18 dicembre 2012

Ghirlanda di pan brioche a lievitazione naturale con cioccolato, noci e cannella


Il passare degli anni lo ha dimostrato: io e le deadlines siamo incompatibili, il tempo per me è una dimensione che sfugge a leggi ben precise e così, ignorando i principi di una buona organizzazione, mi ritrovo ad arrivare trafelata alle varie “mete temporali”, tralasciando sempre qualcosa ….
Ed ovviamente anche l’evento Natale e tutto ciò che vi ruota intorno, mi coglie impreparata, ma del resto si tratta di una festa all’insegna della serenità familiare, per cui non ha senso correre  (o almeno mi consolo così!) …..
Quest’anno come sempre, d’altronde, non ho ancora definito nulla, anzi no, so che la colazione sarà un momento lieto

Ghirlanda di pan brioche con cioccolato, noci e cannella

un pan brioche intrecciato e farcito con cioccolato, noci e cannella che ho saldato su se stesso a mò di ghirlanda ….
Ed il bello di questa ricetta è che si tratta di un impasto poco dolce che per l’appunto si può trasformare in salato (farcendolo con un paté di olive o di pomodori secchi, ecc.) per un centrotavola natalizia molto gustoso e scenografico.


Ghirlanda di pan brioche con cioccolato, noci e cannella

Ghirlanda di pan brioche con cioccolato, noci e cannella (con lievito madre)

Ingredienti

Pan brioche
50 g lievito madre (rinfrescato il giorno prima)
60 g latte
125 g farina di forza
30 g zucchero
2 tuorli codice 0
60 g burro
scorza d’arancia bio grattugiata

Ripieno
50 g cioccolato fondente
40 g gherigli noci
cannella

uovo + latte per spennellare

Preparazione.
1. Sciogliere il lievito madre rinfrescato il giorno prima nel latte tiepido, quindi aggiungere la farina con lo zucchero, i tuorli, il burro fuso e tiepido e un po’ di scorza d’arancia grattugiata per aromatizzare: lavorare gli ingredienti per circa 10’ (se nella planetaria l’impasto dovrà attorcigliarsi intorno al gancio e lasciare pulita la ciotola, diventando liscio, elastico e lucido. Inoltre per capire se è impastato bene, prelevare un pezzetto di impasto, appiattirlo e tirarlo dai lembi senza che si rompi, fino ad ottenere un velo).
Ribaltare l’impasto sulla spianatoie ed eseguire le pieghe a libro, quindi formare un panetto, raccogliendo le estremità dell’impasto alla base, lasciare lievitare a temperatura ambiente per qualche ora ed in seguito in frigo per tutta la notte.

2. L’indomani, prelevare l’impasto dal frigo e lasciarlo a temperatura ambiente per svariate ore (nel mio caso per tutto il mattino, ma dipende dalla temperatura della propria cucina), quindi dividerlo in tre parti e stendere ognuna con le mani (evitare il matterello, per non rischiare di rompere le bolle di lievitazione), cercando di ottenere una striscia lunga e stretta e afferrandola dal lato corto, sollevarla dal piano lavoro, agitandola delicatamente, così sarà il peso stesso a farla allungare.
Disporre le tre strisce una accanto all’altra, adagiare su ognuna un trito al coltello di cioccolato e noci, aromatizzato alla cannella  chicchi d’uva ed arrotolare, formando un cordone, la cui giunzione dovrà andare verso il basso. A questo punto procedere con l’intreccio, unire le estremità a ghirlanda (la mia dopo la cottura misurava circa 20 cm di Ø) e disporre in una teglia da ciambella.

3.Far lievitare ancora in un luogo caldo (per es. il forno con la luce accesa).
Scaldare il forno a 175/200 °C.
Spennellare la treccia con il latte e l’uovo sbattuto e cuocere in forno per ca. 15/20’.

Ghirlanda di pan brioche con cioccolato, noci e cannella

30 commenti:

  1. Aaaa, come ti capisco.
    Mi piacerebbe essere più organizzata pure io!
    Ma ormai mi sono rassegnata e mi va bene così.
    Mio motto adesso è no stress, si fa quello che si può!
    Mi piace moltissimo la tua ghirlanda, quasi quasi…
    :-)
    baciusss
    brii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono arrivata a questa conclusione, ma a volte temo di essermi adagiata troppo e che avrei bisogno di "una sferzata"!

      Elimina
  2. Se c'è un'occasione in cui sono la disorganizzazione totale...è Natale! E' bellissima e golosa questa ghirlanda e se il buongiorno si vede dal mattino, con una colazione così può essere solo un ottimo giorno. Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  3. Mi piace molto l'idea di un centro tavola commestibile e il tuo è proprio bello! Io devo ancora organizzarmi per Natale, ho solo comprato una montagna di canditi per panettoni e co... Buona giornata! ^_^

    RispondiElimina
  4. Ehhh quanto ti capisco!!! Dai dai iomi consolo volentieri con una bella fetta di questa goduria :-) Bacioni!!!

    RispondiElimina
  5. bellissima anche questa proposta di ghirlanda..io in compenso ho fatto le tue ma in ersione mignon da regalo!

    RispondiElimina
  6. Spettacolare :) Ho letto la ricetta ma ho anche guardato più e più volte le foto e sai cosa pensavo che le riviste di cucina del periodo non hanno una istantanea come la tua e soprattutto con una ricetta come la tua :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che dici mai!!!!!
      Ho citato Topo Gigio!

      Elimina
  7. Un pan brioches così non mi verrebbe MAI. Ed è stupendo, davvero. Anche nei sapori: sto sognando! :) Sulla disorganizzazione e sulla frenesia non mi pronuncio perchè non riesco a non bere almeno due litri di camomilla a botta. Aiuto... Un bacione...!

    RispondiElimina
  8. Idea deliziosa e scenografica. Mi piace un casino questa ghirlanda. Che brava!
    simo

    RispondiElimina
  9. Le deadline mi sa che ti danno anche la giusta adrenalina per fare cose stupende però!! Questa ghirlanda è una meraviglia!!!
    Potrebbe essere che te la copio....eh mi sa di si :)

    RispondiElimina
  10. Un'altra ricetta da copiare nell'ormai lunghissimo foglio di ricette da replicare!! Questa il giorno di Natale farà un figurone, anche davanti mio fratello, che non è mai convinto da quello che cucino, UFFA! Io però credo metterò più cioccolato, magari crema di nocciole! Che dici? Ci sta o fuoriesce tutto con questa dose di impasto?

    RispondiElimina
  11. mamma mia che delizia, una vera goduria!!! Un bacio

    RispondiElimina
  12. Bellissima e golosissima,potrei finirla anche da sola davanti la tv.
    Un bacione e buona serata.

    RispondiElimina
  13. Il lato positivo di come me non festeggia il Natale... No niente modifiche, niente olive o pomodori, lo voglio così cioccolatoso, croccante di noci e super profumato di cannella!!! Bacioni!

    RispondiElimina
  14. ah ah! ci provo tutti gli anni ma poi la mia natura disorganizzata ha la meglio! ma l'importante è l'atmosfera e stare in famiglia cercando di stare sereni.
    bellissima la tua corona!!!

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO