29 febbraio 2008

Ravioli di zucca in salsa arancione

MEME UN PIATTO DI POTERE





PROLOGO
Sono molte le cose che dividono le persone in fazioni contrapposte: il bene e il male, gli ideali politici, gli ideali calcistici, i gusti, … le zucche (vuote o non) …
Cruenti dissidi in famiglia suscita la zucca, quando fa la sua apparizione a tavola!!!
E quando fa la sua apparizione in una maxi-calza della befana?
Se il destinatario, appartiene alla fazione dei detrattori, ne può ricavare un'offesa grave, mentre se appartiene alla fazione opposta, quella dei fautori, ne può ricevere una grande gioia: quest'ultimo è stato, appunto, il mio caso!


FATTO
Dopo averla ammirata compiaciuta, sono passata all'azione, optando per una trasformazione (nell’immaginario collettivo-fiabesco, la zucca è simbolo di trasformazione) e, con la speranza di cambiare il mondo, appianando i dissidi, l'ho portata a tavola nella sua conturbante procacità e su un letto di semi ( i semi della speranza e del futuro): pochissimi resistono al suo richiamo.



EPILOGO
Tre giorni dopo una domanda e un come risposta.
Uno sconvolgimento nell’ordine precostituito della mia vita: un trasferimento agli antipodi della penisola, una grande città da conoscere e da esplorare, il nuovo e l’incognito come compagni di ventura e un’esperienza significativa da vivere.

Ravioli di zucca in salsa di zucca

Ingredienti x 6

Pasta400 g semola grano duro
4 uova
sale
Ripieno
2 Kg zucca
100 g parmigiano
4 amaretti
noce moscata
sale pepe
Salsa
200 g zucca olio evo cipolla

Preparazione zucca-zuppiera Tagliare il coperchio della zucca e cuocerla in forno caldo a 180° per 30'. Toglierla dal forno e scavarla, lasciando intorno un bordo di 5 cm. Adagiare la zucca-zuppiera su un piatto di portata e decorarne i bordi con i semi di zucca tostati. (Dopo che la "zuppiera naturale"avrà assolto alla sua funzione, si potrà ulteriormente scavare, ricavando della polpa da utilizzare, per esempio per un risotto).

Ripieno ravioli Alla polpa ricavata per realizzare la zucca-zuppiera, unire il parmigiano e gli amaretti pestati, condire con sale, pepe e noce moscata e rimescolare bene.

Ravioli Versare la farina a fontana su una spianatoia, riversare al centro le uova e un pizzico di sale. Lavorare bene gli ingredienti fino ad avere un impasto sodo e lucido. Infarinare la spianatoia e con l'aiuto di un matterello tirare la pasta in una sfoglia non troppo sottile. Adagiare la sfoglia sullo stampino a vaschetta infarinato, distribuire il ripieno fino ad esaurimento degli ingredienti. Coprire con dell'altra sfoglia, eliminare l'aria, esercitando una leggera pressione; passare il matterello, ritagliando i bordi di sfoglia e capovolgere lo stampo, per poi ritagliare i ravioli. Lascirli riposare un poco, quindi metterli in cottura.

Salsa arancione Far imbiondire la cipolla nell'olio evo e tuffarvi la polpa di zucca a dadi, aggiustare di sale e far andare fino a quando non si disfa.

Scolare i ravioli e saltarli con la salsa di zucca. Cospargere la cavità della zucca-zuppiera con il parmigiano, riversarvi i ravioli, chiudere con il coperchio e servire fumanti. [Liberamente tratta da Gli speciali di Arte in Cucina]
----------------

Altre ricette con la zucca

Vola au vent con purè di zucca
----------------
Un gusto nella mente di Dio: zucca e amaretti

24 commenti:

  1. Quindi anche nel tuo caso il potere del piatto è stato fonte di amore, bello! :-)

    RispondiElimina
  2. Bellissima, Lenny: sei bravissima! Io adoro le zucche e in questo momento ne ho ben 4 dentro casa. Ma fammi capire, dove e' che ti trasferisci? Buona fortuna.
    Sono contenta di questo post perche' mi hai ricordato che devo mettere in atto la mia idea. Cerchero' di scrivere la ricetta in italiano e inglese.

    RispondiElimina
  3. bravissima Lenny!! Questa si che é una presentazione con i fiocchi.. :-)
    Buon sabato!

    RispondiElimina
  4. Ma è bellissimo tutto ciò!
    Ciao,
    Aiuolik

    PS Appena mi libero della scadenza (sono a lavoro anche oggi!) ti mando un'email, scusa!

    RispondiElimina
  5. Lennyyyyyyyy? Dove te ne vaiiiiii? Spero che ti troverai bene e che non ci abbandonerai maiiiii!
    Sei invitata ad un pic-nic virtuale, vieni vero? Ognuno porta qualcosa,Lascia un commento sul mio blog con il link di ciò che porterai.Ti aspetto!
    Sarà un bellissimo pic-nic! Bacioni

    Dimenticavo di dire che è benvenuto chiunque altro voglia partecipare

    Questa zucca è una meraviglia!

    RispondiElimina
  6. Sei fantasticaaaaaaa!io ancora ci sto pensando, ma soprattutto devo riuscire a realizzarlo!Un bacione e buona domenica! :)

    RispondiElimina
  7. Quanto mi è piciuto leggerti oggi,brava!

    P.S Oggi in particolare ehhhh ;-))

    RispondiElimina
  8. Ma che bellissima!!! Ma si trovano ancora le zucche?
    In bocca al lupo per la tua "nuova" vita!

    RispondiElimina
  9. che piatto meraviglioso..che brava che sei..anche servito nella zucca, fa un effetto strepitoso!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  10. Bellissimo e bravissima Lenny!
    Anche la "descrizione/presentazione" mi ha lasciata senza fiato..spero di riuscire ad essere all'altezza.
    (Ci sto lavorando,tra poco posterò!)
    In bocca al lupo.
    Un bacio e complimenti ancora!

    RispondiElimina
  11. Certo che questa è stata davvero una ricetta determinante (da quel che mi pare di capire...)!

    RispondiElimina
  12. silvia - non proprio ...

    simona - mi sono trasferita a Milano, ma tra qualche settimana tornerò a casa

    dolcienonsolo - grazie. Ora aspetto la tua di ricetta

    sandra - grazie carissima!

    aiuolik - mi raccomando: cerca di dedicarti anche al tuo "piatto di potere"

    cannnelle - splendida iniziativa: cercherò di partecipare

    nightfairy - attendo con curiosità

    lory - ti ringrazio per gli apprezzamenti

    mimmi - non so se si trovano ancora le zucche, ma credo di sì

    elisa - hai ragione: l'effetto è strepitoso e lascia tutti senza parole

    lamagadellespezie - sarai sicuramente all'altezza: ne sono certa

    elisabetta - è questa ricetta e quello che è seguito che mi ha ispirato il meme

    RispondiElimina
  13. Lenny ma non ho ben capito: è solo un soggiorno provvisorio o ti trasferisci proprio a Milano? Bè comunque sia buon viaggio!
    La tua zucca ripiena è strepitosa!

    RispondiElimina
  14. che spettacolo..vorrei trovarmi nelle vicinanze per sentire il profumino!!!!bacio

    RispondiElimina
  15. apparte che ti ringrazio per la ricetta, la terrò alla prossima carica d'amor di zucca, dove mi farò come sempre sommergere da kili e kili di grosse zucche e il problema di come farle, variando il più possibile. Però su milano... sei ancora nordica o sei tornata alla base? lavoro o...? soddisfatta? ma stai pensando ad un trasferimento definitivo? certo che ad averlo saputo (con più contorni) saremmo pure riuscite ad incontrarci!

    fiordisale

    RispondiElimina
  16. Io non sarò così brava, bella ricetta e splendida presentazione, complimenti!!

    RispondiElimina
  17. Rieccomi... ho postato adesso la ricetta, va bene se te lo comunico qua?
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  18. the food traveller - grazie

    mikie - nelle foto si vede anche il fumo

    dolcetto - Mi sono trasferita a Milano da gennaio, ma spero di tornare a casa per Pasqua

    fiordisale - sono ancora a Milano: non si intuisce dalla sporadicità delle mie frequentazioni nei blog amici? Colgo l'occasione per scusarmi

    anice stellato - sono certa che sarai più brava

    elisabetta - ho dato un'occhiata. complimenti

    RispondiElimina
  19. Lenny zucca e piatto di potere a parte ti auguro di trovarti bene nell'immensa Milano e ti dico ciò con una punta di tristezza al pensiaro che un'altra bella persona abbandona questa nostra terra tanto bisognosa di essere amata e vissuta. Ti auguro di poter realizzare ogni tuo sogno e che un giorno tu possa decidere di tornare qua un abbraccio

    RispondiElimina
  20. cocò - ti ringrazio per quello che hai scritto e condivido il tuo attacamento alla nostra regione.
    Difatti sono partita con il cuore colmo di tristezza, anche se poi sono riuscita ad ambientarmi benissimo.
    Mi trovo a Milano da 2 mesi e pare che per Pasqua dovrei tornare a casa.

    RispondiElimina
  21. lenny, in tempo per mangiare la cuzzupa! si scrive così?
    anzi tra te e cocò perchè non mi supportate e mi aiutate a farne una, come faceva mia mamma quando ero bambina?
    a me faceva sempre la borsetta col manico e e due uova perchè frignavo, ne volevo uno più degli altri :))))

    RispondiElimina
  22. fiordisale - sono spiacente, ma quest'anno proprio non sono in grado di aiutarti per una serie di motivi.
    Forse il prossimo anno!
    Ciao

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO