5 luglio 2014

Polpette di melanzane

Quando da bambina tornavo a casa, lasciando la spiaggia il tempo necessario per pranzare, trovavo molto spesso ad accogliermi il profumo delle polpette di melanzane che sfrigolavano nell’olio caldo, per essere poi disposte a montagnola in un grande piatto, guarnito con le foglie di basilico a diffondere l’aroma dell’estate.

Polpette di melanzane

Cominciavo ad assaggiarne una, prima ancora di sedermi a tavola, con la certezza che quello sarebbe stato il mio pranzo, anche se gli adulti erano di parere contrario, fedeli osservanti del “pranzo completo con più portate a qualsiasi latitudine e condizione climatica”.
Ogni volta le deliziose polpette erano diverse: se la mamma le preparava solo per noi bimbi, toglieva la buccia, mentre se erano destinate anche agli adulti, erano riconoscibili ad occhio nudo per quei cubetti violacei, incastonati come canditi golosi.
A volte erano tonde, con il cuore filante e la crosticina croccante, le mie preferite (rotolate in una pastella con acqua e farina e poi nel pangrattato, prima della frittura) o morbidissime se aggiungeva una patata, dietro suggerimento di una sua carissima amica ….
Da canto mio, non amo modificare le “polpette dei ricordi”, ma se proprio voglio dare loro una verve nuova per sorprendere gli ospiti, opto per la versione tonda, con panatura esterna e nel cuore colloco un cubetto di provola e dei pomodori secchi (tritati finemente al coltello o frullati con l’olio, quando preparo il patè per i crostini).
E voi che ricetta seguite?



Infine una piccola nota, in perfetto stile amarcord: quando la stagionalità a tavola era una regola di vita e non una scelta consapevole, in agosto mia madre conservava in barattoli di vetro i cubetti di melanzana, appena scottati e poi procedeva alla sterilizzazione di rito, così da poter confezionare in inverno le amate le polpette di melanzane che tuttavia all’assaggio mostravano un gusto differente da quelle estive ….
La natura si fa sempre beffe dei nostri miseri trucchi! 


Polpette di melanzane

Ingredienti x 4/6 persone

400 g melanzane
2 uova codice 0
pecorino grattugiato
aglio (facoltativo)
sale, pepe
pangrattato

olio evo

Preparazione. Sbucciare le melanzane, tagliarle a cubetti regolari e lessarle, finché non divengono morbide. Scolare bene e pressare nel colino con un cucchiaio di legno, per essere sicuri di eliminare tutta l’acqua assorbita in cottura.
Trasferire le melanzane nel mixer ed azionarlo brevissimamente ad impulsi (facendo attenzione a non ridurle in crema), quindi impastare con le uova, insaporire con il pecorino grattugiato, il sale ed il pepe (e un trito finissimo di aglio, se piace), aggiungendo il pangrattato per regolare la consistenza (non deve risultare troppo soda, ma piuttosto molle, q.b. perché si modellino. In caso di dubbio, si può friggerne una per accertarsi che in cottura le polpette non si aprano).
Formare le polpette e farle riposare in frigo (il riposo si può anche omettere).
Prima di servire, friggere in olio profondo (in realtà mia madre le ha sempre fritte in padella e trovo che il colorito non uniforme che ne deriva, sappia di famiglia) a fiamma vivace, così da formare la crosticina bruna esterna e risultare morbide all’interno.



20 commenti:

  1. Pensa che non ho mai mangiato polpette di melanzane fino quasi a 25 anni, quando ho cominciato ad appassionarmi di cucina e a spadellare autonomamente. Quindi non ho una ricetta del cuore. Le tue polpette hanno un aspetto super sfizioso, ti vien voglia di mangiarle con le mani :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le varianti sono proprio tantissime, quindi tanto vale recuperare il tempo perduto e cercare quella che ami di più ....

      Elimina
  2. Preparazione golosa,peccato non poter mangiare in questo momento le fritture ma va fatta, fellice sabato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non appena potrai, provale: sono deliziose :)

      Elimina
  3. Solo a leggere mi è venuta fame!!!
    Io credo di averle fatte una sola volta 'a casaccio' ma se la tua è una ricetta di famiglia va assolutamente copiata e riprodotta!!!
    Notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qua da noi non c'è famiglia che non le prepari e che non aggiunga una sia pur piccola variante che le rende uniche ....

      Elimina
  4. Ah...un colpo al cuore...queste sono le mie polpette preferite! Ne vado letteralemnte pazza e ne mangerei di continuo senza sosta! La ricetta è praticamente uguale alla mia, ma che bontà!!! :-D
    Bacioni grandi :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero è uguale? Che bella intesa :)

      Elimina
  5. verissimo Milena, stesso rito anche a casa mia un tempo, tutto cio' che era estate veniva conservato per riprenderlo in inverno ma il gusto era totalmente differente, era certo una necessità!!!

    per quanto mi riguarda le polpette sono uno dei miei piatti estivi preferiti insieme alla parmigiana :), inassoluto!!!!

    un'abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah la parmigiana!!!!!
      Sai che non riesco ancora a prepararla come quella di mia madre?

      Elimina
  6. Non sono mai riuscita a fare delle polpette di melanzane decenti, avrei tanto da imparare dalla tua mamma e da te...provo a farle in settimana!

    RispondiElimina
  7. le adoro sempicemente !!! La ricetta dalla cucina di mia cognata è più o meno quella di tua mamma solo che a casa sua il pangrattato è bandito se non per la crosticina esterna..lei mette dentro le polpette la mollica di pane vecchio - fa la differenza !

    RispondiElimina
  8. Grazie per questi suggerimenti molto interessanti, è bello venire attraverso articoli interessanti come il vostro! Vi auguro la salute, la longevità, il successo, la felicità e la pace del cuore.
    I Migliori Saluti

    RispondiElimina
  9. Grazie prima di tutto per questo grande blog. Io vengo tutti i giorni compresi i fine settimana! Buona fortuna

    RispondiElimina
  10. Ciao a tutti, Hai fatto un ottimo lavoro. Non mancherò di digg e da parte mia suggerire ai miei amici. Sono fiducioso che sarà essere beneficiato da questo sito web.

    RispondiElimina
  11. Grazie, ho recentemente stato alla ricerca di informazioni su questo argomento per anni e il vostro è il più grande che ho scoperto fino ad ora. Ma, per quanto riguarda la linea di fondo? Sei sicuro circa la fonte?

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO