16 gennaio 2012

Pane alle castagne (senza impasto)

Da buona meteoropatica in una giornata uggiosa come quella di sabato, la pigrizia mi ha tenuta compagnia mio malgrado e per mettere le distanze tra lei e me, sono ricorsa ad una ricetta furba, il pane senza impasto

No-knead bread alla farina di castagne

è una metodica importata dall’America che spopola sul web da qualche anno e permette di preparare un buon pane senza impastarlo, seguendo pochi accorgimenti, tra cui la cottura in forno all’interno di una pentola: senza una ragione valida, non ha mai destato la mia curiosità, ma nel contesto di cui sopra mi è sembrata perfetta per preparare il pane alle castagne che due anni fa assaggiai in Sila e che mi affascinò per il colore scuro ed il gusto vagamente dolciastro.
Prima di Natale finalmente, dopo varie peripezie acquistai la farina di castagne che si impone per il profumo deciso e che in cottura equivale ad un preannuncio di delizia: è superfluo precisare che per preparare questo pane si può procedere seguendo “l’iter canonico”, ma la possibilità di panificare, bypassando “le fatiche dell’impasto” ha un che di sorprendente e magico che fa tornare il buon umore.

Grande è la versatilità del pane alle castagne che si può gustare con fettine di lardo e rosmarino o leggermente bruschettato in forno con ciccioli e pepe, ma io l’ho preferito da solo o come pane da colazione, con un velo di burro e marmellata.

Per le dosi ho seguito questa ricetta e questa, adattandole alle dimensioni della cocotte che ho usato.


No-knead bread alla farina di castagne

Ingredienti (cocotte Le Creuset ø cm 24)

400 gr di semola rimacinata
300 gr di farina di castagne
15 gr di sale
4 gr di lievito secco
600 ml di acqua fredda

Preparazione. In una ciotola setacciare le farine il sale ed il lievito secco. Aggiungere l'acqua e mescolare con un cucchiaio di legno fino a formare un composto appiccicoso.
Coprire la ciotola con la pellicola e lasciarla riposare a temperatura ambiente per 12-15 ore finché non raddoppia (ho usato il forno spento come camera di lievitazione per l’intera notte).
Successivamente rovesciare l’impasto (che sarà pieno di bolle e ancora molto morbido e molle.) sul piano di lavoro infarinato, schiacciarlo delicatamente con le mani per allargarlo un po', e fare due giri di pieghe. Poi mettere la pagnotta, con la parte liscia sopra, su un canovaccio pulito spolverato di farina, spolverizzare ancora la superficie e lasciare lievitare, coperto dal canovaccio per altre 2-3 ore.
Accendere il forno a 240°C e collocarvi una pentola con il coperchio, idonea per la cottura al forno.
Quando il forno sarà ben caldo, estrarre la pentola con attenzione e rovesciarci la pagnotta con il lato piegato verso l'alto (cioè al contrario di come stava sul canovaccio).
Infornare per 30-35’ con il coperchio ed i successivi 15-20’ senza.

No-knead bread alla farina di castagne

52 commenti:

  1. Il pane senza impasto è quello che faccio più spesso, ma certo questo con la farina di castagne ha una marcia in più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il primo esperimento e ne sono entusiasta :D

      Elimina
  2. Trovo che la meteoropatia non sia nulla di simpatico visto che la conosco bene e questo pane a zero fatiche (tecnica che non ho mai provato) avrà fatto tornare un sole splendente e bello alto, ne sono certa! E sono convinta che questo pane con una bella dose di marmellata alle albicocche(non so perchè mi ispira questo gusto per abbinarcela) costituisce una colazione invidiabile! Un bacio e buona giornata che si preannuncia serena, ma freddissima :(!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il suggerimento: vada per le albicocche :D

      Elimina
  3. Il senza impasto funziona anche con la farina di castagne? Ti adoro :D! Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  4. Inizio da te con l'affacciarmi nuovamente su questo piccolo mondo al quale tengo molto e quale partenza migliore del profumo del pane...alle castagne poi :)
    Un abbraccio e...prima o poi mi rimetto in pari...ho visto un gelo all'arancia che verrà rifatto non bello quanto il tuo non appena ho un minuto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più bello del mio, direi, considerando la tua abilità :D

      Elimina
  5. Bellissimo questo pane. In Liguria usiamo spesso la farina di castagne e con questo metodo, fare il pane è molto poco stressante! Bellissima idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro la farina di castagne: emana un profumo favoloso :D

      Elimina
  6. Wow tesoro la farina di castagna avrà emanato in questo pane un profumo e un sapore meraviglioso,da provare subito!!baci,Imma

    RispondiElimina
  7. Mhhh, che bello il pane!
    Fa venire voglia di mangiare un po' de lo!

    Scuzi per mio male italiano...

    Buona giornata

    RispondiElimina
  8. Direi che nonostante la metereopatia hai creato qualcosa di splendido per aspetto e gusto!
    Il pane senza impasto è fantastico, rapido, semplice e con un risultato eccezionale... niente di meglio!

    RispondiElimina
  9. questa ricetta in giro mi era sfuggita ma assolutamente devo provarla anche perche'ho tutti gli ingredienti e mi sembra venire un ottimo risultato!

    RispondiElimina
  10. Buongiorno! :)
    Eccolo qua il tuo pane allora, alla fine l'hai fatto.
    L'aspetto è bellissimo, io non ho mai provato la cottura in pentola, ma mi incuriosisce un sacco.
    Belle le foto e buona settimana

    RispondiElimina
  11. Un metodo particolare per prepararlo, ma ci sembra riuscitissimo ed anche invitatne!
    bacioni

    RispondiElimina
  12. Quando vado in Sila compro sempre una pagnottina di questo pane che io adoro. Sapere di poterlo fare in casa è meraviglioso, questa tua ricetta la devo assolutamente provare. Grazie :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provalo e lo troverai molto simile a quello silano

      Elimina
  13. Sono un’autentica amante del pane, in tutte le sue forme, ma questa ricetta non l’avevo mai sentita. Poi senza impasto, brava, ora la stampo e la porto a casa. Dovrò provare a sorprendere i miei con questa ricetta. Grazie mille.
    Sara M.

    RispondiElimina
  14. Il pane senza impasto è favoloso mi risolve sempre un sacco di problemi, con la farina di caastagne mi sembra perfetto!!!! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ora voglio provare con altre farine ....

      Elimina
  15. ohhhh ma questo é delizioso!! ee poi la farina di castagne!!! fameeeeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io l'ho gustato "nature" tanto era buono!

      Elimina
  16. Ma come?! arrivo sempre dopo, ho atteso tanto per poter panificare e tu mi tiri fuori un impasto che non si impasta per di più con la farina di castagne... Non mi resta che tornare sui miei passi e provare ;D un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti entusiasmerà, ne sono certa!

      Elimina
  17. Fantastico. Io con i lievitati ho iniziato ad avere un minimo di rapporto da poche settimane. Devo cimentarmi con il pane prossimamente. Per ora solo muffin e pizza ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se provi questo, non ti fermerà più nessuno :D

      Elimina
  18. Maddai.. L'aspetto e' invitante, la preparazione mi stuzzica:qui bisogna provare eh ! Copio e al piu presto mi dedico! Buona settimana baci

    RispondiElimina
  19. Allora hai fatto anche tu? Bello! Ho visto solo adesso su Flickr la foto e sono entrata per vederla;) Io ho usato la pentola di Emily Henry che anche và alla grande.
    Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sono rifatta alla tua ricetta :D

      Elimina
  20. Lo faccio spesso anche io in versione "nature"...si ottiene un ottimo poco con pochissimo sforzo. ..perfetto per una pigrona come me :)

    RispondiElimina
  21. Mi piace un sacco l'idea di cuocerlo nella pentola!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è fondamntale che si usi una pentola adatta al forno e quelle in ghisa sono perfette :D

      Elimina
  22. conoscevo il no-knead bread ma con la farina di castagne è ancora meglio :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si possono usare le varie farine a piacimento ....

      Elimina
  23. Splendido questo pane, grazie Milena della ricetta, un abbraccio!!!

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO