9 ottobre 2007

Obesity Day

C'è un'occasione da prendere al volo: l'Obesity Day.
Il 10 ottobre chi, vuole finalmente dichiarare guerra ai chili di troppo potrà rivolgersi gratuitamente in alcune strutture pubbliche." L'iniziativa è dell'Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI). L'inizio di un percorso di una nuova vita all'insegna dello slogan "Controlla il tuo peso, risparmia in salute, cerca il tuo servizio di Dietetica" ha l'obiettivo di richiamare l'attenzione sui costi inestimabili, sia in termini socio sanitari che in termini di Bene-Essere individuale.
Nella giornata dell'obesità informazioni utili per meglio orientare abitudini e stili di vita dei soggetti affetti da questa patologia che, ancora oggi, è a torto spesso considerata e gestita come problema puramente estetico. Dal 2001 a oggi l'Obesity Day - spiega F. Leonardi, segretario generale dell'ADI e Primario di Dietologia all'Azienda Ospedaliera "Cannizzaro" di Catania - rappresenta uno dei più importanti interventi nazionali di prevenzione primaria, incentrata sulla "comunicazione mediatica e sull'informazione diretta" al cittadino.
L'identikit di chi ha chili di troppo, secondo G. Fatati, Presidente dell'ADI e Coordinatore del progetto Obesity Day in occasione della conferenza stampa di presentazione della giornata del 10 ottobre ed inoltre, Responsabile dell'Unità di Diabetologia, Dietologia e Nutrizione clinica dell'Azienda Ospedaliera "Santa Maria di Terni: "E' sedotto e traditore - dice - Sedotto perchè ogni giorno è bombardato dai messaggi della pubblicità che inducono al consumo. Quando si reca al supermercato è circondato da prodotti alimentari invoglianti, soprattutto a basso costo. La gente è convinta che un alimento che costa poco, contenga anche poche calorie.
Traditore perchè tradisce i suoi stessi buoni propositi. "Da lunedì a dieta" è il proposito più gettonato e più tradito. E' anche il proposito che fa più ingrassare, perchè in vista del fatidico lunedì si trascorre un fine settimana senza freni a tavola.
Quando arriva il lunedì si inizia effettivamente la dieta che, generalmente consiste in un'alimentazione "da fame" perchè è un "regime fai da te" molto poco equilibrato e difficile da sostenere. Così quando arriva venerdì sera la fame finisce sui buoni propositi e si tradisce se stessi. Pronti a dire "lunedì dieta" . E intanto la bilancia sale: è un circolo vizioso (Sindrome di Penelope)". AGI
Perchè perdere altro tempo? Meglio correre ai ripari, subito e seguendo le direttive di medici specializzati!!! La nostra salute è un bene da preservare!

Nessun commento:

Posta un commento

RETROSCENA DI GUSTO