12 febbraio 2013

Semplicemente chiacchiere

Nel tripudio dei tanti dolci fritti carnevaleschi, accantonando ogni possibile remora, scelgo quasi sempre e senza esitazione le chiacchiere che reputo il dolce-simbolo di questa festività allegra e colorata:

Chiacchiere

non posso resistere a quelle lamine croccanti e friabili che ad ogni morso in tutta anarchia si frantumano e, spargendo sui vestiti una pioggia inarrestabile di zucchero a velo, si burlano delle debolezze umane …...
Da canto mio, recupero un barlume di dignità, indossando maglioni chiari!

... e non posso dire quanti maglioni "imbiancati" ho dovuto cambiare quest'anno, visto che ho preparato le chiacchiere per tre volte di seguito: tutto questo non per gola, ma solo per capire quale fosse lo spessore ottimale perché fossero sufficientemente sottili (mero interesse "scientifico") e mi sa che ho ancora tanto "da studiare"!


Chiacchiere

Ingredienti

250 g farina 00
1 uovo codice 0
30 g burro morbido
30 g zucchero
1 pizzico fior di sale
grappa qb

zucchero a velo

Preparazione. Lavorare la farina setacciata, il burro, lo zucchero semolato, l’uovo, il sale e la grappa (quanto ne assorbe l'impasto) fino ad ottenere un impasto liscio, elastico e sodo. Fare una palla, avvolgere nella pellicola e riporla in frigo per 1 ora.
Stendere la pasta per ottenere una sfoglia sottile come un velo (se si usa la macchinetta, arrivare alla penultima tacca) e ricavare tante losanghe con la rotella tagliapasta, incidendole al centro.
Scaldare abbondante olio in una padella e friggere in olio profondo le chiacchiere 3-4 alla volta, rigirandole subito e facendole dorare da entrambe le parti, quindi passarle su carta assorbente da cucina e successivamente spolverizzarle con zucchero a velo.


Ricette correlate
Castagnole alle mandorle

56 commenti:

  1. Io invece mi sporco come non ci fosse un domani :D :D :D Sono troppo buone! :D Baci :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'escamotage dei maglioni chiari è una scoperta recente: è solo una difesa apparente dall'anarchia dello zucchero a velo ...

      Elimina
  2. Io non ho nessuna dignità..son sempre vestita di nero!Hai detto ciò che penso di questo dolce,il vero re del carnevale,almeno per me!Un abbraccio e bravissima come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna solo del Carnevale, in caso contrario sarei rovinata!

      Elimina
  3. Un felice martedi' grasso con queste chiacchere deliziose e croccanti!

    RispondiElimina
  4. Che buone.. e che belle, cara! Pensa che quest'anno non ne ho mangiata nemmeno una. Che nostalgia di quando la nonna me ne portava...! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'anno scorso non ne ho assaggiato nemmeno una, ma quest'anno ho recuperato ...
      Tu recupererai alla grande l'anno prossimo :D

      Elimina
  5. Anche per me sono il dolce simbolo del carnevale, la mia nonna ne faceva sempre una montagna!Quest'anno però abbiamo messo da parte il fritto(quello dolce perchè stasera il menù prevede polpette!) e optato per la schiacciata alla fiorentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei tanto assaggiare la schiacciata alla fiorentina ....

      Elimina
  6. Non vale se indossi i maglioni chiari! Devi sporcarti, è un obbligo con i dolci del carnevale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma anche con i maglioni chiari ci si sporca con lo zucchero a velo: è solo un tentativo maldestro per "salvare la faccia"

      Elimina
  7. In casa mia tutti gli anni c'e' una disputa che preferisce le frappe e chi le castagnole. Da parte mia sono assolutamente democratica...mi piace cucinare e mangiare entrambe :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono democratica anch'io, godendo del vantaggio di gustare entrambi questi dolci buonissimi :D

      Elimina
  8. Anche io le preferisco su tutti gli altri dolci di carnevale. Da me si chiamano crostoli e oggi pomeriggio mi preparo un bel vassoio!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti hanno molti nomi a seconda della regione d'Italia in cui si preparano, ma lo loro bontà è univoca :D

      Elimina
  9. Le ho preparate nel we dai miei, nn amo friggere e approfitto della bravura della nonna! X i vestiti bhe dopo ci si scuote spudoratamente :)! Da me si chiamano intrigoni xche' si attorcigliano su loro stessi li pubblichero' nei prox gg a Mi il Carnevale va avanti fino a sabato:-D Ciao ciso luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E così a MI avete più giorni per deliziarvi con questi dolci :D

      Elimina
  10. Semplicemente buonissime!!!!

    RispondiElimina
  11. Sono in asoluto il dolce che preferisco, quello riscoperto da adulta, visto che da bambina preferivo le frittelle.Ma queste sfoglie croccanti mammamia....Brava che ti sei mesa all'opera, io pigrona le compro dejà fautes!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le stavo comprando anch'io, ma poi ho desistito!

      Elimina
  12. Anch'io adoro le chiacchiere tra tutti i dolci di Carnevale!
    ciao..buon martedì grasso!

    RispondiElimina
  13. ma che bontà! Non le ho fatte quest'anno...veramente neanche l'anno scorso. Le tue sembrano proprio cotte a puntino, il trucco è, dunque, di cuocerne poche alla volta
    :*
    Cla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cuocendone poche per volta, si riescono a controllare bene e così non appena diventano bionde, si possono tirare via dall'olio .....

      Elimina
  14. ciao
    concordo con te, non c'è carnevale senza chiacchiere... e se non le faccio, le fa la mamma... simboleggiano troppo il carnevale!!!! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non tutti gli anni riesco a farli, ma senza non è Carnevale!

      Elimina
  15. E vanno bene anche da condividere pcon chi si ama, no??? ;)

    buon san Valentino

    RispondiElimina
  16. era nelle mie aspettative farle...poi ho fritto altro ma a me, sinceramente, piacciono anche oltre il Carnevale e spargermi dappertutto di zucchero bianco :)

    baci cara Milena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi limito a farle solo a Carnevale: guai se non fosse così, quest'anno ho davvero esagerato!
      Bacioni :D

      Elimina
  17. tu fai sempre cose perfette!!!!brava come sempere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra le due sei tu quella che fa cose perfette .D

      Elimina
  18. Ho la scusa di avere bimbi piccoli che strofinandosi a me, mi inzacchererebbero comunque, quindi via libera alla pioggerella di zucchero a velo. "Divin chiacchere" le tue ;-)

    RispondiElimina
  19. Che Carnevale sarebbe senza le chiacchiere? Con quella delicata spolverata di zucchero a velo, mi hai messo voglia... vado in cucina! :- ))))
    Un abbraccio,
    Incoronata.

    RispondiElimina
  20. Ciao...solo per informarti che oggi è partito il mio nuovo contest...ricco premio in palio, un viaggio!
    Ti aspetto, se ti va!
    Un bacio

    RispondiElimina
  21. ma le hai viste le chiacchiere di Cucina Italiana? le hanno servite a millefoglie con una mousse di caramello e panne, immagino deliziose!

    RispondiElimina
  22. Difficile resistere a queste tentazioni, anche vestita con un elegante tubino nero! Io credo che lo spessore dipende anche molto dai gusti, personalmente le preferisco sottili che si sciolgono in bocca, io direi che hai ben poco da studiare, hanno un aspetto delizioso! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che non ho la nonna papera e con il matterello è difficile individuare lo spessore giusto, così mi sono dovuta "esercitare"!!!

      Elimina
  23. Che buone le chiacchiere! un classico che non tramonta mai, io le adoro. Le tue, poi, sono da maestra, fantastiche. Buon lunedì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono semplici, ma di una bontà inaudita!

      Elimina
  24. Quest'anno mi sono persa tutto il carnevale. Passo da te a rifarmi con questa golosità :-) E già che ci sono ti ricordo anche il nostro giveaway, se ti va di partecipare ne saremo felicissimi :-) Bacioni!!

    RispondiElimina
  25. le chiacchiere ... il simbolo stesso dei dolci carnevaleschi e le tue sono perfette!
    complementi anche per la foto è bellissima e suggestiva!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  26. più belle di quelle di mia suocera, ed è tutto dire!
    ...non diciamolo a nessuno, però...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manteniamo il segreto, sì sì!
      Grazie :D

      Elimina

RETROSCENA DI GUSTO