7 luglio 2009

Leggendo e gustando

Leggere un libro è un’occasione di ricchezza, è inglobare un mondo intellettuale prima di allora sconosciuto, mentre rileggere un libro per respirarne le idee e lasciarsi nuovamente attraversare dalle stesse in un’osmosi intellettuale, è un tesaurizzare le conoscenze, assorbendole.

Rileggo spesso i libri che mi hanno emozionato e di recente ho ripreso Mangiabbinando – le ghiotte considerazioni di S. Buso,

un libro che mi piace sfogliare e rileggere, piluccando qualche citazione o rivedendo qualche paragrafo in pericolo d’oblio, per approfondire o ridestare conoscenze acquisite e, spinta dalla curiosità di conoscere le impressioni dei lettori, ho posto all’autore qualche domanda:

A distanza di alcuni mesi dalla pubblicazione, Mangiabbinando va in ristampa: quali le aspettative al momento della pubblicazione e quali quelle attuali?

Dapprima io e chi mi ha suffragato nel progetto abbiamo ragionato in maniera eccentrica - desiderando la stampa di un libro che si distaccasse completamente dalle attuali pubblicazioni tematiche. Questo perché sistematicamente “la platea” riconosce un libro di enogastronomia sin dall’iniziale apparizione. Optando per questa rotta il rischio poteva essere il fraintendimento o comunque una sorta di tragica incomprensione del nostro operato. Perciò l’auspicio era che il pubblico apprezzasse questo sforzo, e così fortunatamente è avvenuto. Ringrazio i numerosi media anche nazionali che hanno dato promozione al librello e gli amici bloggers. Certamente la ristampa è voluta per il trend positivo della prima sortita e sulla scorta del gradimento dei molti appassionati…


Grande favore di pubblico ha riscosso il libercolo, quali i riscontri dei lettori e se c’è un episodio curioso segnalato da qualche estimatore che la lettura di Mangiabbinando ha sortito.

L’esito è stato senza dubbio buono, ma senza falsa modestia ce lo aspettavamo! Molte gratificazioni sono giunte da numerosi ambienti dell’informazione. Durante alcune presentazioni ho avuto modo di interagire con un pubblico completamene distante dalla tavola, dal vino e interessi culinari. Ho ricevuto quesiti di ogni tipo; bizzarri, ameni, ma sempre stimolanti. Ad esempio da parte di una lettrice triestina che dopo avermi richiesto la copia autografata del libro era impaziente di conoscere se il color rosso della copertina rispecchiava il mio credo politico. La risposta è stata ovviamente affermativa:D… Scherzi a parte, considero critiche ed elogi come gentil concessioni purché supportate da buona educazione e regole civili del confronto. Bensì istanze grezze, ordinarie e scortesi non sono né credibili né tollerabili….


Alcune copie sono state donate alle Biblioteche Civiche di Milano, Trieste, Treviso, Venezia, Torino, Genova e altre città e comuni dove è possibile prenotare e leggere gratuitamente il libro: quale la motivazione?

Hai citato solo una parte delle Biblioteche Civiche alle quali è stato offerto il libro, ma ti garantisco che sono tantissimi i centri di cultura e studio da noi evidenziati e ai quali è stata inviata una o più copie del saggio. La motivazione è in relazione alla condivisione del sapere come valore assoluto e bisogno fondamentale. Luoghi che sin da piccolo mio padre mi ha insegnato a frequentare e amare. Ecco, visto che mi porgi questo pretesto ti dirò che ho ricevuto diverse testimonianze da lettori che hanno preso in prestito e poi letto Mangiabbinando! Persone del tutto occasionali che mai avevano immaginato né idealizzato certe realtà enogastronomiche. Questa è la miglior ricompensa che auguro a molti autori di delibare…


Concludiamo con un bilancio o un auspicio?

Conto con i pochi mezzi che ho a disposizione di raggiungere sempre un numero più ragguardevole di persone, galvanizzando al piacere del gusto e buona tavola anche chi a priori non è attratto da questi concetti. Non apprezzo l’impronta che ha assunto una parte dell’attuale comunicazione enogastronomica sempre più indirizzata ad un pubblico di nicchia e preparato. Non è questa la mia formazione né la divulgazione che accarezzo…



Tra i libri delle vacanze includerò e regalerò Mangiabbinando, una lettura di gusto per ampliare gli orizzonti e le ispirazioni.

17 commenti:

  1. Si scopre sempre qualcosa di nuovo, devo procurarmelo :-) Buona notte!

    RispondiElimina
  2. Apprezzi queste letture peche' sei una persona di gusto

    RispondiElimina
  3. ciaio lenny
    grazie per le dritte e per le info! :-)

    RispondiElimina
  4. stefano buso mi sembra di ricordare...colui che ha inventato l'antibiotico... no forse colui che ha inventato la censura...penso che mi sto confondendo!!! ;))
    lenny non mi consideri piu mi hai abbandonato non sono piu neanche tra i tuoi link e quindi tra i tuoi compagni di merende!!!
    sto piangendo
    www.chefmarco.splinder.com

    RispondiElimina
  5. E' dalla prima stampa che vorrei leggerlo, vediamo se mi va meglio con la seconda :)
    Un bacio!

    RispondiElimina
  6. Mi incuriosisce sempre di puù devo assolutamente comprarlo
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  7. Utilissimo post!!! grazei mille!

    RispondiElimina
  8. ce l'ho anch'io, l'avevo richiesto per posta..bellissimo!E grandissima inziativa!

    RispondiElimina
  9. @dada: i libri e soprattutto quelli ben fatti, sono un patrimonio inestimabile, fonte di crescita e impareggiabili compagni di viaggio nei momenti importanti della nostra vita

    @Caterina: può essere un utile approfondimento, motivo per alimentare la propria cultura

    @Barbara...Babs: mi piace condividere i miei interessi e ciò che è motivo di entusiasmo

    @chef marco: scusami, probabilmente in uno dei miei ultimi interventi di grafica, ho perso qualche dato ….

    @Ciboulette: come saprai è semplicissimo ordinarlo e lo si riceverà direttamente a casa

    @Fra: è un libro scritto con estrema perizia, gli argomenti trattati non sono affatto banali ed affrontati da un’angolazione originale.
    Non a caso ha riscosso un interesse unanime nei fruitori e continue sono le richieste: è di grande appeal

    @Lisa: sono felice che tale segnalazione possa essere di interesse per chi legge: grazie e benvenuta

    @Saretta: rientri dunque nella prima tornata di lettrici: constato con piacere che concordi con il mio giudizio

    @Mirtilla: è giunto il momento di prepararsi per le vacanze e poiché questo è il periodo più bello per la mente, occorre organizzarne al meglio gli spazi ricreativi e l’adeguato nutrimento

    RispondiElimina
  10. Pubblico e amici appassionati che giustamente meriti Lenny. Per chi non ha potuto ordinare il libro o non lo ha trovato (disponibile ad personam solo nel NEst) ricordo il blog dedicato.
    Grazie alla padrona di casa.
    s.buso

    RispondiElimina
  11. Come te amo molto leggere, confesso che non conoscevo questo libro, grazie mille per la segnalazione, ciao sally

    RispondiElimina
  12. Anch'io ho sempre a portata di mano il libro di Stefano...Buona giornata lenny!

    RispondiElimina
  13. mmmh recensito così mi attira oltremodo... altrochè!
    Grazie della preziosa segnalazione.
    buona giornata,

    wenny

    RispondiElimina
  14. Compimenti ancora a Stefano Buso per il suo bellissimo lavoro, che ho avuto modo di leggere ecommentare qualche mese fa, complimenti a te per l'intervista

    RispondiElimina
  15. @Stefano Buso: grazie a te, Stefano per aver soddisfatto le mie curiosità e per aver catturato l'interesse dei lettori, come è tuo costume

    @sally: è un viaggio interessante nel mondo enogastronomico, attraverso gli occhi di un esperto

    @Dolcienonsolo: è un libro che cambia le prospettive

    @Wennycara: ho incuriosito una lettrice appassionata?

    @CoCò: ogni lettura o rilettura mi lascia una serie di domande, un desiderio di approfondimento che questa volta, grazie a Stefano Buso, sono riuscita a risolvere

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO