3 maggio 2010

Croustades con fave, piselli e asparagi selvatici

La domanda “Indovina chi viene a cena?”, lungi dal suscitare in me l’ansia di dover ricevere un ospite che potrebbe mettere in discussione uno o più punti fermi del mio vissuto, solleva in realtà un moto di preoccupazione per motivi organizzativi.
Il dilemma ben più prosaico è: far buon viso a cattiva a sorte, optando per il classico (e sempre amato) spaghetto o piuttosto pur dovendosi misurare con il poco tempo a disposizione e soprattutto con gli ingredienti che la dispensa offre, approntare una cena essenziale che appaghi?

Croustades con fave, piselli e asparagi selvatici

Questa volta è venuto in mio soccorso un guscio-contenitore di brisè, pronto ad accogliere le verdure di stagione, (meglio se dalla forma perfetta e compiuta come fave, piselli e asparagi) quasi al naturale: presenza scenica e gusto da oscar!



Croustades con fave, piselli e asparagi selvatici

Ingredienti (2 stampi diam. cm 16)

Pasta brisée di M. Roux (x g 450)

250 g farina
150 g burro
1 cucchiaio latte
1 uovo codice 0
1 pizzico zucchero
½ cucchiaino sale

100 g circa fave fresche già sgranate
100 g circa piselli freschi già sgranati
asparagi selvatici
sale / olio evo

Preparazione
Pasta brisée. Lavorare la farina, il sale e il burro (morbido) in una ciotola, con le dita, fino a quando il burro è stato assorbito dalla farina. Aggiungere l'uovo ed il latte e impastare.
Quando la pasta sarà omogenea, avvolgerla con della pellicola e metterla a riposare al frigo per 2 ore.
Stendere la pasta con il mattarello, arrotolare il disco di pasta sul matterello e trasferirla nello stampo leggermente imburrato. Rifilarne i bordi, passandovi sopra il matterello, quindi riporlo in frigo per 15’.
Successivamente prelevare, forare con i rebbi di una forchetta per evitare che si formino bolle d'aria durante la cottura, ricoprire con carta forno, riempire con fagioli secchi (o pesetti di ceramica) e infornare a 170° per 10-15 minuti o finché la pasta non sarà dorata.

Sgranare fave (eliminando anche la pellicina esterna) e piselli e mondare gli asparagi: cuocerli separatamente con un filo d’olio e un po’ di cipolla, lasciandoli al dente (le mie fave erano molto tenere e sono passate di cottura senza che me ne accorgessi!).
Versare le verdure nei gusci e servire. [Liberamente tratta da Frolla e sfoglia di M. Roux]


.....................

43 commenti:

  1. Un'ottima improvvisazione...elegante e gustosa... oltre che di stagione!!! :)
    Domani mi invito da te all'ultiimo minuto:)

    RispondiElimina
  2. splendida ricetta, con le verdure di stagione in purezza, direi che è un'ottima alternativa allo spaghetto!

    RispondiElimina
  3. Mi sembra davvero un'ottima idea.
    Fresca, semplice e veloce

    RispondiElimina
  4. eh ma che bell'aspetto.... invitante e fresca. buon giorno lenny. buona settimana

    RispondiElimina
  5. vorrei tanto essere stato io il tuo ospite a sorpresa...bell'aspetto hai ragione Babs, in linea con la stagione perfetta

    RispondiElimina
  6. non credo ai miei occhi!
    bello da vedere!
    ottimo da mangiare!
    complimenti!

    RispondiElimina
  7. Un trio tutto verde e molto dolce per il ripieno di questa crostata! molto particolare e tutta primaverile!
    baci baci

    RispondiElimina
  8. Mamma mia... buonissima sta terrina di verdure.. e poi fave, asparagi, piselli! gnammmm smack! buon lunedì ;-)

    RispondiElimina
  9. Ormai credo diaver provato moltissime brisé, e quelle con le uova restano sempre e comunque le mie preferite, questa di Roux mi manca, la segno per aggiungerla alla collezione! Ottimo il ripieno, come vorrei essere tra i tuoi ospiti!

    RispondiElimina
  10. Mi piace l'idea del guscio-contenitore, senza stare a pensare a legare il contenuto e quindi ad appesantire la preparazione. Applauso!
    Un abbraccio,

    wenny

    RispondiElimina
  11. Davvero un'ottima idea salva cena!!! Adoro l'accostamento di verdure che hai sclto per riempire il croccante guscio di pasta brisè ;) E condivido anche il fatto di servirle quasi a crudo, per esaltare il fantastico sapore di questi ortaggi di stagione!
    Un bacione e buon inizio settimana
    fra

    RispondiElimina
  12. Un'idea fantastica, semplice, primaverile e gustosa!

    RispondiElimina
  13. Come sempre sono incantata dalle tue ricette, i sapori freschi, le geometrie naturali e questa croustate non fà eccezione. Tutta la stagione in un bel guscio :-)
    Baci e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  14. Lenny queste croustate sono semplicemente deliziose!!!!!!!!!!!!!!!
    Le tue ricette sono talmente esilaranti che non hanno bisogno di nienti in più.
    Complimenti ciao!

    RispondiElimina
  15. Mi sono scoperta ad amare molto questi "gusci contenitori" cotti in bianco e riempiti di insalate o verdure cotte a parte... ne avevo in programma uno ieri, ma ecco che, avendo voluto sperimentare una ricetta di pasta all'olio, mi sono ritrovata con una simil sbrisolona, del tutto inadatta ad accogliere il ripieno in programma. La prossima volta mi mantengo fedele alla brisée, come mi è sempre stata fedele lei!!!

    RispondiElimina
  16. Come sempre una bella foto per un piatto bello, buono ed equilibrato!!!!E poi una fan come me della pasta brisèe ci va a nozze con questa ricettina!

    RispondiElimina
  17. in effetti l'aspetto è super! e chissà che sapore...

    RispondiElimina
  18. Sfido io che una cena improvvisa riuscirei a tirar fuori qualcosa del genere....

    RispondiElimina
  19. Io uno scrigno così me lo papperei all'istante!

    RispondiElimina
  20. ...che domande... ;-)
    ( e che ricette...)
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  21. splendide servite in due mini porzioni! buonissime e bellissime da presentare!

    RispondiElimina
  22. ottima idea che offre l'opportunità di una diversa presentazione,brava!

    RispondiElimina
  23. Uhm...deduco che la cena sia andata uno spettacolo!
    Io purtroppo spesso dopo tanto meditare cerco di far delle cose che possano piacere tutti!

    PS sono passata su un nuovo blog, ma sono sempre Castagna...passa a trovarmi, mi farebbe MOLTO piacere

    RispondiElimina
  24. Ottima alternativa. Spesso la semplicità sorprende più di altre cose. E soprattutto, appaga sempre.

    Dora

    RispondiElimina
  25. Hai pescato come sempre il jolly ehehehehe
    Da sempre maggiore soddisfazione fare di una esigenza virtù :)))
    Che dire...come sempre...prendo nota ahahahhaahaha
    Faccio come sempre volentieri incetta di idee qui ;)
    Buonissima giornata :)))))))

    RispondiElimina
  26. @tutti: è una preparazione che si riesce ad approntare in poco tempo, perché la brisè (se poi si ha l’abitudine di averne una scorta in freezer ancora meglio) può essere preparata e/o cotta con congruo anticipo e dopo aver saltato velocemente le verdure a disposizione, si può assemblare il tutto con minimo sforzo.
    Una nota a parte merita la brisè di M. Roux che ho trovato fragrante e leggera, forse grazie alla timida presenza dello zucchero e che ho avuto modo di degustare in purezza, formando dei biscottini con i ritagli

    RispondiElimina
  27. bellissima idea, riesco ad immaginare benissimo i gusti e mi piace molto! brava :*

    RispondiElimina
  28. trovo questo piatto come tuti i tuoi piatti appetitoso presentato benissimo e di sicuro successo!!bacioni imma

    RispondiElimina
  29. bellissima!! primaverile!! ciao

    RispondiElimina
  30. :-D Ti capisco sai? Io però, se non ho subito qualcosa che mi frulla in testa, entro in crisi nel giro di 5 minuti!!! L'ultima volta, mi son ritrovata un ospite inatteso proprio dentro casa...tempo di riflessione = 0....pensa in che stato mentale ero O_o
    Poi alla fine l'ho buttata sul ridere con un pò di pasta e pesto casalingo...ma non è stata sicuramente una delle mie migliori performance :-(((
    Invece ti dirò, l'Oscar se lo merita tutto questa croustade...mi sa che te la copierò, ha un colore ed un aspetto deliziosi!!! :-D

    RispondiElimina
  31. la ricetta della pasta brisè è favolosa...devo provarla..il connubio piselli e fave mi hanno invece fatto ricordare un piatto che mangiavo da piccola e che mi cucinava mia nonna! grazie

    RispondiElimina
  32. che meraviglia!questo piatto mi ricorda che siamo in primavera,anche se visto il clima di questi giorni nn ne sono tanto sicura!:)

    RispondiElimina
  33. Ciao Milena,il tuo blog mi è sempre piaciuto,sono venuta a ringraziarti per la visita,e non ti devi preoccupare,le cozze di scoglio non si trovano dappertutto,quindi non è una mancanza,ma se proprio ti dovesse capitare... sono piccole e si sente il mare, davvero!Ciao e a presto.

    RispondiElimina
  34. una ricetta che emana profumi di primavera..sa di fresco e di sapori gentili.Grazie e complimenti per il tuo bellissimo blog..e anche per la fotografia.Buona giornata

    RispondiElimina
  35. Adoro i mix di verdura di stagione! Con la cottura veloce conservano ognuno il suo sapore ed è una goduria!

    RispondiElimina
  36. un joli blog des recettes magnifiques de jolies photos
    ton plat a l'air succulent
    bonne soirée

    RispondiElimina
  37. Molto bella questa torta...primaverile !

    RispondiElimina
  38. Secondo me devi essere un'ospite fenomenale!

    RispondiElimina
  39. Ciao! Sono Elena, ho conosciuto il tuo sito visitando Blog di Cucina,
    volevo invitarti a partecipare al mio contest dal sapore turistico gastronomico.
    Se vuoi saperne di più l’indirizzo è
    http://idolcidelcuore.blogspot.com/2010/05/il-mio-primo-contest.html
    Le foto e le ricette del tuo blog sono ecceionali
    Ciao e a presto

    RispondiElimina
  40. @tutti: è una brisée fragrante che va a nozze con le verdure

    @Elena: grazie per l’invito: vengo a leggere …..

    RispondiElimina
  41. SwagBucks is the biggest get-paid-to website.

    RispondiElimina
  42. The best things about Clixsense's GPT Click Program:
    1. Up to $0.02/click.
    2. 5 seconds starting timer.
    3. Reclick every 24 hours.

    RispondiElimina
  43. eToro is the ultimate forex broker for new and advanced traders.

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO