23 novembre 2011

Tartellette di mais e riso con frangipane al caffè

Una tazza di caffè fumante dà energia e la giusta carica per affrontare qualsiasi momento della giornata, ma se la si accompagna a dei bocconcini deliziosi che rallegrano il palato, il tutto si trasforma in un momento di puro piacere.

Tartellette di mais e riso con frangipane al caffè

La frolla è fatta con farina di riso e di mais e custodisce con delicatezza una frangipane al cacao con un accenno delicato di caffè e a completarle, una glassa al cioccolato al tenue aroma di caffè.
Perfette per qualsiasi momento della giornata, si possono trasformare anche in una gradita idea regalo.


Tartellette di mais e riso con frangipane al caffè

Ingredienti (x 9 tartellette e 4 mini tarte ø cm 11/12)

Frolla di riso e mais (570 g)
113 g burro
95 g zucchero a velo
70 g tuorli codice 0 (= 3 tuorli)
125 g farina di riso
88 g farina di mais fioretto

Frangipane al caffè
95 g mandorle non pelate
90 g zucchero di canna
95 g burro
105 g uova codice 0
35 g farina di riso (ric. orig. 27,5 g farina di riso + 7,5 amido di riso)
10 g cacao
1 cucchiaio caffè espresso (ric. orig. 2 g orzo solubile)

Ganache al caffè
62 g panna fresca
1 cucchiaino caffè espresso (ric. orig. 2 g orzo solubile)
12 g sciroppo di glucosio
75 g cioccolato fondente al 72 %
20 g burro

Finitura
riso soffiato
zucchero semolato

Preparazione.
1. Frolla di riso e mais. Lavorare il burro ammorbidito con lo zucchero a velo, quindi unire i tuorli e le farine setacciate. Formare con la pasta, un panetto, avvolgere nella pellicola e far riposare in frigo per un paio d’ore (la ric. orig. prevede 2 g di lievito chimico che ho omesso in quanto ho preparato la frolla un giorno prima).
2. Stendere la pasta tra due fogli di carta forno e ritagliare dei dischi del diametro leggermente più grande degli stampini: con questi rivestire gli stampini e farli riposare in frigo.
3. Frangipane al caffè. Tritare finemente le mandorle non pelate fino ad ottenere una polvere fine. Montare il burro con la polvere, unire a filo le uova intere e battute e l’amido setacciato con il cacao.
4. Prelevare gli stampini dal frigo e riempirli, con il frangipane tenendosi al di sotto del bordo ed infornare in forno pre-riscaldato a 180° per circa 20’. Sfornarle ed attendere il completo raffreddamento poiché la frolla è alquanto fragile.
5. Ganache al caffè. Far bollire la panna con il glucosio ed il caffè, allontanare dal fuoco ed unirvi il cioccolato finemente tritato ed il burro. Mescolando bene con una frusta fino ad ottenere un composto liscio e setoso.
6. Versare in piccole quantità (per evitare che possa debordare ed alterare l’estetica dei dolcetti) la ganache ancora calda sulle tartellette ed attendere che si rapprendi un po’, quindi decorare con zucchero di canna e riso soffiato. [Liberamente ispirate ai Filoncini orzo, riso e cioccolato tratti da Golosi di salute di L. Montersino]

46 commenti:

  1. Deliziose e golose queste tartellette.


    ciao

    RispondiElimina
  2. Una vera squisitezza. Posso passare a prendere un caffè da te?
    Baci

    RispondiElimina
  3. Milena sono dei bocconi di scioglievolezza, così me li immagino al palato!
    Equilibrati in tutto, complimenti!

    RispondiElimina
  4. Interessante anche perchè a me il caffè piace amaro ma accompagnato da qualcosa di piccolo e sfizioso

    RispondiElimina
  5. Ma la farina di mais fioretto è la stessa che si una per la polenta? O è specifica per dolci? Buonissime sicuramente...Brava!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao! complimenti, sono elegantissime e originali!
    Una frolla corccantina e friabile ed un ripieno morbido ma deciso!
    ottime e scenografiche!
    bacioni

    RispondiElimina
  7. La farina di mais nella frolla è una cosa deliziosissima che mi ha svelato una signora che conosco: avrà cent'anni eppure ricama e cucina con un'energia invidiabile e mi ha passato una ricetta della frolla che contiene, appunto, farina di mais, più o meno con le proporzioni usate da te (solo che al posto della farina di riso lei usa quella di grano tradizionale. Mi fa impazzire il ripieno al caffè, un gusto che adoro in tutte le sue "manifestazioni"!

    RispondiElimina
  8. Meraviglia delle meraviglie... praticamente senza glutine (buono per me e per tanti altri che sono intolleranti!). Questa ricetta me la segno e proverò sicuramente a farla. Grazie mille, ti seguo da un po' "silenziosamente". Ciao - Sara

    RispondiElimina
  9. Sono intollerante alla caffeina :(
    Ma cavolo quanto attirano questi dolcettini qua!!!!

    RispondiElimina
  10. ... dimenticavo, il glucosio si può sostituire con il miele vero? Grazie ancora, Sara

    RispondiElimina
  11. Perche' nessuno mi regala mai delizie simili???
    Me le faccio da sola anche stavolta, ho capito
    :-)

    RispondiElimina
  12. Assolutamente deliziose, e la frolla mi piace molto!

    RispondiElimina
  13. Davvero chiccosi questi dolcetti, la frolla alleggerita mi piace tantissimo proprio per la sua consistenza!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  14. molto eleganti le tue tartellette.. complimenti! perfetti per una pausa caffè.. io oggi ho fatto qualcosa di simile.. i brownies..
    ciao

    RispondiElimina
  15. io la frangipane la userei ovunque, è una droga!!!!!! ottime, come sempre :)

    RispondiElimina
  16. ma sono una meraviglia!! davvero bellissime e anche buonissime posso immaginare dalla ricetta:)
    brava e un bacione

    RispondiElimina
  17. Aunque no me gusta el café con el chocolate ya sí. Y estas tartaletas tienen una pinta muy buena. Me encanta.
    Besines

    RispondiElimina
  18. Meravigliose, perchè non solo sono belle da vedere, ma viene voglia di avvicinarsi al video ad assaggiarle !!!

    RispondiElimina
  19. Voglio concedermi anch'io un dolce piacere come questo...

    RispondiElimina
  20. Come ha già detto Stefania..perchè non ricevo mai delizie del genere?!Come sempre c'è una delicatezza tutta tua di fondo, grande Milena!bacio

    RispondiElimina
  21. meraviglia! la frangipane è la mia passione ma il gusto di caffè è il tocco di grazia!!!
    ciao :-)

    RispondiElimina
  22. Ma tu non puoi presentarmi queste incantevoli delizie!!! A parte il ripieno che è molto ma molto ammiccante... mi piace molto anche la frolla con quel tocco di rustico e croccantino che regala la farina di mais! Sono spettacolari per davvero!

    RispondiElimina
  23. Sono un'opera d'arte e di bontà queste tartellette! La pausa caffè che già di suo trovo piacevole, con questi sfizi diventerebbe il mio momento preferito della giornata! Un bacione

    RispondiElimina
  24. Piccole bomboniere golose tesoro..baci,imma

    RispondiElimina
  25. Questi dolcetti sono una vera poesia!

    Quando vedo le mandorle o le nocciole da tritare penso sempre di sostituirle con le relative farine ma ho letto sulla confezione che contengono una buona dose di zucchero.

    Devo quindi ridurre la dose complessiva di dolcificante nella preparazione?

    RispondiElimina
  26. Splendida creazione...complimenti! Anch'io amo il caffé amaro ma accompagnato da uno sfizietto. e queste tartellette mi renderebbero felice :-)
    un saluto
    simo

    RispondiElimina
  27. Golose e originali queste tartellette, complimenti!!!!!!

    RispondiElimina
  28. @tutti: per coloro che non amano il caffè, quest'ultimo si può sostituire con orzo, come da ricetta originale ed inoltre volendo si può anche fare a meno della glassa: difatti per il formato più grande che ho riservato per la colazione, ho lasciato la frangipane "nature" con un risultato comunque gradevoli ...

    @pergliamiciNina: per quanto ne so (o meglio da come ho leto sul pacchetto che ho acquistato) è la stessa farina usata per la polenta, ma ha una grana più fine che la rende particolarmente adatta ai dolci (grana che con i macinacaffè casalinghi non si riesce ad ottenere) ...

    @Sara: mi fa un immenso piacere ricevere commenti dai lettori, perché è questo il bello del blog: poter scambiarsi informazioni tra appassionati.
    Il glucosio secondo me non è necessario, nel senso che contribuisce a rendere un po' più cremosa la ganache, quindi in mancanza si può sostituire con del miele d'acacia (che è molto delicato e poco invadente) o se ne può anche fare a meno, eventualmente aumentando di poco il quantitativo di panna o burro ...

    @Virò: non ho mai prestato attenzione a ciò: per la farina di nocciole provvedo sempre da me, mentre per quella di mandorle, molto spesso la acquisto già pronta, è un prodotto di un'azienda locale che però non è molto fine e devo frullarla nuovamente.
    Concludendo penso che il quantitativo di zucchero delle farine già pronte, non sia eccessivo e non vada a sbilanciare l'equilibrio della ricetta, ma per essere più precisa, non appena possibilie, andrò a controllare la confezione di farina di mandorle che uso e ti dirò ....

    RispondiElimina
  29. Bellissimi ma a incantarmi è l'idea del sapore e della consistenza al morso... mamma mia!

    RispondiElimina
  30. che meravigliosa slurperia!!! ;)

    RispondiElimina
  31. Attendo fiduciosa dei regali così ogni anno ma ancora niente all'orizznte. Mi sà che dovrò farmeli io stessa ;-)

    Buona serata

    RispondiElimina
  32. Milena.. sei ingegnosissima! Dovresti aprire un ristorante dove servire tutte queste stupenda prelibatezze.

    RispondiElimina
  33. troppo buone!!!! che fame e come ne prenderei una....un bacio cioccolattoso:-))

    RispondiElimina
  34. è da circa mezz'ora che fisso la foto ma continuo a restare senza parole! ecco, forse ci sono: gioiellini, ecco si, gioiellini è la definizione giusta!

    RispondiElimina
  35. Interessante questa frolla... ho dato uno sguardo anche alle altre ricetta. La ciambella di zucca mi stuzzica tanto... Buona giornata!

    RispondiElimina
  36. Sono davvero stupende!!! Le avevo viste ieri, ma ero troppo di corsa..devo sgnarmi questa ricetta! Poi sono così delicate con quei tre chicchetti sopra...una carica dolcissima ;-)
    Ti mando un bacione grosso grosso
    Ago

    RispondiElimina
  37. Ho segnato subito questa ricetta.. soprattutto la frolla di mais e riso mi interessa! carina anceh l'idea della frangipane col caffè.. me gusta!

    RispondiElimina
  38. Segnato! Questa è una classica ricetta da star attenti: la fai, la servi a parenti e amici e non la assaggi perchè dopo poco non c'è rimasto più nulla!! ;-)

    RispondiElimina
  39. Milena ma queste tartelette sono splendide! E poi che bella la scelta degli ingredienti, ci stanno così bene insieme! La frangipane al caffè mi ispira un sacco...da provare subito!

    RispondiElimina
  40. ti vanza una di queste piccole meraviglie per la mia colazione di domani? passo a prenderla :D

    RispondiElimina
  41. @tutti: la preparazione non è particolarmente complessa, in quanto frolla, frangipane e la glassa si possono preparare in tempi diversi ed inoltre, una volta pronte, si conservano per qualche giorno ....

    @pips: non è un'idea mia, è uan ricetta di L. Montersino da me leggermente modificata ...

    @Ago: un bacione grosso anche a te :D

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO