28 marzo 2011

Pasticcio di finocchi e carasau

Ne avevo sempre e solo sentito tessere le lodi e grande era la mia curiosità, finché non l’ho incontrato ad una fiera: croccante, filiforme, quasi trasparente, era proprio lui il pane carasau, dal nome musicale e sorprendentemente interessante.
Da allora il nulla, nonostante lo abbia tanto cercato, perché diciamolo dei prodotti industriali non c’è tanto da fidarsi. Poi ho visto il suo pane carasau home made e ho aspettato il momento giusto per replicarlo, avendo già qualche idea su come farne uso:

Pasticcio di finocchi e carasau

un pasticcio con finocchi e pecorino che entusiasma per l’abbinamento della freschezza di questa verdura alla sapidità del pecorino.
Ad onore del vero, devo confessare che il tutto andava completato con la salsiccia sbriciolata che io ho omesso per gusto personale e per “alleggerire” la preparazione, ma volendo, potrebbe essere sostituita da un’acciuga sciolta nell’olio o da una grattugiata di bottarga, sebbene voglio assicurare che la versione vegetariana ha una sua personalità ben definita.

Pasticcio di finocchi e carasau

Ingredienti x 4 mini cocotte Le creuset

Pane carasau
250 g di farina di semola di grano duro rimacinata + un pò
125 g d'acqua tiepida
2-3 g di lievito di birra secco attivo
sale e acqua (per spennellare)

2 finocchi
semi di finocchio
300 ml circa di brodo vegetale
cipolla
olio evo
pecorino

Preparazione.
Pane carasau. Mescolare il lievito con 100 g d'acqua e lasciar fermentare una decina di minuti, finché si forma una schiumetta in superficie.
Disporre la farina a fontana, versare al centro il miscuglio lievito-acqua ed incorporare gradualmente il resto dell'acqua. Lavorare l'impasto energicamente su un piano infarinato, tirando e ripiegando più volte su se stesso, fino ad ottenere una pasta molto liscia ed elastica. Formare una palla, coprire con pellicola (o riporre in un contenitore con coperchio ermetico) e lasciar lievitare un'oretta.
Pre-riscaldare il forno a 220°C. Riprendere l'impasto, dividerlo in tanti pezzetti di uguali dimensioni. Formare delle palline, stenderle per ottenere dei dischi molto fini (massimo 2-3 mm di spessore). Spennellarli con un miscuglio d'acqua e sale poi cuocerli (pochi alla volta) per qualche minuto, il tempo che prendano colore. [Ricetta di Edda]

Pasticcio. Mondare i finocchi, tagliarli in due parti, ricavarne delle fette sottili e sbollentarle per 5’ (o come prevede la ric. orig. disporle in una teglia, regolare di sale, irrorare con un filo d’olio e infornare a 170° C per 20’ circa).
Intanto far appassire uno spicchio di cipolla in un filo d’olio (la ric. orig. prevede di unirvi la salsiccia sbriciolata che io ho omesso, ma volendo, una valida alternativa potrebbe essere quella di fare sciogliere insieme alla cipolla due filetti di acciuga).
Quando il brodo vegetale (uno spicchio di finocchio, semi di finocchio, carota, cipolla) è pronto, filtrarlo, intingervi rapidamente il pane (x 4 mini cocotte ne è servito metà della dose indicata) e disporlo sul fondo delle cocotte per creare il primo strato, ricoprire con i finocchi, una parte del trito di cipolla, il pecorino e procedere fino ad esaurimento degli ingredienti, lasciando come ultimo strato i finocchi. Aggiungere un po’ di brodo, cospargere con il pecorino (ho aggiunto anche un po’ di primo sale grattugiato), semi di finocchio, irrorare con un filo d’olio ed infornare a 175 ° C per 30’ circa. [Liberamente tratto da La cucina italiana]

Pane carasau
 
- Approfondimenti sul pane carasau qui.

51 commenti:

  1. Ti è venuto benissimo!!! Ma che vogliaaaaa!

    RispondiElimina
  2. proprio un'idea meravigliosa, originale, ottima!!!

    RispondiElimina
  3. Ma che buono.... Adoro i finocchi. Anche io qualche gg fa li ho cucinati infatti nei px giorni posterò un'ottima vellutata.
    Buona giornata,
    Silvia

    RispondiElimina
  4. Non posso non provarlo anch'io! Mi piace eccome se mi piace!!! Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  5. Questa me la copio! E, visto il tempo, mi sa che completerò con la salsiccia sbriciolata!!!! Bravissima!
    simo

    RispondiElimina
  6. cara Milena, la foto è un preludio delizioso ad una ricetta che di sicuro è da provare,bravissima come sempre...buona settimana, un abbraccio...

    RispondiElimina
  7. ma che stupendo pane carasau! Non mi ha neppure mai sfiorata l'idea che si potesse fare in casa. Che temeraria sei!

    RispondiElimina
  8. Oh che bello, so lovely. Potrebbe essere un'ottima idea perchè mi riappacifichi con il carasau :)

    wenny

    RispondiElimina
  9. Il pane carasau home-made? Siamo già sull'attenti, la cosa ci interessa molto, hai ragione quando dici che il tipo commerciale da supermercato per intenderci non rende giustizia a questa specialità! Ci proviamo anche noi e ti confessiamo che anche le cocotte hanno il loro fascino, adesso i finocchi sono al top della loro freschezza, ne abbiamo comprati un paio di chili sabato, perchè belli freschi e perchè versatili e questa tua presentazione ci intriga tanto.
    Bacioni e buona settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  10. che delicato questo piatto :)

    RispondiElimina
  11. Devo assolutamente provare a fare il pane carasau!

    RispondiElimina
  12. O signur! Il pane carasau home made che tentazione! Ma non ne garantirei l'arrivo in cocotte, soprattutto con la cavia in giro! Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  13. Ciao ! che gusto queste cocottine! con i finocchi ancora ci mancano e nella forma di millefoglie di carasau davvero vengono particolari! noi l'acciughina l'avremmo messa, giusto per dare sapore...da provare anche la versione con la salsiccia però! questo ci piace..ce lo segnamo!
    bacioni

    RispondiElimina
  14. non avevo pensato di poter fare il carasau in casa, secondo me era come la fillo...meglio prenderlo pronto, se però mi metti la pulce all'orecchio mi stuzzichi la curiosità di provare a sfogliarlo così sottile!
    ps...deliziose cocottine!

    RispondiElimina
  15. Queste cocotte tesoro sono davvero invitantissime e poi finocchi e pecorino...un abbianmento divino con il pane carasau il top!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  16. Fantastico!!! e bello pure senza salsiccia, così più leggero e fresco. Mi piace e poi io adoro i finocchi :)))
    Un bacione

    RispondiElimina
  17. Come ti scrivo sempre da te si mangia prima con gli occhi, poi con il palato :)

    RispondiElimina
  18. Che voglia davvero! Un pasticcio gustoso e pieno di carattere, adesso tocca a me ;-) Grazie!

    RispondiElimina
  19. Ma che meraviglia!!! e che dire del pane carasau? Splendido!!

    RispondiElimina
  20. Il carasau sinceramente lo preferisco croccante e da solo, ma combinato così, dentro a quelle meravigliose cocottine...beh, una squisitezza!
    Buon pomeriggio

    RispondiElimina
  21. avendo i suoceri sardi ne ho ampia possibilità, buono vero e in cucina molto versatile!ottima ricettina

    RispondiElimina
  22. Ricetta per me del tutto nuova, ma che mi ispira davvero! bacioni!

    RispondiElimina
  23. originale davvero!brava ottima idea

    RispondiElimina
  24. io vado matta per il pane carasau e ne consumo tato d'estate! però l'ho mai fatto a casa..devo provare!

    RispondiElimina
  25. Io opto per la versione vegetariana che è sempre la mia preferita. Questa ricetta è veramente particolare, non ho mai provato il pane carasau, per i tuoi stessi motivi. Ma lo hai usato in un modo veramente originale che apre davvero a nuovi orizzonti
    Bravissima, una ricetta originale, intrigante, delicata e sfiziosa come sanno essere le tue. Un bacione carissima
    Smack

    RispondiElimina
  26. ha un aspetto meraviglioso, complimenti!!!

    RispondiElimina
  27. questa ricetta mi piace tantissimo lenny, io adoro il finocchio e soprattutto cotto, strano vero? il pecorino lo metterei ovunque, se devo dirti la verità preferisco quello sardo o toscano, per una volta boicotto quello calabrese, a volte un po' troppo forte. mhmm, me ne hai fatto venire una voglia!

    RispondiElimina
  28. spettacolo!!!!ci riuscirò mai???

    RispondiElimina
  29. Avevo visto il pane carasau utilizzato per delle lasagne al posto della sfoglia, ma trovo che il tuo millefoglie in cocotte sia una meraviglia per gusto e presentazione! Ottima la tua versione vegetariana e anche la versione acciugosa mi stuzzica parecchio...Un bacione

    RispondiElimina
  30. Il tuo blog è una fucina di cosine intriganti, ma questa, giuro, le batte tutte!!!

    RispondiElimina
  31. Mi hai ricordato che il pane carasau e' in alto nella mia lista delle cose da provare a fare. Ti e' venuto benissimo! Molto carina l'idea di usarlo come ingrediente per un pasticcio di verdure.

    RispondiElimina
  32. Quanto mi piace il pane carasau!!!L'hai usato proprio in modo interessante per di più l'abbinamento dei gusti è davvero azzeccato!!!Molto brava!!Smack!!

    RispondiElimina
  33. Oh sì, questa ideuzza mi stuzzica.. La lasagna di pane carasau va alla grande da me e questo abbinamento mi piace moltissimo! Voglio provare anche io a farlo il pane una volta.. Di solito lo prendo al Mercatino dei Sapori che ogni tanto fanno nelle piazze delle città.
    Un abbraccio,
    Sissa

    RispondiElimina
  34. Che brava che sei stata ad alleggerirla, io alla salsiccia non avrei rinunciato lo ammetto =D anche se queste cocottine sono già buone così si vede proprio =)

    RispondiElimina
  35. Voto per la versione vegetariana o per quella con l'aggiuga che mi piace comunque molto... e poi la ricetta del pane carasau mi mancava proprio!
    Brava come sempre Milena e buona settimana.

    RispondiElimina
  36. Piatto completo con un carasau ottimo accompagnamento ed in questo caso anche abbinamento indovinato. Per la salsiccia sono d'accordo con te...ci vorrebbe ma in certi piatti la declinazione light fa più apprezzare i singoli ingredienti...il formaggio...il pane....
    Grazie come sempre :))))

    RispondiElimina
  37. Mia suocera è sarda e adoro la cucina casereccia di questa regione. Mai mi sarebbe venuto in mente di preparare in casa le sfoglie di carasau ma, si sa, sei sempre "avanti"!

    L'estate scorsa ho assaggiato un piatto unico che vedeva protagonista questo ingrediente che mi ha entusiasmato: il pane carasau veniva sbollentato velocemente in acqua salata, predisposto a strati in terrine da forno individuali, condito con sugo (l'originale avrebbe dovuto essere di pecora ma anche semplice va bene)e pecorino e ripassato qualche istante in forno dopo averlo completato con un uovo fresco per ogni commensale, che in forno si rapprendeva leggermente...

    In pratica molti lo usano come se fosse la sfoglia delle lasagne, dunque le declinazioni diventano infinite...

    RispondiElimina
  38. Capperi, il pane carasau fatto in casa deve essere fantastico... hmmm :D

    RispondiElimina
  39. Non non credo proprio che riuscirei nell'impresa del pane carasau made in home :(( Però questi sformatini sono così deliziosi che invogliano tanto e poi quelle cocottine colorate sono proprio una meraviglia!
    Donatella

    RispondiElimina
  40. Ma ci credi che io il pane carasau non l'ho mai mangiato? Oddio quante cose buone mi sto perdendo...devo correre ai ripari perchè quest cocottine sono davvero troppo invitanti!

    RispondiElimina
  41. Da mezza sarda ti dico che è perfetto, per darti l'eccellenza dovrei assaggiarlo...ti è mica rimasta una cocottina da farmi provare ;)?
    Bravissima!

    RispondiElimina
  42. Perdonami ma io mi sono fermata al carasau home made e l'ho subito aggiunto tra le ricette da provare :-) Viste le mie origini devo assolutamente colmare la lacuna!

    RispondiElimina
  43. ...mi lasci sempre a bocca aperta! bene! il pane carasau è una vita ke voglio farlo e nn lho ancora fatto! dunque mi segno anke questa!!
    ..idem le parole di sunflower! da mezza sarda ke sono è perfetto! io lo mangio cn pomodorini olio e sale.. per l'altra metà napoletna :-) bravissima!!

    RispondiElimina
  44. E' molto bello il tuo pane carasau e devo dire che hai saputo impiegarlo egregiamente. Ho sempre pensato a come utilizzarlo, ma oltre alle classiche lasagne non sono mai andata!

    RispondiElimina
  45. Per me, che mangio pane carasau rigorosamente tutti i giorni [ci faccio anche colazione, altro che cappuccino :-)] questo piatto è un must. Voto per la bottarga, sai che squisitezza ! Besos

    RispondiElimina
  46. @tutti: neanche io mi sarei mai sognata di cimentarmi con un pane così particolare, ma è semplicissimo da fare e dà soddisfazione!
    Il pasticcio merita e può comunque essere declinato con altre verdure ...

    @gaia: anch'io leggendo la ricetta di Edda, ho pensato che fosse difficile ottenere delle sfoglie così sottili, ma non lo è affatto perché la pasta è molto gestibile .....

    @Virò: che gola il piatto unico che descrivi ....
    Anche in questo pasticcio il pane carasau ha un ruolo simile a quello della sfoglia delle lasagne ...

    @SUNFLOWERS8, Aiuolik e Vickyart: grazie, il vostro apprezzamento è graditissimo viste el vostre origini ....
    Ho sempre un certo timore nell'accostarmi alle ricette regionali!!!!!!

    30 marzo 2011 09:13

    RispondiElimina
  47. le cocotte sono deliziose e il pane carasau é nei miei ricordi...purtroppo...ma il pasticcio di finocchio di sicuro ha un contrasto di sapori affascinante. Un abbraccio

    RispondiElimina
  48. il pane carasau fatto in casa????? ma che meraviglia! e poi in cocotte con i finocchi? doppia meraviglia!!!

    RispondiElimina
  49. Complimenti per le magnifiche ricette che proponi!Sei bravissima! Mi sono appena iscritta tra i tuoi lettori fissi, così potrò seguire le tue belle ricettine. Ti do il link del mio così puoi passare a farmi una visitina, e sei ti va diventare una mia sostenitrice: dolciedelizie-alyssia.blogspot.com/ Ci conto! Ciao

    RispondiElimina
  50. @Glu.fri cosas varias sin gluten: il pasticcio è intrigante, anche grazie alla presenza del finocchio selvatico che conferisce un aroma più intenso e naturalmente il pane carasau fa la sua parte ........

    @Ely: le coccottine sono un amore e rendono bella e invitante qualsiasi pietanza :D

    @Alessia: grazie :D
    Appena posso, faccio un salto da te!

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO