4 gennaio 2013

Tartufi al torrone


Qui ci siamo attivati per accogliere la befana, la cara vecchina unica dispensatrice di doni per i bimbi della mia generazione e tra una calza e l’altra da mettere a punto, non ci facciamo mancare dei piccoli dolcetti

Tartufi al torrone

dei tartufi che, a dirla tutta, dovevano essere dei torroncini morbidi al cioccolato e nocciole, ma poiché non sono riusciti, trasformarli in cioccolatini è stato un passo obbligato.
Sono certa che la befana gradirà questi truffles scioglievoli, con la presenza preponderante delle nocciole e senza lattosio.


Tartufi al torrone
Ingredienti
350 g di nocciole spellate
150 g di zucchero
150 g di miele liquido
1 albume
200 g di cioccolato fondente

cacao amaro

Preparazione.
1. Fare tostare le nocciole nel forno per 10 minuti a 190°.  
2. Fare caramellare lo zucchero in un tegame a fondo spesso finché prenderà un bel colore ambrato e a questo punto unire il miele.
3. Montare l’albume in una terrina immersa in un bagnomaria tiepido e versarvi a filo il caramello e il miele appena tolti dal fuoco, fino a quando sollevando la frusta la "neve" formerà dei picchi.
4. Unire il cioccolato fuso al composto di albumi montati, sollevando la massa dal basso in alto, quindi aggiungere le nocciole.
5. Versare il tutto in una terrina e far rassodare in frigo (o in freezer) per qualche ora. Successivamente prelevare il composto, formare delle palline e rotolarle nel cacao amaro.

Nella calza della befana
Torroncini morbidi

Dolci per la befana


33 commenti:

  1. Devono essere deliziosi, anzi deliziosissimi!!!
    Milena, l'anno lo cominci sotto i migliori auspici: pieno di dolcezze...

    Ancora buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, me lo auguro e lo auguro a tutte voi :D

      Elimina
  2. Sono sicura che la befana gradirà tantissimo! ;)
    Tanti auguri per il nuovo anno!

    RispondiElimina
  3. Complimenti per il tuo blog che ho appena scoperto, brava!
    Anche io sono convinta che la befana gradirà...

    RispondiElimina
  4. Direi un ottimo utilizzo per dei torroncini.. che si credono tartufi! :) Geniale.. secondo me hai inventato una nuova e deliziosa ricettina! Bravissima! Un abbraccio.. e non gradisce solo la Befana, credimi.. ;))

    RispondiElimina
  5. ottimo riutilizzo di un impasto golosissimo!!! gradirei anch'io :-D

    RispondiElimina
  6. Urka....che befana ricca la tua, anche a me piacerebbe una calza simile,anzi....una calzamaglia!!!!

    Un saluto

    Fabiana

    RispondiElimina
  7. posso appenderti anche io la calza e tu la riempi con i tartufi?...un bacio!

    RispondiElimina
  8. complimenti dei gran bei tartufi e auguri di buon anno 2013

    RispondiElimina
  9. Befana quale sono, ne gradire uno anch'io :D
    Baci :*

    RispondiElimina
  10. Io penso che la befana sarà felice :) Auguri

    RispondiElimina
  11. che golosa meraviglia! W la befana :)))

    ps: il tessuto nella foto è stupendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un tessuto che mia madre ha usato per tappezzare delle poltrone ....

      Elimina
  12. Deliziosi questi tartufi...e lo dice una che se ne intende..sono di Alba:)) Anche molto eleganti!!

    RispondiElimina
  13. grazie...molto belli questi tartufi in cui (finalmente)non c'è l'uovo crudo..che ormai, è più forte di me..non riesco a fidarmi!!!! davvero golosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'uovo crudo non lo uso mai: anche nelle ricette che lo prevedono, cerco di pastorizzarlo!

      Elimina
  14. RIcetta di recupero o meno, i tartufini sono irresistibili!

    e buon 2013, anche se con qualche giorno di ritardo :)

    A.

    RispondiElimina
  15. Milena ma che spettacolo di dolcetti che hai fatto? Wow, me ne prenderei uno dallo schermo se potesso :-)

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO