19 maggio 2014

Torta di mandorle, riso e fragole e una formula

Sfogliando casualmente una vecchia agenda, ho trovato un foglietto dove circa dieci anni fa, annotai una ricetta che una persona a me cara, mi decantò tanto e che io archiviai con poca cura, poiché all’epoca rifuggivo dai dolci con l’olio d’oliva …..
Si tratta di un dolce alquanto comune ed estremamente semplice da preparare, in quanto per dosare gli ingredienti si fa a meno della bilancia e come unità di misura si usano i “bicchieri”.
La ricetta “quasi una formula” è anche facile da ricordare e, sebbene nell’epoca della cucina 2.0, quest’aspetto non sembri avere molta importanza, fino a qualche anno fa poteva essere un punto di forza.
È un dolce semplice che non richiede speciali attrezzature e che si può confezionare dovunque ci si trovi, anche in una casa per le vacanze per dire, ma è soprattutto molto versatile, poiché variando la tipologia degli ingredienti è ogni volta diverso.
Così ne ho provato una versione con una trilogia di fragole, ça vans san dire

Torta di mandorle, riso e fragole

che compaiono all’interno del dolce e lo coronano in versione caramellata e nature.
La torta è inoltre gluten free, perché una mia amica me l’ha richiesta e difatti ho usato farina di mandorle, di riso e amido di mais (ma se non si hanno problemi di intolleranza, è preferibile sostituire quest’ultimo con farina tipo 00) che la rendono leggera ed eterea.
Nella versione semplice, senza frutta, è un ottimo dolce da colazione, ma le varianti possono essere infinite e si può trasformare in un dolce più sofisticato adatto ad una ricorrenza importante se per esempio si farcisce con panna montata e marmellata o si sormonta con uno strato spesso di crema di ricotta e con una cascata di fragole.


Note tecniche: per errore ho usato ½ bustina di lievito e difatti ho ottenuto un dolce “compatto”, ma nella ricetta di seguito è indicato il quantitativo corretto.
L’intento era di ottenere una massa che potesse sostenere le fragole e così ho sostituito il latte con lo yogurt ed ho tenuto l’olio con un basso profilo, ma se non si ha quest’esigenza, a mio parere la dose ottimale di quest'ultimo è di ½ bicchiere, anziché uno intero come da ricetta originale.

Torta di mandorle, riso e fragole

La formula
3 uova
3 bicchieri farina
1 bicchiere zucchero
1 bicchiere latte
1 bicchiere olio extra vergine d’oliva
1 bustina di lievito

La mia rielaborazione
Torta di mandorle, riso e fragole (Gluten free)

Ingredienti
3 uova codice 0
1 bicchiere di farina di mandorle + 1 b. farina di riso + 1 b. amido di mais (= 3 bicchieri farina)
1 bicchiere zucchero
1 bicchiere yogurt bianco (ric. orig. 1 bicchiere latte)
¼ bicchiere olio extra vergine d’oliva (ric. orig. 1 bicchiere)
1 bustina di lievito x dolci
scorza limone bio grattugiata
+
150 g fragole

Fragole caramellate
30 g zucchero semolato
20 g burro
limoncello
50/100 g fragole
succo di limone

Finitura
fragole fresche
zucchero a velo
panna montata per servire

Occorrente: stampo Ø cm 22

Preparazione

Torta. Pre riscaldare il forno a 180°C.
Tagliare le fragole in due parti.
Montare bene le uova con lo zucchero finché non diventano chiare e spumose. Incorporare delicatamente con una spatola, le farine setacciate ed il lievito, la scorza di limone grattugiata e gradualmente lo yogurt e l’olio evo.
Trasferire il composto in uno stampo imburrato ed infarinato e disporvi sulla sommità le fragole precedentemente tagliate.
Infornare fino a doratura (prova stecchino).

Fragole caramellate. Sciogliere in una padella il burro con lo zucchero e quando comincia a caramellare, bagnare con il limoncello. Aggiungere un po’ di succo di limone ed unire le fragole tagliate in due. Cuocere per 3’.
Spegnere ed attendere che si freddino perfettamente.

Decorazione. Sfornare la torta e farla freddare su una gratella. Sformare e ricoprire con le fragole caramellate e lo sciroppo, lasciando che se ne imbeva. Decorare con qualche fragola fresca, tagliata in due, lasciando il picciolo, spolverare con lo zucchero a velo e servire con un ciuffo di panna montata.



Altri dolci con “la formula”



39 commenti:

  1. La proverò!!! Volevo farla per il compleanno del mio papà infatti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la provi, ci tengo a conoscere il tuo giudizio :)

      Elimina
  2. Questa torta mi ha incantata con la sua semplicità. Il mix di farina di mandorle e di riso mi fa pensare ad una texture lieve e scioglievole, che immagino si sposi benissimo con le fragole caramellate: da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio come l'hai descritta :)

      Elimina
  3. bellissimaaaaaaaaa!! elegante...profumata... voglio una fettaaaaaaaaa!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Milena, splendida la "formula" e golosa la tua rivisitazione personale. La farina di riso è magica per certi dolci, no? Buon lavoro!
    Giovanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' simile alla 7 vasetti, a cambiare sono le quantità, perché 1 bicchiere è più capace di un vasetto di yogurt ....

      Elimina
  5. Miè venuta una gran voglia di torta all'olio d'oliva invece a me, sai :) mi piace la tua versione alleggerita di grassi ma arricchita invece dello yogurt. chissà se riuscirei a farla anche senza uova. probabilmente dovrei rinunciare alla farina di riso? però quel nido di fragole è una tentazione troppo forte..
    un abbraccio milena! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti provare a sostituire l'olio con il latte e ad aggiungere le fragole nell'impasto che in cottura rilasciano umidità al dolce ...

      Elimina
  6. quando sabato ho preparato un dolce per la colazione della domenica,peraltro non ancora postato cercavo proprio qualcosa del genere che avevo visto ma non ricordavo dove,ecco oggi mi arrivi tu con questa ricetta che ho immaginato tanto,buona vero, un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi replicarla il prossimo sabato ....

      Elimina
  7. Che bello oggi fragole e senza glutine anche qui ^_^
    Io adoro le torte con i vasetti, o bicchieri, è la torta che faccio più spesso, è pratica, veloce e come dici tu variando gli ingredienti si ottengono sempre risultati diversi :)
    Ti abbraccio Milena, le tue foto sono bellissime, come sempre :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con una "base" meravigliosa come questa, mi dici perché ancora la gente si ostina a comprare i preparati per torte già pronti?

      Elimina
  8. Ciao Milena mi piace molto questa rielaborazione della torta 6/7 vasetti...allo yogurt! Preparo una versione simile anche al cacao e terrò presente il mix di farine diverse! Ciao ciao Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo pensato di introdurre nella "formula" il cacao: sarà una variante deliziosa. Grazie :)

      Elimina
  9. belle, bella e buonissima!!!

    RispondiElimina
  10. A me piace invece questo suo aspetto "compatto". Usando farine molto leggere secondo me è preferibile ridurre un po' il lievito, altrimenti le torte rischiano di sbriciolarsi al minimo tocco. Trovo che la decorazione con le fragole caramellate sia veramente il tocco in più che rende questa torta bellissima e deliziosamente fresca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che hai ragione riguardo alla relazione tra "compattezza" e "farine leggere": grazie per la tua nota tecnica :)

      Elimina
  11. questa torta sembra divina. A volte nelle tasche si trovano cose dimenticate di grande valore... come la tua torta, ricomparsa come per magia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che lo diceva anche un mio amico?

      Elimina
  12. Ma questa ricetta ce l'avevo anche io!!!!!!!!!! Ahahahahahah.... e quano volte l'ho fatta!!! Sempre deliziandomi il palato. La chiamavo "torta margherita". Certo la versione gluten free mi piace parecchio: quelle farine la rendono fragrante e leggerissima. Ottimo il tocco fragoloso. E' una vita che non la faccio, magari..... ricomincio da qui ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è un dolce semplice, ma buono, un dolce da famiglia, uno di quei dolci che ti trovi a preparare senza pesare gli ingredienti e riesci a sfornare una bontà per la colazione o la merenda ...

      Elimina
  13. Ciao Milena, volevo provare a fare questa torta perché mi sembra davvero buona, ma non ben capito il tuo suggerimento relativo all'olio. Consigli di metterne mezzo bicchiere nel caso in cui si scelga di usare latte anziché yogurt o di metterne mezzo in qualunque caso? Inoltre, secondo te, se non ho la farina di riso, metto due bicchieri di farina 00 e uno di farina di mandorle o a questo punto è meglio metterne uno di farina 00, uno di amido di mais e uno di farina di mandorle?
    Grazie mille e complimenti :)
    Gabriella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il concetto che volevo esprimere è che la ricetta originale da cui sono partita è quella di un dolce semplice con ingredienti basic (3 uova+3 bicchieri farina+1 bicchiere zucchero+1 bicchiere latte+1 bicchiere olio extra vergine d’oliva+1 bustina di lievito).

      Io ho modificato questa ricetta, per realizzare una torta gluten free con le fragole ...

      Difatti ho cercato di ottenere una "massa consistente" che potesse reggere le fragole e lasciarle in superficie senza inglobarle, così ho modificato la “formula”, sostituendo il latte con lo yogurt e diminuendo drasticamente l'olio.
      Se non hai esigenza che le fragole si intravedano sulla sommità del dolce e se lo preferisci "più soffice e umido" puoi usare 1/2 bicchiere di olio (il latte te lo sconsiglio, perché rende l'impasto troppo fluido): anche se le fragole sprofonderanno nell'impasto, la bontà della torta non ne risentirà, perché poi le troverai all'interno .....

      Quanto alla farina, quella di riso la trovi anche nei super, ma se vuoi, puoi farne a meno e usare 2 bicchieri di farina tipo 00 + 1 bicchiere di farina di mandorle ...

      Spero di essere stata chiara ed in caso contrario, non esitare a scrivermi ...

      Fammi sapere poi se ti è piaciuta :)

      Elimina
    2. Grazie mille... La farina di riso so dove trovarla, il problema è che per ora non ho molto tempo per fare dolci e non voglio che poi scada senza che io riesca ad utilizzarla (con la farina 00 il problema non si pone perché è più versatile). Quindi, se non ho capito male (giusto per essere ancora più sicura), se non ho il problema dell'immersione delle fragole, suggerisci di mettere mezzo bicchiere di olio e di usare comunque lo yogurt?
      Grazie ancora.
      Gabriella.

      Elimina
  14. Perfetto! Ti faccio sapere non appena la provo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Milena, finalmente sono riuscita a provare la tua torta e, casomai ci fosse il bisogno di dirlo, mi è piaciuta moltissimo. Ho seguito i tuoi suggerimenti e comunque le fragole sono rimaste in superficie, senza sprofondare nell'impasto. Che poi, forse, riflettendoci, non mi sarebbe dispiaciuto trovarne qualcuna anche all'interno, quindi magari la prossima volta ne metto di più e provvedo io stessa a posizionarle dentro l'impasto. In ogni caso, la torta è davvero buona, per cui la rifarò senz'altro. Grazie mille!

      Elimina
    2. Grazie, graziissimo a te per essere passata a dirmelo: sono queste le piccole gioe della vita :)
      A presto e ancora grazie :-)

      Elimina
  15. Ciao carissima, io mi sono salvata la tua versione. Primo perché non amo troppissimo l'olio nei dolci e poi perché voglio ottenere il tuo effetto, è fantastico! La proverò! Ciao e bacioni

    RispondiElimina
  16. Ottimo! Grazie per questo articolo, il più completo e veramente rilevante al solito!

    RispondiElimina
  17. Bravo per questo post Senza andare a "Mi piace" un piccolo Retweet spesso utilizzare per marcare la mia approvazione, anche se non ho nulla da dire nei commenti.

    RispondiElimina
  18. eToro is the most recommended forex trading platform for beginner and pro traders.

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO