14 settembre 2011

Confettura di prugne

Non si può salutare l’estate senza conservarne i profumi e i colori sotto vetro, una convinzione che per mia madre è quasi uno slogan pubblicitario (anche se si esprime con altre parole) ed io che le ho sempre risposto per le rime, ho imparato che non ha poi tanto torto!

Confettura di prugne

E così quest’anno la scelta è caduta sulle prugne che ho trasformato in confettura, ma solo per cancellare il rammarico di non averlo fatto in agosto con delle pere di montagna appena raccolte …..
Una confettura “neutra” che al momento dell’utilizzo (crostate, rotoli, biscotti, ecc.….) ho intenzione di aromatizzare con del vino passito, se le relative preparazioni non saranno destinate a bimbi.


Confettura di prugne

Ingredienti

1 kg prugne (ho usato quelle viola e ovali)
400 g zucchero
½ limone
½ mela (si può omettere, io l’ho usata per sfruttarne le capacità gelificanti)

Preparazione. Lavare e asciugare le prugne, quindi tagliarle a pezzi e collocarle in un tegame con il fondo spesso.
Aggiungere lo zucchero, portare ad ebollizione, schiumare e far riposare per 12 ore a temperatura ambiente.
Successivamente unire il succo di limone, la mela a pezzetti molto piccoli e far cuocere finché non addensa (ci vorranno circa due ore). Prima di spegnere procedere con la prova piattino (far cadere su un piattino, precedentemente riposto nel frigo, qualche goccia di confettura e se queste assumono una consistenza gelatinosa, è pronta, tenendo presente che a raffreddamento completo, la confettura diventerà ancora più densa).
Prima di spegnere, frullarne 2/3 ed unirla al resto (se piace si può anche frullare tutta).
Invasare ancora calda nei vasetti sterilizzati (ponendoli a freddo in una pentola capace piena d’acqua e portandoli ad ebollizione per 30’. Estrarre con le pinze e far asciugare a testa in giù su un canovaccio) e perfettamente asciutti, usando un mestolo anch’esso sterilizzato, chiudendo con la relativa capsula ed infine capovolgerli per formare il sottovuoto.

25 commenti:

  1. Che buona la marmellata di prugne! mi viene in mente la nonna che la faceva.. quanti ricordi..
    peccato per quella alle pere :) ciao cara

    RispondiElimina
  2. Bellissima nella sua regale semplicità :-)

    RispondiElimina
  3. L'anno scorso per aver distrutto(mi è scivolato dalle mani) un vasetto di confetture di prugne di mia madre fatto con le prugne del nostro orto mi ricordo che mi scese una lacrima perchè quella marmellata è troppo buona! Io la adoro e mia mamma la fa come te, solamente non mette la mela! Voglio vedere il tuo utilizzo nelle creazioni future! Un bacione

    RispondiElimina
  4. Insieme a quella di fichi è quella che preferisco :)

    RispondiElimina
  5. Quest'anno ho dato forfait alla confettura di prugne, produzione eccessiva l'anno passato! Ma insieme a quella di arance è la mia preferita in assoluto. Non mi resta che aspettarne il goloso utilizzo :) Un bacione

    RispondiElimina
  6. Tutte le volte che passo da a trovarti, i tuoi post mi scatenano bellissimi ricordi d'infanzia! Era la mia marmellata prefetita da piccola!
    Baci

    RispondiElimina
  7. è una tra le mie preferite!!! la mangerei a cucchiaiate!!! ;)

    RispondiElimina
  8. dopo quella di albicocche e di pesche (già finite :(
    DEVO fare anche quella di prugne!
    Che bella foto!

    RispondiElimina
  9. Non sono una patita di marmellata di prugne, ma questa ha veramente un bell'aspetto corposo!

    RispondiElimina
  10. questa mi manca. Ho preparato proprio qualche giorno fa una bella e buona marmellata di pesche con l'aggiunta di amaretti che non avevo mai fatto prima. Purtroppo non ho trovato delle belle prugnette ma chissà, magari faccio a ncora in tempo !

    RispondiElimina
  11. L'adoro, ma in casa mia è compito di mia madre prepararla e nessuno può toglierle questo scettro... d'inverno ci farciamo i ravioli dolci, buonissimi! A presto

    RispondiElimina
  12. La marmellata di prugne è forse fra tutte la mia preferita!

    RispondiElimina
  13. l'aggiunta del vino passito sembra davvero un tocco originale in più, mi piace da matti!

    RispondiElimina
  14. Si', ottima scelta il vino passito, mi piace molto. Regala uno splendido gusto, e aroma, soprattutto se la frolla della crostata è alle mandorle... ora che faccia anche io la marmellata di prugne, non ho fatto nulla quest'anno!!!

    RispondiElimina
  15. Già la marmellata di prugne è tra le mie preferite, se poi ci metti anche il passito allora non resisto proprio!!Smack!!!

    RispondiElimina
  16. Casa mia in queste settimane sembra un industria conserviera, siamo tutti stati rapiti dalla mania di "imbarattolare" i profumi e i colori dell'estate...ma la confettura di prugne ancora mi manca! Questa tua dev'essere deliziosa!

    RispondiElimina
  17. La mamma ha proprio ragione! Che bello conservare un po' di estate per tutto l'anno!

    RispondiElimina
  18. la mia confettura preferita!Buon we!

    RispondiElimina
  19. pensa che ho avuto da mia suocera un panierino di prugne nere del suo albero, dolcissime,, ma quest'anno non è anno di marmellate. La tua ha esattamente l'aspetto che

    RispondiElimina
  20. A volte quanto hanno ragione le nostre mamme... Nonostante le adoro non conservo molto spesso la frutta e questo è un grave errore :(( dovrò decidermi se verrò mangiare qualcosa simile a tale bontà!

    RispondiElimina
  21. Quanto mi piacciono le confetture fatte in casa!Questa deve essere buonissima.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  22. Io ieri sera ne ho fatta una di pere, pepe e cannella...quanto alle prugne, mi segno la tua!

    RispondiElimina
  23. @tutti: a titolo di cronaca, il primo vasetto è già terminato ......
    Di sicuro uno dei primi utilizzi sarà una crostata, ma penso proprio che dovrò affrettarmi :D

    RispondiElimina
  24. De hecho, esta realización es una verdadera maravilla, gracias por este artículo de todos modos.

    voyance gratuite en ligne

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO