1 ottobre 2010

Torta di mandorle

Le amiche vivono insieme i momenti migliori della vita, condividono le esperienze individuali vissute e, quando la vita le divide, mantengono i contatti, parlando e parlando, lungo un filo che le tiene unite, ovunque si trovino …. scambiandosi consigli e ricette!
Nessuno sfugge a questa regola e così una mia cara amica mi ha raccontato di aver ricevuto in regalo quando era in vacanza quest’estate, delle mandorle con annessa ricetta di una deliziosa torta, sorprendentemente semplice, tanto da potersi preparare con pochi ingredienti di uso comune e soprattutto facendo a meno della tecnologia.

Torta di mandorle

Lei ha disatteso il suggerimento, usando i preziosi fruttini per il latte di mandorle  home made e la curiosità di sperimentare la tanto decantata torta è rimasta come sospesa …..
Urgeva una verifica e così, un tantino incredula, sono passata all’azione diligentemente e, fatta eccezione per una piccola digressione (ho ceduto alla tentazione di usare le fruste elettriche per montare gli albumi), ho seguito le indicazioni alla lettera…
Già in fase di preparazione, mi sono meravigliata per la consistenza dell’impasto, fluido eppure compatto, tanto da reggere in cottura le mandorle intere che vanno adagiate in superficie, ma poi al momento dell’assaggio, grande è stata la rivelazione dell’ineffabile aroma (di mandorle) che il liquore regala al dolce, liberandosi della componente alcolica e personalizzandolo, rafforzandone l’indole.

È una torta passe partout: perfetta per allietare il risveglio, per rallegrare un brunch, per vivacizzare un pic nic, per fare compagnia mentre si sorseggia un caffè o un tè, ma anche per concludere in dolcezza un pasto e, in questo caso è d’obbligo servirla con una crema inglese o una pallina di gelato, un tocco chic che la renderà indimenticabile.


Torta di mandorle

Ingredienti x stampo di cm 21 di diam.

70 g burro (ric. orig. 80 g burro)
80 g zucchero
3 uova codice 0
80 g fecola di patate
80 g mandorle pelate e tritate
½ bicchiere liquore alle mandorle
1 cucchiaino lievito
20 g mandorle intere
zucchero a velo

Preparazione. Lavorare con una spatola il burro a temperatura ambiente insieme allo zucchero. Quando ha l’aspetto di una crema, unire i tuorli uno alla volta e gli albumi montati a neve. Incorporare il liquore poco alla volta e con delicatezza la fecola, la farina di mandorle (ottenuta tostando le mandorle in forno, quel tanto che basta perché strofinandole, perdano la cuticola scura che le riveste e quindi frullarle a intermittenza, per evitare che formino una massa oleosa) ed il lievito. Versare il composto nella teglia prescelta e imburrata e disporre sulla superficie le mandorle intere.
Infornare a 200° per 45’ e servire con abbondante spolverata di zucchero a velo.

..................

47 commenti:

  1. Sai la mia debolezza per le mandorle no!? :P ehehehehe
    Bella, bella, bella...mi sembra di sentirne il profumo.
    Una domanda, quale alternativa ci vedi al liquore di mandorle...qualcuno agli agrumi che dici?
    PS
    Mi piace il filo conduttore amicizia...torta calda a consuntivo di tanti anni passati insieme a crescere :)
    Buon we :))

    RispondiElimina
  2. @Gambetto: in tutta onestà, non lo cambierei, perché va a rafforzare l'aroma delle mandorle ed è così importante e delicato allo stesso tempo, da non far sentire la necessità di altri aromi classici (quali la vaniglia): sostituisce un po' la mandorla amara che in genere è presente in queste preparazioni!
    Ovviamente è a discrezione personale e le diverse opinioni andrebbero comparate sul campo, eh eh!

    RispondiElimina
  3. Questa la devo provare, oramai la mia dieta è andata a farsi benedire

    RispondiElimina
  4. Ok...giusto anche le mandorle amare.
    Ti faccio sapere eheheehe :PPPP

    RispondiElimina
  5. bella la forma, bella la foto e chissa' che buona!!

    RispondiElimina
  6. Sa di dolce antico, di quelli da credenza, sa di casa e di buono. Questi dolci senza troppi orpelli sono quelli che preferisco e tra l'altro ho delle favolose mandorle da utilizzare... :)

    RispondiElimina
  7. @Lydia: è questa la torta di cui ti parlavo giorni fa che andrebbe lavorata con forza di braccia ....

    @Mirtilla: è una delizia :D

    @Gambetto: confido in te!

    @maia: grazie :D

    @Sara @ Fiordifrolla: difatti l'avevo collocata sull'alzatina e riparata con la campana in vetro, ma è durata pochissimo!

    RispondiElimina
  8. Una perfetta torta piena di dolcezza e di profumo, voglio provarla! Mi manca il liquore di mandorle!

    RispondiElimina
  9. Milena, è bellissima sembra carica dei sapori originale che spesso noi amanti della buona cucina ricerchiano.

    RispondiElimina
  10. @Genny @ alcibocommestibile :DDD

    @Gloria: potresti usare il noto Amaretto di S.

    RispondiElimina
  11. @Ale: dici bene: sono contenta di averla provata e sogià che diventerà un must :D

    RispondiElimina
  12. ti dirò: il mio rapporto con le mandorle è piuttosto controverso. il liquore alle mandorle non lo amo gran che proprio come il marzapane e gli amaretti, ma dammi un macaron, un confetto o un semplice sacchetto di questi frutti divini e impazzisco di gioia! comunque, penso che impazzirei proprio anche per questa torta, e me la mangerei a colazione, poi ci farei il brunch..poi il pranzo e anche il tè delle 17.00 :D

    RispondiElimina
  13. Ogni volta che leggo un tuo post godo già nell'assaporare la gustosa presentazione che ci regali per ogni squisitezza che realizzi... Hai uno stile di scrittura molto particolare e siccome non ti ho mai detto quanto mi piaccia lo faccio oggi che me ne sono ricordata :-)
    La torta mi sembra degna di assaggio... Okay, passamene i tre quarti! :-D

    RispondiElimina
  14. Mi piace questa torta, sembra quasi di sentire il profumo di mandorle. un bacione

    RispondiElimina
  15. Ma è bellissima! La torta dell'amicizia!Sei riuscita a farmi sentire il sapore e il profumo, descrizione incredibile!E la foto parla da sola!

    RispondiElimina
  16. Non so se è la foto, la presentazione, la tua descrizione, ma questa torta sa di magico. Per liquore alle mandorle intendi tipo amaretto?

    RispondiElimina
  17. MERAVIGLIOSA!!! sei bravissima!!!!

    RispondiElimina
  18. Preziose queste amicizie!E questa torta è davvero interessantissima, la presenza della fecola deve renderla una nuvola!

    RispondiElimina
  19. Ciao Milena :) Mmmm sembra molto buona e quanto pare non e' particolarmente calorica.
    La provero' senz' altro.

    RispondiElimina
  20. Quando l'ho vista ho pensato che le mandorle in superficie le avessi messe a cottura avviata!!
    Fantastica! La tengo a mente, con così tanti "utilizzi" e così semplice da realizzare è una torta davvero passe partout!

    RispondiElimina
  21. Deve essere un'amicizia davvero profonda quella che vi lega. Un vero tesoro, insomma :)
    Sai, non ho mai fatto una vera torta di mandorle: adesso che ho una ricetta così, però, *classica*, credo che non potrò protarre ulteriormente questo mio record negativo ;)
    Un abbraccio,

    wenny

    RispondiElimina
  22. Una favola, riesco quasi a sentire l'aroma di mandorla...

    RispondiElimina
  23. Insomma perfetta in ogni momento della giornata!!! sembra davvero deliziosa...mi segno la ricetta tesoro!!! un abbraccio :-p

    RispondiElimina
  24. Le amicizie devono condividere delle passioni e quando queste sono culinarie non possono che nascere capolavori come questa torta!

    RispondiElimina
  25. Che bella torta, semplice e soffice, mi dà l'idea di buono, di casa, di tepore...
    Buon fine settimana, un abbraccione

    RispondiElimina
  26. Delicatezza e raffinatezza, nella torta e in quello che scrivi.
    I soliti complimenti, saranno banali ma senz'altro sinceri.
    Baci carissima e buon week end

    RispondiElimina
  27. Che bontà incredibile la foto parla da se :-)buon we

    RispondiElimina
  28. Wow! QUesta è una torta che vale la pena di provare: profumata, semplice ma molto elegante! Io le mandorle le adoro quindi figurati se mi lascio sfuggire una torta del genere! E' una ricetta davvero golosa, come sempre del resto! Ormai le tue ricette sono per me una certezza! Un bacione e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  29. tesoro hai fatto una descrizione talmente dettagliata che mi hai ingolosito nn poco e credo che correrò a comprare tutti gli ingredienti per provarla sembra davvero meravigliosa nella sua semplicità!!bacioni imma

    RispondiElimina
  30. ha un aspetto fantastico e immagino che sapore!
    La devo provare, i dolci alle mandorle sono tra i miei preferiti ;-P
    Ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
  31. Semplice semplice e anke buona buona...cosa si può volere di più?!Davvero stupenda!
    Secondo te, per dei bambini, con cosa posso sostituire il liquore?
    Grazie!Buonweekend!!!
    Ele

    RispondiElimina
  32. Anch'io non cambierei nulla. Questa torta è Milena, è il primo pensiero che ho avuto: delicata, gustosa, profumata con la foto coi' gentile... Anch'io devo assolutamente provarla
    Baci (e grazie ;-)

    RispondiElimina
  33. Un dolce semplice ,ma nella sua semplicità molto sfizioso!
    Ciao cara e buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  34. ke peccato tagliarla!!! bella e buona!!! si sente il pofumino delle mandorle!!

    RispondiElimina
  35. Sembra leggera leggera come quelle piemontese fatta di nocciole...
    Deve essere divina nella sua semplicità. Forse proprio una bella metafora dell'amicizia...

    RispondiElimina
  36. Un' altra bellissima ricetta!Grazie Milena!Non ho liquore alle mandorle,ma il vino alle mandorle.....può andare bene?

    RispondiElimina
  37. delicatissima!!! il suo profumo arriva fino al cuore, domani mi svegliero' con il pensiero di farla!

    :-)

    RispondiElimina
  38. grazie per il tuo regalo(una delizia alle mandorle da provare subito)! Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  39. URGENTISSIMO!!!Lenny,le mandorle!Le stavo pelando nella maniera abituale,cioè dopo averle tuffate in acqua bollente...Che faccio?Le passo comunque un po' al forno per asciugarle bene??
    Grazie
    Claudia

    RispondiElimina
  40. Spero di essere arrivata in tempo: sì sì, passale in forno!!!!
    Ricorda che in mancanza si può utilizzare la farina di mandorle :D

    RispondiElimina
  41. Ok...infornata!!Grazie!!

    RispondiElimina
  42. Perfetto: a domani il giudizio!

    RispondiElimina
  43. Semplice ma d'effetto. Io poi ho una dipendenza dalle mandorle. E che bella la forma a fiorellino!!

    RispondiElimina
  44. @Alice: questa torta ti piacerebbe eccome ...

    @Lucia: mi fa un grande piacere il tuo apprezzamento e ti ringrazio immensamente :-)

    @pizzicotto77 :-D

    @silvia: grazie, non sai che piacere mi fa sentirtelo dire!

    @elenuccia: sì, intendo il liquore tipo amaretto ...

    @valentina cuvato: non proprio, ma ti ringrazio :D

    @Saretta: è leggerissima, ma umida al punto giusto!

    @Lost Gastronaut: per renderla ancora più light, si potrebbe sostituire il burro con l'olio, ma in questo caso la consistenza cambierà: penso che diventerebbe meno compatta ....

    @Tery: no, le ho adagiate prima di infornarla, anche se ero molto scettica. Ero sicura che precipitassero!!

    @Wennycara: un'amica vera :)

    @Onde99: precisamene :D

    @Luciana: ti piacerà, ne sono certa :-p

    @Aiuolik: in realtà si tratta di una ricetta che alla mia amica era stata consigliata :D

    @Simo: è così

    @viola: grazie infinite :D

    @Nepitella: si presenta da sola!

    @Mirtilla: provala: ti conquisterà

    @dolci a ...gogo!!! e Acquolina: fatemi sapere ...

    @Ele: con l'essenza di mandorle amare o con la vaniglia!

    @Edda: grazie a te ;-)

    @Solema: è la semplicità delle cose buone

    @vickyart: è incantevole

    @( parentesiculinaria ): quella piemontese fatta di nocciole? Mi insinui un tarlo ...

    @claudia: grazie a te! Penso di sì che il vino alle mandorle possa dare il giusto aroma al dolce!

    @MariLuna: se la provi, fammi sapere :-)

    @matrioskadventures: grazie a te

    RispondiElimina
  45. @Alice: sono molto affezionata a questo stampo a fiore che rende le torte più belle

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO