimina
  22. Ti ringrazio,cercherò meglio in giro!

    RispondiElimina
  23. com'è bello passare di qui e scoprire sempre nuovi prodotti! non conoscevo assolutamente questo frutto e ora la curiosità mi divora ;) chissà se riesco a trovarlo in qualche bancarella del mercato...speriamo!
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  24. nemmeno io conoscevo questo frutto... grazie mille Lenny :) il crumble è sempre nel mio cuore pandino...

    RispondiElimina
  25. Eh già, le ricette veloci, soprattutto per i dolci sono molto molto utili in questo periodo...o forse meglio dire di questi tempi, visto che mi sa che il tempo libero sarà sempre di meno. Se però velocità e bontà si uniscono come in questo caso, non rimane che provare e magna' :-)

    RispondiElimina
  26. Contest in arrivo ;)
    Ti aspetto domani
    Baci ^_^

    RispondiElimina
  27. Oh Lenny, mi sorprendi sempre! Ok per le noci brasiliane ma le annona??? Beh, se dovessi capitare in Calabria ne andrò subito in cerca, ma le voglio gustare mature ;-) Questo crumble deve essere straordinario!

    RispondiElimina
  28. Eh si i crumble son veramente dei dolci semplic e veloci!
    particolare questo frutto...non l'abbiamo mai sentito, ad occhio però assomilgia molto ad un mango, ma come gusto invece?
    bnaci baci

    RispondiElimina
  29. beh non dev'essere male... slurp!!!

    RispondiElimina
  30. @Nanny: li apprezzi o ti lasciano indifferenti?

    @Elisa: consolati: anche per me era il primo crumble ………

    @Fiordilatte: forse la definizione di “crema pasticcera” è soggettiva (l'ho letta da Mari-Cuoche dell’altro mondo), ma la condivido: wikipedia invece ne descrive il gusto a metà tra banana, ananas e fragola, mentre io lo trovo simile per certi versi a delle pere profumatissime …….
    Riprenditi presto!

    @marifra79: se hai l’opportunità provalo, questa è la sua stagione

    @Rossa di Sera: viene anche definito “cerimoia” hai ragione, non l’ho specificato, perché si trova nel link di wikipedia, ma vado ad integrare il post, perché non tutti leggono il link.

    @Asa_Ashel: da quanto leggo su wikipedia, i SEMI POTREBBERO CONTENERE SOSTANZE TOSSICHE …

    @Simona: spero non resterai delusa …….

    @Mariluna: cherimoya? Me lo ha fatto notare Giulia - Rossa di sera e vado ad inserirlo nel post. Alcni esemplari hanno forme davvero curiose

    @Mirtilla: i crumbe sono una gran risorsa

    @Gloria: a Milano si trova di tutto …….

    @NIGHTFAIRY: grazie e buon inizio settimana!

    @ilcucchiaiodoro: puoi chiedere dei cerimoya: come mi è stato fatto notare è anche conosciuto sotto questo nome

    @Fra: è molto probabile, la sua stagione va da ottobre a dicembre

    @Tibia: per me il crumble è stata una bella scoperta

    @Aiuolik: abbiamo sempre meno tempo a disposizione …….

    @Daphne: con piacere

    @Tania: se non sono ben maturi, risultano deludenti

    @manu e silvia: per definizione dovrebbe avere un gusto che dovrebbe sintetizzare quello di banana, fragola e ananas, ma c’è anche chi non lo ama: io ne sono entusiasta, lo trovo molto goloso

    @il ramaiolo: dipende dai gusti ...

    RispondiElimina
  31. Ciao Lenny! Ma sai che anch'io oggi stavo per sfornare un dessertino a base di Annona? :-D
    Poi ho deciso di farne un altro e questo di lasciarlo per la prossima settimana... è il periodo adatto per questo buonissimo frutto, quindi bisogna approfittarne!
    Però devo dirti una cosa: l'annona è cresciuta sempre qui, non solo da qualche anno :-)
    Ti mando un bacione
    Ago :-D

    RispondiElimina
  32. @Ago: grazie per la precisazione, ma così mi era stato detto ….
    Sei di Reggio Calabria? Che piacere!
    Sono curiosa di vedere come lo gusti tu!!!

    RispondiElimina
  33. Non si finisce mai d'imparare...
    Ovviamente la curiosità c'è e vedremo se è possibile soddisfarla...
    Grazie per averci fatto partecipe di un frutto e di una preparazione che a quanto pare dai commenti, spiazza e intriga proprio per la novità che rappresenta. Ovviamente preparazione e foto sono di Lenny e quindi che altro dire :)
    Buon inizio settimana ;)

    RispondiElimina
  34. Nemmeno io conoscevo l'annona. Ieri sono stata ad una fiera di enologia e sono rimasta incantata di fronte ad un'esposizione dei frutti dimenticati, credo che forse anche l'annona ne faccia parte, giusto?
    Buona settimana :)

    RispondiElimina
  35. ecco, io neanche la conoscevo l'annona :(
    che magra figura.
    il tuo crumble è bellissimo, lenny!
    *

    RispondiElimina
  36. Buongiorno lenny,
    sai che guardando la fotografia mi son detta: "ma che ci combina stavolta? l'aglio sul crumble???" :)
    Sono sempre reticente all'acquisto di frutti (e prodotti in generale) che provengono da lontano, ma sapere che questa annona è italiana mi riempie di orgoglio e mi stimola ad ampliare i miei orizzonti.
    Grazie, per la ricetta e anche per farmi crescere culturalmente ;)
    buona giornata,

    wenny

    RispondiElimina
  37. L'ho vista al mio bio di fiducia!!!Accidenti devo assaggiarla se sa di crema pasticcera.Non oso immaginare la bontà di questo crumble...

    RispondiElimina
  38. Sai che non conoscevo questo frutto... vedo, però, che avevi già postato un cake che lo conteneva, mi era forse sfuggito? Detto questo, hai ragione, il crumble è il tipico dolce da fare quando i ritmi si fanno stressanti... ma non solo perché è rapido, bensì anche perché è una cosa estremamente "confortante"!

    RispondiElimina
  39. Una bella ricetta !
    Nemmeno io conoscevo l'annona.
    E' proto il PDF della raccolta insalte di pasta e riso alla quale hai partecipato.
    Ciao!

    RispondiElimina
  40. Imparo sempre qui da te e questo frutto mi ha intrigato, non so' se riusciro' a trovarlo a meno di venire in Calabria ? ;-)
    Buona serata!

    RispondiElimina
  41. Penso che nessuna di noi conosca questo frutto, ma a vedere il tuo crumble che sembra favoloso cercherò di trovarlo per provarlo!!!
    Baci e buona settimana!!!

    RispondiElimina
  42. É veramente il tipico dolce da "piú dirsi che a farsi" :-)
    Mi sa di essere una delle poche a sapere cosa sia questo frutto dal gusto cosí delicato contrapposto ad un aspetto cosí "rozzo"
    Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  43. :-D Piacere mio!

    Ehm...per la preparazione...eheh, a dire il vero non ho ancora deciso cosa fare...vorrei utilizzarla in diversi modi...anche un crumble forse, ma freddo...non so sai, sono in fase di elaborazione :-D
    Questa tua idea è stata proprio bella devo dire, credo che il gusto dell'annona si sia sentito favolosamente, vero? Sono sicura di sì! ;-D

    RispondiElimina
  44. @Gambetto: è un dessert velocissimo e versatilissimo

    @Camomilla: per quanto ne so, non si tratta di un frutto dimenticato, ma di un frutto esotico che si sta coltivando in Calabria con ottimi risultati

    @tartina: non lo conoscevo neanche io fino all’anno scorso …………

    @Wennycara: anch’io l’anno scorso quando li ho ricevuti in regalo, ho pensato la stessa cosa, ma poi mi hanno spiegato e mi sono ricreduta

    @Saretta: la similitudine con la crema pasticcera è un’opinione personale, ma poi fammi sapere la tua ……….

    @Onde99: per me il crumble è una bella scoperta e so già che diventerà un asso nella manica

    @ñ¡¢ø£ëtå: grazie per l’informazione

    @dada: perché no?

    @stefi: poi fammi sapere ……..

    @Mimmi: difatti non ho volutamente usato alcuna spezia, proprio per godere di questo interessante contrasto

    @Ago: sto pensando anch'io ad altri modi di gustarli: forse me ne regaleranno altri ….

    RispondiElimina
  45. Io lo mangio e trovo solo a Reggio Calabria. E' altamente calorico ma delizioso. Si trova solo per qualche settimana in agosto ed è bene mangiarlo maturo. Più o meno lo vendono a 2/3 euro al kilo... ma solo perché è Calabria...

    RispondiElimina
  46. Anche quelli che ho avuto io vengono da RC: dove abito io non si trovano :D

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO