15 novembre 2009

Ventagli di verdure e caprino

Addizionare, sottrarre, moltiplicare o dividere, valutare le diverse combinazioni degli elementi nella sconfinata casistica delle possibilità, non sono operazioni esclusivo appannaggio della matematica, ma trovano un ambito di applicazione rilevante anche in cucina.
È divertente “svolgere questi esercizi” su molte ricette, sostituendo ingredienti e sapori in nuove varianti e scoprendo il valore di una grande versatilità.

Ventagli con verdure e caprino


Un esempio è dato da questa ricetta, dove intorno al tema “crêpe” (nello specifico dall’impasto delicato, leggero e dorato, per la presenza dell’amido di mais) si può “giocare” nell'associare le diverse verdure, valicando con orgoglio tutte le stagioni ed esaltando come punto di forza il formaggio (ho usato un caprino a latte crudo che con i suoi delicati, ma tangibili sentori, fa la differenza!), ottenendo volta per volta un carattere nuovo e notevole.
So già che nella loro grande semplicità mutevole, questi ventagli diventeranno il mio nuovo cavallo di battaglia, scegliendo se proporli come contorno (così consiglia la ricetta originale) o come piatto forte per cene festose (li ho serviti con questo ruolo), in versione “ardita” con speck croccante (ricetta madre docet) o vegetariana come di seguito.


Ventagli di verdure e caprino

Ingredienti x 6 ventagli
Crêpe
30 g farina 00
40 g amido di mais
1 bicchiere di latte
2 uova codice 0
sale

100 g circa zucca (ric. orig. zucchine)
100 g circa broccoli (ric. orig. carote)
cipolle rosse caramellate
100 g caprino Baciodilatte Lavialattea (ric. orig. Casciotta di Urbino)
olio evo
sale
mandorle a scaglie

Preparazione.
Crêpe. Sgusciare le uova in una ciotola, unire il latte un pizzico di sale, la farina e l’amido fino ad ottenere una pastella liscia. Far riposare per 30’ e dopo aver spennellato con dell’olio una padella antiaderente, scaldarla, versare con un mestolo la pastella, ricoprendo la superficie e roteando perché il composto si distribuisca uniformemente. Quando comincia a staccarsi dal fondo, girare ed attendere ancora qualche minuto che ultimi la cottura. Procedere fino ad esaurimento della pastella e accatastare le crêpes una sull'altra a torre, mano a mano che sono pronte.

Verdure. Mondare la zucca e tagliarla a bastoncini e mondare i broccoli. Far scaldare un filo d’olio evo con un grosso spicchio d’aglio e rosolare i broccoli, dopo circa 5’ unire la zucca, regolare di sale e bagnare con dell’acqua per non farli friggere, rimestando delicatamente, ma facendo attenzione a non cuocerli eccessivamente (devono restare croccanti e sodi)

Ventagli. Disporre su ciascuna crêpe, sulla "faccia" dove ha ultimato la cottura, perché meno liscia, un po’ di verdure (la ric. orig. suggerisce lo speck reso croccante rosolandolo in padella) alle quali unire le cipolle caramellate e ricoprirle con il caprino tagliato a bastoncini. Ripiegare formando un ventaglio, spennellare con dell’olio evo, cospargere con mandorle a scaglie e scaldarle a bagnomaria per 5/10’ (la ric. orig. pevede di rosolarle in padella con una noce di burro), finché non si scioglie il formaggio. Servire tiepidi. [Tratto da Il piacere del formaggio – Fabbri editore]

34 commenti:

  1. Devo provare questa ricetta con l'amido di mais, non vedo l'ora che sia domani, sono veramente curiosa di assaggiarle e sentire la differenza dell'impasto.
    Ripasso nei prossimi giorni per dirti come è andata....:-)

    RispondiElimina
  2. proverò anch'io il trucco dell'amido per le crepes, ovviamente per provare questa bella ricetta, di cui a parte la zucca che non amo, mi piace veramente tutto in particolare il tocco delle mandorle

    RispondiElimina
  3. sono molto belli e come sottolinei tu versatili, ci si puo' infilare qualsiasi cosa dal salato al dolce e fanno la differenza certo...il caprino di cui parli non é di mia conoscenza ma ovvio ci si puo' ancora inventare di tutto.
    Un'idea da ricordare per le prossime feste.
    ^_^***

    RispondiElimina
  4. ciao lenny, grazie pr la fritta, le crepes le ho fatte classiche con farina, con quella saracena, con la farina di castagne. mai con l'amido di mais. devo provare!

    RispondiElimina
  5. Elegantissime, queste crepes non potrebbero sfigurare nemmeno ad una cena di gala! E poi poter variare il ripieno è troppo divertente!
    Baci

    RispondiElimina
  6. Belli, sempre molto ricercate le tue ricette!

    RispondiElimina
  7. Le crepe erano il mio cavallo di battaglia quando ero ragazzina, sai che non le faccio da almeno 10 anni?
    Devo provare l'impasto con l'amido.
    Me ne hai fatto venire una gran voglia!!

    RispondiElimina
  8. Anch'o non faccio più le crepes da anni.. ricordo che erano dei miei break pomeridiani dallo studio (che bella scusa, eh?!). Proverò questa tua versione con l'amido... ciao

    RispondiElimina
  9. beh sembra anche un primo piuttosto leggero o sbaglio?
    poi è vero, uno se vuole può anche sostituire le verdure in base alla stagione, che col caprino ci stanno sempre bene :)
    anche io li servirei come primo!

    RispondiElimina
  10. Che bella presentazione. Le crepes non mi hanno mai fatto impazzire, sarà che le ho sempre mangiate a casa di una zia che le riempiva di besciamella insapore e null'altro...era il suo piatto forte delle feste (ti lascio immaginare gli altri quali fossero).
    Ora sto cercando di rimediare, ne ho già provate diverse varianti, proverò anche le tue.
    Buon inizio di settimana :)

    RispondiElimina
  11. Mi hai fatto tornare in mente che è da un po' che non preparo delle crepes, dovrei invece farle più spesso! Delizioso il ripieno che hai scelto, trovo che sia anche un piatto da preparare nelle prossime festività :)
    Buona giornata Lenny

    RispondiElimina
  12. Belisismi questi ventagli! ottimo l'abbinamento di queste verdure di stagione, con un formaggio dolce come il caprino.
    Delicati ma originali!
    un bacione

    RispondiElimina
  13. Lenny il post incuriosisce... Mi associo a tutti gli altri commenti perchè effettivamente la preparazione è alquanto inedita.
    Ho appena mandato il link a mia sorella per condividerlo a sua volta con mia madre per stuzzicarle ad allontanarle dal metodo classico...ma soprattutto per vedere chi la fa prima ehehehe :)
    Grazie e buona settimana

    RispondiElimina
  14. lenny i tuoi sono esercizi di gusto all'ennesima potenza:-)davvero gustosissimi e l'accostamento fantastico una combinazione perfetta!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  15. Che belle!Mi piacciono un sacco le creppine ripiene di verdure :))
    Hanno tutta l'aria di essere leggerissime

    RispondiElimina
  16. E' meraviglioso giocare con colori, sapori e consistenze.. squisite e chic le tue crepe.

    RispondiElimina
  17. Geniale come sempre ed estremamente golosa questa ricetta!Applauso per la scelta del caprino e..interessante l'amido al posto della farina x le crepe!
    baci

    RispondiElimina
  18. sono splendidi questi ventagli!!! complimenti!

    RispondiElimina
  19. Buoni e di "bella presenza". Secondo me non hanno confini e possono essere serviti con ogni veste, eccezion fatta come dolce....
    Complimenti

    RispondiElimina
  20. Io sto imparando a conoscere il caprino.. che ho notato digerire al contrario degli alti tipi di formaggi ai quali son intollerante.. Ottima ricetta!!! Baci baci e buon inizio settimana :-)

    RispondiElimina
  21. sono bellissimi. Le scagliette di mandorla sembrano un fiore decorato!

    RispondiElimina
  22. La bellezza di queste crèpes mi lascia senza parole, ma quanto sono belli qui fiorellini di broccolo che fanno capolino?!

    RispondiElimina
  23. Buonissimi e presentati, come sempre, in modo sobrio ed elegante!!

    RispondiElimina
  24. Bella saporita ed elegante questa ricetta, bravissima.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  25. Molto interessante quest'impasto e la presentazione è senza dubbio da festa (altro che contorno ;-) Buona serata cara

    RispondiElimina
  26. Elegante ed invitante ricetta, perfetta come sempre!

    RispondiElimina
  27. Adoro le crepe quindi segno subito la tua ricetta, davvero deliziosa.
    Baci

    RispondiElimina
  28. che bellissima idea lenny! devo dire che non ho l'abitudine di fare le crepes, di nessun tipo, e invece sono assolutamente un jolly: versatili, buone, utili per risolvere una cena con ingredienti che quasi sempre si hanno in casa!

    RispondiElimina
  29. Belle e buone queste crepes, e da fare in un'infinità di varianti!!!!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  30. Interessantissime!!! brava Lenny!

    Se ti va di partecipare anche quest'anno, è uscito il "bando" del mio giochino natalizio...

    a presto!

    RispondiElimina
  31. Fantastica questa ricettina,le crepe sembrano molto interessanti con l'amido.. da provare! il ripieno è divinamente squisito e con le mandorle che regalano una nota croccante rende il piatto molto suggestivo!

    RispondiElimina
  32. @tutti: è vero, ultimamente le crêpes sono cadute nell’oblio, ma consiglio di provare questa ricetta per la semplicità di realizzazione, la versatilità che dimostra al variare degli ingredienti che ne denotano l’indole e per l’essere una ricetta light, ma appagante

    Grazie @val per l’invito: vengo a leggere

    RispondiElimina
  33. Favolose le tue crepes, ricetta molto interessante, complimenti.
    Buon fine settimana Daniela.

    RispondiElimina
  34. @daniela: grazie e buon we anche a te :)

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO