23 maggio 2009

Gelato al passito di Cirò

Gelato da meditazione
Un regalo inaspettato: una sperimentazione, una sapiente sintesi dell’abilità dell’uomo e della generosità della natura, un Passito di Cirò, figlio delle uve che millenni or sono i Greci impiantarono in Calabria.
Un lavoro sperimentale (di un mio amico), realizzato con la cura e la passione che solo un enologo, discendente da vinificatori da più generazioni, può. Un lavoro amorevole e un’attesa paziente e vigile, per ottenere una nobiltà dorata in trasparenza, dal bouquet fruttato e non stucchevole.
Dopo averlo degustato, l’idea insistente di tradurlo in delizia dall’anima di-vina ed infine l’isolita afa di fine maggio a suggerire un fresco impiego da meditazione.

Gelato al Passito di Cirò

Gelato al Passito di Cirò
Ingredienti50 g Passito Cirò
100 g panna fresca
100 g latte fresco
75 g zucchero
1 tuorlo

Preparazione. Predisporre un pentolino con l’apposito contenitore a bagnomaria e mescolarvi il tuorlo con parte dello zucchero, fino a che il composto non vela il cucchiaio (e soffiando su esso si formano delle onde concentriche a formare una specie di rosa: cottura alla rosa). Incorporare il tutto al latte ed alla panna, aggiungere il restante zucchero* e aromatizzare con il passito.
Riporre il gelato in freezer in una vaschetta per il ghiaccio, per un’ora [o versare il composto nella gelatiera].
[Per il procedimento senza gelatiera] Successivamente prelevare e frullare a bassa velocità, per rompere i cristalli di ghiaccio e per incorporare aria e lasciare riposare prima di servire e degustare, meditando.
* Per la presenza liquida del passito, il gelato presenta una natura altamente scioglievole, quindi per “stabilizzarlo” sarebbe opportuno addensarlo con una punta di cucchiaino di farina di semi di carrube sbiancata.

---------------

News - Arriva il gelato al gusto vino
Fra i tanti modi di degustare vino c'è n’è uno insolito ma perfetto per l’arrivo dell'estate e per sperimentare qualcosa di curioso: il gelato.
Per questo Enoteca Italiana presenta nel primo week end della 43esima edizione de “Le Settimane dei vini” le creazioni di due maestri gelatieri dedicate al gelato e al mondo enologico italiano.
(leggi l’articolo di C. S.)

47 commenti:

  1. Eh....sti Greci;))
    Oggi pure qui fa caldo, non l'afa che fa in Italia, un caldo bello, con un po' di aria fresca...ma il gelato ci vuole lo stesso!!!
    Ciao!

    RispondiElimina
  2. ma questo gelato è una golosità!!!!buonissimo, per questo caldo afoso è quello che ci vuole un bacio

    RispondiElimina
  3. Idea magnifica...trasformare in gelato un vino particolare...
    Il passito è perfetto: ne ho uno di Pantelleria e lo proverò senz'altro!...

    RispondiElimina
  4. Il passito il passito!!! Che meraviglia!! Ciao

    RispondiElimina
  5. @konstantina: dobbiamo molto ai Greci ....

    @carmen: diciamo che il caldo è solo una scusa, perchè io adoro consumare il gelato, indipendentemente dalle codizioni climatiche ...

    @marsettina: la dolce e fruttata anima alcolica di questo gelato è insolita e avvincente

    @Virò: poi mi dirai?

    @il ramaiolo: quello che ho usato io è stato realizzato con una professionalità ineccepibile e con uve eccellenti

    RispondiElimina
  6. Il passito mi piace davvero tanto....mai pensato di farci il gelato, ma tu sei geniale!

    RispondiElimina
  7. Raffinatissimo questo gelato!

    RispondiElimina
  8. ho giusto un passito di pantelleria che aspetta solo di essere stappato... se riesco a salvarne un bicchiere... yumm!!!
    hai mai provato con il mirto? io ne avevo una bottiglia home made ed era uno spettacolo!!!

    RispondiElimina
  9. E' una vera chicca!.. Sai, una volta meditavo di addensare un vino liquoroso per farlo diventare sciroppo e tradurrlo poi in gelato.. La pigrizia ha vinto, ma ora forse .. ricomincio a meditare!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  10. Con questo caldo a dir poco Africano, il gelato è un vero toccasana. Al passito è un'idea bellissima, non l'ho mai assaggiato ma devo dire che mi incuriosisce molto. Felice Domenica, un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Complimenti, come al solito sei originale,una serena domenica e un caro saluto

    RispondiElimina
  12. Lenny riesci sempre a sedurmi...questo passito dorato diventato freddo che si scioglie in bocca... Una delizia!

    RispondiElimina
  13. Ammazza un gelato al passito deve essere buonissimo!!! bacioni..

    RispondiElimina
  14. Dev0essere piu che buona e molto raffinata!

    RispondiElimina
  15. che gelato di gran gusto e raffinatezza come tutte le tue ricette!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  16. Questo passito è ottimo, non avrei mai pensato di farci un gelato però, complimenti!

    RispondiElimina
  17. il passito è spettacolare, declinato in versione gelato ancora di più!

    RispondiElimina
  18. lenny, ma tu il gelato lo fai con la gelatiera? ha un aspetto perfetto! conosco il vino cirò,accompagna spesso le mie cene estive, se ci sarà l'occasione proverò anche la versione del passito. mi piacciono i sapori dolci e profumati che racchiudono innumerevoli sensazioni per il gusto e per l'olfatto! ciao e buon inizio settimana.

    RispondiElimina
  19. Complimenti, originale e gustosissimo.
    Complimenti anche per la nuova veste del blog. Ottimo effetto in apertura.

    RispondiElimina
  20. Sempre particolari le tue ricette, che buono deve essere con della frutta fresca! Molto bello il nuovo header, molto più fresco del precedente :)

    RispondiElimina
  21. meraviglioso questo gelato..
    potrebbe anche non essere solo da meditazione bensì da sbafo assoluto!!!

    RispondiElimina
  22. lenny non ho mai assaggiato il passito di ciro...mi frusto e faccio penitenza
    www.chefmarco.splinder.com

    RispondiElimina
  23. mi sembra davvero ottimo,ultimamente questi gelati un pò particolari stanno impazzendo,io ancora non li ho assaggiati,ma a guardare questo sembra ottimo.

    RispondiElimina
  24. Che meraviglia, eleganza e essenzialità sulla scena, del resto cose usuali, da queste parti ;-) Sei una grande Lenny !

    RispondiElimina
  25. Come dicevo a Giulia (Rossa di Sera) mi sono procurata una gelatiera e sto appunto facendo incetta di ricette per sperimentarla! Non troverò mai il passito di Cirò, ma l'idea di utilizzare un liquore per aromatizzare la preparazione base mi intriga molto...

    RispondiElimina
  26. molto preziosi i tuoi consigli sull'esecuzione, adattata a tutte le situazioni ;-) meditiamo tutti!

    RispondiElimina
  27. devo comprare la gelatiera!!!!Che bontà Lenny!!!

    RispondiElimina
  28. in questi giorni penso che tutti vivremmo solo di gelato
    fresco e gustoso, una vera goduria
    provo con il passito, che di solito ospita i biscottini :P
    molto particolare e sicuramente ottimo
    buona giornata :D

    RispondiElimina
  29. Mi state convincendo a comprare una gelatiera. Che meraviglia questo gelato. Anche qui stiamo boccheggiando e ora mi ci vorrebbe proprio un bel gelatino particolare come il tuo.
    Baci
    Alex

    RispondiElimina
  30. Geniale!
    Io, pur essendo della zona, non ho mai assaggiato un passito di Cirò e non mai fatto il gelato in vita mia... e come si fa adesso?

    RispondiElimina
  31. una buona novità questo gelato al vino....bisogna trovare un buon passito...ciao!

    RispondiElimina
  32. ieri ero ad Alberobello e mi sono lasciata sfuggire un rosolio di Primitivo che secondo me sarebbe stato una validissima alternativa al tuo fantastico passito....mannaggia mannaggia :)

    Io mi faccio sempre scoraggiare per il gelato, non avendo la gelatiera, ma poi mirendo conto che vale sempre la pena avere del gelato di ottima qualita' fatto in casa..bravissima Lenny, il tuo sembra davvero professionale!

    RispondiElimina
  33. Sono sempre io, volevo giusto dirti che il tuo nuovo banner è molto elegante e rappresentativo del tuo blog, complimenti! :-) Buona serata

    RispondiElimina
  34. buooono ! e che bella ciotolina!:DDD

    RispondiElimina
  35. resto a bocca aperta!
    Con questo caldo il gelato è proprio un ottima idea se poi è così particolare e delicato mi viene porprio subito la curiosità di provarlo! Bravissima

    RispondiElimina
  36. Ma che meraviglia il gelato al passito! Delizioso!

    RispondiElimina
  37. il bello è che si può fare anche senza gelatiera.
    una domanda ma la farina di carrube la devo aggiungere a freddo?

    RispondiElimina
  38. Sento profumo di passito!!!! Ma vedo anche una preparazione a dir poco strepitosa!!!.. Complimenti come sempre.. un bacio...

    RispondiElimina
  39. Ciao Lenny ho pensato a te per un premio, se ti va passa da me a ritirarlo!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  40. @Dolcienonsolo: lo spirito del gelato home made sta proprio nella possibilità di caratterizzarlo secondo i propri gusti

    @Aiuolik: un gelato da meditazione, appunto ....

    @Chiara.u: proverò con il mirto, è una bella idea

    @Rossa di Sera: apprendo con gioia di non essere la sola a meditare su Vini & Co...

    @le pupille gustative: con questo caldo torrido, vivrei di gelati

    @Caterina: grazie e bacioni

    @dada: mi piace l'idea di un gelato-seduttore

    @Claudia: è da provare

    @Mary: ottimo da gustare in compagnia

    @dolci a ...gogo!!! grazie

    RispondiElimina
  41. @Tania: se lo provi ti conquisterà e potrai deliziare i tuoi ospiti

    @Giò: ed in ogni performance, dà il meglio di sé

    @natalia: preparo il gelato senza gelatiera e dopo vari esperimenti (documentati) sono giunta alla conclusione che in questo caso è fondamentale usare una parte di latte e una di panna, per ottenere una buona cremosità

    @Anonimo: sono contenta che tu lo abbia gradito

    @maricler: il nuovo header non è opera mia, ma di una carissima amica

    @robertopotito: perché no?

    @NIGHTFAIRY: chi lo ha degustato, lo ha trovato tale

    @chefmarco: il passito di Cirò è una realtà relativamente recente che sta facendosi apprezzare. In rete trovi una recensione di Pignataro al passito Cirò Iuzzolini, sebbene il Librandi Le Passule sia quello più conosciuto

    @ilcucchiaiodoro: se lo provi ti conquisterà

    @Marilì di GustoShop: grazie carissima

    RispondiElimina
  42. @Onde99: il passito che ho usato non è in commercio (almeno non per quest'anno), ma ve ne sono in commercio di altrettanto entusiasmanti

    @salsadisapa: sono il frutto della mia esperienza di voler "gelatificare" ad ogni costo, pur avendo deciso di non acquistare la gelatiera

    @Saretta: si può anche preparare senza gelatiera

    @Irish Coffee: è un ottima idea per contrastare il caldo con gusto

    @Cuoche dell'altro mondo: io non ho la gelatiera, eppure preparo gelati molto spesso

    @Mariù: devi correre immediatamente ai ripari!

    @astrofiammante: non sarà difficile trovarlo ...

    @Ciboulette: prova, per me era un'ossessione e dopo l'incoraggiante riuscita dello yogurt senza yogurtiera, per me era importante realizzare il gelato senza gelatiera

    @dada: un grande grazie va alla mia amica che ci ha lavorato su

    @Genny: la ciotolina è un regalo che ho ricevuto da poco

    RispondiElimina
  43. @Elisakitty's Kitchen: allora cedi alla tentazione

    @Pupina: è un gelato di emozioni

    @enza: io non l'ho mai usata, perché non sono ancora riuscita ad acquistarla, ma ne ho sentito parlare tanto a La prova del cuoco da G. Martinetti, noto per i suoi gelati naturali, realizzati con ingredienti di prima qualità, il quale raccomanda di usarla a caldo, in quanto non si scioglie a temperature inferiori ai 60°.
    Aggiungo la precisazione nel post

    @Marcello Valentino: grazie, mi fa piacere sentirtelo dire, anche se ribadisco che sono una dilettante, motivata da una grande curiosità

    @stefi: grazie, ti raggiungo subito

    RispondiElimina
  44. Anche questo una vera tentazione cara Lenny, ho dell'ottimo passito e vorrei cimentarmi ma scarseggia la panna fresca in questo periodo, i produttori locali dicono che fa troppo caldo devo cercare nella grande distribuzione

    RispondiElimina
  45. @cocò: io ho usato la panna fresca della grande distribuzione

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO