9 novembre 2007

Melanzane sott'olio

Le verdure di stagione (o i frutti di stagione) se lavorate in modo idoneo, atto a consentirne la conservazione, aiutano anche a custodire gelosamente, come tesori, le stagioni e quant'altro: queste melanzane, per esempio gustate in purezza come stuzzichini o come contorno, narreranno a tavola il sole, l'allegria e i colori dell'estate.
"I figli del sole in vasetto" per coniugare con gusto, l'estate con l'inverno.

Melanzane conserva

Melanzane sott'olio
Ingredienti
5 kg melanzane
50 g sale
200 g peperoncini rossi
20 g sale
1 spicchio d'aglio
olio di oliva

Preparazione
1. Sbucciare le melanzane, sezionarle orizzontalmente e poi sovrapporre le fette, praticando dei tagli verticali, per ricavarne delle listarelle di 1 cm di larghezza.
Ad operazione ultimata, trasferirle in una ciotola capace, disponendole a strati da ricoprire con il sale, fino ad esaurimento degli ingredienti.
Coprire con un piatto e pressare il tutto con un peso (es. un sasso marino). Lasciare riposare per 48 ore.

2. L'indomani, una mezz'ora prima di procedere, lavare i peperoncini, tagliarli a fettine sottili e salarli, lasciandoli a sgocciolare, in uno scolapasta.
Eliminare il liquido di vegetazione, delle melanzane, lavarle sotto l'acqua corrente e strizzarle energicamente (meglio pressarle in un torchio).
Condirle con i peperoncini, l'aglio finemente tritato e riempire con il tutto i barattoli, opportunamente sterilizzati. Ricoprire d'olio e conservare.
Per i primi giorni verificare che siano sempre ben coperte d'olio evo, aggiungendone se necessario.
Melanzane sott'olio

Durata. Circa un anno se conservate in luogo fresco e scarsamente illuminato.

-----

16 commenti:

  1. io le adoro le melanzane cosi', le fa sempre mio zio, da una vita. Sono buonissime :-P

    Francesca

    RispondiElimina
  2. uguali uguali a quelle che fa mia madre..buone!

    RispondiElimina
  3. Periodo di sott'olio? :-) Io così non le avevo mai viste ma mi intrigano molto!!! Da provare!

    Ciao,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  4. Carissima ti scrivo per farti i miei più vivi complimenti per questa nuova veste grafica!!

    A presto

    RispondiElimina
  5. Un salto indietro nel tempo: non mangio le melanzane fatte cosi' (meno il peperoncino, con piu' aglio) da quando ero bambina. Sono davvero speciali.

    RispondiElimina
  6. Le ha preparate mia madre così:P

    RispondiElimina
  7. Le mangio fatte da mia suocera e mi piacciono molto. Mi stampo la ricetta e le provo a fare... poi le faccio confrontare al moroso... lo metterò in crisi!!
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  8. Ma che buone e poi senza aceto...Ci farei anche colazione con un vaso così ;-)))

    RispondiElimina
  9. Le melanzane sono bbbbbbuone in tutte le salse per me. Ma le tue sono veramente fantastiche!!

    RispondiElimina
  10. francesca - Allora ne sei un'estimatrice di vecchia data!

    elisa - Il tuo apprezzamento è una garanzia per le lettrici ancora in dubbio

    aiuolik - Uncle Pigor vorrà sicuramente provarle. Ciao

    gnocchetto al pomodoro - Ti ringrazio per l'apprezzamento: Ciao

    simona - BENVENUTA: mi fa piacere che questa ricetta ti abbia fatto affiorare bei ricordi.
    Non sono riuscita a trovare il tuo blog: potresti fornirmi il link?

    tatiana - Difatti è mia madre che ogni anno prepara queste prelibatezze sott'olio, ma quest'anno ho voluto farlo io, sotto la sua severa supervisione.

    dolcetto - Fammi sapere il risultato della sfida-degustazione

    lory - Voglia di brunch?

    adrenalina - Sei molto gentile: grazie

    RispondiElimina
  11. lenny,siiiiiiiiiii brunch alle 8 alle 10 alle 15 alle20...ahahahah!

    RispondiElimina
  12. Anche se il brunch è un'abitudine lontana dalla nostra cultura, non sarebbe male adottarlo come sporadico stile alimentare

    RispondiElimina
  13. per favore un barattolino anche di qs se puoiiiiiiii!! :-PPP

    RispondiElimina
  14. Le faceva così la nonna di mio marito, molisana di Termoli, mi piacevano da impazzire.
    Grazie per aver proposto la ricetta!
    Ciao

    RispondiElimina
  15. gourmet - A patto che tu mi riservi un batrattolo della tua marmellata di caki!

    elisabetta - BENVENUTA. Mi fa piacere che questa ricetta ti abbia interessata

    RispondiElimina
  16. ma dopo strizzate dal sale non vanno lavate con l acqua ma lasciate nell aceto bianco per un paio d ore poi strizzate e poi contite con menta e peperoncino e messe nei vasetti con l olio sopra

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO