28 dicembre 2008

Semifreddo agli amaretti

Due occhi trasparenti sul mondo: è la mia cartolina del Natale 2008, gli occhi di Gaia, la mia nipotina di 4 mesi vispa e vigile, impaziente di imprimere le sue orme nel mondo.
Per il suo battesimo ho eretto una cattedrale (a modo mio), dolce dalle guglie sormontate da ciliegine candite, con l’augurio che nella vita, l’amaro che potrebbe trovare lungo il suo percorso di giovane donna, non sia mai disgiunto dal dolce (che le negatività siano sempre bilanciate dalle positività).


Semifreddo agli amaretti


Semifreddo agli amaretti
Ingredienti (stampo cattedrale Silikomart 2 l)
3 tuorli
90 g zucchero
50 ml acqua
350 ml panna
100 g amaretti
2 cucchiai di liquore all’amaretto

Ciliegie candite

Preparazione. Portare ad ebollizione in un pentolino l’acqua con lo zucchero e fare cuocere per 8 minuti, fino ad ottenere uno sciroppo denso e trasparente. Lavorare in un tegame i tuorli con una frusta finché saranno chiari e ben montati. Porre il recipiente sul fuoco a bagnomaria, versarvi lo sciroppo a filo, mescolare rapidamente e fare cuocere finché la crema sarà raddoppiata di volume. Allontanare la crema dal fuoco e lasciare intiepidire.
Intanto pestare gli amaretti grossolanamente e montare la panna. Quindi incorporare delicatamente la crema di uova alla panna, unire gli amaretti sbriciolati, il liquore e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto.
Versare il composto in uno stampo [preferibilmente di silicone]* e riporre nel freezer per almeno tre ore. Prima di servire, sformare e decorare con le ciliegie candite.


Semifreddo amaretti


*Nota. Per la realizzazione del semifreddo, ho usato uno stampo in silicone della silikomart (dotato di un pratico anello di supporto Safe Ring che ne migliora la stabilità) di qualità eccellente che ho trovato particolarmente adatto a questo tipo di preparazione (ma di grande versatilità anche per la cottura in forno), in quanto grazie alla sua elasticità, consente di sformare il dolce senza difficoltà.


22 commenti:

  1. Altra meraviglia...hai visto che bello questo stampo ce l'ho anch'io!!!

    RispondiElimina
  2. Davvero bello.. e sicuramente anche molto buono, grazie!!

    RispondiElimina
  3. complimenti è molto bello questo semifreddo

    RispondiElimina
  4. cosa c'e' di piu' bello degli occhi di un fanciullo a Natale?
    complimenti per il dolce,lo faro' presto!
    posso chiederti come fai a mettere piu' foto in un post? io non ci riesco!o perlomeno ci riesco ma me limette tutte sotto al titolo,non in mezzo al post come a te!
    ciao anna maria

    RispondiElimina
  5. bellissima idea per il battesimo di ua nipote!!!geniale

    RispondiElimina
  6. Questo semifreddo è molto invitante!!!

    Ciaooo e buone feste,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  7. ci vorrebbe giusto la forchettina!
    sembra davvero molto buono!
    bacioni

    RispondiElimina
  8. Beh per una Dolce Piccolina, un dolce così ci vuole proprio..
    Bello e buono..
    :)

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. dolcieenonsolo - gli stampi silikomart sono di ottima qualità e presentano un'ampia gamma di forme con cui sbizzarrirsi

    barbara - è stato molto apprezzato dagli ospiti

    gunther - grazie

    lacucinaincantata - per posizionare le foto dove desideri, devi cliccarci sopra e quando il cursore assume la tipica forma a croce, puoi trascinare la foto dove desideri.
    Poi inserisci un'altra foto e ripeti lo stesso procedimanto.
    Un'altra possibilità, potrebbe essere quella di registrarti su Flickr e caricare le foto da lì.

    pamy - un'idea che sono riuscita a realizzare grazie allo stampo adatto

    aiuolik - ha un gusto che incontra i favori dei più

    mauesilvia - solitamente conquista al primo assaggio

    serena - è davvero difficile eguagliare la dolcezza della piccola Gaia

    mari - è una delizia per gli occhi e per il palato che consiglio di provare

    RispondiElimina
  12. Ciao Lenny,ci provero',anche se sono imbranata. grazie per la tua gentilezza. buonanotte. anna maria

    RispondiElimina
  13. Un saluto veloca, ma gli auguri per le feste sono sinceri cara Lenny, a presto ciao sally

    RispondiElimina
  14. wow che meraviglia e che fantasia che ai saranno buonissimi!"!un abcio grande e buon anno!!!

    RispondiElimina
  15. Ciao Lenny!
    Il mio ragazzo mi ha regalto due stampi della Silikomart poco prima di Natale e devo ancora testarli... non ti nego che sono molto curiosa!
    Il semifreddo agli amaretti a me piace sempre moltissimo, lo preparo seguendo la ricetta della mia nonna, alla prossima occasione proverò la tua!
    Un bacione e buone feste!

    RispondiElimina
  16. Un bellissimo augurio e un dolce stupendo!
    Un abbraccio dolce zia ;D
    Fra

    RispondiElimina
  17. lacucinaincantata - prova e vedrai che sarà semplice

    sally - in questi giorni non si fa altro che correre ...
    Ricambio gli auguri

    dolcia ... gogò - per una bimba così dolce è stato facile

    camomilla - quando posso preferisco utilizzare stampi di silicone. Uso abitualmente quelli di altre aziende serie, ma questi della Silikomart offrono un'ampia gamma di forme, adatte ad ogni occasione o esigenza ed il silicone è di ottima qualità

    fra - ricambio l'abbraccio, carissima

    RispondiElimina
  18. simona - Buon anno carissima: continuiamo ad augurarcelo, per rafforzarne gli influssi benefici

    RispondiElimina
  19. Ciao Milena, bellissime tutte le tue ricette. E' da un po' che mi sono fissata con i semifreddi... ho provato i tuoi, ho studiato.... ma non vengo a capo di una cosa: ci sono dosi standard da seguire per preparare la meringa italiana e il pate a bombe così poi da poter personalizzare il semifreddo.... o cambia a seconda degli altri ingredienti che andrà ad aggiungere? Scusa e grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mile scusami se ti rispondo con notevole ritardo, ma leggo solo ora il tuo commento ....
      Il semifreddo è un dolce in cui è fondamentale l'equilibrio tra di zucchero (che fa da anticongelante) e la temperatura di cottura dello stesso, ma anche della percentuale di grassi (panna).
      Pur partendo dalle cosiddette "regole", bisogna tener conto di come l'ingrediente caratterizzante (per es. frutta, cioccolato, ecc,) va ad incidere sull'equilibrio predetto: per tale motivo ti consiglio di attenerti a ricette codificate.
      Se tuttavia ti piace sperimentare, ti potrà essere utile questa lettura ( qui a pag 71-79)

      Elimina

RETROSCENA DI GUSTO