18 ottobre 2010

Mele farcite di mousse al formaggio

Vorrei che le bimbe di oggi e donne di domani, non debbano mai conoscere il peso di una diagnosi nefasta per sé o i loro cari …
Vorrei che per loro non ci fosse più bisogno di quei salvavita che goccia dopo goccia, instillano speranza …
Vorrei che loro non debbano mai vivere il duro calvario che oltre all’ammalato, coinvolge l’intera famiglia ….
Sono certa però che questo tempo non è lontano e, nel frattempo noi donne di oggi, più fortunate delle nostre nonne, possiamo giocare d'anticipo contro il cancro: con la prevenzione!
Mettiamo da parte le paure: ottobre è il mese della prevenzione e per rammentarlo, le food blogger italiane oggi tingeranno di rosa i lori spazi.

Mele in rosa

Per la mia ricetta in rosa, ho scelto una mela (una di quelle specie mignon e gustose, una specie dimenticata) frutto-simbolo della salute e l’ho farcita con una mousse di formaggio colorandola in rosa, con uno dei più potenti coloranti naturali, il succo di barbabietola.
Un mix di sapori dolci e salati rende interessante questo scrigno vegetale che può essere servito indifferentemente, come antipasto o pre dessert.

Mele farcite di mousse al formaggio

Ingredienti x 3

3 mele piccole
150 g formaggio spalmabile
15 g gorgonzola piccante
10 g succo di barbabietola
1 manciata gherigli noce
1 limone

Preparazione. Lavare le mele, asciugarle e tagliare la calotta superiore. Svuotarle con l’apposito scavino e massaggiarle con il limone per evitare cha si ossidino e nel frattempo richiudere con la calotta. Tagliare la polpa prelevata a cubetti.
Montare il formaggio cremoso con il gorgonzola e il succo di barbabietola (si può anche procedere ad occhio, miscelando gli ingredienti fono ad ottenere la consistenza desiderata ed infine incorporare i cubetti di mela ed i gherigli di noce sminuzzati, cosa che io non ho fatto perché contavo di farcire le mele con una tasca da pasticcere, cosa che poi non mi è riuscita, perché la mousse è risultata troppo “cremosa”).
Adagiare sul fondo delle mele, uno strato di gherigli di noce sminuzzati, proseguire con i cubetti di mele e completare con la mousse.
Coprire le mele, ciascuna con la sua calotta, sigillare con pellicola per alimenti e riporre in frigo, fino al momento di servire.

Mele








Attenzione: la prevenzione non ha colore, perché purtroppo il cancro non fa distinzioni di sesso!

Post correlati
Alimentiamo la vita
Ottobre rosa

Altre ricette in rosa
Qui e ce n'è anche una mia (Cuor di mandorla p. 16)

...............

43 commenti:

  1. Speriamo, Milena, speriamo! Grandi passi sono stati fatti, ma molto e' nelle nostre mani: se poi i controlli non li facciamo, i passi da gigante nella diagnostica precoce e nelle cure servono a poco!

    E bellissima, questa mela...cosi' femminile nel suo significato piu' completo :-)

    RispondiElimina
  2. :) anche io già spulciata ieri su flickr la tua foto! ma messa all'ilterno del post fa ancora più la sua elegante figura

    RispondiElimina
  3. Ci speriamo molto!!! Gustosissime queste mele, belllissime foto

    RispondiElimina
  4. Come già accennato altrove l'"abbraccio" della prevenzione è il miglior modo per dimostrare di volersi bene questo per le donne (nella fattispecie per l'iniziativa di oggi) come per gli uomini per patologie diverse eppur analoghe se combattute con una sana azione di analisi preventiva.
    Aggiungere altro è superfluo. Buon inizio settimana :)))

    RispondiElimina
  5. semplicemente splendide!
    passa a trovarci!
    www.modemuffins.blogspot.com
    bacione

    RispondiElimina
  6. Speriamo che con il nostro piccolo contributo si diffonda il più possibile il tema della prevenzione :) Molto originale e raffinata la tua ricetta in rosa, mi piace moltissimo :) Buona giornata!

    RispondiElimina
  7. Milena, ma lo sai che quella prima foto è davvero poetica?

    RispondiElimina
  8. è proprio bello vederci tutte così unite per una buonissima causa!! originalissima la tua ricetta!!

    RispondiElimina
  9. Bellissime le meline ripiene!
    ...bel post...
    Buon lunedì!

    RispondiElimina
  10. Vedrete che riusciremo a fare qualcosa.Le rivoluzioni partono sempre dal basso !
    Bellissimo post Mlena

    RispondiElimina
  11. Davvero originale questa ricetta, mi piace molto l'idea di usare la barbabietola come colorante naturale. Buon lunedi'!

    RispondiElimina
  12. c'è una dolcezza infinita in questa tua fotografia e, il sapore della speranza.
    grazie lenny

    RispondiElimina
  13. Mi rende felice vedere tutte noi unite per una così buona causa, credo che qualcosa riuscirà a smuoversi o almeno lo spero. Spero che tutte le donne che finora non si sono mai interessate a questi rischi perché non si sono mai sentite tirate in causa, cambino idea e capiscano che una visita in più è solo una sicurezza in più per se stesse. La nostra "unione" per questa Campagna spero di cuore smuova qualcosa. Perché è questo che siamo tutte insieme, una vera forza.

    Un bacione

    RispondiElimina
  14. Saggie parole, assai coinvolgeti e penetranti nella sua verità.
    Le mele sono dei piccoli scrigni magici, fantasticamente agghindati di sapore e gusto. Eleganti e molto chic.

    Buona settimana.

    RispondiElimina
  15. Quante parole stupende hai detto.... il male, il dolore di tanti, la speranza e la fiducia nella scienza... quante sfaccettature per un tema così complesso!
    Spero tanto che legge nei nostri blog oggi possa trovare la forza per difendersi con un piccolo gesto... la prevenzione!

    PS. Le tue mele sono splendide!!

    RispondiElimina
  16. Cara Milena dei vorrei bellissimi... e un modo davvero goloso per presentarli!!! un bacio

    RispondiElimina
  17. Giustissimo, mele senza distinzione di colore...prendiamola al volo questa mela, grazie Mil.

    RispondiElimina
  18. SUl messagio sai già quel che penso..queste mele sono un capolavoro lenny!

    RispondiElimina
  19. Ciao,
    siamo una trattoria siciliana di Milano. Siamo in via Savona. Ci piace il tuo blog.
    Siamo appena partiti, ma posteremo tutto all'insegna della Sicilia: ricette, vini, racconti di città e cultura.
    Se ti va puoi seguirci.
    A presto!
    Trattoria Trinacria
    http://trattoriatrinacria.blogspot.com

    RispondiElimina
  20. Che dolce post dalle tinte pastello Lenny!!!Davvero delicato!

    RispondiElimina
  21. Come sempre con le tue foto riesci a comunicare.
    E con quella di oggi arriva tanta delicatezza ma anche parole sentite.
    Adoro anche la foto delle mele nel cestino......
    Deliziose.....
    Un bacione cara e buona settimana

    RispondiElimina
  22. bellissime parole, grazie! per ricordarci di metterle in pratica :-D
    la mela è bellissima!
    Ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
  23. che bella questa mela che trabocca di crema rosa!
    da un link all'altro sto scoprendo nuovi blog e nuovi post in rosa, è davvero bellissimo!

    RispondiElimina
  24. anche le tue parole sono piene di una grande sensibilità, di forza e di speranza che diventerà presto una certezza per sconfiggere finalmente il cancro, che molte volte abbiamo anche solo paura a pronunciarlo! invece parlarne e consapevolizzare é il modo per liberarcene definitivamente.

    Il tuo quadro oggi é bellissimo ^^

    RispondiElimina
  25. Ciao Milena, lo spero anche io cara!!! mi sembra un domani così lontano...ma come dici tu, con la prevenzione si può fare davvero tantissimo!!! carinissima la mela!!! un abbraccio

    RispondiElimina
  26. Hai scelto il frutto per eccellenza, come si dice una mela al giorno toglie il medico di torno!Purtroppo non basta una mela però per scongiurare una malattia come questa, e tu hai reso benissimo l'idea con queste bellissime e profonde parole! Un abbraccio

    RispondiElimina
  27. Tesoro spero che le tue parole si avverino!Bellissimo post!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Bellissimo post, Milena!!! Mi piace tantissimo la mela e la mangio a kili:)
    Un bacione

    RispondiElimina
  29. Questa mela dice tante cose...! bellissimo post, Ciao, Simonetta

    RispondiElimina
  30. carinissime davvero le mele così farcite e che si che buone!
    baci e buon lunedì.

    RispondiElimina
  31. Anche tu una mousse, ma che presentazione! W il rosa!!!

    RispondiElimina
  32. è uno dei tuoi migliori post! Complimenti per tutto!

    Donatella

    RispondiElimina
  33. Stavolta hai posto il tuo genio culinario al servizio di una giusta causa: doppi complimenti! :-)

    RispondiElimina
  34. Che bel rosa delicato e così significativo!..
    E' un piacere vedere tutti così uniti oggi!

    RispondiElimina
  35. Bellissimo post Milena, commovente. E le foto e la ricetta sono la giusta cornice per le tue parole. Un bacione

    RispondiElimina
  36. Simbolica, gentile, luminosa e rassicurante (sia la foto che la ricetta). Si va' via di cui con una piccola carezza :-)

    RispondiElimina
  37. riesci sempre a trasmettere emozioni nel modo corretto, e la foto è stupenda.

    RispondiElimina
  38. Speriamo Milena! In compenso questa mela ci rappresenta benissimo.
    un forte abbraccio
    Sonia

    RispondiElimina
  39. Quanta delicatezza, nella foto, nel testo, nella ricetta.

    RispondiElimina
  40. praticamente perfetta!! azzeccatissima l'dea e i colori! io ho messo il bannerino sto pensando a qualkosadi rosa in modo da fare un post.. ciaoo

    RispondiElimina
  41. Una foto favolosa ed una ricetta azzeccata per l'occasione, complimenti Milena. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  42. Grazie @tutte, dobbiamo credere nella prevenzione e attuarla: è la strategia migliore per proteggerci!

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO