17 febbraio 2014

Mezzelune con carciofi e caciocavallo

Ovvero Sofficini home made
Quando leggevo i food blog senza la benché minima aspirazione di averne uno mio, scoprii questa ricetta di Cocò che mi incuriosì molto: dopo il rifacimento casalingo di alcuni must industriali come lo yogurt home made, la torta allo yogurt, le spinacine ed il budino al cioccolato, l’idea di preparare in toto questi fagottini filanti, mi entusiasmò.

Mezzelune con carciofi e caciocavallo

Così li feci in agosto, quando a casa c’era il mio nipotino Simone (allora ottenne) che visse con trepidazione le varie fasi di preparazione e poi dell’assaggio.
I grandi espressero voto favorevole, ma Simone restò un po’ disorientato dal sapore non proprio conforme (per fortuna!) a quelli surgelati.
Li ho poi rivisti da Stefania e da Elvirama da allora non li ho più replicati, sebbene Simone rievochi ancora quell’episodio e di recente me li abbia chiesti.
Mi sono decisa ed ho avviato le sperimentazioni, farcendoli con i miei amati carciofi, sostituendo nella fase della panatura, il passaggio nell’uovo, con un passaggio in pastella (la stessa che utilizzo per gli arancini/”arancine”) e li ho fritti nella pentola di ghisa.
La prossima volta oltre a sbizzarrirmi con altre farce, li cuocerò in forno: se voi provate prima di me (o se lo avete già fatto), avvisatemi e ditemi quali sono i più buoni.


Mezzelune con carciofi e caciocavallo

Ingredienti (10 mezzelune)

Mezzelune
1 bicchiere latte
1 noce burro
1 bicchiere farina 00
sale

Panure
50 ml acqua
30 g circa farina 00 (= pastella)
+
farina 00 qb x infarinare
pangrattato (io uso sempre quello home made: essicco nel forno caldo il pane avanzato e successivamente lo macino e setaccio e lo conservo in frigo)

Ripieno
1 carciofo
1 spicchio aglio
sale
olio evo
+
30 g circa caciocavallo (io silano DOP)

olio evo per friggere

Preparazione.
Ripieno. Lavare e mondare il carciofo, tagliarlo sottile e rosolarlo brevemente in un fondo d’olio evo profumato con l’aglio. Regolare di sale, aggiungere un po’ d’acqua e portare a cottura. Tritare grossolanamente con la mezzaluna.

Mezzelune
1. Versare il latte con il burro ed il sale in un tegame (io Le Creuset), quando arriva all’ebollizione.
2. Unire la farina e mescolare bene, finché il composto non si rassoda e si stacca dalle pareti.
3. Attendere che l’impasto si freddi, stenderlo con il matterello e con l’ausilio di un anello tagliapasta (io ne ho usato uno di Ø 10 cm), ottenere dei dischi o in alternativa suddividere l’impasto in palline e stenderne ognuna con il matterello.
Disporre su ciascun disco, un po’ di ripieno, finire con il caciocavallo a dadini e chiudere a mezzaluna.

Mezzelune con carciofi e caciocavallo

Preparare una pastella, mescolando accuratamente la farina con l’acqua e filtrare per eliminare gli eventuali grumi.
Infarinare ciascuna mezzeluna, immergerla nella pastella e impanarla nel pangrattato.

Friggere in olio profondo, utilizzando una friggitrice o una pentola capace (io ho usato la pentola in ghisa che assicura una diffusione uniforme del calore).


Note: si possono preparare e congelare, disponendoli distanziati su un vassoio ricoperto di carta forno e poi, una volta induriti, riunirli in un sacchetto. Al momento di utilizzarli, friggerli ancora congelati.


28 commenti:

  1. Sono decisamente invitanti questi "sofficini"! Poi la pastella ė stata un colpo di genio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pastella non è "farina del mio sacco": la usano moltissimo in Sicilia ed è lì che ho imparato anch'io ad apprezzarla :)

      Elimina
  2. anch'io li ho visti da parecchie parti in giro e devo dire che ogni volta mi è venuta voglia di provare a rifarli in casa, visto che è davvero una vita (per fortuna!) che non li mangio e sarei davvero curiosa di riprovare certi sapori, anche se in versione sicuramente più sana e veg;) questa volta, sarà forse merito delle foto, la voglia è salita alle stelle! non credo passerà molto prima che ci provi..;)
    un abbraccio e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provali e ne diventerai dipendente, eh eh!
      Sono buoni anche freddi ;)

      Elimina
  3. Anch'io quando scoprii che si potevano fare in casa ero tutta emozionata!!!! Tra l'altro sono buonissimi e funzionano ottimamente da svuotafrigo! La tua versione, però, è raffinata, non come le mie, che servono solo per fare fuori gli avanzi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però le ricette svuota frigo sono quelle più gustose :)

      Elimina
  4. sembrano semplicissimi!!e'la volta buona che li provo allora :)

    RispondiElimina
  5. Meno male che non assomigliano del tutto a quelli surgelati ^_^ I tuoi ovviamente hanno una marcia in più :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E meno male, perché quelli surgelati non sono poi un granché!!!!
      Stefania sei forte :)

      Elimina
  6. quanto li adoro..mi sa che ti copio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che piaceranno molto ai tuoi bambini :)

      Elimina
  7. Allora..dato che i sofficini sono in assoluto il mio ricordo di bambina più goloso..mi sa che li rifarò proprio!!
    Magari sperimenterò la cottura in forno..poi ti dico.
    Intanto grazie

    RispondiElimina
  8. Io sono un grande nemico dei sofficini e combatto una battaglia personale per eliminarli dai freezer dei miei colleghi studenti fuori sede! Ma fatti in casa è tutta un'altra cosa :) segno la ricetta, almeno nella mia battaglia avrò un'arma in più

    PS. hai visto il mio giveaway sul blog? Partecipa se ti va
    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da questa battaglia, uscirai vincitore :)

      Elimina
  9. Non li compro mai ma devo dire che l'idea di farli in casa mi alletta. Non avevo mai visto fare una pasta per torte salate in questo modo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una ricetta che impazza sul web da molti anni: provali, saranno una piacevole sorpresa :)

      Elimina
  10. ciao...seguo il tuo blog gia da un bel po...io sono l amministratrice del blog:
    http://cottoespazzolato.blogspot.it/
    da poco ho dovuto cambiare l url al blog quindi sicuramente non riceverai i miei post nella bacheca...se ti fa piacere riceverli cancellati dal mio sito e riiscriverti...per cancellarti basta che vai sul riquadro dei miei lettori fissi e accedi al mio blog con il tuo username e password...poi sempre dal riquadro dei miei lettori fissi clicchi su la freccia vicini opzioni,poi su impostazioni sito e poi su "non seguire questo blog". dopo di che ti dovresti riiscriverti al mio blog...ne sarei molto onorata...grazie mille...

    RispondiElimina
  11. Queste sono decisamente da provare... Provvederò al più presto! Grazie!

    Ho ricominciato a scrivere in internet da poco, se ti va di fare un giro mi trovi qui http://checce.wordpress.com :)

    RispondiElimina
  12. E no, vedi? Ho scoperto un altro modo per creare una bella panatura!
    Grazie Milena :D

    RispondiElimina
  13. Tutto segnato....li rifaccio eccome se li rifaccio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti conosco un po', immagino che non li farcirai con i carciofi .....

      Elimina
  14. Che bella questa ricetta!! Mi piace molto il ripieno che hai scelto...che buoni...
    Complimenti per il blog!
    Ilaria

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO