8 giugno 2013

Ceai de menta

Tra le erbe aromatiche, la menta è quella che richiede meno cure, le basta davvero poco per crescere rigogliosa, anzi se la si lascia fare, si sviluppa a dismisura: è in effetti una pianta infestante.
Molti anni fa mia madre piantò un virgulto di menta in una fessura della veranda e dopo un po’ di tempo, si trasformò in un ombrello verde che ad ogni capriccio del vento, diffondeva per l’aere un profumo freschissimo e inconfondibile.
Poi qualcuno per farne uno sciroppo naturale, anziché reciderla, la estirpò malamente e la pianta ne risentì così tanto che non si riprese più.
Fummo costretti a rimpiazzarla, non senza qualche piccola traversia, poiché a causa delle temperature alte, si trovavano solo esemplari esili e smilzi e così scegliemmo quello meno gracile.
La giovane erbetta ebbe serie difficoltà ad acclimatarsi, ma dopo tre anni, ha finalmente assunto un aspetto lussureggiante e sono riuscita con soddisfazione anche a moltiplicarla …
Qualche giorno fa ne stavo parlando con la mia amica Beatrice e lei di rimando mi chiese se avessi mai preparato il tè di menta: 

Ceai de menta

in Romania, la sua terra d’origine, la menta viene piantata, poi raccolta e lasciata essiccare e infine con le sue foglie ricche di oli essenziali, si prepara un tè molto gradevole che ha proprietà digestive, tonificanti e lenitive, poiché attenua i disturbi gastro intestinali.
La notizia mi incuriosì e seduta stante, pareggiai la chioma della creaturina aromatica e feci seccare a testa in giù in dispensa alcuni rametti: dopo qualche giorno finalmente sorbii il tè che risulta al palato molto fresco e dissetante.
Per personalizzarlo l’ho aromatizzato con il limone, mentre il rimanente l’ho conservato in frigo e ne ho verificato la bontà anche come bibita fredda. 
Se avete una pianta di menta esuberante che deve essere sfoltita di frequente, seccate i rametti, conservateli in un vaso di vetro e all'occorrenza preparate questa tisana.


Menta essiccata

Preparare l'acqua bollente e lasciarvi in infusione circa due cucchiaini di menta essiccata (o un rametto), per ogni tazza di infuso.
Fare riposare per quindici minuti, filtrare e bere. 
Ottimo anche freddo!

Menta

27 commenti:

  1. Ho giusto della menta secca in dispensa! Mi metto all'opera prima di subito! :D Baci!
    Ps: Stupende le foto!

    RispondiElimina
  2. Che voglia di avere la mia piantina di menta sul terrazzo! E' facile da trovare nei negozi?
    Il tè alla menta lo adoro..
    Buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi trovare dei piccoli vasi con le erbe aromatiche anche nei super .....

      Elimina
  3. A volte si fanno dei danni irreparabili senza nemmeno rendersene conto. Fortuna che sei riuscita a farne crescere un'altra sana e rigogliosa :)
    Io sono un disastro con le piante ma mi piacerebbe averne sul terrazzo, ovviamente basilico, menta, salvia ecc. Il thè alla menta l'ho bevuto in Tunisia tanti anni fa, davvero dissetante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora si prepara abitualmente anche in Tunisia? Grazie per l'informazione :)

      Elimina
    2. Beh sì, credo che sia proprio una specialità perchè a noi lo servivano ogni sera per placare la calura :)

      Elimina
  4. grazie del suggerimento, non ci avrei mai pensato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un suggerimento che a mia volta ho ricevuto e ho pensato che fosse degno di essere condiviso :D

      Elimina
  5. A me piace anche sentire prima l'odore, quando si diffonde piano, avvicinandosi appena alla tazza... pregustando il nettare buono che berrò dopo qualche minuto... e con un cucchiaino di miele nel tè mi piace ancora di più!
    La menta è sempre presente sul mio davanzale, ormai è diventata una di famiglia! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, il profumo che emana va pregustato con intensità, prima ancora di sorbirlo ....

      Elimina
  6. La menta si è impadronita del mio orto da almeno 10 anni, si che noi ci diamo pesantemente di mojito....ma questa esagera!!
    Per quanto io la estirpi lei ricresce ovunque....perfino in mezzo ai banani!!!!:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però si fa perdonare il suo presenzialismo ...

      Elimina
  7. che profumo...chissà che sapore...

    RispondiElimina
  8. che tu cu creda o no la menta per me rimane la piu' difficile da far crescere, inutile le formiche si ammassano su du lei, perche?..eò l unica pianta che non è bella..cmq l infuso alla menta è buonissimo!

    RispondiElimina
  9. ohhh ora che ho una bella pianta di menta e dato che questo é l único thé che mi piace.... so cosa faró prossimamente:-))) un bacio

    RispondiElimina
  10. Non ho mai avuto difficoltà a smaltire i miei esuberi di menta, ma ad essiccarla per preparare il the non ci avevo mai pensato, è una bella idea, anche perché il the alla menta mi piace molto, forse perché ne collego il sapore a tante vacanze trascorse nei paesi arabi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solitamente come usi i rametti in esubero?

      Elimina
  11. infatti la menta è una delle poche piante rigogliose del mio povero balconcino, proverò senz'altro il tè anche freddo! grazie :-)

    RispondiElimina
  12. La menta ha tante proprietà che fanno bene all'organismo ,io la bevo molto speso ,quello che non sapevo era le sue origine ,ma grazie a questo post adesso so che è originaria della Romania. Ottimo post

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se è originario della Romania, ma so che lì questa bevanda è molto diffusa .....

      Elimina

RETROSCENA DI GUSTO