22 aprile 2008

Timballino di riso ai porri

Geometrie in cucina
Anche se la semplicità è una delle regole fondamentali da osservare in cucina, può essere dilettevole a volte concedersi qualche trasgressione, per esempio mettendo la fantasia al servizio della geometria, modificando le forme e facendo appello alla manualità.
In alcuni casi il risultato può essere come quello che vedete: un timballino in forma su un letto di porri intrecciati, per viziarsi un po’ con disinvoltura o per siglare un’occasione importante, senza penalizzare il gusto.


Timballino di riso ai porri
Ingredienti x 4 persone
320 g di riso
1 porro
50 g di burro
50 g circa parmigiano grattugiato

1 litro di brodo vegetale

1/2 bicchiere di vino bianco

Foglie di porro

Preparazione Risotto. Mondare i porri e tagliarli a rondelle (ho usato le foglie più chiare). Scaldare il burro e unire i porri, saltandoli per qualche minuto, poi aggiungere il riso e farlo tostare a fiamma vivace. Sfumare con il vino e portare a cottura bagnando con il brodo caldo. Mantecate il risotto con il burro ed il parmigiano grattugiato, quindi distribuirlo in 4 stampini da budino: dopo 1 minuto sformarli e servirli, adagiandoli sulla stuoia di porro.
Stuoia di porro. Utilizzare le foglie esterne del porro che hanno la giusta grandezza e robustezza, lessarle al dente, raffreddarle e asciugarle bene. Tagliarne 7 striscioline di 1 cm ciascuno e disporle parallelamente su un foglio di carta forno (o direttamente sul piatto). Intrecciare altre 7 striscioline facendole passare sopra e sotto le prime, tagliando la parte in eccesso.

Nota. La stuoia nasce da un’idea di G. Vissani tratta da L’enciclopedia della cucina de La biblioteca di Repubblica.

26 commenti:

  1. Ciao Lenny! E' una fantastica idea per presentare un risotto! Sono molto d'accordo sul fatto che la semplicità dei piatti sia un principio fondamentale in cucina...
    Un bacione!

    RispondiElimina
  2. Adoro le preparazioni "singole".. sono semplici e permettono di fare una bella figura in tavola, sempre!
    Brava LEnny
    Buona giornata
    qui a Torino ancora grigio, speriamo per poco
    :o)

    RispondiElimina
  3. Stupenda presentazione seppur semplice ricetta ma gustosa, quando si dice l'occhio vuole pure la sua parte...complimenti bacetti

    RispondiElimina
  4. Lenny, ma che bello!
    Mi piace tantissimo questa presentazione. Che poi sarebbe da servire su una tovaglietta intrecciata allo stesso modo...sai che flash?
    Ce l'ho anch'io il libro di cui sopra, però questa bella cosinanon me la ricordavo...adesso vado a ricercarla...

    RispondiElimina
  5. chebbuoni i porriiii! ma una grattugiata di limone non ci starebbe bene? :D

    RispondiElimina
  6. Mi piace tantissimo!!!!
    Leggero ma d'effetto! Te la copio di sicuro!!!!

    RispondiElimina
  7. Riso e porri, una delizia per me!Complimenti Lenny!Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  8. Ciao Lenny, ti avevo posto un quesito nel post del gelato...non so se lo hai letto...!
    grazie!!
    ciao
    Grazia

    RispondiElimina
  9. Hey....ma che carine quelle foglioline intrecciate!!! Copio ed a occasione debita, propongo!
    Smack

    RispondiElimina
  10. Beh! Diciamo che l'occhio vuole la sua parte per cui questo risotto è proprio molto molto invitante, su un piatto "normale" non sarebbe stato lo stesso :-)

    Ciaoo,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  11. Complimenti per questo timballino!! La stuoia poi e' favolosa!
    Ciao e' la prima volta che passo di qui... e mi sono imbattuta con qualcosa di travolgente.... la torta qui sotto... wow che meraviglia!!
    Besos,
    Daniela

    RispondiElimina
  12. Quella della stuoina e' un'idea davvero carina. Adoro i porri e spesso li uso per fare il risotto.

    RispondiElimina
  13. Che carina la presentazione ed anche il timballino dev'essere buono!

    RispondiElimina
  14. Ma che spettacolo...fai di certo scena durante una cena presentando il riso così! La prima volta che la suocera verrà da me magari la stupisco...

    RispondiElimina
  15. è bellissimo adoro i timballi..ultimamente mi sono divertita parecchio con queste forme, più che altro perchè non avendo molto tempo ne faccio un paio che conservo anche per il giorno dopo!!!bacione

    RispondiElimina
  16. Ciao Lenny, certo che sei in tempo! Aspetto con ansia di vedere cosa vedi..A proposito bellissimo il "sottopiatto" vegetale! A presto, Elga

    RispondiElimina
  17. Che bello, e la stuoia è fantastica, pensa che quello è uno dei primi libri che mi ero aquistato, ma la stuoietta non me la ricordo devo andare a ricercarlo!

    RispondiElimina
  18. io azzarderei abbinare un barbera o un bianco...direi un pinot bianco
    che ne pensi chef!!!
    e comunque il porro è meraviglioso con il riso nella dose giusta certo!!!!
    marco
    www.chefmarco.splinder.com

    RispondiElimina
  19. Complimenti come sempre la semplicità vince, un abbraccio

    RispondiElimina
  20. camomilla - anche se ogni tanto viene voglia di dare alla semplicità una veste elegante

    sandra - le porzioni singole sono sicuramente chic e consentono di tenere sotto controllo le qauntità

    mariluna - non sempre è facile coniugare aspetto e sostanza, bellezza e bontà

    spilucchina - anche tu hai il libro delle meraviglie?

    salsadisapa - hai ragione: sai che non ci avevo pensato?

    viviana - copialo e poi fammi sapere o mostra al tua interpretazione personale

    nightfairy - i porri non piacciono a tutti, ma gli estimatori gradirebbero questa preparazione

    RispondiElimina
  21. cuocapercaso - se dai una sbirciatina fugace, vedrai che ho risposto

    sere - copia pure e proponi: è un piacere

    aiuolik - il sapore sarebbe però identico: verrebbe semplicemente meno la suggestione

    campodifragole - BENVENUTA: è un onore averti qua. Sono passata dal tuo blog che ho trovato fantastico

    simona - proverai questa versione?

    dolcienonsolo - il tuo giudizio non ti inganna

    laura - la realizzazione è d'effetto e alqaunto semplice: lo stupore è assicurato

    mike - bella l'idea di assicurarsi le scorte

    mamma3 - è una bella iniziativa

    max lapiccoloacasa - la trovi sotto la dicitura "cestini di porro"

    RispondiElimina
  22. chef marco - i tuoi abbinamenti sono sempre graditissimi

    anice stellato - parola d'ordine: semplicità in cucina

    RispondiElimina
  23. molto bell questa ricetta complimenti

    RispondiElimina
  24. buonissimo il risotto e splendida la presentazione!

    RispondiElimina
  25. carmine volpi - benvenuto e grazie per essere passato di qui

    ely - i porri hanno un gusto deciso e conferiscono al risotto un carattere importante

    RispondiElimina
  26. Hello, your blog is too beautiful! I come every day and I like it a lot !!! Thank you and good luck!

    voyance en ligne gratuite

    RispondiElimina

RETROSCENA DI GUSTO