12 maggio 2008

Soufflé glacé alla ricotta

Il rito del buon mattino
In bilico tra l’ideale ed il reale, affrontiamo le nostre giornate in una dicotomia forse insanabile tra ciò che vorremmo essere e/o vorremmo fare e ciò che siamo e/o facciamo, in una tensione continua che ci spinge a migliorarci e percorrere nuove strade.
Così iniziare un nuovo giorno con la giusta carica è fondamentale e richiede un vero e proprio pasto da gourmet che ognuno di noi personalizza alla stregua delle proprie esigenze di gusto o di tempo.
La mia I colazione, anch’essa sospesa tra l’ideale ed il reale, per rispondere all’invito di sandra (prima e seconda puntata), è sempre e rigorosamente dolce, per compensare il mattiniero trauma-risveglio da impenitente nottambula.


Colazione ideale
Una colazione raffinata che delizia gli occhi e lo spirito goloso, per cominciare in bellezza una nuova giornata.

Colazione reale
Una colazione salutare con yogurt bianco auto prodotto, una fetta di crostata al lemon curd (o in alternativa biscotti vari) e l’immancabile/insostituibile/irrinunciabile caffè.


Soufflé glacé alla ricotta con salsa al cioccolato
Ingredienti per 4 persone
250 g di ricotta
250 g di panna montata
2 cucchiai di Grand Marnier
20 g di gocce di cioccolato
150 g di zucchero
3 albumi
30 g di granella di nocciole (r.o. pistacchio)
cannella in polvere

Salsa al cioccolato100 g cioccolato fondente
100 g panna liquida

Preparazione
Soufflé. Portare quasi a bollore 1 l di acqua in una casseruola; montare a neve ferma gli albumi e lo zucchero in una ciotola per 5' e infine adagiare la ciotola sulla casseruola, lavorando ancora l'albume per 5' (meringa svizzera).
Passare la ricotta ad un setaccio a maglie fini ed amalgamarla alla panna montata, il Grand Marnier e la meringa preparata in precedenza. Aggiungere la cannella, 20 g di granella di nocciole (o pistacchio), le gocce di cioccolato e amalgamare il tutto.
Tagliare delle strisce di carta forno della lunghezza del diametro delle tazze da caffè e legarvele intorno con del filo.



Versare il composto nelle tazze e metterle nel congelatore per 4 ore circa.
Salsa al cioccolato. Scogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e la panna liquida fino a ottenere un composto liscio e liquido e con l’aiuto di un conetto di carta forno, decorare il piatto. Prelevare le tazze dal congelatore, liberarle della carta, guarnire con la granella e, dopo averle fatte ammorbidire, servire accompagnando con la rimanente salsa al cioccolato.
[Ricetta di Luigi Castagna, chef dell’hotel Regina Isabella di Ischia]



Crostata al lemon curd (dolce regalo della mia amica-cognata): anche la realtà non è poi così male!!!!
---------------


Un gusto nella mente di Dio: caffè e latte (o yogurt)

32 commenti:

  1. che deliziosa colazione sia la reale che la ideale ed è carinissima l'idea della carta intorno alla tazza per il sufflè :-)ciaooo

    RispondiElimina
  2. fantastica cara Lenny!!!
    davvero bellissima la presentazione e ricca di contenuto la colazione.. :-)))
    Slurpssssssss!!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  3. upssssss.. quella sanra di prima sarei io!!
    :-)))

    RispondiElimina
  4. Il tuo souffle' e' davvero carino. Mi piace la foto dove si vede ancora avvolto dalla carta, prefigurazione di cio' che si presentera' poi agli occhi golosi.

    RispondiElimina
  5. lenny è una colazione speciale specialissima.
    peccato che siano ancora le 4.50 del mattino (quando si hanno 3 figli che complessivamente hanno 7 anni :D))

    RispondiElimina
  6. nonostante abbia appena fatto colazione mi hai fatto venire una voglia che non ti dico. Senti e se ci appuntamentassimo per domattina? Ah, quasi scordavo, io, se non per te non è un problema, vorrei entrambe le versioni colaziomentose.
    Sai com'è sono un'indecisa ;)

    RispondiElimina
  7. Oh mamma, con una colazione così inizierei alla grande la giornata!!! Al mattino rimango sulla colazione reale, il soufflè me lo tengo per il dopocena... che bontà!

    RispondiElimina
  8. Ciao Lenny! Io non saprei scegliere tra le due colazioni, se non fossi a dieta potrei farle a giorni alterni! Riesci sempre a stupirmi...
    Un bacio e buona giornata!

    RispondiElimina
  9. mi piace tutta la storia sulla dicotomia...vero è! E' faticoso vivere così ma è proprio così che viviamo. Ma in tutta questa filosofia ci sei tu che dai il lato dolce e succulento della vita, la prima e la seconda versione sono da leccarsi i baffi
    quindi buongiorno al giorno e buongiorno a te Dolcezza di donna
    ...
    dopo tutto sto discorso vorrei donarti un premio che fa verresti da me?
    :*

    RispondiElimina
  10. FIchissimo questo soufflè!
    Però della realtà non ci si può certo lamentare...

    RispondiElimina
  11. In ogni caso, sia reale che ideale, io correrei a fare colazione da te! Che bellezza...

    RispondiElimina
  12. chef certo dieta permettendo..rimaniamo nel tema colazione ideale!!! colesterolo permettendo altrimenti facciamo come gli antichi che ci prendevono...fetta di pane tostata marmellata e via con un bel zuppone nel caffellatte

    RispondiElimina
  13. chef certo dieta permettendo..rimaniamo nel tema colazione ideale!!! colesterolo permettendo altrimenti facciamo come gli antichi che ci prendevono...fetta di pane tostata marmellata e via con un bel zuppone nel caffellatte

    marco
    www.chefmarco.splinder.com

    RispondiElimina
  14. Oh mamma Lenny ma che meraviglia questo soufflè,nn lo avevo mai visto preparato con la ricotta,i mie complimenti! ;-)

    RispondiElimina
  15. Lenny che dire...se non che è una delizia questa colazione?
    Mi hai fatto venire una voglia!
    Un bacio

    RispondiElimina
  16. ely - l'idea della carta per aiutare il sufflè a stabilizzarsi non è mia, ma si tratta di una vera e propria tecnica

    sandra - grazie carissima

    simona - nonostante l'aspetto, il soufflé glacé una preparazione molto semplice

    enza - la colazione per me è sempre un momento speciale per cominciare bene la giornata e non vi rinuncio mai anche quando non potrei) e anche a costo di farla in piedi: latte (o yogurt), biscotti e caffè.

    fiordisale - anche io sono l'eterna indecisa: allora appuntamento a domani a casa mia alle 6.00 con l'imbarazzo di scegliere tra le due tipologie di I colazione

    RispondiElimina
  17. Originalissima la colazione reale, quella ideale fa però più al caso mio. E il soufflè dopo cena me lo mangerei lo stesso. Bravissima, Alex

    RispondiElimina
  18. dolcetto - concordo con te sulla scelta

    camomilla - bè lo yogurt ti è consentito, no?

    claudia - è faticoso vivere così, ma non possiamo farne a meno, anzi più cerchiamo di realizzare il nostro ideale e più se ne profila un altro all'orizzonte.
    GRAZIEEEE: vengo a dare un'occhiata con piacere, come ogni giorno

    spilucchina - mai lamentarsi della realtà che si vive!

    laura - corri: ti aspetto

    chef marco - se la dieta non permette, rimane sempre l'alternativa colazione reale

    lory - è una ricetta che ho scovato qualche giorno fa e mi ha conquistata immediatamente

    carla - è importante deliziarsi al mattino

    RispondiElimina
  19. alex e mari - il soufflé glacé in realtà è un ottimo dessert dopo-pasto, ma mi piaceva molto l'idea di poterlo gustare per la I colazione (ideale)

    RispondiElimina
  20. Io sono più per le cose salate, ma ogni tanto una colazione così mi farebbe davvero piacere!

    RispondiElimina
  21. Meraviglia delle meraviglie...
    Non riesco a staccare gli occhi da quel soufflè!
    Un bacio

    RispondiElimina
  22. questa ricettina del soufflè glacè è da tenere cara..mi piace troppo!!!bacio

    RispondiElimina
  23. Non mi muovo di casa se non faccio una colazione ...simile...cereali con pezzi di cioccolato amaro, o una fetta di torta ma la tazzina di caffè insostituibile...intanto anche se sono a dieta non rinuncio mai al dolce del mattino...mai potrei farlo...sei stata bravissima questo sufflé deve essere divino magari averlo al mattino!!!
    piesse:si, direi che il fine setimana si puo fare.. ti abbraccio e ti ringrazio di essere sempre presente nei miei post.

    RispondiElimina
  24. Domani mattina sarò a casa tua, lo sai? Scherzo, di queste colazioni anche io non avrei mai abbastanza ... anzi, quasi quasi per sabato preparo altre brioche (stavolta non ai fiori d'arancio però)
    Un abbraccio
    MArika

    RispondiElimina
  25. Questo souflè merita osservazione...che forte l'idea della carta forno...bravissima!

    RispondiElimina
  26. ok da domani mi trasferisco a casa tua! :D
    anch'io colazione dolcissima!

    RispondiElimina
  27. l'idea di presentare la colazione ideale e quella reale è veramente bella, complimenti. Il tuo soufflè glacè mi far venir voglia di provare anche io, è dall'anno scroso che lo vedo in giro ma ancora non mi sono cimentata per paura :-) Ma lodi anche alla tua colazione reale, super direi :-P

    Francesca

    RispondiElimina
  28. Mette allegria la tua colazione, e se si inizia bene la giornata.... complimenti il soufflè è sublime!!

    RispondiElimina
  29. elisabetta - la mia colazione è sempre rigorosamente dolce, ma non disdegno neanche il salato: quello che per me è fondamentale è non saltare la I colazione

    parole di burro - te lo stai "mangiando con gli occhi"? Bacioni

    mike - è l'ideale per questa stagione e per la prossima

    mariluna - vedo che abbiamo gusti ed esigenze nutrizionali mattutine molto simili.
    Con un pò di buona volontà ogni tanto si può realizzare quella ideale.
    Leggo ogni giorno i tuoi post, come quelli delle altre amiche perchè li trovo ricchi di notizie e con tante cose da imparare

    marika - allora possiamo fare colazione insieme: una mattina a casa mia ed una a casa tua! Slurp!

    dolci e non solo - non è facile destare il tuo interesse: sei la regina dei dolci

    salsa di sapa - con piacere

    francesca - carissima: sei tu che lodi me

    anice stellato - iniziare bene la giornata, consente di proseguirla e concluderla in bellezza

    RispondiElimina
  30. bello questo soufflè glacè! io questa settimana ho fatto il semifreddo, con una preparazione simile, ma questo è decisamente meno calorico o comunque più leggero....io ho usato i tuorli invece degli albumi e un altro paio di cosette iperproteiche/caloriche!! lo servirò domenica sera per cena, poi lo troverai sul mio blog!

    RispondiElimina
  31. spettacolare! ma quanto ci vuole a prepararlo?

    RispondiElimina
  32. moscerino - adoro preparare e gustare i semifreddi (per una carrellata di semifreddi, preparati da me, puoi dare un'occhiata alla rubrica "I dolci di Lenny" che trovi da francescaV).
    Sono molto curiosa di vedere il tuo

    michelangelo - è una preparazione estremamente veloce (il tempo necesssario di montare la panna, gli albumi ed amalgamare alla ricotta lavorata a crema: direi una diecina di minuti + il tempo di riordinare la cucina, ahimè!).
    Il vantaggio sta nel fatto che si può preparare anche in anticipo e tenerlo nel freezer fino al momento di servire.

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO