28 febbraio 2013

Diamantini di cioccolato, riso e caffè


Da buon italiana non posso fare a meno delle mie due tazze di caffè quotidiano: la mitica bevanda scura che si fa preannunciare da un borbottio gorgogliante e da un aroma avvolgente, da sorbire ancora fumante a piccoli sorsi
È una dipendenza con la quale convivo in armonia, a volte rasentando il ridicolo pur di assecondarla, come quando anni fa, con i miei familiari per la pasquetta scegliemmo un posto desolato in montagna, accanto ad un laghetto e quando nel pomeriggio il desiderio di caffè divenne incontenibile, li costrinsi a girovagare per chilometri alla ricerca di un bar che potesse soddisfare le mie richieste …
Con tali premesse non è difficile capire quanto possa amare i dolci al caffè 


Diamantini di cioccolato, riso e caffè


e come possa aver desiderato questi diamantini dopo aver letto gli ingredienti e perché mi abbiano poi delusa al primo assaggio, quando appurai che l’aroma del caffè era appena percepibile ….
Ma il giorno successivo, non paga attingendo alla scatola che li conteneva, ho finalmente ritrovato quel gusto che mi aspettavo e che forse il riposo ha fatto sì che emergesse, delicato e soave a dare carattere a questi biscottini, deliziosi anche per il contrasto tra la "leggerezza" dovuta alla farina di riso e la granulosità della parte esterna, cosparsa di granelli scrocchianti.

Le dosi sono abbondanti, ma considerando che si preparano velocemente e che ancor più rapidamente si consumano, vale proprio la pena di attenervisi fedelmente.
Tuttavia qualche modifica personale rispetto alla ricetta originale l’ho apportata, per esempio diminuendo leggermente la dose di burro ed aggiungendo del caffè ristretto per far sì che l’impasto si compattasse correttamente, ma anche per “intensificare” l’aroma del caffè che il nome promette ed infine ho sostituito il caffè solubile della finitura con quello in polvere che li rende ancor più croccanti. 


Diamantini di cioccolato, riso e caffè

Ingredienti

Diamantini
430 g burro + caffè espresso* (o 450 g di burro - ric. orig.)
250 g zucchero a velo
40 g tuorli codice 0 (= 4)
25 g uova codice 0 (= 1)
500 g farina di riso
2 cucchiaini di caffè in polvere (non presente nella ric. orig.)
60 g cacao amaro in polvere

Finitura
150 g zucchero semolato
5 g caffè in polvere (ric. orig. caffè solubile)


Diamantini di cioccolato, riso e caffè

Preparazione.
Impastare tutti gli ingredienti seguendo l’ordine* (dosando il caffè finché il composto non si compatta) e  lavorare fino ad ottenere un impasto sodo.
Modellare dei filoncini di 200 g l’uno, lunghi 40 cm circa, rotolarli nello zucchero miscelato con il caffè e farli riposare in frigo per qualche ora (io tutta la notte).
Successivamente tagliare i filoncini a fettine spesse 3 cm e far riposare nuovamente in frigo (facoltativo).
Cuocere in forno a 180°C per 15’ circa.
[Tratti da Golosi di salute di L. Montersino]



Conservare in una scatola di latta, chiudendovi qualche chicco di caffè che ne esalterà il loro aroma.


Diamantini di cioccolato, riso e caffè


62 commenti:

  1. Li ho in mente da tanto e mannaggia passa sempre avanti qualcos’altro! Ma li faccio, eccome se li faccio :) Di caffè in questo periodo altro che due tazzine...ne berrei a litri!!!!!!!!!!
    Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ne berrei a litri, ma cerco di contenermi ed a volte mi basta inebriarmi del solo aroma che sniffo senza ritegno :D

      Elimina
  2. Curiosi questi diamantini...quanto al caffè....come faremmo senza?? ;-) buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una vita senza caffè non sarebbe neanche pensabile :D

      Elimina
  3. Ma sono da fare assolutamente questi diamantini!
    Sono delle vere chicche deliziose:)
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di provarli e di gustarli il giorno dopo, perché danno il meglio di sé :D

      Elimina
  4. Io non riesco a far a meno del mio caffè, soprattutto al mattino: mi da la carica per iniziare la giornata (soprattutto quando mi alzo prima delle 7)! I tuoi diamantini sono uno spettacolo... perfetti per il caffè!
    Buona giornata! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io senza il caffè mattutino cado irrimediabilemante in uno stato di trance che non conosce bvia d'uscita :D

      Elimina
  5. ...il caffè però senza zucchero perché 450 g di burro........!!!!!!!
    Sicuramente saranno un sogno, un vero peccato di gola!!!!
    Ciao e alla prossima!
    Gabila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il caffè andrebbe bevuto amaro, per apprezzarlo al meglio!

      Ebbene sì, il quantitativo di burro sembra esorbitante ed in effetti è la prima osservazione che ho fatto anch'io leggendo la ricetta, ma per alcune ricette il burro è insostituibile e la quantità massiccia conferisce alle preparazioni una scioglievolezza unica: dobbiamo rassegnarci e te lo dice una che quando può, cerca di sostituirlo con l'olio evo.
      In questo caso devi considerare che la quantità di biscotti che si ottiene è tanta, difatti ne ho riempito una scatola grande, quindi il totale di burro è ben "distribuito" per così dire su un congruo numero di biscottini.
      Ed inoltre tutto sommato non sono poi più calorici di un cioccolatino!

      Elimina
  6. Mamma miaa! Non me lo dire.. adoravo il caffè e da quando non posso più assumere caffeina è una tortura sentirne il profumo!! Beh, questi diamantini stupendi non me li lascio certo scappare.. e piuttosto li faccio col caffè d'orzo!! Complimentissimi!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so come possano risultare con il caffè d'orzo, tutt'al più potresti omettere il caffè del tutto e lasciare che sia il cioccolato a personalizzarli :D

      Elimina
  7. Sono davvero dei piccoli diamanti...del gusto :) Lìaroma del caffè è arrivato fin quà ;-)

    RispondiElimina
  8. ma sono bellissimi! il loro nome in effetti è tutto un programma! io non amo così tanto il caffè, ma nei dolci mi ci riappacifico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'aroma non è forte, ma quel tanto per renderli più intriganti :D

      Elimina
  9. Li assaggiati fatti da Anna Luisa e sono fantastici....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando leggo ricette gluten free, penso sempre a te :D

      Elimina
  10. Non avendo in casa il caffè sciolto se non in capsule (orami sono nespresso dipendente) mi devo procurare del caffè sciolto. Non penso siano la stessa cosa se non li spolveri con del caffè.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Omettendo il caffè in polvere, l'aroma dello stesso sarà molto più tenue, ma c'è comunque il cioccolato a dare loro carattere, quindi potresti osare .....

      Elimina
  11. Milena, ma la ricetta originale è quella di Felder? Io li ho visti lì ma non ho mai provato a farli, anche perchè un po' mi spaventa la quantità di burro, ma devono essere delizios.
    Baci
    Elvira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricetta che ho seguito io è di Montersino ed in calce al post lo trovi annotato ....
      E' vero la quantità di burro è esorbitante, ma i biscotti sono piccini, tanto da poterli considerare alla stregua dei cioccolatini ed inoltre con quelli dosi ne ottieni tantissimi :D

      Elimina
  12. che belli che sono, devono essere un accompagnamento davvero invitante! Brava!

    RispondiElimina
  13. Il caffè in purezza non lo bevo quasi mai, non che non mi piaccia ma preferisco una bella tazza di tè.
    Invece il suo profumo nei dolci mi fa impazzire, letteralmente: dolcetti subito salvati!

    RispondiElimina
  14. Ohhhhh queste cosine qui devono essere da delirio. Sono qui che sbavo pensando alla bonta' di questi biscottini. Questa non mi scappa di sicuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provali: ti piaceranno da matti :D

      Elimina
  15. Droga pura per i dipendenti da caffè...mi paiono deliziosi!!!

    RispondiElimina
  16. Non sono una vera drogata di caffè, ma non posso assolutamente rinunciare alla tazzina di quel liquido scuro dopo pranzo, inoltre lo adoro nei dolci. Questi biscottini mi piacciono davvero tanto, vale la pena provarli. Marta

    RispondiElimina
  17. Ne ho fatti di simili...ed erano come le caramelline, uno dietro l'altro!! MI piace molto la tua versione con la farina di riso, da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pericolosissimi: non ci si può fermare!

      Elimina
  18. Anch'io, come te, adoro i dolci al caffè, e desidero che il gusto di quest'ultimo sia ben spiccato... effettivamente sono totalmente dipendente dal caffè, altro che due tazzine... vado a farmi la quinta giusto ora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A cinque arrivavo ai tempi in cui studiavo e poi a fine esame ero ok!

      Elimina
  19. wooooooooooooow!!! non oso immaginare proprio quanto siano buoni... li divorerei tutti!!!

    RispondiElimina
  20. Non vedo l'ora di provarli, sembrano fantastici! Grazie della ricetta!

    RispondiElimina
  21. Ti stavo per chiedere se erano di Montersino, li avevo letti sul suo libro!
    Ecco io sono un'italiana atipica, visto che non bevo caffè, se non sporadicamente quello di orzo...ora di fare le valigie?! :D
    bellissimi, una cosa che amo è l'aroma ed il profumo di caffè.
    Baci
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riflettevo che forse l'aroma di caffè nei dolci mi piace più della vaniglia!

      Elimina
  22. anche io non posso fare a meno del caffè ma sai che all'estero invece me lo dimentico proprio?! ottimi questi diamantini..mi piaciconoproprio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I meccanismi che regolano le nostre esigenze, patiscono le suggestioni del momento!

      Elimina
  23. Ciao e complimenti per il bellissimo (e sempre interessante) blog, che leggo con continuità pur senza commentare. E' da secoli che cerco questa ricetta: ho assaggiato gli originali di Montersino e li ho trovati deliziosi... Una domanda tecnica: il consiglio dello spessore a 3 cm è dovuto al fatto che in cottura si appiattiscono allargandosi? Vanno distanziati molto nella teglia?
    Grazie e buona giornata!
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un piacere conoscerti :D
      In cottura non si allargano molto, quindi non devono essere molto distanziati, ma è importante osservare il riposo in frigo per ottenere una forma perfetta.
      L'indicazione dei 3 cm di spessore penso abbia una finalità puramente estetica :D
      Se li fai, fammi sapere :DDD

      Elimina
    2. Grazie della risposta! Mi piacerebbe molto provarli a breve, casomai ti saprò dire.
      Ciao ;-)
      Chiara

      Elimina
    3. Fatti! Li ho portati in ufficio e sono spariti in un batter d'occhio quindi credo siano piaciuti :-D
      Ti scrivo alcune osservazioni, magari possono servire a qualcuno....
      1) Hai fatto benissimo a riportare le grammature delle uova perchè per me già solo 1 uovo e 1 tuorlo erano pure troppi (passavano gli 80 gr)
      2) Ho impastato col Bimby: l'impasto era troppo rispetto alla capienza/potenza del Bimby. Dopo poco mi sono dovuta rassegnare a "impastare" a mano.
      3) Forse a causa del burro troppo sciolto (dalle lame del Bimby!) il composto era difficilissimo da lavorare. Per modellare i salsicciotti ho dovuto farlo stazionare in frigo un paio d'ore.
      4) Ho voluto fare dei salsicciotti con un diametro troppo grande, il che mi ha impedito di fare delle fette molto spesse. Immagino che con un diametro più piccolo uno spessore di 3 cm ci stia bene.
      5) Il fatto che i miei biscotti fossero 4 cm di diametro per 1 circa di spessore li ha portati a sformarsi un po' in cottura, nonostante il riposo in frigo.
      6)L'aroma di caffè, molto forte nell'impasto crudo, si è ahimè affievolito dopo la cottura.
      7) Sebbene il sapore si avvicini molto all'originale, la consistenza è proprio diversa (non sono così "farinosi"). Immagino che la versione "a lunga conservazione" venduta da Montersino sia diversa, oppure non la sta raccontando tutta :-D

      Fatte queste premesse, erano buonissimi!
      Buona giornata :-)
      Chiara

      Elimina
    4. Grazie per le tue considerazioni preziosissime per me che ho la possibilità di confrontarmi con la tua esperienza e per chi si vorrà cimentare con questa ricetta, in quanto potrà avere a disposizione una casistica più dettagliata :D

      Un bacione :D

      Elimina
  24. il profumo del caffè nei dolci è stupendo! e questi biscotti non sono da meno!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'aroma del caffè rende i dolci speciali :D

      Elimina
  25. Grazie per la ricetta, ho fatto i diamantini ieri e sono andati a ruba! Che buoni e che profumo! Ti auguro una buonissima domenica
    :-)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata a dirmelo: mi fa un enorme piacere che siano stati all'altezza delle tue aspettative :D
      Un abbraccio :D

      Elimina
  26. Questi te li devo copiare quanto prima!!! Io sono una dipendente dal caffè peggio fu te! Due tazzine mica mi bastano!!!

    RispondiElimina
  27. Ho appena rifatto i tuoi cantuccini agli arachidi e già sono conquistato da questi diamantini. Ho una certa reticenza nei confronti di Montersino...e non scherzo quando dico che sei una delle poche che è riuscita a convincermi a provare una delle sue ricette. L'altra per la precisione è siciliana...
    Non resisto alle voci gastronomiche terrone!! :D eheheheheeh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. W la terronia :D
      Eh Eh!!!!
      Grazie :D

      Elimina

RETROSCENA DI GUSTO