24 aprile 2008

Nishoku tamago (Tortino di uova due colori)

Potrebbe sembrare paradossale, ma è un dato di fatto che mentre in Italia impazza la moda della cucina giapponese, dai colori suggestivi, dalle forme curate e dagli accostamenti di sapori per noi nuovi; per contro in Giappone si guarda con interesse alla cucina italiana.
Un esempio è quello di Nanako Amaghushi che arrivata in Italia nel 1983, si innamorò della nostra penisola e della nostra cucina, decidendo di stabilirvisi e di trasformare in lavoro la sua passione per la buona cucina (imparando la nostra, ma facendo conoscere la sua).
I suoi piatti comprendono il famoso sushi, ma vanno oltre prospettando anche piatti meno conosciuti, ma ugualmente rappresentativi del mondo culinario del Sol Levante.
Affascinata dalle sue proposte, ho deciso di provare questo “Tortino di uova due colori”: non so se questa ricetta è squisitamente orientale o al contrario se è il frutto della fusione delle due arti (italiana e giapponese), ma posso dire che per il suo sapore delicato e per il suo accattivante aspetto, si presenta come una sfiziosa ouverture .









Tortino di uova due colori
Ingredienti x 6 persone
6 uova sode
2 cucchiaini di sale
2 cucchiai di zucchero

Preparazione. Sgusciare le uova e tagliarle, separando il tuorlo dall’albume. Frullare gli albumi con 1 cucchiaio di zucchero e ¼ di cucchiaino di sale e fare lo stesso i tuorli. Sul fondo di una teglia di 15 cm di diametro (o di stampini monoporzione), disporre la carta forno (tranne che non si usi uno stampo si silicone) e ricoprire con il composto di albumi, livellando bene e ricoprire con l’amalgama di tuorli.
Prendere una pentola abbastanza larga da contenere la teglia, mettere la quantità d’acqua sufficiente per cuocere a bagnomaria e portare ad ebollizione. Mettere la teglia nel bagnomaria e coprire con un telo, per evitare che le gocce di condensa cadono sullo sformato. Cuocere per 5’ a fuoco medio e lasciare intiepidire.
Dividere il tortino in 8 fette e servirne 2 per ogni piatto.


Servire con dei cipollotti tritati finemente (o decorando con un glicine: grazie marika).



-----

Aggiornamento del 01/03/2009

Questa ricetta partecipa alla Raccolta di ricette solari di gialla

- Giallo è il colore della gioia che irradia sorrisi e dal calore avvolgente in un riverbero in festa -

21 commenti:

  1. Maidireristorante Blog propone a tutti blogger Chef e Chef lady l'esecuzione dello stesso piatto del Film ed inviarlo con link del proprio Blog e nome dell'esecutore a queste e-mail:
    g_lemura@hotmail.com
    gianmarialemura@hotmail.it
    I piatti saranno numerati e poi inseriti su questo Blog e si commenteranno con le votazioni personali di ogn uno di noi per via demoscopica. L'esecuzione più votata avrà premio importante di visibilità. Non è una gara ma un confrontarsi simpaticamente nel descriverne i procedimenti adottati da ogni uno dei partecipanti. Chi vuole partecipare lasci commento ed invii due foto :una dall’alto sul piatto ed una in prospettiva come una normale foto visibile. Il fine del gioco è conoscersi e scambio opinioni, visibilità web , confrontarsi , aiutarsi ed instaurare un rapporto di amicizia sano.
    Avanti con le iscrizioni: nome Blog e nome e cognome nei commenti dello Chef o Chef Lady. Le foto inviate saranno postate man mano che ricevo.
    I piatti saranno numerati e poi inseriti su http://maidireristorante.splinder.com
    Volendo potete fare anche video e metterlo on line per visura.
    Regolamento .
    Verranno tenute conto le seguenti cose.
    • Il Tono degli ingredienti assemblati sinuosità tra di loro e trattamento di cottura
    • Originalità nell'esecuzione e praticita'.
    • Esecuzione velocità e svolgimento
    • Effetto della fotografia
    La giuria saremo noi stessi.Alla fine dell’evento ci sarà un
    commento esclusivo relativo alla manifestazione di Stefano Buso, opinionista e critico gastronomico di spicco collaboratore con giornali e portali web dedicati al Gusto,




    Inzio Giocogara 10/Aprile/2008 scadenza invio foto il 25/maggio/2008
    Valutazione vincitore giorni 5.
    risultato e verdetto del vincitore .1/giugno / 2008
    Il vincitore avra' diritto ai segenti Premi:

    Il Blog Baol scriverà un post ispirato e dedicato al vincitore del "concorso"
    Mimmo BLOG
    Banner su Mai Dire Ristorante
    Premio oggettistico per casa offerto da Leonello Bocci
    Rilevanza dell'evento su Portale Importante BAOL con foto piatto e Chef o Lady Chef .
    Visibilita' e segnalazione sul portale di Leonello Bocci sito molto particolare ed interessante su prodotti artgianali casalinghi e per ambienti commerciali
    Vincita di una coppa MAIDIRERISTORANTEBLOG in merito alla Gara che daro' io stesso in sede da definire.

    Sperando siate in tanti a partecipare .
    Vi giunge il mio saluto con affetto.

    RispondiElimina
  2. Decisamente un piatto molto carino.

    RispondiElimina
  3. da guarnire con il profumato glicine in piena fioritura buon ponte

    RispondiElimina
  4. Carino e vedo che anche tu hai ricevuto il commento tipo spam!!

    RispondiElimina
  5. Bellissimo, Lenny, bellissimo!
    La tua riflessione sull'esterofilia accoglie tutti i miei consensi.
    Avrei giurato di aver già visto una cosa del genere, però forse in versione "frittata", in cui si separavano le due parti di uovo e le si assemblava...ma il mio è solo un vago ricordo.
    Il tocco floreale, poi...che meraviglia!

    RispondiElimina
  6. Bella presentazione, molto semplice e simpatica!
    Besos
    daniela

    RispondiElimina
  7. A occhio direi che è una rivisitazione giapponese della cucina italiana...in giappone non ho visto niente del genere e forse non ho visto neanche le uova, ma non sono un'esperta... In ogni caso dico che è un'idea molto simpatica ed invitante per un antipastino :-)

    Ciaooo,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  8. Ma che bel piattino...davvero una perfetta fusione nippo-italica! E poi deve avere anche un sapore particolare...bello!

    RispondiElimina
  9. Io ti faccio solamente
    dei complimenti.
    Buona Domenica
    Nino

    RispondiElimina
  10. E' bellissimo, mi piace un sacco! Proverò a proporlo ai piccoli di casa! Elga

    RispondiElimina
  11. buonoooo!!! mi piace molto anche la fora a fiore :-)))

    RispondiElimina
  12. I giapponesi sono eccezzionali per creare piatti scenografici.Questo é talmente semplice ma perfetto solo a guardarlo ,cosi come lo preseti tu che, nonostante le uova sode non sono di gradimento dei miei birbantelli mi sà che voglio proporglielo.un abbraccio caro

    RispondiElimina
  13. Bellissimo questo tortino, sa proprio di primavera!Buona domenica!

    RispondiElimina
  14. Ciao Lenny, che carino (all'inizio credevo che il fondo fosse di riso)!! Un'ottima idea come antipasto.

    RispondiElimina
  15. Un'idea veramente carina per proporre le uova sode....
    posso chiederti quanto incide il dolce dello zucchero??
    Ciao e complimenti!

    RispondiElimina
  16. già me l'immagino monoporzione, troppo carino questo antipastino!

    RispondiElimina
  17. gianmaria le mura - grazie per avermi invitata

    simona - che piacere carissima!!!!!

    marcella candido cianchetti - buon ponte anche a te (mi riferisco al prossimo)

    the food traveller - è un piacere leggerti!

    spilucchina - forse è riconducibile alla sindrome de "l'erba del vicino è sempre più verde" senza nulla togliere alle cucine estere

    campodifragole - sei carinissima

    aiuolik - vuoi dire che in Giappone non cucinano le uova?

    RispondiElimina
  18. laura - il sapore è quello dell'ingrediente principe (leggermente corretto), quindi un sapore non manipolato.

    nino - sei sempre gentilissimo

    mamma3 - se amano le uova sode, gradiranno di sicuro

    ely - il merito della forma è del mio stampo di silicone, un grande aiuto in cucina

    mariluna - questa preparazione oltre che bella e semplice, ha il vantaggio di conservare il gusto inalterato anche se è preparata con un giorno di anticipo.

    RispondiElimina
  19. nightfairy - è molto primaverile per l'aspetto, ma per il tipo di ingredienti si può preparare tutto l'anno

    marcella candido cianchetti - sei squisitissima

    cookie - ottimo anche nella versione mono porzione

    ciboulette - incide pochissimo, ma volendo, se ne può anche fare a meno, senza pregiudicare l'esito della ricetta

    viviana - vedo che la tua immaginazione si è messa al lavoro ...

    RispondiElimina
  20. Deliziosa questa preparazione complimenti lenny

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO