20 aprile 2009

Torta al bergamotto

Dopo i festeggiamenti sotto tono di giorno 16 (con annessa torta al cioccolato, regalo della mia amica e cognata), domenica è stata la volta dei festeggiamenti solenni con tutta la famiglia al gran completo (tranne alcuni rappresentanti, assenti per impedimenti giustificati, di natura geografica) e pranzo di gala curato dalla mamma (!!!).
La torta di mia spettanza!
Premesso che da molti mesi non preparavo una classica torta pannosa e celebrativa, nonostante avvenimenti familiari se ne fossero avvicendati tanti (compleanno del fratellone, compleanno della mamma, compleanno del fratellino che anticipa di due giorni il mio ...), QUESTA torta doveva essere intensamente rappresentativa e augurale.
Ideazione lungamente elaborata e fase attuativa: aroma di bergamotto per tutta la cucina ed un errore imperdonabile ….
Vagheggiando una golosa glassa verde per copertura, ho diluito eccessivamente la crema di bergamotto che è miseramente “precipitata” attraverso i “pori” del pds, per depositarsi sullo strato interno già farcito.
Per soffocare la delusione e riparare all’impiastro, ho ricoperto in tutta fretta la torta con la panna, armonizzandola con decorazioni parche (v. berga-margherita mandorlata), altrimenti dette minimaliste.
Nessuna foto della torta per intero ed il proposito di rifarla al più presto.
Al momento di gustarla, però tutti si dissero entusiasti, definendola una delle mie torte più riuscite e incoraggiandomi a pubblicarla, nonostante le mie caparbie reticenze.
Stavo per annotare la ricetta su un file di uso privato a futura memoria, quando d’impulso, ho deciso di sciorinarla alla mia Finestra che diario personale è, in barba al suo aspetto pubblico.
In fondo quello di quest’anno è un compleanno importante!!!

Torta al bergamotto


Torta al bergamotto

Ingredienti
Pan di Spagna al bergamotto
(diam. 28 cm)
4 uova
130 g amido
125 g zucchero
1 bustina lievito
1 cucchiaino di olio essenziale di bergamotto

Crema chantilly al bergamotto
2 uova
250 ml latte
2 cucchiai zucchero
1 cucchiaio amido
200 ml panna
1 cucchiaino di olio essenziale di bergamotto

Bagna al bergamino
150 ml acqua
2 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di bergamino

Decorazione
200 ml panna
crema di bergamotto
mandorle a lamelle

Preparazione Pan di Spagna Separare i tuorli dagli albumi in due ciotole distinte e montare i primi con lo zucchero. Successivamente montare a neve ferma gli albumi e unirli alla crema di tuorli. Aggiungere a pioggia l'amido, il lievito, l’olio essenziale di bergamotto e rimestare delicatamente con la frusta, dal basso verso l'alto con un movimento rotatorio, fino ad ottenere un composto omogeneo. Versare il composto in una teglia imburrata e spolverizzata con farina bianca, quindi passare in forno per 30'. Sfornare e lasciare raffreddare.
Crema chantilly al bergamotto. Portare a ebollizione il latte. Nel frattempo montare a parte i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, al quale unire poco alla volta, l'amido setacciato, mescolando. Aggiunge a filo il latte caldo, quindi mettere la crema sul fuoco e farla addensare, senza mai smettere di mescolare. Al termine aggiungere l’olio essenziale di bergamotto e versare la crema in una ciotola a raffreddare, mescolando di tanto in tanto per evitare che si formi la pellicina in superficie.
Montare la panna a neve ben soda ed incorporarla delicatamente alla crema rimestare delicatamente con la frusta, dal basso verso l'alto con un movimento rotatorio rapido e costante, per non far disperdere l'aria inglobata.
Bagna. Portare ad ebollizione l’acqua con lo zucchero, lasciandolo sul fuoco per oltre 5’ dall’ebollizione ed infine diluirvi il bergamino.
Assemblaggio. Tagliare la torta con un coltello lungo, in due dischi, quindi adagiare il primo disco su di una gratella per dolci, irrorare con la bagna e spalmare con una spatola la crema, sovrapporre il secondo disco.
a) Decorazione ideale. Sciogliere la crema di bergamotto con poca panna liquida a bagnomaria e glassare la superficie della torta …
b) Decorazione reale. Dopo aver sciolto la crema di bergamotto con qualche cucchiaio di panna liquida a bagnomaria l’ho versata sulla torta: l’effetto colata l’ha portata a depositarsi sullo strato interno di crema e per rimediare, ho ricoperto di panna montata, completando i bordi esterni della torta con mandorle a lamelle.
Infine trasferire la torta su di un piatto di portata e far riposare in frigo.

Torta al bergamotto - dettagli

27 commenti:

  1. Fantastico racconto: sto ancora ridendo...comunque consolati perchè pare che alcuni tra i dolci più famosi ( tipo il panettone natalizio e la Sacher) siano proprio il risultato di ...errori!

    Forse hai creato un nuovo mito...!

    RispondiElimina
  2. bellissima, davvero originale come torta, almeno per me!
    buona serata.

    RispondiElimina
  3. che spettacolo amica mia,mille complimenti ;)

    RispondiElimina
  4. Che dire, tu Lenny sei mitica e dolce e raffinata. Questa tua torta poi mi sembra bella e buona.
    Devo ammettere che ho fatto veri pensieri solidi di fronte al dolce alla liquerizia (te lo sei inventato tu?).
    Mi ha sorpreso, liquerizia+ consistenza torta+ fiorellini meravigliosi?!
    Guardo sempre verso la finestra.
    Alla prossima, ciao

    RispondiElimina
  5. Comunque l'aspetto non sembra male, benché quasi monacale... e se è venuta poi così buona, perché non renderla pubblica? Hai fatto bene e buon compleanno, in ritardo!

    RispondiElimina
  6. buonissima, mi immagino il sapore di questa bontà un bacio

    RispondiElimina
  7. Parere di chi la torta l'ha assaggiata, ha fatto il bis, il tris ed il girno dopo ne ha gustato altri due pezzi: OTTIMA, dal gusto indescrivibile.... complimenti e nuovamente augurissimi!!!

    RispondiElimina
  8. E' per me quella fetta???....si dai lenny che sto proprio cercando diafferrarla dallo schemo senza esito....posso riproporla, anzi intendo proprio farla pr una prossima occasione...ma il bergamino?....mannaggia!

    Bravissima te lo dico con tutto il cuore :-)****

    RispondiElimina
  9. @virò: più che consolatorie, le tue parole sono lusinghiere … grazie per il paragone

    @marsettina: grazie e benvenuta

    @betty: ha un gusto un po’ fuori dal comune, ma di grande effetto. Ai miei familiari è piaciuta molto, inclusa la piccola Alessia, la mia nipotina di 3 anni che tra l'altro, ha contribuito anche alla decorazione

    @mirtilla: grazie carissima

    @mannu: la tortina alla liquirizia è una mia invenzione, seguendo con molta nonchalance lo schema del cheese cake e adattandolo ai miei gusti e/o suggestioni …
    Mi fa piacere e mi onora che tu ti affacci alla mia finestra

    @fantasie: l’aspetto è “monacale” perché dopo il fallimento del mio intento, ho cercato di salvare il salvabile. Pensa che avevo in mente di cimentarmi con il cioccolato plastico, modellando delle piccole roselline bianche …

    @federica: grazie

    @carmen: baci

    @Anonimo: grazie, rientri anche tu nel numero dei festeggiati (anche se con un imperdonabile, ma giustificato ritardo di 5 mesi)

    @mariluna: la crema al bergamotto è già a casa mia, per te, mentre il bergamino sta quasi per finire: ne ho preparato poco, perché si trattava di un esperimento e ne ho regalato una buona parte ai miei cari, ma sono certa che non avrai problemi a reperirlo in commercio!

    RispondiElimina
  10. nonostante la "colata lavica" come chiamo io queste situazioni..la torta deve essere superlativa..come già sai sono estasiata dal bergamotto!!

    RispondiElimina
  11. Era un po' che non passavo e mi sono persa un sacco di sfiziose e raffinate ricette. E poi mi mancavano le tue ricette al bergamotto :-) Sei sicuramente una perfezionista, ma a me questa torta sembra già perfetta.
    Un abbraccio
    Alex

    RispondiElimina
  12. Solo a guardarla la tua torta, mi sembra di sentire l'odore di bergamotto. Una creazione molto originale.

    RispondiElimina
  13. una chicca anche visiva conservo la ricetta in attesa di procurarmi bergamotto in una buona erboristeria potrei trovare? grazie e buona giornata

    RispondiElimina
  14. cio infilato un dito...si vede?
    www.chefmarco.splinder.com

    RispondiElimina
  15. A me sembra comunque molto bella, i tuoi familiari hanno fatto bene a insistere perché la pubblicassi!!! E ancora auguri, un abbraccio!

    RispondiElimina
  16. A parte il fatto che a me piace comunque...trovo che anche le piccole imperfzioni abbiano il loro fascino..sono vere, genuine, come dovrebbero essere le persone!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  17. Bè, mi sembra che la panna abbia ampiamente svolto il suo ruolo...e se non ci avessi svelato i retroscena, credo nessuno avrebbe avuto qualcosa da ridire...

    RispondiElimina
  18. Bella, interessante, colori delicatissimi,da grande festa insomma... occorre assaggiare con urgenza deve essere deliziosa!!!

    RispondiElimina
  19. ma dai il 16 aprile se non ho capito male è il tuo compleanno... il mio il 17....auguri in ritardo!!

    Non ho mai provato il bergamotto in cucina... ma mi piace da morire il suo intenso aroma...

    ma dove trovarlo???
    Cioa Vale

    RispondiElimina
  20. Che bellezza di dolce!!!!!
    Bello anche il contrasto dei colori.
    Brava!!!!!!!

    RispondiElimina
  21. Hanno fatto bene a convincerti a parlarne e non "rimuovere" idea e stimoli di questa splendida torta.

    Io una fetta non la disdegnerei affatto, anzi!

    ti abbraccio
    A.

    RispondiElimina
  22. Io tutto 'sto verde "precipitato" non l'ho visto. Che sia rimasta ipnotizzata da tutto il resto?
    Brava, complimenti e auguri in ritardo!

    RispondiElimina
  23. hanno fatto bene a convincerti a pubblicare questa fantastica torta che ha un aspetto davvero invitante. Bravissima Lenny!
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  24. ehhh figurati, se a me venissero così le torte farei l'abbonamento....
    peccato guardarla solo ;-( ciao!!

    RispondiElimina
  25. @giò: quali “vestali del bergamotto” ci ritroviamo concordi

    @cuoche dell’altro mondo: mi piacerebbe essere perfezionista e mi sforzo per esserlo, ma senza risultati ...

    @simona: è difatti un dolce molto aromatico e suggestivo

    @marcella candido cianchetti: credo che non avrai problemi a trovare l’olio essenziale di bergamotto in erboristeria

    @chef marco: ……………

    @onde99: grazie carissima

    @saretta: del resto sono anche le imperfezioni che caratterizzano l’unicità delle produzioni artigianali, ma a volte gli eccessi disturbano

    @virginia: non volevo ricorrere alla panna, perché rende tutte uguali le torte che preparo. In questo caso, avevo voglia di novità

    @dada: grazie

    @VALENTINA “cuoca” PER PASSIONE: auguri anche a te, arietina!
    PUOI TROVARE SENZA DIFFICOLTÀ L’OLIO ESSENZIALE DI BERGAMOTTO IN ERBORISTERIA.
    IL BERGAMINO CHE HO UTILIZZATO IO È HOME MADE, MA È REPERIBILE IN COMMERCIO ed HA UN COLORE TENDENTE AL VERDE.
    HO ACQUISTATO LA CREMA DI BERGAMOTTO IN UNA PASTICCERIA DI REGGIO CALABRIA, MA SE CLICCHI SULLA RELATIVA VOCE NEL CORPO DEL TESTO, TROVI IL LINK CORRISPONDENTE E FORSE PUOI ORDINARLA ONLINE.
    HO IDEA, MA NON HO ANCORA PROVATO, CHE SI POSSA SOSTITUIRE CON UNA GANACHE DI CIOCCOLATO BIANCO ED OLIO ESSENZIALE DI BERGAMOTTO, DA COLORARE CON IL COLORANTE ALIMENTARE (SE PIACE L’EFFETTO CROMATICO).
    SE PROPRIO NON RIECI A TROVARE QUESTI PRODOTTI, NON TI RESTA CHE PROCURARTELI IN LOCO, IN OCCASIONE DI UNA BELLA VACANZA IN CALABRIA!!!

    @stefi: nelle pasticcerie di Reggio Calabria, questa portentosa crema è utilizzata in ogni genere di dolce, rendendoli incantevoli alla vista ed al palato

    @alessia: ogni tanto metto da parte la mia ostinazione ed ascolto i consigli

    @mimmi: certo che è precipitato: secondo la mia immaginazione doveva fare da glassa …

    @fra: grazie

    @astrofiammante: grazie

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO