4 marzo 2013

Involtini di porri e cicerchie


Qualche anno fa, insieme ad una mia amica mi recai  nella città vicino alla località in cui abito, per fare shopping e dopo che “portammo a termine la nostra missione”, lei volle fare una puntatina al mercato per fare la spesa ed acquistò dei porri.
Non fui molto felice di quel compagno di viaggio invadente che mi impose e tra le tante, temetti per “l’integrità olfattiva” dei nuovi acquisti, ma a pericolo scampato, il giorno dopo la curiosità fu così tanta che volli provare a cucinare il porro e da allora è divenuto frequentatore assiduo della mia dispensa ….
Filiforme slanciato e con un bel ciuffo verde, non passo certo inosservato per la sua fragranza che si accentua al momento del taglio e che in cottura si esalta, profumando la casa e suscitando il desiderio delle visite occasionali. 
Sabato scorso ho preparato degli involtini

Involtini di porri e cicerchie

dal ripieno morbido, con patate e cicerchie (ma si possono utilizzare altri legumi), sormontati da granella di mandorle che li rendono ancora più interessanti: in altre parole dei simil cannoli salati.



Involtini di porri e cicerchie

Ingredienti x 4-6

3-4 porri dimensioni medie
70 g cicerchie
200 g patate
rosmarino
scorza arancia bio
sale e pepe
olio evo
mandorle tritate

Preparazione. La sera prima mettere a bagno le cicerchie e l’indomani, sciacquarle bene, coprirle d’acqua e farle cuocere con un rametto di rosmarino. A cottura ultimata, scolarle e frullarle aiutandosi con l’acqua di cottura e dell’olio evo per ottenere un composto sodo che va regolato di sale. 
Lessare le patate, schiacciarle e aggiustare di sale.
.
Eliminare le estremità dei porri e ricavarne dei tronchetti lunghi circa 8 cm. Incidere ogni tronchetto in senso longitudinale e mettere da parte due guaine integre, eliminando le due guaine esterne (la prima va buttata e la seconda si può utilizzare per un risotto) e conservando le parti centrali.
Lessare per un minute le guaine di porro (attenzione: questo è il cosiddetto passaggio critico: se si cuociono troppo, sarà difficile avvolgerle, quindi tenerle piuttosto “al dente”), poche per volte e farle asciugare su carta da cucina.
Preparare il ripieno che dovrà risultare piuttosto sodo e compatto, amalgamando le patate schiacciate con la crema di cicerchie, aggiungendo dell’olio evo se serve e profumando con la scorza d’arancia grattugiata (se ne dovesse avanzare, si possono preparare delle polpettine come queste).

Disporre una parte del composto su ogni doppia guaina, avvolgere, disporre in una pirofila unta d’olio, completare con un giro d’olio e la granella di mandorle e far gratinare in forno [Liberamente tratti da Cucina naturale].

Consiglio: con gli “scarti” si può preparare un risotto (qui) ed eventualmente si possono utilizzare le foglie verdi per realizzare “una stuoia” che renderà più raffinata la presentazione.

Cicerchie

38 commenti:

  1. I porri sono frequentatori assidui anche del mio frigo. Non ho invece mai provato le cicerchie. Ad istinto lo trovo un matrimonio molto ben riuscito sia al palato che alla vista. Sono bellissimi questi involtini e son sicura anche molto gustosi. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho assaggiato le cicerchie qualche anno fa, ma ne avevo sentito parlare ai miei da sempre: un tempo era un legume molto diffuso ....

      Elimina
  2. Sono eccezionali quanto delicati, carissima! Una presentazione da 10 e lode! :D Complimenti sinceri e un abbraccio grande per un inizio settimana splendido! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li ho fatti gratinare un po' troppo: colpa del rametto di rosmarino che sono andata a raccogliere fuori :(

      Elimina
  3. Li ho scoperti quando oramai ero già "grande" (cioè vecchia :DD) e me ne sono innamorata al primo assaggio. Li adoro e li metto praticamente ovunque, dalle verdure saltate in padella, risotti, stufati e via dicendo. Però non ho mai fatto degli involtini...bisogna che li provi anche così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io li uso in molte pietanze ed inoltre una volta a settimana tocca al risotto :D

      Elimina
  4. che idea fatanstica...andrebbe a pennello con certi miei amici...la rifarò sicuramente!mi piace moltissimo l'idea del ripieno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed il ripieno lo puoi anche preparare in anticipo!

      Elimina
  5. Mai provata la polenta con il sugo di porri?!A casa mia almeno una volta ci scappa in inverno. Oppure ci facciamo la frittata, agli involtini non avevo mai pensato. Mi sembra davvero un'idea originale, complimenti!
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' gravissimo: non ho mai provato le ricette che citi!!!!!!!!!!!

      Elimina
  6. Odi et amo...cotti sono uno spettacolo ma, devo fare attenzione x la digestione acidenti!
    E' la seconda versione che vedo a mo di cannolo, li farò al più presto!
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo caso potresti provare, perché sono sbollentati e quindi più leggeri ....

      Elimina
  7. che buoni che sonoooooooo!!! pazzeschi!!!

    RispondiElimina
  8. Mitici! io questi porri ti giuro che non sapevo più come cucinarli quest'anno,mi uscivano dalle orecchie! la prossima volta che mi ricapitano tra le mani,questi involtini li voglio proprio provare! quante alle cicierchie, non le ho mai assaggiate, e in qualità di mangiatrice compulsiva di legumi è una pecca a cui devo al più presto porre rimedio!
    buona giornata,a presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se trovi le cicerchie, provale: hanno un gusto delicatissimo :D

      Elimina
  9. Ma che bella ricetta mi sa che sfrutto l'idea a ame il porro mi fa letteralmente impazzire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quando l'ho scoperto, anch'io lo adoro :D

      Elimina
  10. L'idea di usare i porri come cannelloni è geniale! Ma quando le pensi queste trovate?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per la fiducia, ma l'idea viene da un vecchio numero di Cucina naturale, annotato in calce al post!

      Elimina
  11. I porri mi piacciono moltissimo! Di solito li consumiamo sotto forma di zuppa, ma la tua idea di fare degli involtini è molto astuta e diversa dal solito! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece non li ho mai usati per una zuppa ....

      Elimina
  12. I porri, come i cipolotti, non mancano mai in casa mia perciò adoro questa ricetta che li vede protagonisti assoluti. Avvolgente e gustoso pure il ripieno....

    'notte

    RispondiElimina
  13. Una trovata a dir poco deliziosa, è molto bella l'idea di utilizzare il porro per avvolgere un ripieno. E'anche un piatto molto salutare e completo, ma, non per questo, punitivo. Ci piace moltissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I legumi ne arricchiscono piacevolmente il gusto :D

      Elimina
  14. ma che bella idea!!! Io il porro lo uso molto poco, ma vede che ha tante potenzialità!!! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo puoi usare anche in sostituzione della cipolla, per cominciare ad entrare in confidenza!

      Elimina
  15. Ciao, ok non siamo delle amanti delle cicerchie, ma i tuoi involtini con porri e patate sono davvero molto invitanti!
    baci baci

    RispondiElimina
  16. davvero particolari e bellissimi questi involtini!!!

    RispondiElimina
  17. Ma che spettacolo!!! Sento già di amarli...

    RispondiElimina
  18. Risposte
    1. La granella di mandorle è il tocco in più che li rende speciali!

      Elimina
  19. li avevo visti sulla rivista e mi avevano ispirata un sacco. Non li ho ancora provati però. Io sono un'amante del porro, fa benissimo. Devo provare!
    Bellissime foto, come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai attenzione alla cottura dei porri, perché la prima volta che li ho fatti, l'anno scorso mi hanno deluso molto ....

      Elimina

RETROSCENA DI GUSTO