13 novembre 2013

Torta di mele con farina di mais, uvetta, pinoli e vino bianco

Quando sto troppi giorni fuori casa, costretta a ritmi alienanti, il mio più grande desiderio è trovare al ritorno, la cucina che profuma di torta di mele appena sfornata e gustarne una fetta quando è ancora tiepida, con le briciole che si attaccano ai polpastrelli ….
Molto spesso però mi tocca aspettare il we per prepararne una e l’attesa rende l’assaggio ancora più intenso: l’ultima che ho sfornato

Torta di mele con farina di mais, uvetta, pinoli e vino bianco

non è una torta di mele convenzionale, nel senso che a dare carattere al dolce non sono solo le mele, ma anche e soprattutto la farina di mais che si impone con decisione e che la rende rustica oltre ogni modo, mentre il classico profumo di cannella si stempera nell’aroma del vino bianco.
Incuriosisce il palato e non è molto calorica, poiché è preparata con l’olio d’oliva (seguendo questo metodo).


Torta di mele con farina di mais, uvetta, pinoli e vino bianco


Torta di mele con farina di mais, uvetta, pinoli e vino bianco

Ingredienti

2 tuorli codice 0
12 g acqua
40 g olio evo delicato
+
2 albumi codice 0
300 g farina 0
200 g farina di mais fioretto
200 g zucchero semolato
200 ml vino bianco
40 g olio evo delicato *
1 bustina lievito
cannella
60 g uvetta
30 g pinoli
1 pizzico sale


2 + 3 mele
vino bianco
zucchero a velo


Occorrente: teglia Ø  cm 24


Preparazione. Sbucciare le mele e scegliere quelle che serviranno per la guarnizione, dividerle in due, inciderle in superficie ad incrocio senza affondare la lama (come è capitato a me) e metterle da parte. Ridurre a cubetti le restanti mele e farle macerare nel vino bianco (queste andranno all’interno della torta).

Nel bicchiere del minipimer versare i tuorli e l’acqua, e cominciare a frullarli con il frullatore ad immersione, versando l’olio extravergine di oliva a filo, finché “la maionese” non diventa chiara e soda (basterà qualche minuto, ma se dovesse restare fluida, non ha importanza).
Trasferire il composto nella planetaria e montare con lo zucchero, unendo le farine setacciate con il lievito, il vino bianco, *l’olio (io ne aggiunto 20 g, ma con 40 g risulterà più umida) la cannella ed il sale. A questo punto, con una spatola incorporare con movimenti delicati e rotatori, gli albumi montati a neve ed infine le mele a cubetti, l’uvetta fatta rinvenire nel vino bianco ed i pinoli.
Versare la massa in uno stampo imburrato ed infarinato, disporvi armoniosamente in superficie le mele divise a metà ed infornare a 200°C per 30’ circa.
Una volta fredda, sformare e spolverizzare con lo zucchero a velo (o se si preferisce, spennellare le mele con gelatina di albicocca).

29 commenti:

  1. Che bella torta, anche leggera!
    Sempre bravissima,
    ciao Su

    RispondiElimina
  2. Bellissima, mi piace molto l'abbinamento con la farina di mais. A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La farina di mais la rende più rustica ....

      Elimina
    2. Infatti i dolci rustici sono i miei preferiti:)

      Elimina
  3. L farina di mais nei dolci mi piace un sacco! E anche l'olio, io però non uso l'evo, ma un olio d'oliva delicatissimo :) Questa torta è fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'utilizzo dell'olio nei dolci è una conquista recente ....

      Elimina
  4. Ma è davvero uno spettacolo questa torta! Mi piace l'utlizzo della farina di mais, ultimamente mi ha conquistata...complimenti!
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conferisce un sapore particolare ...

      Elimina
  5. la tua sola descrizione fa si che questo capolavoro abbia già scompigliato tutte le mie papille gustative!!!!

    RispondiElimina
  6. buonissima, bellissima, complimenti

    RispondiElimina
  7. meraviglia delle meraviglie :)
    Bellissima e particolare con la farina di mais che dà un tocco rustico e friabile!
    Poi, noi giochiamo di parte perchè la torta di mele è in assoluto la nostra preferita!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come si può non amare le torte di mele?

      Elimina
  8. Le torte di mele sfondano una porta aperta,davvero buonissime.La tua poi con la farina di mais avra' sicuramente quel tocco in piu'.Un abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo ci siano dolci più buoni delle torte di mele ...

      Elimina
  9. Quanto vino usi perfavore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa: mi è sfuggito :(
      200 ml per l'impasto + dell'altro per far rinvenire l'uvetta e macerare le mele a cubetti ....
      Ora integro il post ...

      Elimina
  10. L'abbinamento con la farina di mais è da provare... e se tu sei rimasta conquistata dalla mia semplicissima torta di ricotta cosa dicevo dire io davanti a questa torta? Ti dico che la salvo e che come te aspetterò il fine settimana per potermi dedicare a lei :) Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro i dolci con la ricotta e la tua non poteva non conquistarmi :)

      Elimina
  11. Io adoro i dolci con le mele, ma il tuo abbinamento con la farina di mais mi stuzzica ancora di più!!!!
    Buona serata

    RispondiElimina
  12. adoro queste torte rustiche, facili sono una vera coccola!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente anch'io ho un debole per i dolci rustici ...

      Elimina
  13. Torta di mele tutta la vita!!! Ho iniziato questa settimana a produrne ed ho deciso che quest'anno voglio proprio sperimentare...voglio proprio provare la tua proposta con la farina di mais!
    Buon weekend
    Silvia

    RispondiElimina
  14. Ma com'è carina vista dall:'alto! E poi con la farina di mais..davvero particolare! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm, fatta eccezione per la metà mela con i tagli troppo profondi!

      Elimina

RETROSCENA DI GUSTO