11 dicembre 2008

Muffin alla melagrana e neve alla vaniglia

Dessert autunnal-natalizio
Se un muffin (!?!) sorprendente, decide di diventare dessert e si monta la testa, si profuma di rum e si adorna di gemme cremisi, meglio assecondarlo.
Tronfio solo in apparenza nell’incedere, gelido e altero nell’aspetto, ma dal cuore scarlatto e palpitante, rivela un’indole di ineffabile e soffice dolcezza (che lo rende più simile ad un cupcake piuttosto che ad muffin!).

Muffin alla melagrana e neve alla vaniglia

Muffin (ma è più giusto cupcake) alla melagrana e neve alla vaniglia

Per le differenze tra muffin e cupcake, leggi qui!

Ingredienti x 12
250 g farina
200 g zucchero a velo
2 uova
160 g burro
180 ml latte
½ busta di lievito
vaniglia
1 melagrana

Decorazione
Gelato alla vaniglia [o 100 ml panna montata]
Rum
chicchi di melagrana

Preparazione. In una terrina lavorare a crema il burro, aggiungendo gradatamente lo zucchero e le uova. Incorporare a cucchiaiate la farina setacciata, alternando l’aggiunta del latte e per ultimo il lievito. Amalgamare al tutto i chicchi di melagrana precedentemente sgranata, leggeremnte infarinati [per evitare che precipitino sul fondo, non amalgamarli al composto, ma inserirli nel cuore di ogni muffin], versare il composto nei pirottini (i miei erano di silicone ed è per questo che i fianchi del cupcake non sono perfettamnte dorati) e infornare a 180° per 18-20’.
Imbibire ciascun muffin con del rum (o succo di limone zuccherato) e, prima di servire decorare con gelato alla vaniglia (o panna montata aromatizzata alla vaniglia), guarnendo con i chicchi di melagrana. . [Liberamente tratto dal ricettario Pane Angeli]

Curiosità. Antiche sono le testimonianze dell’impiego del melograno che viene descritta in un papiro datato 1550 a. C. (papiro di Ebers) Ippocrate decanta le proprietà medicamentose di questo frutto come antielmintico, antinfiammatorio, per combattere la diarrea e contro le infezioni parassitarie. Ai tempi dei Greci e dei Romani il melograno era denominato “albero della vita”; era sacro a Giunone (moglie di Giove) e a Venere, dea dell’amore, tanto che le spose di Roma antica intrecciavano rametti di melograno tra i capelli in segno di buon augurio.
Nella tradizione asiatica il frutto aperto rappresenta abbondanza ed auspicio. Il notevole numero dei suoi grani ha ispirato numerose leggende: in Vietnam è simbolo di fertilità; lo spose turche lo lanciano a terra perché si dice che avranno tanti figli quanti sono i chicchi usciti dal frutto spaccato. In Dalmazia invece la tradizione vuole che lo sposo ne trasferisca una pianta dal giardino del padre della sposa al suo.
In Europa, all’inizio del XIX secolo, la scorza della radice del melograno, riprendendo l’impiego fatto 4.000 anni prima dagli Egizi, era molto usta nella lotta contro la la tenia.
----------

Il voluttuoso muffin dalle vermiglie gioie, partecipa all'evento I LOVE cupcakes organizato da Ely

18 commenti:

  1. Che bella introduzione che bella foto e che originale ricetta sei grande come al solito

    RispondiElimina
  2. Dolcino sontuoso, di gemme preziose divinamente decorato :-)

    RispondiElimina
  3. voluttuoso, procace prominente, goloso, lussurioso...e cosa non è questo cupcake!!!
    Per quanto io sia una fan sfegatatadellapanna in questo caso le bacche di melograno le vedo benissimo col gelato alla vaniglia!!!

    Un contributo eccellente alla raccolta...occavoli, vado a vedere quando scade!!! :))

    RispondiElimina
  4. che bella idea quella del melograno!!!brava

    RispondiElimina
  5. Che carini! sembrano anche molto natalizi!!
    Non avevo mai pensato a mettere la panna sopre...poi con le goccette di melagrana...WOW!
    BRAVA

    Castagna

    RispondiElimina
  6. che libidine!! questo è un vero e proprio attentatoooooo!!!

    bravssima!!!

    RispondiElimina
  7. non mi ricordo ero già passata di qui, cmq il tuo blogf è molto bello!!!!! e questi uffin divini, ti inserisco tra i miei preferiti

    RispondiElimina
  8. BEL-LIS-SI-MI! In pieno stile natalizio.
    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  9. SEMBRA UN CAPPELLINO DI RE XVI° GENIALE ED ELEGANTE TI COPIO LA RICETTA E PENSO CHE CI POSSO BERE SOPRA
    WWW.CHEFMARCO.SPLINDER.COM

    RispondiElimina
  10. Devo dire che qui ti sei assolutamente superata! Anche io ho partecipato alla raccolta di Ely con un cupcake al melograno, sai? Se ti va di vederlo, basta che nella colonna di destra in etichette clicchi cupcakes..e c'è solo quello! Il tuo però è mooolto più bello! Baci

    RispondiElimina
  11. questo sì che è un bel dolcetto!!!! e fa bene a montarsi anche la testa!
    ieri ho provato a fare i miei primi cupcake... dopo 5 minuti che erano in forno il loro volumer era raddoppiato... dopo 20 il loro volume era dimezzato rispetto a quando li avevo infornati, mi sono praticametne implosi... io e i dolci niente da fare!!! ahahah

    per ridarmi fiducia seguo alla lettera la tua ricetta :)) un bacioneeeee

    RispondiElimina
  12. Ecco come travestire un muffin in maniera del tutto originale e raffinata! Mi piacciono sempre molto anche le tue introduzioni alla ricetta.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  13. Meravigliosa ricetta, come sempre particolare e gustosa, un abbraccio

    RispondiElimina
  14. sono bellissimi e d'effetto! complimenti!

    RispondiElimina
  15. cocò - tutto merito del protagonista

    twostella - dalla golosità raffinata

    ciboulette - il gelato alla vaniglia dà un tocco in più

    pamy - è un frutto molto coreagrafico e forse trascurato

    castagna e albicocca - ogni scusa è buona per dare spazio alle fantasie golose

    sara - ogni tanto ...

    pizzicotto 77 - benvenuta e grazie

    cuoche dell'altro mondo - grazie tante

    chef marco - bella questa similitudine storica!

    elga - non me lo ricordavo più ...

    viviana - non demordere ....

    camomilla - grazie

    anice stellato - un abbraccio

    micaela - ed il sapore è godurioso

    RispondiElimina
  16. francesca - che piacere rileggerti: sei tornata?

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO