30 giugno 2010

Polpette di pesce spada e pistacchio con gazpacho

Non c’è mai stato feeling tra me e le polpette, lo confesso! Pur apprezzandone la bontà, me ne sono sempre tenuta a debita distanza, come due persone che si stimano, senza che vi sia quell’empatia necessaria per “legare” o quella comunanza di intenti che li porta a diventare amici.
Poi tutto d’un tratto, il desiderio di vincere l’ingiustificata “freddezza”.


Polpette di pesce spada e pistacchio con gazpacho

Sarà per la panatura croccante e golosa di mandorle e pistacchi, sarà per quell’aroma di arancia nell’impasto che delicatamente avvince il pesce, sarà per quella nota acidula, dolce e rinfrescante del gazpacho (per me una rivelazione), sarà per la gestualità che una tale combinazione comporta (una mini polpetta da gustare nature al primo boccone, da intingere poi nel gazpacho al secondo e proseguendo, da immergere completamente, inabbissandola per l’ultimo, finché non resta che bere quella mistura intrigante, per “pulire” il palato), fatto sta che mi sono dovuta ricredere ……


Polpette di pesce spada e pistacchio con gazpacho

Ingredienti x 5 bicchierini

Polpette
150 g pesce spada
25 g pistacchi
25 g mandorle
1 fetta pane (ric. orig. pane integrale)
1 presa abbondante polvere di arancia
1 uovo codice 0
sale / pepe
olio evo

Gazpacho
1 fetta pane (ric. orig. pane integrale)
2 pomodori rossi (ric. orig. pomodori ramati)
1 mela piccola di giugno (ric. orig. 6 fragole)
1 presa polvere peperoncino piccante
½ spicchio aglio
2 cucchiai aceto vino bianco (ric. orig. aceto di mele)
olio evo
sale / pepe

Preparazione
Polpette. Tritare finemente al coltello il pesce spada. Unire tutti gli ingredienti 1/2 uovo (il resto servirà per la panatura, anche se la ric. orig. non lo prevede), il pane ammollato nel latte e strizzato, la polvere di arancia, il sale, il pepe ed amalgamarli bene. Formare le polpettine, rotolarle nell’uovo e nel trito di mandorle e pistacchi. Friggere velocemente in olio profondo (essendo piccole, non necessitano di una cottura eccessiva che potrebbe inoltre alterare il colore dei pistacchi).
Gazpacho. Riunire le fette di pane spezzettate, i pomodori e la mela tagliati a cubetti e aggiungere sale, pepe, polvere di peperoncino, l’aglio tritato, l’aceto e un po’ d’olio. Coprire a filo con acqua e far riposare in frigo. Frullare (si dovrebbe passare al colino, ma io non l’ho fatto) e servire. [Tratte da Il libro del cavolo di S. Verbert]

...........

Qualche piccola modifica qua e là, rispetto all’originale e le polpettine di spada sono pronte per partecipare alla festa del Cavolo!

..........

39 commenti:

  1. Fantastico,io invece adoro queste piccole palline che si possono personalizzare dal salato per finire al dolce come se ne ha voglia! Fantastico l'abbinamento arancio-piccante!!
    Sono certa che in questa "festa" ci sarebbe l'imbarazzo della scelta....
    Donatella

    RispondiElimina
  2. Queste polpettine sprizzano bontà, raffinatezza ed originalità! Un'altra idea vincente made in Milena :-)

    RispondiElimina
  3. Buonissime, semplicemente estive e deliziose!
    Un abbraccio:)
    Patricia

    RispondiElimina
  4. sono certa che il loro profumo mi conquisterebbe, gli aromi di queste polpettine, per giuta fatte con il pesce che amo di più sono una vera delizia da scoprire proprio con le tue piccole varianti.

    Un'abbraccio^^

    RispondiElimina
  5. Ma davvero non hai mai amato le polpette? Io le adoro, anche adesso a vedere le tue provo una simpatia immediata. E poi che accostamenti ricercati, come sarei curiosa di provarli...
    A presto, ciao :)

    RispondiElimina
  6. direi che ti sono venute magnifiche!
    ciao lenny
    un bacione

    RispondiElimina
  7. bellissime queste polpettine al gazpacho!

    RispondiElimina
  8. troppo bello tutto!! chapeau

    RispondiElimina
  9. Ti sei riconciliata alla perfezione con le polpette! Complimenti

    RispondiElimina
  10. Milena, rischio di ripetermi con te, ma più di dirti che fai delle meraviglie non saprei...
    Ah,ecco, un'altra cosa sono le tue foto fantastiche....
    quanto mi piacerebbe sapere come le fai....
    Io combatto una guerra quotidiana con la mia reflex....
    Sei bravissima, come sempre.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. E che dire di queste polpette? semplicemente meravigliose e poi la foto sempre molto raffinata.
    Bravvissima,Raffa

    RispondiElimina
  12. Una meraviglia lenny!E mi riferisco proprio a tutto, foto compresa!Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Non capisco perché non avessi legato con le polpette.. guarda le tue -v sono stupende! E poi non è piacevole, arrotolare tra le mani quelle morbide palline?..
    Un bacio

    RispondiElimina
  14. Ciao tesoro...hai fatto benissimo a ricrederti, queste polpette sono perfette...bellissime...raffinatissime...non mi resta che farti i complimenti di vero cuore!!!! un bacio

    RispondiElimina
  15. "Non c’è mai stato feeling tra me e il 'cavolo', lo confesso! Pur apprezzandone la bravura, me ne sono sempre tenuto a debita distanza, come due persone che si stimano appunto, senza che vi sia quell’empatia necessaria per “legare” o quella comunanza di intenti che li porta a diventare amici.
    Poi tutto d’un tratto arrivi tu ed anche se non c'è il desiderio di vincere l’ingiustificata “freddezza” mi sovviene un bellissimo sorriso a vedere queste polpettine."
    [Tratto da il post "Polpette di pesce spada e pistacchio con gazpacho" di Milena di UnaFinestradiFronte]
    PS
    Ehehehehehehehe :))))))) bravissima tu...ed un pò "scugnizzo irriverente" io ;PPPP

    RispondiElimina
  16. Complimenti per la ricetta e la presentazione.....

    RispondiElimina
  17. un bella rivisitazione del pesce spada in tenuta estiva ;-)

    RispondiElimina
  18. Favolosa l'idea di accompagnare una zuppa fredad con qualcosa da sgranocchiare! E stavo giusto cercando una buona ricetta di polpette di pesce!

    RispondiElimina
  19. Io andavo matta per le polpette di mia nonna...poi lei se ne è andata, io non sono mai riuscita a farle come le sue e alla fine ho smesso di provare. Non ho fatto/mangiato polpette per circa dieci anni poi da poco le ho riscoperte :) queste devono essere meravigliose, con quel trito di mandorle e pistacchi come panatura.

    RispondiElimina
  20. Caspita, che ricettina stuzzicante... devo provarla. Il gazpacho sarebbe una novità anche per me sai? La descrizione che ne fai non mi lascia scampo, lo assaggerei adesso!
    Bravissima!

    wenny

    RispondiElimina
  21. Credo che chiunque, con delle polpette così belle e sicuramente anche buone, cambierebbe subito idea...

    RispondiElimina
  22. Che bontà, le descrivi così bene che ho la sensazione di averle assaporate anch'io...lo sai che da noi gli involtini di pesce spada vengono sempre aromatizzati con l'arancia? Abbinamento perfetto, vero?
    Stefania di noidueincucina

    RispondiElimina
  23. Non ci sarà feeling tra te e le polpette, ma queste sono meravigliose!

    RispondiElimina
  24. "palline" meravigliose!!!una preparazione incantevole e da leccarsi le dita!!!

    RispondiElimina
  25. Ciao! nonostante le tue remore, secondo noi hai preparato delle ottime polpette! molto particolari nel sapore! e poi l'aroma dell'arancia si sposa benissimo con il pesce!
    Otiginale l'accompagnamento con il gazpacho!
    Sempre coloratissimi i tuoi piatti eh?!
    bravissima!
    baci baci

    RispondiElimina
  26. Io invece le polpette le ho sempre amate ...farle e mangiarle... e queste mi sa profumano e san di un buono! davvero originali, ottima l'idea di gustarle intinte nel gazpacho!

    RispondiElimina
  27. Originalissima, cara Milena, questa ricetta, e che gusto!!! Brava!

    RispondiElimina
  28. La presenza di pistacchi, mandorle ed arance attribuisce un'aria molto siciliana a queste polpettine sfiziosissime...decisamente da dieci e lode...

    RispondiElimina
  29. IO le adoro le polpette...ma solo quelle che si preparano a casa mia! ;-) già perchè di solito non mi ispiarano molto quelle che mangio furoi casa... ma queste... beh, che dire, sono deliziosssime! Mai assaggiato niente di simile, ma devono essere davvero buone!

    RispondiElimina
  30. Ciao Lenny, anche io sono completamente affascinata e conquistata dal gazpacho, ma con la mela lo devo ancora provare, quindi segno !!! Piace tantissimo anche a me gustarlo con il pesce, ma la tua versione con le polpettine è davvero sfiziosissima !!!! Manu

    RispondiElimina
  31. Mamma mia che presentazione!!!Quelle palline croccanti parlano da sole!!!!!!Bacio

    RispondiElimina
  32. Buone, estive ed originali. Sono favolose abbinate al tuo gazpacho. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  33. In bocca al lupo per la festa del Cavolo! Io invece ho una vera passione per le polpette e questa ricetta me l'ero segnata nel libro di Sigrid, mi piace per l'idea di presentazione, diversa e originale :)

    RispondiElimina
  34. Milena queste polpette sembrano e sono sicura che saranno sublimi!Gnam..e che belle!Con l'arancia poi...Complimenti per il tuo blog, ti seguirò con piacere!Io sono specializzata in antipasti e ricette salete =)

    RispondiElimina
  35. @tutti: per me sono state una grande sorpresa ed hanno avuto il potere di annullare anni di ostilità nei confronti delle polpette: so già che diventeranno il tormentone dell’estate 2010

    @Gambetto:grande!

    @meggY e ( parentesiculinaria ) grazie e benvenute

    RispondiElimina
  36. io adoro il gazpacho e ho un trancio di pesce spada in congelatore, questa ricetta sembra fatta per i miei gusti. sostituirò l'arancia con il limone sperando di avere lo stesso buon effetto! grazie :)

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO