22 luglio 2009

Tarte tatin di pomodorini e pesto

Tanti piccoli soli rosso-fuoco, incastonati in una croccante base di brisèe su un micro-tappeto di pesto: il Sole e la Terra in un insieme di gusto, metafora della calda estate e dell’esigenza di freschezza.
Una tatin salata che ruba il rosso-licopene e il verde-clorofilla alla ricca Natura per restituirli ai poveri accaldati e affamati: pomodori e basilico, due esseri nati per stare insieme in un connubio felice.


Tarte tatin ai pomodorini e pesto


Avvertenze: ho rivisitato la ricetta originale che prevede la cottura confit dei pomodorini per 2 ore e successivamente l’assemblaggio con la base (di pasta sfoglia, da me sostituita con pasta brisèe).
La mia idea di omettere la prima fase di cottura, aveva l’intento di preservare la morbida “succosità” dei pomodorini, ma la conseguenza è stata di ottenere una base poco croccante a causa del liquido che i pomodori hanno rilasciato in cottura.

Tarte tatin di pomodorini e pesto
Ingredienti (teglia cm 22 diametro)

Pasta brisèe (ric. orig. 250 g pasta sfoglia)
175 g farina
90 g burro
sale
acqua

350 g circa pomodori ciliegia (in relazione al diametro della teglia)

2 cucchiai di pesto genovese (ric. orig. concentrato di pomodoro)

Preparazione. Lavare i pomodorini, asciugarli e, dopo averli tagliati in due e lasciati sgocciolare bene, disporli sul fondo di una teglia rivestita di carta forno, con la parte bombata verso il basso. [FaseI - Ric. Orig.: spennellarli con un’emulsione di olio, concentrato di pomodoro, sale e aglio ed infornare per 2 ore.]

Pasta brisèe. Disporre la farina ed il sale su una spianatoia e lavorarla con le dita, incorporandola con il burro, fino ad ottenere un briciolame. Aggiungere 1 cucchiaio di acqua fredda ed impastare velocemente.
Avvolgere in pellicola trasparente e riporre in frigo per 2 o tre ore.
Prelevare e stendete con il mattarello fino al raggiungimento del dimetro della teglia, quindi riporre in frigo.

Spalmare ciascun pomodorino con il pesto e, dopo aver recuperato la pasta, disporla sui pomodorini, far aderire bene e rincalzarne gli eccessi verso il basso (anche se io non l'ho fatto). Infornare per 30’ o fino a qaundo raggiunge la giusta doratura. Sfornare, lasciarla intepidire, capovolgere e decorare con pesto e foglie di basilico. [Liberamente tratto da Al pomodoro – Autori vari – Luxury Books].

Tarte tatin ai pomodorini e pesto


…………….

Questa ricetta partecipa al contest Più pesto per tutti di sandra - un tocco di zenzero in collaborazione con Palatifini.

50 commenti:

  1. ti avevo già detto che mi piaceva!:DD

    RispondiElimina
  2. Bellissima!! Io in genere quando utilizzo i pomodorini per questo tipo di preparazioni o comunque quando devono andare in forno, per evitare che mi "allaghino" tutto, se mi ricordo, li metto due orette in un colino rivestito con uno scottex e ricoperti ben bene di sale. Poi tiro via l'acqua che si è formata e in forno non ne scaricano più. di nuovo bellissima!

    RispondiElimina
  3. @genny: ho ricevuto ieri pomeriggio in regalo questi pomodorini della dimensione di ciliegie ed ho pensato che con una tatin avrei potuto lasciare inalterate le loro piccole rotondità, per la gioia della vista

    @sara: difatti la prossima volta, pensavo di svuotare i pomodorini del loro liquido di vegetazione.
    La cottura in forno della ricetta originale è sicuramente da preferire, ma non è certo l'ideale in questi giorni di caldo.
    La mia variante è motivata dall'idea di conservare il turgore dei pomodorini

    RispondiElimina
  4. Ciao! una tarte tatin con il pesto ancora ci mancava!ottima variante da provare!
    baci baci

    RispondiElimina
  5. rh ma che bella!!!! invoglia proprio :-)

    RispondiElimina
  6. Che bella che è e che buona!mi ci tufferei! :D quanti pomodorini vedono i miei occhiiiiii
    aAAAAAAAA o_O
    Pensa che avevo in mente una cosa del genere anch'io..stasera mentre correvo pensavo a qualcosa di molto simile
    .oO(si può correre e pensare a magnare? O_o ..se non si è magnato niente forse si..possibile :D)

    Bella!buona!mi piace ^_^

    RispondiElimina
  7. Io comunque non li scolerei i pomodorini...non del tutto almeno..non so a me piace tanto quando rilasciano la loro "acquetta" e ammorbidiscono la base di una focaccia o come in questo caso "tatin"....
    ...almeno fai una parte si una no ^_^
    Io lo trovo slurposo :D

    RispondiElimina
  8. pomodoro e pesto, una quiche favolosa!

    RispondiElimina
  9. @manu e silvia: ed infine qualche fiocchetto di pesto sulla superficie ci sta divinamente

    @Babs: è da un mese che mi ero ripromessa di provarla e finalmente ho constato che la prima attrazione non era fallace

    @Daphne: è per questo motivo che non ho citato l'idea nelle "avvertenze", perché andrebbe prima testata. Un'alternativa potrebbe essere quella di sformarla, capovolgendola e farla asciugare qualche minuto in forno o rispettare la ricetta originale, riducendo tuttavia i tempi di sosta in forno (per es. 15') per una prima "asciugatura"

    @Giò: pomodori e pesto danno vita ad un connubio inimitabile che non lascia spazio ad alternative

    RispondiElimina
  10. Lenny, è una torta buonissima, infatti, faccio una molto simile, ma senza pesto.
    Pensavo che per evitare la pre-cottura dei pomodorini si poteva fare
    1. lasciare i pomodorini interi, così rilasciavano meno liquido, oppure
    2. tagliare i pomodorini a metà, ma alzare la temperatura del forno e sistemare la teglia in alto, così la pasta si cuoce prima e i pomodori la bagnano di meno
    Un bacione ) al profumo di delizie al limone, erano quelli che avevo io per le mani, ma molto più buone del solito, non so perché..)

    RispondiElimina
  11. Vista l'allergia al pomodoro crudo di Uncle, direi che dovendo riprodurla noi non potremmo non cuocere i pomodorini, poi se anche tu lo consigli, ancora meglio!

    RispondiElimina
  12. E' molto attraente!
    Il sapore, straordinario, lo immagino, d'altra parte l'abbinamento è uno di quelli che mi fa impazzire!

    RispondiElimina
  13. elegante, squisito,raffinato...che si puo dire inpiu altro che...complimenti!

    RispondiElimina
  14. Estiva ed invitate. Poi ad ognuno la sua versione ma nel frattempo complimenti per foto e realizzazione :-)

    RispondiElimina
  15. Ho fatto una tarte tatine solo una volta in vita mia, ai porcini, e mi è piaciuta molto. Devo replicare la versione salata con i pomodorini. E un giorno dovrei provare anche la classica dolce.

    Certo che è davvero il sole nel piatto!
    Baci
    Alex

    RispondiElimina
  16. Rosso licopene e vere clorofilla,mi sa che sono diventati due dei miei colori preferiti!
    Oa mi hai incuriosito con il particolaredella cottura dei pomodori, perchè sarebbe bello riuscire ad avere l'effettoche hai avuto tu senza stracuocerli.mah, bisogna pensarci :))
    Un bacione!

    RispondiElimina
  17. Bella bella bella, questa ricetta è proprio bella.
    Sai che non ho mai fatto una tatin?

    RispondiElimina
  18. @Federica: è molto fresca e gustosa, grazie alla dolcezza dei pomodorini ed all'erbaceo del pesto che fa da contrappunto

    @Rossa di Sera: grazie per i consigli che sperimenterò presto

    @Aiuolik: benissimo, poi fatemi sapere

    @Tania: pomodori e basilico è un abbinamento che riscuote consensi universali direi, tranne le piccole eccezioni: mio padre è tra quelli che non mangiano pomodori, ma per questa tatin ha fatto uno strappo ....

    @Lacrima: grazie

    @Gambetto: difatti meditavo già su qualche variante, cambiando la verdura ...

    @Cuoche dell'altro mondo: con i porcini deve essere deliziosa: prendo un appunto perché la vorrei provare .....

    @Ciboulette: rosso licopene e verde clorofilla dei colori preziosi alleati del mangiar bene e sano

    @Lydia: non ci credo ....

    RispondiElimina
  19. ottima!!!! uno di questi giori provo !! bacioni!!

    RispondiElimina
  20. Semplice e buonissima!!!!! bacioni e buona giornata.. .-)))

    RispondiElimina
  21. Pure io non ho mai fatto una tarte tatin...questa mi ispira tantissimo!

    RispondiElimina
  22. Mi piace la scelta della brisèe: la sfoglia è buona appena sfornata ma già quando si intiepidice si ammorbidisce troppo, indipendentemente dal ripieno...

    RispondiElimina
  23. La pasta sarà pure poco croccante ma la tua tatin è invitante assai! Faccio una cosa simile, ma con i pomodorini caramellati, e questa tua la provo di sicuro... se non altro per quanto è bella. Complimenti!

    RispondiElimina
  24. Mi spiace per l'inconveniente in cottura, però questa torta ha un aspetto bellissimo, sembra un fiore... e poi dove leggo pesto io mi esalto!

    RispondiElimina
  25. Noooo! Ma che bellezza! Ma che bontaaaa! E' la prima volta che vedo una tatin salata e la trovo proprio eccezionale.
    In più o tanti pachino da smaltire questo perido!

    RispondiElimina
  26. Noooo! Ma che bellezza! Ma che bontaaaa! E' la prima volta che vedo una tatin salata e la trovo proprio eccezionale.
    In più o tanti pachino da smaltire questo perido!

    RispondiElimina
  27. Amo le preparazioni salate, in modo particolare quando includono i pomodori, li divoro, bella idea.;-)

    RispondiElimina
  28. Che bella, la tartetatin salata, gustosissimaaaaaaa!!!!!!
    Una bella idea!!!!!!!
    Complimentiiiiii!!!!!!!!

    RispondiElimina
  29. A me piace così com'è; succosissima!!

    RispondiElimina
  30. Anche io preferisco la brisè per la tatin. Innanzitutto la riesco a fare io (la sfoglia figuriamoci ...) e poi è più "sbriciolina". Bella la tua versione !!

    RispondiElimina
  31. Come sempre all'insegna dell'originalità e del gusto, lenny :)
    Stupenda!

    *

    RispondiElimina
  32. I pomodorini freschi sulla focaccia mi fanno impazzire, questa versione che parla francese è anche divertente :-)
    Baci

    RispondiElimina
  33. Una tarte tatin ai pomodorini e pesto?? Bella davvero come ricetta con semplici accostamenti di sapore ma con una composizione originale. Bravissima come sempre! baci fico&uva

    RispondiElimina
  34. Ciao Lenny!! ... ma... è perfetta!! La tarte dico.. è per fet ta! E poi, la tatin fatta con la brisée è un'idea validissima, anzi ottima direi.

    RispondiElimina
  35. Ah Lenny............ la torta-mousse che hai postato ieri... !
    E' UN PARADISO>!! L'ho fatta come ti avevo detto, con base sablée alle mandorle tostate, mousse al cioccolato fondente e fave di cacao... e sopra interamente e abbondantemente ricoperta da mandorle a lamelle tostate un attimino in padella! No dico... ma sai che goduria?!?!? e tutto questo anche grazie a te! :)

    RispondiElimina
  36. E' davvero splendida! Non ho mai fatto in vita mia una tarte tatin, nè dolce nè salata. La tua mi ha invogliato, procederò quanto prima.

    RispondiElimina
  37. mi piacciono le tue sostituzioni.
    E' da provare quanto prima: penso che abdinata a un insalatina fresca costituirebbe una mia cena perfetta ;)

    buon fine settimana,

    wenny

    RispondiElimina
  38. Gradirei una bella fetta di questa tarte tatin...con un pezzetto di pecorino fresco. Grazie!

    RispondiElimina
  39. Vista già su flickr e mi piace tantissimo...anch'io uso la brisé é meno ricca di grassi!!!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  40. i complimenti sono orami esauriti, potrei solo ripetermi, posso solo dire che l'assaggerei volentieri!!

    RispondiElimina
  41. ho appena scoperto le tarte tatin dolci, devo fare ancora il "passo" verso quelle salate...la tua mi fa un sacco gola :)

    RispondiElimina
  42. troppo bella :-)
    Se solo potessi mangiare pomodori a go go!
    brava Lenny
    In bocca al lupetto.
    Aggiorno il post tra oggi e domani

    RispondiElimina
  43. Solare ed estiva, mette il buon umore a guardarla, sono d'accordo con la tua scelta di sostituire la sfoglia con la brisèe, troppo burrosa e carica, soprattutto in questo periodo!

    RispondiElimina
  44. una bella versione della tarte tatin salata io preferisoc la versione con la pasta sfoglia

    RispondiElimina
  45. molto invitante questa tarte dai colori e profumi estivi. grazie del consiglio a proposito della cottura dei pomodorini. questa è senz'altro da ricordare per i miei incontri con grandi e piccini, alzi la mano a chi non piace il pomodoro!

    RispondiElimina
  46. @katty: ne sarai entusiasta

    @Claudia: esprime tutta la bontà della semplicità

    @Marta: è divertente lavorare secondo un procedimento inverso alla presentazione

    @Saretta: grazie

    @Virò: preferisco quasi sempre la brisèe alla pasta sfoglia

    @sabrine d'aubergine: ho visto la tua e deve essere ottima

    @Onde99: nonostante non si potesse definire perfetta, era buonissima

    @Elisakitty's Kitchen: era da un po’ che avevo questa ricetta in cantiere, ma quando ho ricevuto questi fantastici pomodorini, ho capito che era arrivato il momento, nonostante le temperature elevate, non consigliassero l’attività del forno

    @sally: ed è ancora più interessante quando le preparazioni salate contano un famoso gemello dolce

    @stefi: grazie

    @Solema: difatti la cottura dei pomodorini è come la desideravo io: sono appena appassiti e conservano buona parte del loro succo. Forse, facendoli sgocciolare un po’ prima di montare la tatin, si evita l’effetto “umido” sulla base

    @Forchettina Irriverente: e preparare la pasta brisèe è divertente e veloce

    @tartina: grazie

    @twostella il giardino dei ciliegi: pomodori e basilico, una coppia estiva e vacanziera

    @Fico e Uva: è un connubio mediterraneo, di grande sapore

    @fiOrdivanilla: mi incuriosisce la tua versione: la posterai?

    @Antonella: attendo con curiosità la tua versione

    @Wennycara: per me ha rappresentato un gustoso piatto unico serale

    @Dolcienonsolo: e sia …

    @Mariluna: potremmo concludere con un primo bilancio che vede altissime le preferenze della pasta brisèe sulla pasta sfoglia

    @astrofiammante: l’assaggio non deluderebbe le tue aspettative

    @Tibia: a questo punto il passo è breve

    @Sandra: come fare a meno dei pomodori?

    @Milla: è perfetta per le calde serate estive

    @Gunther: ho intenzione di provarla anche con la pasta sfoglia

    @natalia: già, a chi non piace il pomodoro? Mio padre ………

    RispondiElimina
  47. Immagino il sapore di questi pomodorini che "scoppiano' in bocca. Bellissima foto quasi vellutata

    RispondiElimina
  48. @dada: è delizioso e stuzzicante l'incontro della croccante brisè, dell'erbaceo pesto e dei pomodorini succosi e dolci

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO