20 aprile 2010

Sformatini di ricotta e asparagi selvatici

Per un’indole flemmatica come la mia, è dura adeguarsi ai ritmi serrati che gli impegni richiedono e così mi ritrovo a volte a ripiegare su scelte banali ma “comode” che mi consentono di far quadrare la matematica del quotidiano.

Sformatini di ricotta e asparagi selvatici

Per fortuna vi sono alcune preparazioni niente affatto scontate, ma di semplice e pronta esecuzione, di grande versatilità perché fattibili con qualsiasi verdura a disposizione (li ho già sperimentati con gli spinaci) e soprattutto povere di calorie, ma dai sapori veri.
Come questi semplicissimi sformatini con due soli ingredienti protagonisti: una ricotta di pecora ricevuta in regalo ancora calda che dona struttura e gusto, cedendo il passo alla forza amarognola e selvatica degli asparagi appena raccolti.
Essenziali, ma nulla vieta di “arricchirli” a piacimento, accompagnandoli anche con gamberetti o speck, scegliendo se cuocerli al forno o in pentola (per single impenitenti che non vogliano accendere il forno!).


Sformatini di ricotta e asparagi selvatici

Ingredienti x 6

300 g ricotta di pecora
2 uova codice 0
100 g asparagi selvatici già mondati
sale / pepe nero / olio evo

Preparazione. Lessare gli asparagi, lasciandoli croccanti e prelevare le punte, per sbianchirle (tuffandole in acqua fredda per preservarne il colore brillante) e tenerle da parte per la decorazione.
Ripassare in padella gli asparagi con un filo d’olio e un po’ di sale.
Frullare la ricotta, gli asparagi, i tuorli e il pepe nero. Montare a neve gli albumi e incorporarli delicatamente al composto. Trasferire il tutto negli stampini perfettamente imburrati.
1. Cottura passiva*: collocare gli stampini in una pentola a fondo termico con acqua tiepida per ¾ dell’altezza degli stampi, coprendo con carta d’allumino e chiudendo con il coperchio.
Attendere che l’acqua giunga a bollore e senza scoperchiare (lo si può udire o verificare vedendo fuoriuscire una piccola voluta di fumo) spegnere il fuoco e attendere per 25’/30’ che giungano a cottura.
2. Cottura in forno: infornare a bagnomaria per 25’ a 180° C. Allo scadere dei 25’/30’ gli sformatini saranno pronti (verificando che siano gonfiati e abbiano acquistato consistenza), ma bisognerà lasciarli raffreddare perfettamente e passare la lama di un coltello lungo i bordi prima di sformarli.

Nota: se si prepano negli stampini di ceramica, gli asparagi che fungono da decorazione si possono posare sulla superficie degli sformatini, così che in cottura vi si incorporino.

* La cottura passiva è un metodo che sfruttando il calore accumulato dalle pentole con fondo termico (o altro pentolame che trattiene bene il calore), prosegue anche a fuoco spento.



Sformatini di ricotta e asparagi selvatici
- In versione da asporto, adatti ad un picnic sull’erba, pronti per essere sformati. -

47 commenti:

  1. Ecco mi piacciono molto nella versione da asporto!

    RispondiElimina
  2. Davvero una ricetta sfiziosa,come dici tu gli asparagi selvatici si sposano bene con il dolce della ricotta e questo li rende perfetti già così,ma ci vedrei benissimo dello speck e dei grissini,per rendere questo piatto davvero completo!

    RispondiElimina
  3. che belli questi sformatini e che bel verde!
    baci.

    RispondiElimina
  4. Inquesti giorni gli asparagi piovono da ogni blog! Che vuoi fare, è il periodo!
    Domani me li compro anch'io, ma non so che fare: le ricette golose ci sono troppe, la tua in particolare!
    baci

    RispondiElimina
  5. Semplice semplice ma di molto effetto, ci piacciono tanto i tuoi sformatini! Non abbiamo la possibilità di trovare degli asparagi selvatici, ma ci accontentiamo degli asparagi del fruttivendolo!
    Buonanotte da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  6. Che bella ricetta, Milena!!! Con un ritardo, scusami tanto, ti faccio auguroni di buoncompleanno!!:)))
    Un bacione!

    RispondiElimina
  7. Ottima idea! Da me di asparagi selvatici se ne trovano ancora parecchi. Appena posso torno nella macchia e colgo ciò che mi serve per rifare i tuoi sformatini!
    A presto,
    Alessandra

    RispondiElimina
  8. Milena, è un periodo questo in cui sento il bisogno di cose semplici senza tanti fronzoli, proprio come i tuoi sformatini

    RispondiElimina
  9. anch'io sono di verde e di spumoso, ho scoperto da poco questo modo di mangiare le verdure che serve anche a farla apprezzare ai bimbi..;si lo so' sono fissata con i bimbi ma non amo mangiarmeli da sola!!!
    Lo sformatino é molto molto primaverile!

    Buona giornata, serena soprattutto :)***

    ps: quel dolce giù mi manda in estasi ;)

    RispondiElimina
  10. 3 ingredienti soli e guarda che piccoli capolavori. Non finirò mai di dirti che hai sempre la mia massima ammirazione!
    Buonissimissimagiornata :))))

    RispondiElimina
  11. @tutti: li ho preparati per la prima volta nel periodo di Pasqua con gli spinaci e sono piaciuti molto: da qui ne deduco la versatilità con qualsisi verdura.
    E' di certo una ricetta che si può adattare a qualsiasi esigenza e gusto e che può essere preparata con congruo anticipo: in altre parole è diventata un mio cavallo di battaglia ....

    RispondiElimina
  12. questo è il genere di sformatino che preferisco. Verdura e ricotta in monoporzione.

    RispondiElimina
  13. Che bella la foto degli asparagi che hai linkato! E che buoni questi sformatini, semplici e gustosi!

    RispondiElimina
  14. Ricotta di pecora ancora calda... un'immagine di per se' gia' golosa, che questi freschissimi asparagi impreziosiscono ancora di piu'

    RispondiElimina
  15. semplici ma che figurone! che sapore gli asparagi selvatici!

    RispondiElimina
  16. molto delicati , ottimo abbinamento,sapori e profumi primaverili...bravaaaaaa

    RispondiElimina
  17. Anch'io non avendo molto tempo "ripiego" su ricette di facile esecuzione e spero di non essere banale..ma è difficile..i tuoi sformatini sono delizioni e per niente banali complimenti

    RispondiElimina
  18. questi devono essere davvero goduriosi!!!delicati saporiti e perfetti per la stagione!!bacioni imma

    RispondiElimina
  19. spettacolari questi sformatini... è una vita che vorrei farne ma non mi è mai capitata l'occasione!

    RispondiElimina
  20. Ciao Milena. Io adoro questo tipo di preparazioni e non sai quanti ne faccio anche io. Li trovo deliziosi, facili e veloci : impossibili da non rifare, appena capita !!!

    RispondiElimina
  21. Ho un debole per gli sformatini te l'ho mai detto? Mi piacciono soprattutto perché sono molto versatili e anche scenografici, basta vedere con quale entusiasmo vengono accolti ogni volta che li si porta in tavola :)

    RispondiElimina
  22. deliziosi a vedersi e gustarsi!
    Gli asparagi selvatici sono una delizia di questa stagione! ottima ricettina!

    RispondiElimina
  23. Ma..andiamo tutted'asparagi e asparagi selvatici ultimamente?!DELiziosi questi sformatini!

    RispondiElimina
  24. Ciao! carinissimi e davvero molto semplici da fare!! sicuramtne..anche da copiare allora, anche perchè le monoporzioni riteniamo siano sempre più eleganti!!
    baci baci

    RispondiElimina
  25. Asparagi selvatici: che sogno!

    RispondiElimina
  26. Lenny cara, ma ci siamo messe d'accordo?? anch'io ho postato gli asparagi ma non selvatici... davvero gustossimi questi sformatini e poi io ne vado matta di questa verdurina.. devo provare la tua ricettuccia... bacioni e auguri ancora anche se in ritardo.,..

    RispondiElimina
  27. @tutti: gli aspargi selvatici hanno una "durata" alquanto limitata e qaundo sono disponibili occorre approfittarne: è per questo che impazzano le ricette che li vedono protagonisti ...

    RispondiElimina
  28. Io adoro gli asparagi selvatici...non ho mai pensato di farci degli sformatini! da tenere presente. Grazie per le tue bellissime idee!

    RispondiElimina
  29. io li prendo da asporto...:D picnic insieme?:D

    RispondiElimina
  30. Milena e dato che di asparagi selvatici me re regalano spesso e aldilà della zuppa e della frittata li utilizzo per poco altro voglio proprio provare i tuoi sformatini, ti dirò il risultato

    RispondiElimina
  31. Perché scelte banali? Semplice non vuol dire non goloso, voluttuoso... come questo sformato
    Per rassicurarti anch'io cucino quasi sempre cose classiche ;-)
    Un abbraccio e buon fine settimana cara

    RispondiElimina
  32. Ma saranno anche banali ma io ne mangerei volentieri di sformatini così!!!!!
    Fosse solo per i prodotti preschissimi.
    Complimenti lenny, buon w.e.!!!!

    RispondiElimina
  33. Le immagini sono di un'eleganza indiscutibile!
    Bellissima idea per impiegare gli asparagi spontanei in una delle cose per me più "acquolinose" al mondo : la ricotta!
    Baci e buon fine setttimana ^_^

    RispondiElimina
  34. Potrei provare con la ricotta di capra.. forse riesco a digerirla!!! Buonissimi davvero.. smack e buon w.e. .-)

    RispondiElimina
  35. che piatto primaverile!bellissime foto,rendono alla perfezione! Un bacione...

    RispondiElimina
  36. rait délicieux et très savoureux ce pudding, j'aime beaucoup
    tes photos sont magnifiques
    bonne soirée

    RispondiElimina
  37. Vivrei a sformatini: con le tue ricette poi, adeguatamente alleggerite e non per questo meno gustose (anzi!), posso davvero "sdarmi" :)
    Bellissima questa.
    Un abbraccio,

    wenny

    RispondiElimina
  38. Quest'anno, purtroppo, per motivi di tempo, non sono riuscita a raccogliere gli asparagi selvatici; mi consolo con gli asparagi bianchi coltivati. I tuoi sformatinio oltre ad essere molto ben riusciti, devono essere anche buonissimi!!!
    Ti auguro un felice fine settimana!

    RispondiElimina
  39. Anche a me piacciono le ricette con sapori semplici , ma con un aspetto delizioso come questi tuoi sformatini. Anche le tue foto sono bellissime... io ti conosco oggi, ma tornerò spesso a visitarti, il tuo blog e le tue ricette mi piacciono molto. Io da poco ho aperto un blog, se vuoi passare e magari lasciarmi qualche consiglio mi farebbe piacere! A presto.

    RispondiElimina
  40. Ma sai che proprio l'altro mi hanno regalato un bel mazzo di asparagi selvatic!!! Quasi quasi...copio e provo..;-))

    RispondiElimina
  41. Ricotta di pecora ancora calda e asparagi selvatici, un binomio vincente, complimenti Lenny.Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  42. che delizia questi sformatini da asporto... già mi vedo con la coperta sull'erba intenta a scaravoltarli .... anche noi li facciamo simili ed in primavera con le verdurine sono versatili con tutto! Baci fico&uva

    RispondiElimina
  43. ....oggi ho cotto un bel mazzetto di asparagi: questi sformatini li provo sicuro!
    Baci!

    RispondiElimina
  44. @tutti: li ho preparati in occasione di una cena improvvisata, davanti ai miei amici che si sono stupiti della velocità di preparazione ed hanno apprezzato molto la presenza delicata e light della ricotta che dà corpo a questi sformatini.
    La presenza degli asparagi selvatici trovo che sia determinante per dare carattere, poichè rispetto ai tradizionali flan, la ricotta "attutisce" il gusto delle verdure (cosa non accaduta in questo caso, in quanto gli aspargi selvatici hanno un sapore ben deciso)

    RispondiElimina
  45. FreedomPop is the only ABSOLUTELY FREE mobile phone provider.

    Voice, text & data plans costing you £0.00/month (100% FREE CALLS).

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO