1 aprile 2008

Tartufi-castagne

PESCE D’APRILE
È fuori luogo un dolce-frutto autunnale ad inizio primavera?
In realtà non è un semplice anacronismo, bensì una terapia d’urto per far sì che la primavera prenda coscienza di sé e, dopo il suo breve esordio (seguito da fuga repentina), torni a regnare sovrana incontrastata (Motivazione ufficiale).



In realtà la preparazione di questi tartufi risale al periodo autunnale, ma sono poi stati “tenuti in frigo (virtuale)” in attesa di pubblicazione sulla rubrica I dolci di Lenny, per la quale ormai fervono nuove idee! (Motivazione ufficiosa)


Tartufi-castagne
Ingredienti:
75 cioccolato fondente
120 g crema di marroni
1 cucchiaio rum
cacao
zucchero a velo color nocciola

Preparazione Spezzettare il cioccolato e farlo fondere a bagnomaria, quindi unirvi la crema di marroni ed il rum. Stendere il composto su un foglio di carta forno ed attendere che giunga a solidificazione non completa, riponendo in frigo per alcune ore. Quindi prelevarne un piccolo quantitativo e modellare una castagna (base larga e punta in alto). Far consolidare e rotolare ogni "castagna" nel cacao.
Successivamente prenderle ad una ad una e tamponarne la base sullo zucchero a velo nocciola.

Nota. Questo tipo di tartufi, a differenza di quelli classici al cioccolato, conservano un certo grado di umidità, dovuto alla presenza della crema di marrone. Di conseguenza, è consigliabile ricoprirli di cacao, poco tempo prima di servirli, per evitare che quest'ultimo, con il passare del tempo venga riassorbito.



Tartufi di castagne in barattolo
Gli stessi tartufi sono stati utilizzati per questa presentazione ispirata ad un dolce (Profumi d’autunno in barattolo) che S. De Riso ha proposto al Dolcemente Prato 2007 : un'idea originale, per un dolce al cucchiaio fresco che può essere servito direttamente nel barattolo e al quale purtroppo, la foto non rende giustizia.

Ingredienti

Biscotti con gocce di cioccolato
125 g farina 00
63 g burro
1 tuorlo
60 g zucchero
scorza grattugiata 1 limone biologico
gocce di cioccolato
crema di marroni

Crema pasticcera alla cannella
100 g panna
1 tuorlo
100 g zucchero
40 g amido
vaniglia
cannella

6 marron glacé
6 tartufi-castagne (v. sopra)

Preparazione Biscotti con gocce di cioccolato
Setacciare la farina a fontana, mettere al centro il burro a pezzetti e impastare velocemente gli ingredienti con la punta delle dita fino ad ottenere un composto dalla consistenza simile a quella del pangrattato. Unire poi al composto le uova, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, le gocce di cioccolato e lavorare delicatamente il tutto con le mani, per il tempo strettamente necessario a ottenere un impasto bene amalgamato. Formare quindi con la pasta una palla, avvolgere in pellicola trasparente e mettere a riposare in frigo per almeno 30'. Stendere la pasta, ricavare dei biscotti ovali (della misura giusta a renderli stabili se inclinati nel barattolo ermetico usato) e infornare a 200° per 15' circa.
Crema pasticcera Amalgamare i tuorli, lo zucchero, l'amido e la vaniglia e versarvi a filo la panna scaldata. Portare il tutto sul fuoco e, mescolando continuamente, far addensare. Aggiungere infine la cannella ed amalgamarla alla crema.
Montaggio Coprire la base del barattolo, per 1,5 cm di altezza con la crema pasticcera alla cannella, servendosi di una saca-à-poche. Disporre su un lato del barattolo, un marron glacé e su questo, usandolo come punto di appoggio, adagiare in obliquo il biscotto. Decorare un lato del biscotto con un ciuffo di crema di marroni e collocarvi con delicatezza un tartufo-castagna.




… e poiché sperimentare è un’avventura senza fine, perché rinunciare ai veri Tartufi di castagne (preparati con le castagne lesse, come Sale & Pepe insegna) dalla preparazione più lunga, ma dal sapore più autentico?

Tartufi di castagne
Ingredienti:
100 g castagne lesse
1 foglia alloro
60 g cioccolato fondente
20 g burro
40 g zucchero velo
100 ml panna (circa)
2 cucchiaini brandy
cacao

Preparazione
Portare a ebollizione, in una pentola, abbondante acqua con un pizzico di sale e la foglia di alloro; buttatevi le castagne e cuocerle per circa 10 mi-nuti, o fino a quando risultano tenere.
Scolarle, passarle al setaccio e unirvi lo zucchero a velo, mescolare e fare raffreddare.
Spezzettare il cioccolato, metterlo in una terrina insieme al burro tagliato a pezzetti e alla panna e scioglierli a bagnomaria; unire al composto di castagne preparato, aromatizzare con il brandy, mescolare con cura e fare raffreddare in frigorifero.
Prelevare un cucchiaino di composto alla volta, modellarlo con l'aiuto di un altro cucchiaino fino a formare una pallina irregolare; passarla nel cacao, scuoterla per eliminare quello in eccesso e proseguire fino al termine degli ingredienti.


Ricette correlate











Mousse di ricotta e marroni (pdf Dolci fantasie p. 8)

21 commenti:

  1. E io ora come faccio che sono golosissima di castagne e siamo già in primavera? Ora mi tocca sfornare pane alle castagne e frittelle o crepes di castagne finché non è periodo di marroni freschi!!!
    Comunque sono già cucchiaio alla mano per un mega assaggio virtuale, ma tieniti pronta che ad ottobre voglio quello verooooooooo!!
    Come sempre sei bravissima e poco importa se il caldo tarda ad arrivare, nel tuo blog si respira sempre un'aria così primaverile ...
    Marika
    Marika

    RispondiElimina
  2. Lenny, ma sei un genio!
    Belli e buoni! Che si può volerre di più?
    Già, che sono fatti con le castagne...goduria!

    RispondiElimina
  3. Meravigliose! Solo questo ti dico e io , che sono un caso clinico ormai, vedo grandi potenzialità in questi sublimi dolcetti..tipo regalini e cadeau de mariage...gnam!
    Brava e complimenti per il blog veramente bello!
    Silvia

    RispondiElimina
  4. Belli questi tartufi, la mia scorta di castagne congelate e castagne sciroppate ha speranza di essere intaccata anche ora che e' primavera allora!!
    Non ho mai commentato, ma ti faccio i complimenti per il blog che ogni tanto vengo a sbirciare!

    RispondiElimina
  5. Ma sono bellissimi!!! Proprio prima di pranzo dovevo passare da queste parti? E chi glielo spiega al mio stomaco che non sono per lui? :-)

    RispondiElimina
  6. Splendide tutte le preparazioni. Io adoro le castagne ... e ne ho ancora una confezione sotto vuoto :-)))) Bravissima come sempre, un abbraccio, Alex

    RispondiElimina
  7. Io ne prendo volentieri una manciata anche se qui da me oggi batte un sole caldissimo! Sono Elga di semidipapavero.splinder.com

    RispondiElimina
  8. ma che bellezzaaaa!!!! ho un quintale di cioccolato fondente! evvivaaa!! :D
    un bacio grandissimo e w la primavera!!

    RispondiElimina
  9. Interessante il concetto di terapia d'urto per la primavera. I tartufi sono davvero carini.

    RispondiElimina
  10. quanto mi piacciono le castagne..complimenti ottimi dolci :)
    baciooooo

    RispondiElimina
  11. Qui da me la primavera é ancora fredda e piovosa vanno benissimo per riscaldarmi....qualcuno lo prendo..Baci

    RispondiElimina
  12. che belli e che buoni, a me anche se no autunnali vanno lo stesso :-)))
    bravissima!!!!
    ciao
    Ely

    RispondiElimina
  13. Buooooooooooni.. io li avevo fatti a Natale ma semplici semplici!!!
    Smack

    RispondiElimina
  14. Oddio ora svengo!!!
    Sai che volevo fare anch'io i tartufi alle castagne per far fuori un po' di ciocco delle uova di pascqua? Mi sono un po' bloccata perchè ai miei non piacciono i marroni e finirei per papparmeli tutti io, ma con la voglia che me ne hai fatto venire mi sa che non resisto!

    RispondiElimina
  15. Sono proprio dei piccoli capolavori!
    C'è un piccolo premio per te nel mio blog!

    RispondiElimina
  16. Lenny, sei crudele...una ricetta più buona dell'altra!!!

    RispondiElimina
  17. Lenny una meraviglia questi tartufi - castagne che voglia che mi fai venire da prendere a morsi la scrivania

    RispondiElimina
  18. marika - sei simpaticissima!!!
    Quando in autunno sperimenterai questi tartufi, poi mi ddirai che ne pensi: per il momento procedi pure con l'assaggio

    splilucchina - sono goduriosissimi

    magnolia w p - difatti non ti sbagli: S. De Riso, nelle sue pasticcerie, propone questa “preparazione originale”, consigliandola oltre che come dolce da consumare al momento, anche come idea-regalo!

    ciboulette - grazie per le sbirciate antecedenti e i per commenti odierni.

    salsadisapa - sono da gustare anche con gli occhi

    aiuolik - abbiamo tutti lo stesso problema, quando visitiamo i vari blog amici

    alex e mari - buona l'idea delle castagne sotto vuoto, per poterel gustare in ogni stagione.
    Io invece ho congelato questi tartufi (preparati con castagne fresche nel periodo autunnale) e una volta scongelati ho verificato che conservano tutta la loro bontà

    mamma3 - prendine pure quante ne vuoi e BENVENUTA

    viviana - Desumo che tu abbia ricevuto montagne di uova di cioccolato!!! Magnifico!

    simona - sebra proprio che quest'anno la primavera abbia qualche problema e che ci tocchi darle un aiuto

    mike - w le castagne

    mariluna - anche da noi, in Calabria la primavera si sta facendo attendere

    ely - - A volte è bello gustare preparazioni non in sintonia con la stagione in corso, perché la cucina è anche fantasia che ci consente di svincolarci dalla realtà

    sere - anche tu li trovi buoni al pari o forse anche di più dei classici Tartufi al cioccolato?

    dolcetto - potresti optare per i classici Tartufi al cioccolato

    parolediburro - grazie per il premio: mi riempie di orgoglio

    dolcienon solo - Anche da te in quanto a bontà non si scherza!!!

    coco - come ti capisco: piacerebbe anche a me piluccarne qualcuno in questo momento!!!!

    RispondiElimina
  19. ehi, ma questi tartufi castagne me li ero persi! son bellissimi!

    RispondiElimina
  20. adina - Detto da te è un grande onore: i tuoi tartufi al cioccolato bianco sono mitici e da quando li ho visti che mi sono ripromessa di farli!!!

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO