4 marzo 2010

Gnocchi di polenta bianca e formaggio con carciofi e spinaci

È arrivato marzo con il suo essere inverno e primavera, solare e piovoso, allegro e uggioso, una creatura in evoluzione con un seguito di capricci e contraddizioni che lascia la sua irriverente impronta anche in cucina.

Gnocchi di polenta bianca e formaggio, con carciofi e spinaci

Eccola in questo piatto dalle grandi contraddizioni, apparentemente bizzarro, un ibrido tra un primo e un’insalata che sintetizza cruditè e cottura, freschezza e cremosità, croccantezza e morbidezza, coniugando la grande tradizione della polenta con la giovinezza delle verdure.
Un connubio che conquista e che si può ricondurre nel solco della tradizione che consiglia di abbinare la polenta bianca al pesce, aggiungendo all’allegra brigata dei gustosi filetti di pesce cotto al vapore, trasformando questa ricetta in un gustoso piatto completo.


Gnocchi di polenta bianca e formaggio con carciofi e spinaci

Ingredienti x 4

200 g polenta bianca
4 carciofi
spinaci
20 g burro
40 g grana grattugiato
sale / olio evo / pepe in grani

Preparazione. Versare in una pentola con il fondo spesso (meglio se un paiolo di rame) l’acqua (circa 800 gr acqua), salare e portare ad ebollizione. A fuoco basso, versarvi la farina a pioggia, mescolando energicamente con un cucchiaio di legno (si deve ottenere un composto bello sodo) e, se dovesse servire aggiungere dell’acqua calda (in caso contrario si formerebbero dei grumi). Far cuocere la polenta per 40/50’ (se si usa quella bianca), quindi aggiungere il burro a tocchetti ed il grana.
Lasciare intiepidire un po’ e procedere a formare gli gnocchi.
Lavare bene gli spinaci (o altre verdure a piacere), tagliarli a listarelle e unirli ai carciofi mondati e tagliati molto sottili con l’aiuto di una mandolina.
Regolare di sale e condire con un giro d’olio le verdure e disporle sui singoli piatti. Adagiare gli gnocchi e finire con una macinata di pepe. [Liberamente tratti da La Cucina del Corriere della Sera]

......…...

Scheda tecnica - Polenta bianca

La polenta Bianca ottenuta dalla macinazione di mais bianco, una particolare varietà tipicamente veneta, più raro e più costoso del mais giallo, è una Polenta che oltre ad un profumo meno deciso della rispettiva gialla, è più delicata e si presta particolarmente bene ad accompagnare sughi e condimenti a base di pesce. Dal punto di vista nutrizionale, polenta Bianca e Gialla quasi si equivalgono.

..............

35 commenti:

  1. Wow! che meraviglia!
    Francesca

    RispondiElimina
  2. Io non amo molto le verdure primaverili, ma in questo piatto fanno una figura splendida!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Lenny. Mi piace tantissimo la tua polenta. Cucinata così, sotto forma di gnocchi, non solo è divertente, ma diventa anche un gustoso piatto primaverile ... così almeno la primavera arriva nel piatto !!! Baci Manu

    RispondiElimina
  4. ciao lenny,
    qyoto in toto (fa anche rima) queste pallette simil canederlo mi fanno impazzire :-)
    a parte ciò, sei ufficialmente invitata a farti un giro da me per partecipare al contest di primavera, sono certa che farai faville!
    buona serata!
    b

    RispondiElimina
  5. ecco dove potrebbero finire le mie foglioline congelate di spinaci!

    Io mi godo gli ultimi botti di verdura invernale, in primavera tra asparagi, piselli e fave mi va un po' male, fortuna che poi arriva l'estate :)

    Buono e delicato questo piatto, Lenny!
    BAci

    RispondiElimina
  6. Mamma mia che belle "polpettine"!!!Complimenti...come al solito sei eccezionale!Bacio

    RispondiElimina
  7. @Acquolina: sono buonissimi e delicati. Naturalmente se non piace l’idea delle verdure crude, si possono usare cotte o a specchio su una crema di verdure …

    @Onde99: è da pochi anni che ho scoperto al bontà di carciofi e spinaci gustati a crudo e li ho voluti accompagnare a questi gnocchi che nella versione originale erano abbinati al cavolo e al sedano ….

    @Forchettina Irriverente: ho acquistato questa polenta un po’ di tempo fa …

    @Babs: conta su di me

    @Ciboulette: congeli le foglioline di spinaci crudi? Mi interessa molto ….

    @Ambra: sono gnocchi ....

    RispondiElimina
  8. Veramente buoni e belli complimenti...un bacio Luciana

    RispondiElimina
  9. Che spettacolo.... un bacio

    RispondiElimina
  10. Io ancora non sono riuscita a trovare la polenta bianca, questa tua ricetta non fa che accrescere la mia curiosità a riguardo! A parte ciò mi piace molto questo piatto, adattissimo a questa "mezza stagione" ;)

    RispondiElimina
  11. Sai che non ho mai usato la polenta bianca? Adesso sono curiosa. Il contrasto di colori mi piace molto.

    RispondiElimina
  12. che nostalgia, questi gnocchi li faceva mio papà quando ero piccola, sono secoli che non li mangio più
    Ciao, Margie

    RispondiElimina
  13. Sono molto buoni questi gnocchi!! Li ho segnato dalla rivista anch'io da fare... La presentazione è come soltito, BELLISSIMA!!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  14. Che ci fa la polenta bianca in calabria?:Dè proprio vero che bisogna cambiare contesti...a me di servire gnochci con la polenta non sarebbe mai venuto in mente, tanto sono abituata a vederla come companatico!:D

    RispondiElimina
  15. che buoni che devono essere, belli e con i miei amati carciofi!!! Baci

    RispondiElimina
  16. un piatto super invitante! complimenti!!

    RispondiElimina
  17. @tutti: avevo una gran curiosità nell’accostarmi a questo tipo di polenta, per me sconosciuta e la sua delicatezza mi ha conquistata.
    In particolare trovo che in questa ricetta abbia il giusto risalto ....

    @Genny G.: non per niente è stata acquistata a Milano ...

    RispondiElimina
  18. Bellissimo questo piatto, complimenti.

    RispondiElimina
  19. Ma dai, cservia così la polenta assume tutto un'altro sapore!! davvero motlo scenca e sicuramente buonissima!
    baci baci

    RispondiElimina
  20. Che strane queste polpette,sembrano dei canederli... Sarei curiosa di assaggiare il loro gusto che sembra essere molto delicato!

    RispondiElimina
  21. ciao, complimenti per la ricetta..ho trovato il tuo blog tramite natalia (tempo di cottura) come seguo il suo ho deciso di seguire il tuo^_^
    http://lullaby-coccinellalaboriosa.blogspot.com/

    RispondiElimina
  22. le palline lo sai sono le mie forme preferite, queste di polenta bianca mi piacciono molto. il piatto è a mio parere perfetto e con un filetto di pesce in aggiunta andrebbe davvero a completare il piatto unico che per i bambini è l'ideale, mangiano tutto poi corrono a giocare. pensi che potrebbero riuscire anche loro a fare i gnocchi?

    RispondiElimina
  23. da buona veneta ho sempre una valanga di farina di mais bianca in casa (se sono fortunata e momentaneamente ricca, anche di mais biancoperla, mai provata?? meravigliosa!)...sperimenterò la ricetta quanto prima, bellissima idea lo gnocco gigante con spinaci (una specie di canederlo alla veneta!! :D)

    RispondiElimina
  24. Lenny, quello che mi colpisce sempre nelle tue ricette è l'eleganza dei tuoi piatti e la raffinatezza dell'esecuzione!
    Sei troppo brava!
    Un bacio

    RispondiElimina
  25. Per me veneziana la polenta è bianca... poi mi son resa conto negli anni che al di fuori di qui non è così :) son contenta della nostra specialità pur apprezzando tutti vari tipi di polenta, conoscendo i mais autoctoni da cui poi in ogni posto viene prodotta!
    questa ricettina è proprio speciale, mai fatti gli gnocchi così per esempio!
    bella idea! sempre creativa!

    RispondiElimina
  26. splendidi lenny, coerentissimi con la stagione!!!

    RispondiElimina
  27. Che piatto meraviglioso Lenny... e poi l'hai descritto in maniera straordinaria. Mi sembrava quasi di poterlo assaggiare!

    Baci e buon w.e.

    RispondiElimina
  28. Tu mi ricordi che con Marzo arriva la primavera (e il weekend scorso qui era quasi estate) e leggendo il tuo posto mi ricordo che non ho mangiato polenta neanche una volta quest'inverno. Sarò ancora in tempo? :-)

    RispondiElimina
  29. Forse riuscirai a far arrivare la primavera anche qui ;-) Ottimo piatto come sempre

    RispondiElimina
  30. Ciao,
    ho trovato il tuo blog girovagando...è assolutamente straordinario, con ricette nuove e fantasiose...davvero complimenti...se ti va di vedere il mio http//architettandoincucina.blogspot.com
    ti aspetto

    RispondiElimina
  31. appagante come un raggio di sole in una giornata fredda e leggero come l'aria frizzantina della primavera. un connubio pressochè perfetto!

    RispondiElimina
  32. Amo la polenta bianca, sapere che se ne possono anche fare degli gnocchi è una gioia!
    Buon fine settimana,

    wenny

    RispondiElimina
  33. grazie per la ricettina, me la segno... mi ispira un sacco :)

    RispondiElimina
  34. tra le tante ricette che sto leggendo qui da te, ne dovrò scegliere una a caso perchè tutte solleticano nello stesso modo il mio desiderio.
    Decido per questa perchè adoro i carciofi. Ti faccio i complimenti perchè i tuoi blog sono sempre più belli e interessanti.
    A presto
    Anna

    RispondiElimina
  35. @tutti: è un piatto “fresco” che appaga e traghetta con semplicità verso la primavera la polenta, una preparazione invernale

    @Soribel: grazie e benvenuta

    @natalia: i bambini si divertirebbero tanto a formare gli gnocchi ….

    @Valeria: è un po’ una contaminazione di ricette e forme ….

    @Sabrina Fattorini: arrivo ….

    @anna the nice: grazie di cuore e benvenuta

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO