29 maggio 2010

Curd di limette

Da bambina il cibo era per me un vero supplizio, al quale tuttavia mi sottoponevo con abnegazione quando mi era necessario farne merce di scambio, perché venissero soddisfatte mie richieste non tanto lecite.
Tra i tanti episodi, ricordo vividamente mia madre che mi elencava le virtù degli agrumi e mi ripeteva quanto fossimo fortunati a poterne consumare in abbondanza, a volte appena raccolti dall’albero; discorsi che si ripetevano con maggiore enfasi quando facevano il loro ingresso a casa nostra le limette

Limette

agrumi imparentati con i limoni, ma dal profumo più persistente e zuccherino che diffondevano con dabbenaggine: quando mia madre li avvicinava a me, mi ritraevo, arricciando il naso! Non mi piaceva quell’intensità aromatica e dolciastra che mi faceva pensare ai “lupi travestiti da agnello” delle fiabe.
Di recente, alla mia passione per il bergamotto, mia madre contrappone i pregi di quelle limette, da me tanto disdegnate e attualmente di difficile reperibilità.
Con mia somma meraviglia, quest’anno ne ho ricevuto in regalo alcuni esemplari, piccoli cimeli del passato che ho custodito gelosamente sotto chiave al riparo da sguardi rapaci, per tutelarne l'integrità in mia assenza. Al ritorno la decisione temeraria (il modesto quantitativo a disposizione non consentiva di pensare ad una qualche trasformazione!) di farne una curd, la cremina anglosassone per antonomasia, burrosa e irresistibile, celata poi abilmente in frigo per qualche settimana.
Di questi giorni infine l’arrivo delle more di gelso nero, brune e turgide, raccolte personalmente da una cara amica che ringrazio pubblicamente.

Curd di limette

La loro dolcezza violacea e succosa, meno “granulosa”delle more di rovo, mi è sembrata il degno complemento della curd di limette che visto le modeste quantità, ho servito nei cucchiai, su un letto di briciole soffici e dorate e rallegrato con foglioline di menta: un’idea sfruttabile con altre curd di agrumi e fruttini di bosco!


Curd di limette (e more di gelso)

Ingredienti

Curd di limette (o lemon curd)
50 ml succo (2) limette
3 limette scorza grattugiata
1 cucchiaio colmo amido
20 g zucchero
30 g burro
1 tuorlo codice 0

colomba classica Loison (o pds o savoiardi)
more di gelso (o altri frutti di bosco)
menta

Preparazione. Lavare le limette, grattugiarle e spremerle. Diluire l'amido nel succo. In un pentolino mescolare il succo, la buccia, lo zucchero, il tuorlo e il burro tagliato a pezzetti, porre a fuoco medio-basso e mescolare di continuo per una decina di minuti fino a quando la crema si sarà addensata.
Adagiare sui cucchiai briciole di colomba, ricoprire con la curd di limette e completare con le more di gelso e la menta.

---------------

Scheda tecnica: Limetta
Gli agrumi definiti con il termine volgare "Lime" o "Limette" sono gli equivalenti del limone nelle zone tropicali. Si possono distinguere in tre gruppi: a frutto piccolo e acido, a frutto grosso (quanto un limone) e acido, a frutto dal sapore debolmente zuccherino ((Lima di Palestina).
La Limetta dolce di Palestina (Citrus limettoides) è una specie originaria dell'India. Forma arbusti o piccoli alberi con rami spinosi disposti irregolarmente.
Le foglie sono ovato-ellittiche, con apice appuntito, di color verde chiaro e con picciolo privo di alette.
I fiori bianchi e profumati, sono singoli o riuniti in infiorescenze. I frutti sono arrotondati, di medie dimensioni e con umbone a volte pronunciato; buccia gialla, liscia e sottile, polpa succosa e dolciastra.
Più resistente delle altre limette alle basse temperature.

More di gelso

28 commenti:

  1. bella ricetta davvero,pensa che non ho mai sentito parlare di limette...buona domenica!

    RispondiElimina
  2. Idea interessante quella della lime curd. E le more di gelso: vorrei poterne avere un po' qui!

    RispondiElimina
  3. il lemon curd l'ho scoperto da poco, ma già lo adoro!!!Le more di gelso, invece, ancora non le ho MAI assaggiate :'( ...devono essere buonissime!!!Questi cucchiai quindi sono una bontà al quadrato!!!Complimenti!

    RispondiElimina
  4. Devo proprio provare con questi curd di cui ho visto diverse versioni...le limette qui non le trovo...sigh!Davvero un ottima presentazione e le more di gelso sono una vera delizia...molto chic!Complimenti cara Lenny e buona domenica!Bacio

    RispondiElimina
  5. buoni i lime...io ancora devo fare il curd di limone, ma ho paura...so che lo finirei cucchiaio dopo cucchiaio!un bacione lenny cara!:D

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia quando i ricordi dell'infanzia si mescolano alla cucina!
    ely

    RispondiElimina
  7. delizioso!! Adoro il lemon curd!! bravissima e compliementi per il tuo bel blog!! Ciao Anna

    RispondiElimina
  8. Caspita nonostante ami molto gli agrumi,non conoscevo affatto queste limette! La ricetta è deliziosa soprattutto per la presentazione,sembra di assaggiare qualcosa di veramente prezioso.... ma le limette so già che mi piacciono,dove le posso trovare?

    RispondiElimina
  9. pur imparentati dalla passione degli agrumi derivata dalle nostre regioni, ho conosciuto le limette solo 3 anni fa dal napoletano che dal martedì al venerdì vende piante di agrumi sotto casa.
    ne portò una pianta e mi fece assaggiare un frutto
    storsi il naso, ma ancora ricordo.

    RispondiElimina
  10. Ho fattto il lemon curd pochi giorni fa e credo che non lo rifarò più, perché provoca seriamente assuefazione. E' peggio di una droga, solo che le conseguenza le vedi da qualche altra parte... E anche io l'ho abbinato con una basse morbida e un frutto acidulo. Una libidine!
    Sai che non ho mai assaggiato le limette? Noi qui abbiamo i cedri in gran quantità, molto più dolci dei limoni, chissà come ne verrebbe il curd... NO, NO, VADE RETRO CURD!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao! non conoscevamo questo frutto, molto particolare e da provare: ci paice sperimentare!
    Questa ricetta è davvero raffinata, sia nei gusti sia nella preparazione.
    Complimenti.
    baci baci

    RispondiElimina
  12. Che delicatezza di aromi e sapori amalagamati con raffinatezza,veramente deliziosooooo!!!!Complimenti anche per la foto e gli ingredienti che io non conosco perchè da me non esesistono nè limette,nè gesli..la prima volta li ho visti al mercato di Napoli ,4 anni fa...ammiro moltissimo la tua abilità e la tua voglia di sperimentare e creare,bravaaaa!!!
    una felice serata

    RispondiElimina
  13. ma davvero deliziosa! non conoscevo questo parente del limone!

    RispondiElimina
  14. @tutti: può essere un’idea sfruttabile con altre curd di agrumi e fruttini di bosco: un pre-dessert intrigante o un mini-dessert per chi è a dieta e non può concedersi tanto …..

    @ilcucchiaiodoro: dove trovare le limette? Non so risponderti!
    So solo che circa 20 anni fa mio padre li acquistava, ma di recente la loro coltivazione è stata quasi abbandonata e qui da noi, in Calabria, è difficile reperirli.
    E' stato per un puro caso che mi sono stati regalati: mio fratello li ha avvistati nella campagna di un nostro amico e li ha raccolti per me!

    @enza: anche a te non hanno fatto una buona impressione?

    @fantasie: con il cedro è DA PROVARE!

    RispondiElimina
  15. con i vostri blog non si finisce mai di imparare! deliziosi quei cucchiai..

    RispondiElimina
  16. Anch'io vorrei poterne sentire il profumo e magari vederti bambina che arricci il naso (carinissimo l'anedotto ;-)Ti rubo un cucchiaino di crema.
    Qui si respira sempre aria delicata e piena di luce.
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  17. Peccato che vadono persi frutti così ... Grazie mille e gustane anche per me!

    RispondiElimina
  18. Accidenti come vorrei assaggiare questo agrume!L'insieme che hai creato è una poesia, complimenti!bacione

    RispondiElimina
  19. il limette curd dà dipendensa come il lemon curd?
    io non so spiegare la sensazione che si prova a mangiarlo ed è proprio a cucchiaiate che rappresenta l'apoteosi di piacere, hai avuto un ottima intuizione a proporlo in questa maniera
    ciao

    RispondiElimina
  20. non ho mai avuto il piacere di mangiare le more di gelso, ma hanno un aspetto succoso e affascinante..
    approvo in pieno questo curd che ormai, da quando l'ho provato, l'ho inserito nella mia top 10 dei dolci!!! un bacione!

    RispondiElimina
  21. Questa mi mancava. Ultimamente c'è stato un bel post di Gunther (papille vagabonde) nel quale si elencavano gli agrumi nel mondo, molto interessante. Dire che con te mi è anche venuta una curiosità golosa è poco!
    Grazie come sempre e buon inizio settimana :))

    RispondiElimina
  22. Dei veri e propri gioiellini da tavola!

    RispondiElimina
  23. Stupende quelle more di gelso...preziose direi!
    chissà che squisitezza con la curd di limette!!!...adoro i curd!!!
    una ricettina unica e speciale!

    RispondiElimina
  24. Un abbinamento davvero perfetto,immagino il risultato di questo connubio di sapori!bravissima!

    RispondiElimina
  25. Straordinaria e profumatissma questa ricetta: segnata!

    RispondiElimina
  26. @tutti: è una curd più dolce di quella con il limone, ma con un’identità decisa, tutta da scoprire e l’idea di servirla in versione finger food con la base soffice e un fruttino succoso, si è rivelata vincente

    RispondiElimina
  27. Ottimo articolo, sto cercando contributi per la pagina wikipedia sul "Limo" (agrume noto così nel napoletano). Forse stiamo parlando della stessa cosa?

    Ecco la pagina wikipedia:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Limo_%28agrume%29

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa tanto che l'agrume è lo stesso .....
      Scrivimi in privato!

      Elimina

RETROSCENA DI GUSTO