12 novembre 2010

Crema di pistacchi con uva fragola

Quando le cose non vanno per il verso giusto, un rimedio c’è: un cucchiaino da affondare in una cremosità golosa ... e dopo si decide la strategia da seguire!
Un antidoto infallibile può essere un dessert che sposa i profumi dell’uva fragola alla delizia dei pistacchi.
Crema di pistacchi con uva fragola

Si tratta fondamentalmente di una crema pasticcera con pistacchi che va a custodire uno strato di uva (fragola) sciroppata e che all'assaggio svela la magia della frutta esaltata dal calore.
E' interessante la preparazione, in quanto la crema è simile ad una mousse, per via dell'aggiunta degli albumi montati a neve e va inoltre ricoverata in forno, prima di essere servita calda, una sorta di soufflé cremoso.
Per pura curiosità e memore di questa, ho provato un diverso procedimento e ne parlo, perché a mio parere è degno di nota: ho usato le uova intere per non alterare l'equilibrio delle dosi, ottenendo un composto vellutato quasi come un budino che ho poi lasciato in forno un po’ più a lungo a rassodare.
E' difficile scegliere tra le due, anche se .... in casa è stata promossa a pieni voti quest’ultima versione perché più soda e corposa e con un gusto più intenso.

Di seguito entrambi i procedimenti, mentre la foto ritrae la versione con gli albumi montati a neve  …

Crema di pistacchi con uva fragola

Ingredienti x 6 bicchierini (o 3 cocotte)

150 g uva fragola circa
30 g zucchero circa

100 ml latte fresco
100 ml panna fresca
40 g pistacchi
2 uova codice 0
20 g maizena
80 g zucchero

10 g pistacchi
zucchero a velo

Preparazione. Lavare l’uva e sgranarla. Portare a bollore 50 ml acqua con lo zucchero (sono andata un po’ ad occhio) e versare lo sciroppo sui chicchi d’uva.

1. (Come da foto) Lavorare i tuorli con metà zucchero, la maizena e i pistacchi tritati finemente e versarvi a filo il latte e la panna scaldati. Portare il composto su fuoco dolce e mescolare finché non si addensa e trasferire in una ciotola di ceramica perché non continui la cottura.
Montare gli albumi con il restante zucchero e unirli delicatamente alla crema.
Sgocciolare i chicchi d’uva dallo sciroppo, collocarli sul fondo di bicchierini resistenti al calore (o cocotte) e completare con la crema. Passare qualche minuto sotto il grill del forno e servire calda, dopo avervi semi-affondato un chicco d’uva, cosparso di zucchero a velo e rifinito con granella di pistacchi. [Liberamente tratta da La cucina del Corriere della Sera: la ric. originale sposa le ciliegie ai pistacchi]

o

2. Crema cotta. Lavorare le uova intere con lo zucchero, e 10 g di maizena e i pistacchi tritati finemente e versarvi a filo il latte e la panna scaldati. Portare il composto su fuoco dolce, mescolare finché non si addensa e trasferire in una ciotola di ceramica perché non continui la cottura.
Sgocciolare i chicchi d’uva dallo sciroppo, collocarli sul fondo delle cocotte di ceramica e completare con la crema. Passare 10’ circa sotto il grill del forno e servire calda, dopo avervi semi-affondato un chicco d’uva, cosparso di zucchero a velo e rifinito con granella di pistacchi.

Uva fragola

53 commenti:

  1. cara Milena, io non riesco a scegliere, li prendo entrambi....passa a fare colazione da me...ti aspetto...il the è ancora caldo e ci sono un sacco di cose golose...Buona giornata, un bacione...

    RispondiElimina
  2. anche secondo me la seconda permette un risultato più vellutato.la provo a fare così!comuqnue decisamente consolante affondare il cucchiaino qui dentro!baci e buon week

    RispondiElimina
  3. Ma che ricetta originale nn ho mai visto un dessert così bello!!!

    Bravissima

    RispondiElimina
  4. Hai riunito in un'unica delizia due dei sapori che più amo: pistacchio e uva fragola.. Mi sparerei tutti i bicchierini all'istante!

    RispondiElimina
  5. O_O ancora mi devo riprendere...che meraviglia!

    RispondiElimina
  6. A parte che è bellissima, che deve essere buonissima, che l'abbinamento è da svenire etc etc, è il procedimento che mi intriga da matti: perchè unisce due tecniche che non ho mai usato insieme (se cuocio la crema pasticcera, tendo a montare l'albume e a farla tipo soufflè). Questa va fatta, alla prima occasione.
    Bravissima
    ale

    RispondiElimina
  7. Sai che non ho mai provato l'abbinamento uva fragola pistacchio?
    Mi hai messo curiosità, la foto è assolutamente invitante, e quei vasetti sono deliziosi, credo di averne qualcuno anch'io ;))
    Buona giornata cara

    RispondiElimina
  8. cio Milena.. la mousse è deliziosa... e in più quanto sono belli questi vasetti!!!

    RispondiElimina
  9. ecco.ora tu dovresti capire che io devo smettere di mangiare e fare dolci. e già da sola non riesco a farlo:D se almeno tu no nmi aiuti:DDDD è deliziosa!

    RispondiElimina
  10. impazzisco per il pistacchio e questa cremina dev'essere favolosa, penso che potrei raschiare tutti i 3 barattolini della foto senza rimorsi

    RispondiElimina
  11. Che bella la prima foto, è così francese!!!

    RispondiElimina
  12. Voglio anch'io affondare il cucchiaio dentro la crema....ne ho proprio bisogno! Foto incantevole!Buon week!

    RispondiElimina
  13. ho letto crema di pistacchi e mi sono precipitata!
    milena.... tu mi vuoi male!
    mi tenti in ogni modo ed occasione :)
    jn abbraccio e buon we!
    b

    RispondiElimina
  14. ciao milena!!
    ti invitiamo a partecipare al nostro primo contest..
    dai un'occhiata a
    http://modemuffins.blogspot.com/2010/11/evereybody-loves-muffins.html
    baci!
    MMM

    RispondiElimina
  15. Sarà il caso che la compri quest'uva fragola, sì... soprattutto se poi riuscirà a suggerirmi qualche ottima strategia :)
    Buona giornata,

    wenny

    RispondiElimina
  16. Dessert perfetto!
    Una crema calda e leggermente soda, in questo momento l'immagine è quasi paradisiaca, un dessert perfetto!
    Uhmmmm... le proverei entrambi, ma forse partirei da quella con gli albumi montati a neve, mi piace l'idea di un composto + soffice e spumoso.
    In ogni caso, bravissima complimenti!

    RispondiElimina
  17. chissa'che sapore dolcissimo e deciso :P

    RispondiElimina
  18. Raffinatezza ed eleganza, morbide consistenze, ora spumose, ora vellutate, e l'asprigno dell'uva fragola che bilancia la rotondità della crema al pistacchio.

    Se a questo aggiungiamo la tecnica dell'albume montato, abbiamo raggiunto il top.

    Le proverò tutte e due, perché l'indecisione è tanta. La decisione nel farti una OLA invece non manca!!!!

    RispondiElimina
  19. conquesta mi prendi proprio per la gola, adoro il pistacchio in qualsiasi modo!!!

    RispondiElimina
  20. WOW! Che dleizia Milena... davvero degli ottimi bichcierini: eleganti e golosi! come vorrei avere quel cucchiaino adesso... ;-) bravissima! ps: ti ho scritto una mail! Un bacione

    RispondiElimina
  21. Io mangerei pistacchi fino a star male! e questa cosa è fatta per me, grazie, grazie, grazie, buon we!

    RispondiElimina
  22. Mile sto andando in brodo di giuggiole, questi bicchierini sono una favola!Adoro l'uva fragola, e i pistacchi vengono da sè, complimenti questo è proprio un dolcino di cui non fare a meno!
    Un bacione e buon we

    RispondiElimina
  23. Non posso dire che non sia originale.. come molte delle tue ricette.. ma ispira bontà!!! baci e buon w.e. .-)

    RispondiElimina
  24. Hai ragione...non c'è niente di meglio che affondare il cucchiaino in qualcosa di cremoso per sentorso meglio!E se stai bene, sarai ancora più feliz!!Strepitosa ide, come al solito!
    bacione

    RispondiElimina
  25. Avevo già letto qua e là della crema preparata con le uova intere anzichè con i soli tuorli e mi ispira davvero...L'unione con i pistacchi poi me la rende particolarmente cara...bravissima!

    RispondiElimina
  26. La tue descrizione non lascia scampo...immagino l'intensità, il sapore dell'autunno. E la foto dell'uva fragola (che sogno) è stupenda.
    Anch'io faccio spesso la crema con le uova intere ed è vero funziona benissimo.

    RispondiElimina
  27. Ne avrei terribilmente bisogno... ho avuto una mattinata da incubo!!!
    Ma dove hai scovato quei cucchiaini bellissimi?
    Carlotta

    RispondiElimina
  28. Ah, però che contrasto interessante... sai che non riesco a immaginere insieme i due sapori? E questo serve solo ad aumentare la mia curiosità...
    Mangiarlo con gli occhi già fatto... la foto è così bella... anche quella del grappolo.

    RispondiElimina
  29. un altra golosità da sballo,mitica milena,baci imma

    RispondiElimina
  30. mi piace molto questo procedimento, ho trovato anch'io diverse creme con i bianchi montati ma non venivano passati in forno per cui ho desistito a preparere mousse che mi facevano cmq, voglia...l'idea ora é qui!

    Grazie e buona giornata!

    RispondiElimina
  31. mamma mia ma quante meraviglie!!!! sia questa ricetta che i cupcake alla liquirizia! uffi e io sono a dieta vera :-((((

    RispondiElimina
  32. Vero che uno è per me? Trooooppo tantazione!
    Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  33. Sono arci disponibile a mangiarle entrambe! ;)

    RispondiElimina
  34. Cara Milena ho letto con attenzione le due preparazioni ma per decidere mi sa che dovrò proprio provarle. Poi se sono dotate dei poteri che dici allora non potrò più farne a meno......
    Le foto sono fantastiche...
    Quei vasetti quasi mi commuovono. Ma capita anche a te qualche volta o io sono un caso disperato?
    Ti abbraccio e ti auguro un bellissimo w.e
    Di cose da mangiare abbiamo capito che anche per questo fine settimana ce n'è abbastanza da non morire di fame :)))
    Smack

    RispondiElimina
  35. Sono d'accordissimo... prima il cucchiaio e poi tutto il resto!
    Interessante la doppia versione... ora me le studio un po'...
    Buona serata!

    RispondiElimina
  36. Ciao Milena, mi piace il tuo uso dell'uovo intero. L'albume ha un grande potere e mi piace molto in cucina. L'abbinamento pistacchi e uva è davvero intrigante !!! Buon fine settimana Manu

    RispondiElimina
  37. Come ti ho già scritto cara Milena, questa crema è divina!
    Davvero, potrei mangiare tutti quei barattolini in men che non si dica...meno male che non abiti vicino casa mia *_____*
    Bellissima ricetta! :-D

    RispondiElimina
  38. un gran bel dolce mi piace per la nota dei piastacchi

    RispondiElimina
  39. Cara Milena come ti invidio,da quella bellissima pigna d'uva riesco a vedere che li da te c'è ancora qualche bella giornata,da me invece solo le "bella e affascinante" nebbia e una pigna d'uva ormai me la sogno....

    Sai che per le creme non ho mai aggiunto l'albume? Mi sembra di sentire la sofficità di una deliziosa mousse,grazie del consiglio,ne farò tesoro!

    Buon fine settimana
    Donatella

    RispondiElimina
  40. tesoro mio sei una fonte di bontà! mi piace molto! anzi troppo :-) prendo nota.. bisous!

    RispondiElimina
  41. La parola "pistacchi" gia' mi incanta di suo.
    Poi vedo questi bicchierini e vado in estasi!
    Provero' la seconda versione, per ora...;-)

    RispondiElimina
  42. Ricetta interessantissima! Inedito per me l'accostamento pistacchi- uva fragola, ma da provare! Le tue foto, così belle, poi, intrigano sempre :)
    A presto!
    A.

    RispondiElimina
  43. @tutti: nonostante avessi letto su molti blog di amiche, l'uso dell'albume nelle creme, ho sempre nutrito una sorta di diffidenza dura da vincere, ma qualche settimana fa l'ho gustata a casa di mia cognata e mi sono ricreduta: è molto più "sostenuta" e vellutata!
    E' per questo motivo che ho voluto provare a farla anch'io!

    @alessandra (raravis): è proprio l'unione delle due tecniche che mi ha incuriosito ....

    @Ady: è un abbinamento fantastico ;))
    Buon we cara

    @Mapi: grazie per questa bella descrizione :D

    @Una cucina a pois: benvenuta!
    Ho acquistato i cucchiaini di bamboo in un negozio che ora ha cambiato gestione e anche articoli (sob!), ma li ho visti simili alla Coin in aprile ....

    @Mari in Cucina: benvenuta :)

    @MariLuna: il passaggio in forno mi ha fatto desistere dal pastorizzare gli albumi (cosa che faccio sempre nelle ricette che prevedono le uova crude) ed inoltre esalta la dolcezza e i profumi dell'uva!

    @viola: i vasetti sono facilmente reperibili: li ha acquistati mia sorella al super e contenevano yogurt!

    @ilcucchiaiodoro: dopo una settimana di pioggia torrenziale che ha causato vari danni, stiamo godendo di belle giornate tiepide e soleggiate :D

    RispondiElimina
  44. Sto immaginando l'insieme di sapori che emanano quei favolosi bicchierini, uno lo proverei subito. complimenti. Buona domenica Daniela.

    RispondiElimina
  45. Mamma che squisitezza!!! Davvero un capolavoro complimenti!!! ne potrei avere un bicchierino ehehehe :)
    Cose Buone D'Italia
    http://cosebuoneditalia.blogspot.com/

    RispondiElimina
  46. Ciao! Golosissimi questi bicchierini! Tra la crema di pistacchi e la dolcezza delluva fragola..ci aspettiamo un dolcino davvero goloso e raffinato.
    baci baci

    RispondiElimina
  47. Un binomio che mi solletica alquanto...quanto vorrei poter gustare ancora l'uva fragola!!!Smack!

    RispondiElimina
  48. Domanda ovvia: i pistacchi solo quelli non salati ovviamente, vero?
    PS
    Sapevo che il tuo post meno recente era una chicca intravisto all'inizio e letto con calma adesso :PPP
    Mi sa che se posso e ci riesco...ci sentiremo presto per questa :PP ehehehhehehee
    Buon inizio settimana e grazie per la bella condivisione...ricca di spunti :)

    RispondiElimina
  49. Interessante questa cremina! Deve essere deliziosa!Mi sa che anch'io propenderei per la versione più compatta.

    RispondiElimina
  50. @tutti: provatela, è deliziosa ...

    @sonia: benvenuta :D

    @Gambetto: sì, si usano pistacchi non salati. Grazie a te :)

    RispondiElimina
  51. Mamma mia, non solo la foto è meravigliosa, ma la tua descrizione mi fa davvero venire l'acquolina.
    Mi passi un vasettino per favore?

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO