21 novembre 2011

Treccia soffice con cipolle caramellate, zucca al rosmarino e noci

La magia dell’impasto che si trasforma e si anima, i tempi di attesa per la lievitazione, il profumo che esce con prepotenza dal forno ed inebria tutta la casa …..
Se tutto ciò è una malia che si rinnova ogni volta, molto di più è questa treccia, soffice quasi quanto una brioche salata
Treccia soffice con cipolle caramellate, zucca al rosmarino e noci

dove grande è il divertimento prima nel decidere come farcirla e poi nell’intrecciarla: sabato l’ho preparata con cipolle caramellate, zucca al rosmarino e noci, ma direi che le varabili sono davvero tante!

Treccia soffice con cipolle caramellate, zucca al rosmarino e noci

Ingredienti x 2 trecce

Pasta
500 g farina grano duro
315 ml latte
1 cucchiaino zucchero
1 cucchiaio olio evo
3 g lievito di birra secco (o 7 g lievito secco o 15 g lievito di birra fresco)*
1 cucchiaino sale

Ripieno
500 g zucca
rosmarino
300 g cipolle rosse di Tropea
aceto balsamico
1 cucchiaio zucchero
sale, olio evo
150 g gherigli noci

Finitura
1 uovo codice 0
sesamo biondo

Preparazione.
Zucca al rosmarino. Mondare la zucca, lavarla e ridurla a cubetti. In un tegame scaldare l’olio con trito finissimo di cipolla ed un mazzetto di rosmarino (volendo si può legare con filo da cucina, per evitare che gli aghi si disperdano nella zucca) ed unire la zucca, regolare di sale, bagnare con un po’ d’acqua e portarla a cottura (fermandosi quando è ancora soda).
Cipolle caramellate. Mondare le cipolle, lavarle e tagliarle a fettine sottili. Trasferirle in una pentola capace con un po’ d’olio evo, aggiungere lo zucchero, regolare di sale e bagnare durante la cottura, se necessario con un po’ d’acqua. Quando stanno per diventare tenere, aggiungere l’aceto balsamico e spegnere.
Treccia. Setacciare la farina, miscelarvi il lievito ed impastarla aggiungendo il latte caldo e per ultimo il sale. Impastare bene e trasferire in un contenitore unto d’olio, incidervi una croce e sigillare con pellicola alimentare e far lievitare sino al raddoppio *(io ho usato solo 3 g di lievito in quanto ho fatto lievitare l’impasto per più di 12 ore in cucina con i caloriferi spenti).
Riprendere la pasta, impastarla brevemente, dividerla a metà e lavorare una porzione alla volta, dividendola in tre parti. Stendere ognuna, formando un rettangolo di 15 x 40 cm, distribuire su ogni rettangolo una metà della zucca ben sgocciolata, sull’altra metà delle cipolle anch’esse ben sgocciolate ed infine sulla terza metà delle noci grossolanamente tritate, lasciando in ognuna un bordo vuoto di 2 cm. Arrotolare ogni rettangolo dal lato più lungo e spennellare con l’uovo battuto il bordo per sigillare i rotoli e lasciare la giuntura verso il basso. A questo punto intrecciare i tre rotoli, formando la treccia e rincalzarne le estremità.
Procedere allo stesso modo con l’altra metà di pasta, adagiare le trecce sulla placca rivestita con carta forno, coprirle con un canovaccio umido e lasciarle lievitare ancora per 15’ in forno tiepido.
Spennellare con l’uovo battuto, cospargere con il sesamo ed infornare in forno preriscaldato a 200° per 35’-40’ a modalità ventilata.
Sfornare e lasciar raffreddare su una gratella.

Ricetta correlata

 
Treccia soffice con cipolle caramellate, zucca al rosmarino e noci
 
- .... e naturalmente nelle fette successive, il ripieno è più abbondante! -

45 commenti:

  1. sono le...7,17 del mattino, colazione salata?
    :D che bello manca solo il ciavuru che inebria la casa poi sarebbe perfetto ***
    BG *

    Cla

    RispondiElimina
  2. spettacolare, il pane a forma di treccia mi fa impazzire anche io lo preparo spesso, ripieno ancora meglio!

    RispondiElimina
  3. E' meravigliosa questa treccia!!! Mi immagino il sapore della zucca con le cipolle.....che bontà !

    RispondiElimina
  4. wow...che splendore... e che ripieno strepitoso!!! segno...

    RispondiElimina
  5. Concordo circa i riti dei lievitati! E vedo che per fare questa treccia perfetta ottima anche per un brunch, hai avuto tempi di lievitazione simili a quelli del lievito madre ;)! Mi hai fatto venire voglia di mettere di nuovo le mani in pasta e visto che stasera devo cibare Blob......Un bacione

    RispondiElimina
  6. Lenny, sei provvidenziale! Stavo appunto cercando di capire come realizzare una treccia ripiena (dolce, però, con la marmellata), ma non riuscivo a capire il metodo da usare: grazie per avermelo spiegato e soprattutto per avermi dato l'idea di provarla anche in versione salata!

    RispondiElimina
  7. Bella la presentazione come sempre tesoro e devo dire che in questo caso tra quella dolce e salata preferisco decisamnete la seconda...divinamente gustosa!!baci,Imma

    RispondiElimina
  8. ecco un'altra delle tue ricette che metto nella lista delel cose da provare!e' mia!

    RispondiElimina
  9. Questa treccia è veramente incantevole! Davvero, complimenti! Mi piacerebbe provare a farla ma onestamente sembra piuttosto complessa... dovrò dedicarci una bella domenica piena ;)

    RispondiElimina
  10. Ricetta meragliosa: mi piace tutto, dalle cipolle alla forma della treccia, dalla foto alla zucca :-)
    bravissima e complimenti, simo

    RispondiElimina
  11. Milena, che meraviglia! Da patita di lievitati non posso che rimanere incantata davanti questa treccia perfetta!

    RispondiElimina
  12. Questa treccia con tre ripieni diversi mi piace davvero tantissimo: sabato ci provo e poi torno a dirti come è andata...

    RispondiElimina
  13. Mamma mia che meraviglia, Lenny!!! :-9

    RispondiElimina
  14. Tu sei davvero geniale...mi piacerebbe proporla per le festività!

    RispondiElimina
  15. Ma che bontà! Dev'essere gustosissima questa treccia, immagino già il profumo che si spande per tutta casa! Complimenti!

    RispondiElimina
  16. è splendida!!! e che meraviglia tagliarla e scoprire quel ripieno gustosissimo!!! ;)

    RispondiElimina
  17. Un vero spettacolo a prima vista! Complimenti

    RispondiElimina
  18. Cavolini che fame ! Bellissima
    Mandi

    RispondiElimina
  19. Dimmi che ne e' rimasta una fettina...ti prego anche il culetto con poco ripieno mi andrebbe bene :)))

    RispondiElimina
  20. E dopo tanti profumi... anche il palato può assaporare una vera delizia.

    RispondiElimina
  21. Bellissima al tua treccia1 abbiamo eltto con attenzione come hai composto il ripeino e volgiamo proprio provarlo!
    un trio di sapori intrigante ed autunnale...
    baci baci
    manuela e silvia
    Spizzichi & Bocconi

    RispondiElimina
  22. Milena... è stupenda: sembra appena uscita da un panificio. Intreccio e lievitazione perfetta, chissà che gradevole il retrogusto di zucca!

    RispondiElimina
  23. Mi sono INNAMORATA ... Questa treccia è troppo bella e troppo buona per non essere mangiata :) baciiii

    RispondiElimina
  24. Questa treccia è meravigliosa! invita a mangiarla! davvero complimenti!!!

    RispondiElimina
  25. ciao milena, è deliziosa questa trecciona!
    mi fa venire una fame incredibile!
    grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
    b

    RispondiElimina
  26. Che tripudio di sapori, questa treccia è proprio ciò che vorrei trovarmi davanti domani in pausa pranzo!

    RispondiElimina
  27. CIAO,mi piacerebbe invitarti a 7 link projects, non è la solita catena di sant'antonio, è un'idea molto carina, un viaggio a ritroso nel proprio blog, linkare 7 post che ci rappresentano e poi passare l'invito ad altri 7 blog, passa da insalatamista fra un pochino, devo sempre completare il post :-)
    se non ti va o non hai tempo, non succede assolutamente nulla :-)

    RispondiElimina
  28. Ma che delizia questa treccia soffice farcita!!! Sembra così morbida e sfiziosa...
    Eludendo gli ingredienti che non uso nella mia cucina potrei provarla anch'io :) sembra ottima!

    RispondiElimina
  29. Da prendere prepotentemente a morsi!!
    Immagino che bontà... brava!

    RispondiElimina
  30. stupenda!!!! in un certo senso ci ha accomunato l'idea di farcire un lievitato e so' quanto poi é buono da mangiare!!!!

    Un saluto affettuoso

    RispondiElimina
  31. Che meraviglia!!!!!! Adoro la zucca e questa non mi scappa. . . grazie della splendida ricetta!

    RispondiElimina
  32. Da fare per Natale, deve essere buona da svenire!!!! baci

    RispondiElimina
  33. Altro che psicoterapia....fare queste trecce é curativo...Bellissima e buonissima..
    Baci, Simo

    RispondiElimina
  34. Milena sai che potrei mangiarmene una buona metà da sola? La trovo molto golosa questa treccia, il dettaglio che mostra il ripieno mi mette una discreta fame :)

    RispondiElimina
  35. Anche la versione con cipolle e zucca non mi dispiace affatto!!! Ma come dici le versioni sarebbero infinite... ho provato varie volte una ricetta simile cma con farina "00" proverò a sostituire con quella di grano duro...

    RispondiElimina
  36. anchio sono sempre conquistato dalla magia del forno, come un bambino :)
    la tua treccia è di una golosità pazzesca :P

    RispondiElimina
  37. La trovo una ricetta geniale! Assolutamente da rifare!

    RispondiElimina
  38. @tutti: è una treccia che mi ha dato molte soddisfazioni, soprattutto quando ho raccolto gli apprezzamenti di mio fratello che non ama molto la zucca: difatti il mix dei tre sapori la rende varia e non monotona, ma sto già pensando di replicarla con la farcia di sole cipolle e noci .....

    @aaretta m.: I tempi di levitazione che ho osservato sono lunghi, ma mi hanno permesso di "lavorare" con poco lievito di birra, eliminando quell'inconfondibile "sentore" che molto spesso lascia nei lievitati.

    @Serena: sono felice di esserti stata utile :D

    @Virò: aspetto :D

    RispondiElimina
  39. bellissima questa treccia ripiena e super rustica! sai cosa mi fa venire in mente? un pic nic in mezzo ad un prato o un brunch con gli amici!

    RispondiElimina
  40. E' perfetta per occasioni come quelle da te descritte, giocando eventualmente con diversi ripieni :D

    RispondiElimina
  41. Potrei fare chilometri e chilometri per venirla ad assaggiare ;-)

    RispondiElimina
  42. Ti aspetterei a bracce aperte :D

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO