18 ottobre 2009

Insalata di pollo con spinaci, uva e melagrana

Alimentarsi correttamente, bilanciando i diversi principi nutritivi, variando e scegliendo alimenti freschi di buona qualità, se per gli adulti è una conquista concettuale ed un’impresa ardua da realizzare, per i piccoli è una delle tante cose incomprensibili contro cui scontrarsi, inanellando con ostinazione e coerenza una serie di rifiuti legittimi, altrimenti definiti “capricci”.
Ed io da bambina non ero da meno.
Contro legumi, carne, pasta con il pomodoro, era guerra aperta e dopo un lungo scontrarsi o resistere, arrivava l’armistizio con la beneamata clausola: via libera all’uso dei cubetti di caciocavallo nelle pietanze invise, descritte come “benefiche ed imprescindibili”, con buona pace delle parti contendenti.

Insalata di pollo con spinaci, uva e melagrana

Certo oggi mi viene da sorridere al solo pensiero, ma devo confessare che il retaggio di quelle abitudini infantili persiste e molto spesso, sfugge al mio controllo consapevole.
Così il caciocavallo silano (non compro più quello a forma di animaletto!) non manca mai e molto spesso compare nei miei piatti, come in questa allegra insalata autunnale.

Insalata di pollo con spinaci, uva e melagrana

Ingredienti x 2

130 g pollo (preferibilmente ruspante)
20 g spinaci circa (ric. orig. lattuga e indivia riccia)
30 g caciocavallo silano (ric. orig. caciotta fresca)
2 cucchiai di chicchi melagrana
10 acini d’uva
olio evo
½ limone succo
sale

Preparazione. Lessare il pollo in acqua salata, attendere che si freddi e sfilacciarlo con le dita (se si usa il petto, come nel mio caso, irrorarlo con l’olio evo).
Mondare e lavare le foglie tenere degli spinaci, lavare l’uva, sgranare la melagrana (dividere il frutto in due parti, capovolgere una metà, con la parte del taglio orientata un piatto, divaricarla leggermente e batterla con un mestolo di legno) e tagliare a cubetti il caciocavallo.
Comporre l’insalata e, se si prepara in anticipo (anche di un giorno), riporre in frigo, coprendola con pellicola alimentare. Condire con la citronette (sciogliere il sale nel succo di limone ed emulsionare con l’olio evo) e servire a temperatura ambiente. [Liberamente tratto da La cucina italiana]

Insalata di pollo con spinaci, uva e melagrana

………………

Il caciocavallo silano è tra i più antichi formaggi a pasta filata del mezzogiorno d’Italia. I primi accenni alla lavorazione del “cacio” provengono da Ippocrate, che nel 500 a.C. descriveva l’arte dei Greci nel preparare il Cacio.
Prodotto dal latte vaccino proveniente da diverse razze, ad esempio quella podolica allevata allo stato brado o se-mi-brado, il Caciocavallo Silano è caratterizzato dalla sua forma ovale o troncoconica, dovuta spesso al metodo utilizzato per farlo maturare.
La sua crosta è sottile, liscia, di un invitante colore giallo paglierino. Il sapore, solitamente aromatico e fondente in bocca, dipende dal periodo di maturazione a cui è stato sottoposto: dolce quando il formaggio è giovane, o “fresco”, più deciso e piccante con l’avanzare della maturazione.
A tutt’oggi ogni forma di Caciocavallo Silano Dop è marchiata a fuoco.
Il marchio reca un pino, garanzia di autenticità del prodotto, e un codice, tramite il quale è possibile rintracciare il produttore.
Ha ricevuto il riconoscimento della Denominazione di Origine con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 maggio 1993.

…………………

Con questa ricetta partecipo al contest Segni particolari: DOP indetto da genny-al cibo commestibile in collaborazione con La compagnia del cavatappi

40 commenti:

  1. Noi ci siamo ancora dentro, alla fase del compromesso: pensa che l'altro giorno, all'uscita da scuola, per assecondare una sua improvvisa voglia di barbabietola, le ho preparato gli gnocchi, a tempo di record nella pausa pranzo. D'altronde, mia nonna faceva i ravioli un giorno sì e uno no per far mangiare la carne a mia sorella e chissà quante me ne verrebbero ancora in mente, se ci pensassi un po'. Però, a ben guardare, sono tutti segnali positivi, nel senso che sono comunque gesti d'amore nei confronti dei nostri figli. Certo, sarebbe stato meglio averne di quelli che non fanno storie ( ma esistono???), ma ci accontentiamo. Dove invece non riuscirò a trovare soddisfazione sarà col caciocavallo silano-a meno che non approfitti di una rimpatriata dei nostri custodi calabresi nella tua terra...quasi quasi...
    Buona serata
    ale

    RispondiElimina
  2. Buone le insalate con la "ciccia" te la fanno mangiare quasi senza accorgertene, spinacini e melagrane insieme poi sono spettacolari! te la rubo! a presto

    RispondiElimina
  3. ha ha ha carino il ricordo dei capricci cibari di quando eri piccola! io per esempio non ne volevo sapere di mangiare le bistecche di manzo e lo facevo solo pucciandole nel tuorlo dell'uovo al tegamino!!!in questo caso però il caciocavallo cade proprio a fagiolo!

    RispondiElimina
  4. Buono il caciocavallo silano...mi è stato regalato tempo fa!!! Ottimo piatto, completo e sano!!!UN abbraccio cara e grazie per il pensiero che hai avuto per me!

    RispondiElimina
  5. @alessandra: questi tipi di armistizio sono sempre dei gesti d'amore

    @milla: perdonami ... ma non capisco cosa si intende per "ciccia"!

    @giò: e se ti dicessi che per indurmi a mangiare l'uva, mio padre tagliava in due ogni acino per privarlo dei vinaccioli?

    @marifra: in bocca al lupo mia cara

    RispondiElimina
  6. ciao lenny, intanto ti ringrazio tantissimo per i mille pensieri che mi hai lasciato e per l'affetto che lasci trasparire :-) bizzarra la vita, chissà perchè da bambini e da adolescenti proprio non riusciamo a mantenere una condotta alimentare sana e varia, mentre nel tempo riscopriamo tutti i valori e i gusti dell'alimentazione variata. questa tua proposta la trovo veramente stuzzicante. il melograno c'è già in casa....

    RispondiElimina
  7. in un attimo di sopravalutazione di me stessa ho comprato una melagrana.
    e ho fatto bene.

    RispondiElimina
  8. Interessante l'approfondimento sul caciocavallo silano e troppo carino il post...
    Ti posso solo dire che i capricci li abbiamo fatti tutti e qualcuno sotto vesti difformi continua a farli ancora oggi ahahaah
    In termini gastronomici mia sorella se non erano crepes nn mangiava...questo te la dice lunga sulla pazienza di mia madre e su quanto in ogni famiglia certi gesti d'amore siano stati alla base della crescita fisica e non, di tanti 'figli' me compreso.
    Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  9. io devo ammettere che i capricci cibari a volte li faccoi ancora adesso:( ma questa ricetta è proprio gustosa e piacevole!!e legata a un ricordo...grazie per aver partecipato! una ricetta sola...ma se vuoi postarne "fuori concorso " per arricchire le nostre idee, le metto nei commenti o in fondo al post!!!sai che mi fa solo piacere!un bacione!

    RispondiElimina
  10. eheh..mi rivedo in questo post..io i capricci li faccio ancora oggi!ghgh..buonissima l'insalata!

    RispondiElimina
  11. Oggi devo spignattare anch'io per Genny!!!!
    La mia guerra aperta era contro le "pellecchie" dei pomodori e il parmigiano grattugiato

    RispondiElimina
  12. Oh che bel piatto: credo che quest'anno dovrò cimentarmi nell'uso del melograno. Prima ricetta trovata ;)
    buona giornata,

    wenny

    RispondiElimina
  13. goloso gustoso e colorato lenny come tutti i tuoi paitti!!bacionissimi imma

    RispondiElimina
  14. Bravissima lenny! Un insalata davvero bilanciata e piena di contrasti interessanti. Caciocavallo Silano... MMMH! Mamma che buono!

    RispondiElimina
  15. Bisognerebbe spiegarlo a mia suocera che il caciocavallo vero è quello silano e non quello pugliese!!! Lo credo bene che facesse parte delle tue contrattazioni alimentari infantili, è una vera delizia!

    RispondiElimina
  16. facciamo che sostituisco il pollo con il pesce e..la melagrana è quella dell'albero di mio papà!;)
    Bellissima idea!

    RispondiElimina
  17. Io "purtroppo" non ricordo di aver mai fatto capricci in fatto di alimentazione (e ancora oggi mangio di tutto) :-)
    È molto bella la tua insalata: i colori si sposano perfettamente e la melagrana le dá quel tocco leggermente agrodolce che ci sta proprio bene. Il caciocavallo ho difficoltá a trovarlo qui (silano poi é pura utopia). Mi accontenteró della caciotta fresca
    Buona giornata, Mik

    P.S.: ogni tanto fai un salto nel sito ricetta.it: copiano foto e ricette. Finora non ho trovato nulla che ti appartenga, ma un'occhiatina ogni tanto male non fa ;-)

    RispondiElimina
  18. Devo dire che io da piccola non ero molto capricciosa con l'alimentazione.. e i risultati si vedono....Ottima questa insalata con il caciocavallo da sicuramente un gusto in più al pollo.

    RispondiElimina
  19. Che splendida insalata... te la scopiazzerò

    RispondiElimina
  20. Sai che chissa' perche' mi ero convinta che non mi piaceva il caciocavallo? Poi l'ho assaggiato questa estate durante cantine aperte (quindi proprio quello silano :)) e mi sono ricreduta, alla grande :)

    Un po' di colore anche ora che sembra arrivato l'autunno, ben venga questa buonissima insalata!

    RispondiElimina
  21. Ecco, questa è quella che io chiamo una bella insalata: ricca, saporita e genuina!
    Complimenti

    RispondiElimina
  22. Guerra aperta che hai allegramente e gustosamente vinto! Bellissima quest'insalata peccato per il caciocavallo silano ;-). Io vado matta per questo modo divertente e stuzzicoso di mangiare la carne. Buona giornata

    RispondiElimina
  23. Che insalatina!!!!!! stuzzicante e saporita un bel connubio di sapori!!!!

    RispondiElimina
  24. Un'ottima insalata per utilizzare il pollo bollito! mia madre proprio oggi ha fato i tortellini in brodo e questa ricetta potrebbe essere un'ottima idea per renderlo più appetibile!

    RispondiElimina
  25. Cara, i cubetti di questo meagnifico formaggio potrebbero impreziosire qualsiase piatto, anche l'insalatina più semplice!
    Io da bambina mangiavo praticamente tutto, tranne il fegato (ed era solo perché non lo sapevano cucinare), strano ma vero. Ora faccio la capricciosa, ma non per "colpa" di prodotti stessi, ma per la qualità di pietanze (dovendo ogni tanto mangiare fuori casa),,
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  26. un'insalata da piatto unico perfetta...e senza capricci ;-)

    RispondiElimina
  27. Ciao!!!
    Ho lanciato il mio primo contest, se ti va di partecipare, vieni a dare una sbirciatina!!

    RispondiElimina
  28. quindi tu capisci benissimo contro chi devo combattere vero?? ho scelto una strada dura lo so ma a me piacciono le sfide!! buonissima questa insalata, alle mie piccole bocche di sicuro piacerebbe, quasi quasi ci provo, magari togliendo l'uva (penso che i chicchi di melagrana possano bastare come esperimento). ciao lenny un caro, ma caro, saluto

    RispondiElimina
  29. ecco Lenny, ho un sacco di melograni che aspettano di essere usati!
    Castagna

    RispondiElimina
  30. I colori di questa insalata sono bellissimi e la rendono molto invitante. Non avevo pensato a mettere la melagrana a far compagnia al pollo, però mi tenti. Ma com'è che l'anno scorso ero piena di melegrane e quest'anno ancora niente? Misteri delle annate!

    RispondiElimina
  31. Già segnata! Appena trovo delle belle melegrane metto sempre i chicchi nell'insalata, danno un tocco di freschezza in più. Con il pollo diventa un piatto unico saporito ed equilibrato.
    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  32. ah erano acini d'uva quelli, credevo fossero olive nere.
    hehe anche io ricordo benissimo i capricci che facevo, il mio incubo era la terribile "PASTA E FASCIOLI (fagioli)"..poi invece è diventato uno dei piatti che mangio più volentieri :p

    complimenti per la scelta dei colori comunque, oltre che dei sapori :)

    RispondiElimina
  33. Buono il caciocavallo silano...e le tue ricette sempre strepitose!!!

    RispondiElimina
  34. Non sono ancora riuscita a trovare una ricetta per partecipare al contest di Genny, come al solito ho molte idee e pochissimo tempo... devo darmi da fare! Mi piace moltissimo questa versione autunnale dell'insalata di pollo, mi hai dato una bellissima idea per non gustarla sono d'estate :)

    RispondiElimina
  35. Ciao Lenny : come sempre una ricetta perfetta. E' un capolavoro di semplicità, essenzialità e .. delle due s "salute" e "sapore". Grazie per le indicazioni di un altro grande prodotto italiano, che ci rende felici di stare dove siamo. E poi che dire ... queste insalatine mi fanno "impazzire". Baci Manu

    RispondiElimina
  36. l'importante in questo piatto è l'olio io userei un ligure forse anche un umbro fruttato medio...per il vino un rose che dici è azzardato...ma si mettiamoci un collio
    ciao chef la descrizione del caciocavallo e il preambolo sono meravigliosi

    RispondiElimina
  37. @Babs: è un’insalata che a seconda delle porzioni, può avere la valenza di un’entrèe o di un piatto unico ed è interessante la nota dolce dell’uva e croccante e acidula della melagrana

    @enza: la melagrana è anche il frutto dell’abbondanza e della fortuna ….

    @Gambetto: anche con i capricci si cresce, soprattutto se vengono “gestiti” con amorevolezza

    @genny: ti chiedevo se si può partecipare al concorso con più di una ricetta perché ero indecisa …

    @NIGHTFAIRY: non si smette mai di fare i “capricci”

    @Lydia: sono curiosa di ammirare la tua ricetta

    @Wennycara: è un frutto dalle mille risorse

    @dolci a ...gogo!!! grazie: sei molto carina

    @Elisakitty's Kitchen: i contrasti rendono le pietanze più interessanti

    @Onde99: lo conosci bene!

    @Saretta: poi dimmi com’è … Anche le mie melagrane erano bio, regalo di una cara amica

    @Mimmi: vada per la caciotta che tra l’altro è prevista dalla ricetta originale

    @ilcucchiaiodoro: il caciocavallo silano ha un gusto poco marcato fa da contrappunto al pollo e ben si accorda con la dolcezza degli altri ingredienti (spinaci, uva e melagrana)

    @iana: fai pure, ti piacerà senz’altro

    @Ciboulette: è un’insalata colorata e allegra con note di amabile dolcezza

    RispondiElimina
  38. @Gloria: può diventare un gustoso piatto unico, anche da consumare al lavoro

    @dada: adoro i piatti di carne, dove la frutta le contende la scena

    @stefi: ti consiglio di provarla

    @Elisa: ottima con il pollo lesso o con gli avanzi di quello arrosto

    @Rossa di Sera: ho sempre pensato che è una bella dote quella di mangiare di tutto, il che evita imbarazzi quando si è ospiti …

    @astrofiammante: è un piatto unico ben equilibrato per principi nutritivi e sapori

    @Susina strega del tè: grazie dell’invito, parteciperò senz’altro

    @natalia: sono certa che le sorprenderai e solleciterai la loro curiosità gustativa

    @Castagna e Albicocca: allora comincia da quest’insalata …

    @Aiuolik: le melagrane possono arricchire e addolcire molte pietanze

    @Cuoche dell'altro mondo: sono così belli i chicchi di melagrana! Inoltre stanno bene sia con il dolce che con il salto, impreziosendo con il loro gusto dolce ed acidulo al tempo stesso

    @Cuochella: vedo che ne abbiamo da additare di “pietanze sgradite” del nostro passato ….

    @Francesca: grazie cara

    @Camomilla: a volte basta poco per trasformare le pietanze stagionali: l’insalata di pollo, astrattamente considerata è un piatto estivo, ma con gli opportuni aggiustamenti, può diventare autunnale

    @Forchettina Irriverente: dici bene "salute" e "sapore" sono le due direttive di questo piatto

    @marco: grazie per i tuoi preziosi consigli

    RispondiElimina
  39. lenny..puoi mettere il link alla compagnia?:D l'hai solo citato..grazie mille cara!

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO