11 aprile 2014

Brioche al farro senza impasto a lievitazione naturale

Quando qualche settimana fa ho preparato il pane integrale senza impasto per i miei ospiti, ho pensato che avrei potuto allietare la loro colazione con una brioche che fosse buona, ma poco impegnativa per me e così ho ripreso questa ricetta, con qualche modifica
Brioche al farro senza impasto a lievitazione naturale

difatti ho utilizzato la farina di farro ed il lievito madre (per quest’ultimo il mio riferimento è stato lei). 
La brioche è piaciuta così tanto da indurmi a replicarla ancora due volte nei week end successivi e visto il gran successo, ne ho aumentato le dosi, cuocendone una grande ed una più piccina, quasi una monoporzione.





Brioche al farro senza impasto a lievitazione naturale

Ingredienti

75 g lievito madre rinfrescato il giorno prima
108 g acqua tiepida
187 g di farina di farro + 187 g farina W 260 Garofalo
150 g di burro fuso freddo
3 uova codice 0 a temperatura ambiente
75 g di miele chiaro delicato
1 punta di cucchiaino di sale
scorza limone bio
latte per lucidare

Preparazione.
1. Impasto.
 In una ciotola capiente sciogliere il lievito madre nell’acqua (lasciandone un po’ da parte). Unire le uova leggermente battute al miele, al sale ed il burro fuso tiepido con la scorza di limone grattugiata e mescolare bene con una frusta fino a rendere omogeneo il composto.
Aggiungere una parte delle farine al lievito madre con l’acqua, quindi incorporare il secondo composto (uova-miele-burro), le farine restanti e l’acqua tenuta da parte solo se l’impasto lo richiede (deve essere morbido ed elastico, leggermente appiccicoso). Lavorare brevemente con una forchetta fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Prima lievitazione + Riposo in frigo. Trasferire in un contenitore stretto e lungo, coprire con pellicola e lasciare 4 ore a temperatura ambiente.
Successivamente riporre in frigorifero, dove dovrà riposare almeno 24 ore o fino 5 giorni (io 24 ore).

2. Formatura. Sgonfiare l'impasto e fare le pieghe a tre.
Dividere l'impasto in due parti (se dovesse essere troppo morbido, maneggiarlo, dopo aver unto le mani con il burro) e formare delle  palline della pezzatura desiderata (nel mio caso di 60 g per lo stampo grande e più piccine per il secondo stampo) ed adagiarle ben distanziate nello stampo prescelto (io ne ho usati due rotondi con bordo alto di 24 cm di Ø ed una da 16 cm di Ø) ben imburrato.

Seconda lievitazione. Coprire lo stampo con un panno umido e lasciar lievitare.

3. Pennellare la superficie della brioche con il latte, cuocere a 180-190°C per circa mezz'ora o fino a quando non sarà ben dorata.

13 commenti:

  1. Penso che starebbe bene con la tisana che sto bevendo proprio ora...sisi

    Un abbraccio

    Simo

    RispondiElimina
  2. bella,mi piace immagino la colazione con questa bella brioche davanti con le marmellate fatte in casa,un bel tè e buona giornata assicurata, a te buon venerdì

    RispondiElimina
  3. Ogni volta che passo di qui rimango incantata dall'eleganza e dalla raffinatezza delle tue proposte e dei tuoi scatti. Questa magnifica brioche non fa eccezione, e ne gusterei un pezzo proprio ora.
    Complimenti davvero per la tua bravura.
    Buona giornata
    Giulia

    RispondiElimina
  4. Adoro la farina di farro, adoro i lievitati.. ergo adoro la tua brioche!!! ;)

    RispondiElimina
  5. Buona! Ideale per le colazioni lente del weekend! Un bacio

    RispondiElimina
  6. i tuoi ospiti sono stati troppo fortunati! una brioche favolosa

    RispondiElimina
  7. una creazione semplice ma elegante, come sai sempre essere tu!

    RispondiElimina
  8. Senza impasto??? Mia la ricetta!!

    RispondiElimina
  9. Si deve cuocere in una teglia di ghisa o va bene uno stampo a cerniera? nel secondo caso sarei la donna più felice del mondo. Avere delle briochine leggere e soffici senza dover fare praticamente nulla è quasi un sogno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va bene qualsiasi stampo (la prima volta, ho usato il lb e lo stampo da plumcake, come puoi vedere qui ) e ovviamente, come qualsiasi brioche, puoi dare la forma che preferisci :)

      Elimina
  10. Grazie per la ricetta,Milena,ma tu quale farina di farro hai usato?,perchè io ne ho una che non mi soddisfa,in quanto resta alquanto sabbiosa...
    Grazie per l'attenzione.Lucrezia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami se non ti ho risposto prima, ma il tuo commento era finito nello spam e me ne sono accorta per caso :(
      Solitamente utilizzo questa e mi trovo bene ....

      Elimina

RETROSCENA DI GUSTO