19 giugno 2013

Semifreddo all’albicocca con riduzione di passito

Quando due domeniche fa le mie nipotine sono arrivate al grido “abbiamo delle albicocche biologiche da parte di zia G”, ho cominciato subito a pensare al dolce che avrei potuto prepararci e con il passare dei giorni, tra un assaggio e l’altro, mi figuravo nella mente l’una o l’altra possibilità, finché non mi sono accorta che i frutti stavano per scomparire ….
Mi sono dovuta affrettare ed una parte è finita in un crumble sfuggito al set fotografico, che tuttavia conto di replicare, mentre un’altra in un semifreddo

Semifreddo all’albicocca con riduzione di passito

che conserva tutta la delicatezza e l’essenza delle albicocche: da bimba erano tra i miei frutti preferiti per quella facilità con cui si aprivano in due parti perfette, come due incantevoli conchiglie vegetali.


Semifreddo all’albicocca con riduzione di passito

Ingredienti

Semifreddo
300 g albicocche succose e mature
200 ml panna fresca
100 g zucchero + 25 g acqua
63 g albumi + 12 g zucchero

Riduzione di passito
200 ml vino passito circa

Per guarnire
pistacchi non salati
menta

Preparazione
Semifreddo. A fiamma bassa far bollire 100 g di zucchero con l'acqua e nel frattempo cominciare a montare gli albumi con i 12 g di zucchero. Quando lo sciroppo di acqua e zucchero avrà raggiunto la temperatura di 121°C (e quindi gli albumi saranno montati per 3/4), versare a filo negli albumi una metà circa dello sciroppo e aumentare al massimo la velocità delle fruste elettriche, montando per qualche secondo. Riabbassare la velocità a media, versare il resto dello sciroppo e montare a velocità massima per circa 2-3 minuti. La meringa è pronta quando, prendendone un po' su un cucchiaino e capovolgendolo, non cade. (meringa italiana)
Intanto montare la panna lucida (cioè non a neve ferma), frullare le albicocche (nel mio caso la purea ottenuta ha un aspetto “granitico”e  non perfettamente omogeneo, perché per pigrizia non ho usato il frullatore!), eventualmente filtrare ad un colino a maglie fitte ed unire le tre preparazioni: meringa italiana + panna + purea di albicocche.
Trasferire il semifreddo in uno stampo di silicone (in mancanza si può foderare con carta forno lo stampo prescelto: consiglio di ritagliare le sagome della base e delle 4 pareti laterali dello stampo, facendole sbordare un po’, di inumidirle e di farle aderire allo stesso con le mani) e porre a congelare per almeno 6 ore.

Riduzione di passito. Far andare dolcemente il vino passito a fiamma bassa, finché non si riduce di ½, tenendolo d’occhio costantemente (se si desidera una riduzione ulteriore, in modo da ottenere una "salsa più densa", consiglio di partire da un quantitativo maggiore di vino e prolungare i tempi di cottura).

Sformare il semifreddo, guarnirlo con i pistacchi e la menta, attendere che si ammorbidisca e servire con la riduzione.

30 commenti:

  1. Miiile, ma...ti dico solo che stamattina ho fatto una cosa con questi ingredienti :-DDD te lo dissi che siamo telepatiche! :-DDD
    ...immagina quindi come lo adorerei ad averlo qui! *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come adorerei il tuo dolce: quelli che ho assaggiato in passato ancora me li ricordo )

      Elimina
  2. fantastico il tuo semifreddo...bravissima Milena!

    RispondiElimina
  3. Troppo goloso! Bravissima, hai sfruttato al meglio le albicocche!

    RispondiElimina
  4. Wow...chissà che sapore intenso!!

    RispondiElimina
  5. Beh che dire...deve essere il massimo!!Contiene l'essenza dell'estate, fresco e con un frutto estivo buonissimo! Complimenti, credo proprio che lo proverò!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo periodo i semifreddi sono perfetti :)

      Elimina
  6. allora, passo tra poco per il dessert dopo cena!! lo vogliooooooo!!

    RispondiElimina
  7. Deve essere squisito e molto rinfrescante in queste serate torride! A presto, un bacio, Fede

    RispondiElimina
  8. perfetto dessert in linea con la stagione con la raffinatezza della riduzione.mi piace!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La riduzione ne esalta la personalità :)

      Elimina
  9. ottimo e bellissima idea la riduzione come salsa, amo le albicocche e tutta la frutta estiva! :-)

    RispondiElimina
  10. ciao
    ma che meraviglia! qnd arrivano prodotti di ottima qualità bio è sempre una festa! se poi donate dalle nipotine ancor di più!!! baci

    RispondiElimina
  11. Buonissimo questo semifreddo!
    una freschissima proposta fruttata davvero invitante!
    un bacione

    RispondiElimina
  12. Hai ragione, la magia delle albicocche nel momento in cui le apri, il loro colore intenso, il gusto... sono buonissime e ancora quest'anno non le ho mangiate. Carinissimo il tuo semifreddo, interessante come idea e bello fresco. Bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'anno scorso le ho assaggiate una volta sola e mi sono sentita "orfana" di un sapore così estivo e fresco ...

      Elimina
  13. Mi piace!! E ti posso confermare che resta uno dei frutti preferiti dai bambini...almeno dai miei che le finiscono nel giro di un secondo...dolce salvato!! Cri P.S. Il mio frutto prediletto erano le nespole...ma credo che quelle con un monismo di sapore siano in via d'estinzione!

    RispondiElimina
  14. Sto cercando una ricetta cosi originale da preparare in casa per questo fine di settimana, spero solo di riuscire al primo tentativo, mi segno per bene la ricetta,ma soprattutto la preparazione.Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che sarà semplice da realizzare ...

      Elimina
  15. wow!!! ha un aspetto invitante davvero irresistibile, felice di averti incrociata oggi se ti va vienimi a trovare ciao elisa di spicchidelgusto

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO