26 agosto 2013

Le eccellenze gastronomiche del crotonese da scoprire

Un food blogger day organizzato a pochi chilometri dal luogo in cui vivo, è stato una grande novità per me: domenica 11 agosto il G.A.L. (Gruppo di Azione Locale) Kroton ha organizzato un incontro che ha coinvolto per l’appunto food blogger, imprenditori del crotonese e alcuni rappresentanti degli organi di stampa locali, per promuovere il territorio a tavola.

Terra e mare


Così ci siamo ritrovati a Strongoli (KR), ospiti di Piero Romano, produttore dell’olio d’oliva extra vergine biologico Fattoria San Sebastiano (ne ho parlato anche qui


Fattoria San Sebastiano

e tra verdi fronde secolari, coltivate con rispetto, l’attenzione si è focalizzata sulle tecniche di produzione di tale eccellenza, senza trascurare un tuffo nel passato, con una breve visita alle macchine dei vecchi frantoi.
Per rifocillarci, è stata imbandita una ricca tavola con frutta locale, marmellate prodotte da aziende del luogo (tra le quali una menzione speciale va al “miele di fichi”, un nettare ottenuto dalla cottura del succo di fichi), dolci preparati con la farina Senatore Cappelli (tra i quali mi urge annoverare la pitta ‘nchiusa e le crespelle, dolci tipici) e dulcis in fundo la degustazione del miele Lucanto, smielato in nostra presenza con una sequenza di gesti precisi e competenti, un’esperienza davvero memorabile.


Fatto il pieno di energie, anzi di più, ci siamo diretti alla volta di Casabona (KR), percorrendo strade incastonate in un paesaggio suggestivo, caratterizzato da declivi dorati che ad un certo punto cedono il passo a grandi distese di vigne lussureggianti.


Mulino a pietra e grano Senatore Cappelli

Giunti a destinazione, ci siamo trovati al cospetto di un mulino a pietra di epoca borbonica, destinato alla macina del grano Senatore Cappelli: quest’antica cultivar che tra gli anni ’20 e ‘50 costituiva una delle maggiori produzioni di grano italiano, è stata successivamente soppiantata da cultivar di minor pregio e maggior resa in termini economici.
L’obiettivo del Granaio dei Borboni è quello di recuperare la coltivazione di tale grano (descritto con passione nel libro “Pane e grano” del medico di Torre Melissa, G. Talarico), considerato l’antenato del grano duro moderno e di immettere sul mercato una farina con tutti i pregi della macina a pietra, cioè un prodotto “vivo” che conserva intatte le proprietà del grano d’origine  ….

Suino nero di Calabria

Da lì ci siamo diretti al circostante allevamento di suini neri, una razza discendente dai cinghiali, fino a qualche anno fa a rischio estinzione e che ultimamente con passione si sta recuperando.
Con grande sorpresa, abbiamo trovato “un simpatico comitato di accoglienza”: un gruppetto di maialini neri che alla vista dei nostri obiettivi, si è allontanato velocemente (!) ….

PicMonkey Collage5bP

L’ultima tappa della giornata si è conclusa a Melissa (KR) presso la Torre di Guardia Aragonese che domina e vigila la costa: una roccaforte che per l’occasione ha fatto da cornice ad un pranzo all’insegna delle tipicità.
Abbiamo gustato il caciocavallo podolico, un pecorino affinato nell’olio extra vergine d’oliva, i salumi del suino nero (davvero notevoli!) e molto altro ancora, il tutto innaffiato da vino locale e dalla birra Blandino, una birra artigianale che a settembre entrerà in produzione.
Prima dei saluti, i dolci con farina Senatore Cappelli preparati da Maria, la foto di gruppo e l’impegno di rinnovare l’appuntamento il prossimo anno!

Trovate qualche altro dettaglio sulla pagina facebook Una Finestra di Fronte
Fattoria San Sebastiano e degustazioniqui e qui
Granaio dei Borboni e allevamento suini neri: qui e qui
Torre di Guardia Aragonese di Melissaqui 

16 commenti:

  1. adoro l'olio San Sebastiano, è favoloso! bella la tua esperienza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo l'assaggio non si torna più indietro!

      Elimina
  2. Chissà che bellissima esperienza.. appena ho visto le foto del favo con il miele non ho capito più niente :D Meraviglioso, tutto meraviglioso davvero! <3 Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi quindi immaginare che cosa si prova nel "vederlo dal vivo": è stata un'esperienza molto interessante!

      Elimina
  3. Ho rivissuto quel giorno... Un abbraccio. Ciao.

    RispondiElimina
  4. Ho rivissuto quel giorno... Un abbraccio. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima giornata, anche grazie alla piacevolissima compagnia :)

      Elimina
  5. Che bella esperienza!! Un bacione, Fede.

    RispondiElimina
  6. E' sempre bello fare interessanti scoperte sulla mia terra d'origine :)! Grazie Milena x queste meravigliose foto! Ciao ciao luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Calabria è ricca di eccellenze :)

      Elimina
  7. belli questi incontri per scoprire eccellenze che magari si hanno vicino ma non si conoscono appieno!

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO